annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Gli imprescindibili del fumetto

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
    Bendis di eventi veramente azzeccati dall'inizio alla fine per me ne ha scritto 2, forse 3, poi si è messo in testa che deve scriverne 800 e lì ha perso la bussola.
    Di Bendis mi sentirei di consigliare la mini serie Alias, con protagonista Jessica Jones (ho visto che è stata raccolta in un unico volumone).

    Sempre in ambito Marvel, per me fra le GN più belle citerei:

    - Il Progetto Marvels di Ed Brubaker (ambientato poco prima della WWII, è un misto di fumetto di guerra e noir urbano e narra la genesi di Capitan America e della nuova era di supereroi dal punto di vista di Angelo, un vigilante);
    - Elektra Assassin di Frank Miller (violenza e politica si intrecciano nel tentativo della ninja Elektra di scoprire il suo passato);
    - Agents of Atlas di Jeff Parker (non so se è stato tradotto in Italia. Ho un volume americano comprato all'estero. Narra le avventure di un ex team d'azione degli anni 60 estremamente eterogeneo capeggiato da Jimmy Woo che si ritrova per fronteggiare una setta segreta. E' senza dubbio una chicca molto bella).


    [FONT=Verdana]The past is just a story we tell ourselves

    Commenta


    • #32
      Per ora mi vengono in mente...

      Old man logan

      Wolverine netsuke

      deadpool in viaggio con la testa

      the killing joke

      joker (azzarello)

      "Il cinema è un arte soggettiva, quanto la musica, belli i 5 alti bello sentire pareri discordanti ai propri, ma alla fine sono io, uno schermo e tutto quello che ci passa di mezzo."

      "Le barbarie sono lo stato naturale dell'umanità, la civiltà è solo un capriccio dell'evoluzione e delle circostanze". cit.


      ~FREE BIRD~

      Commenta


      • #33
        Non saprei se ha la dignità di "imprescindibile", ed alcune cose le ho trovate fuori misura. Tuttavia, secondo me, è un valido esempio di racconto reso efficacemente usando appieno le caratteristiche della nona arte.

        LA CANICOLA ( Graphic Novel )
        Coconino Press. 110pp. , a colori. 17,00€.
        Testi_ Jean Vautrin / Disegni_ Baru.
        Sotto l’arsura cocente, nelle campagne francesi, un rapinatore americano braccato dalla gendarmeria e dai suoi ex soci ,cerca di occultare una sacca gonfia di denaro presso una cascina colonica. Visto , scatena suo malgrado la rincorsa (auto) distruttiva di una famiglia allargata di villici, che lo usano di riflesso per regolare antichi dissidi e rancori, avendo contestualmente gola del malloppo.

        Polar rurale , tragicomicamente eccessivo , ma brillantemente congegnato. Dà fondo alla resa vocazionale del fumetto, raccontando antefatti o particolari di raccordo spesso unicamente con le risorse della narrazione per immagini, anche “volgari” ed esplicite (lettura consigliabile ai soli adulti), cavando un effetto domino su “appena” un paio di bugie ,che disarcionano le vite di un clan di “bifolchi” violenti , opportunisti e follemente monomaniaci. I soldi sono lo sterco del diavolo, ma la morale non può venire da certi sub-umani.

        Avrebbe ugualmente reso con uno stile realistico (imho) , ma si è preferito un segno più caricaturale e sghembo, da illustratore di “Charlie Hebdo”, ma abbastanza puntuale nella resa pittorica del colore ( la tuta del benzinaio, piuttosto che i campi di frumento…), calcando sul grottesco in espressioni imbesuite.


        <img src=" http://www.fumetto-online.it/images/fumetti/COCONINO%20PRESS/coconino-press-canicola-73357000000.jpg

        "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

        Commenta


        • #34
          Molte idee : ci vorrà un mese x darci almeno un occhiata !
          [URL=http://s03.flagcounter.com/more/ojF][/U

          Commenta

          In esecuzione...
          X