annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il Topic dell'Amicizia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Roy E. Disney Visualizza il messaggio
    Piccolo test:
    Quanti di voi hanno avuto difficoltà a farsi nuove amicizie dopo il liceo? O meglio, a quanti quelle di adesso paiono solo un surrogato di quelle dell’epoca, difficilmente ricambiabili a quel livello?
    E a quanti, invece, è andata meglio?
    Io sto nella prima fazione.
    Hai ragione, mi ritrovo in ciò che dici, anche se cambierei "liceo" con "università". Dopo ho conosciuto molte belle persone, che frequento, derivanti dall'ambito sportivo, lavorativo o conosciute per coincidenze, ma sono sicuramente rapporti diversi dalle grandi amicizie fatte da giovane. Non credi derivi dalle persone, ma dall'untensità delle esperienze che puoi fare a 18 anni rispetto a quelle di 30
    "Per me".

    Commenta


    • Infatti se mi guardo indietro e penso al terzo/quarto anno di liceo mi rendo incredibilmente conto di quanto fossero anni incredibilmente più “innocenti” rispetto a questi. Allora non l’avrei mai detto.

      Grazie a mio padre ho avuto la fortuna di avere un lavoro già “avviato” all’interno sua azienda, ma mi sono sempre chiesto come sarebbe andata (e come mi sarei sentito) se avessi continuato un percorso di studi universitario. Aldilà del futuro, ma proprio per vedere come si sarebbe evoluta la vita sociale/amichevole, in quanto l’inserimento immediato nel mondo lavoro (subito dopo il liceo) mi ha fatto sterzare direttamente in quella che credo sia la vita “da adulto”, soprattutto stando a contatto ogni giorno con gente dai 35/40 anni in su.

      Commenta


      • Sicuramente hai avuto un'evoluzione diversa, poi ovviamente dipende caso per caso, e dalla propensione personale nel conoscere nuove persone.
        Quanti anni hai tu?
        "Per me".

        Commenta


        • Io ho forti problemi a farmi degli amici. Lo sapete già, ne abbiamo parlato a Monaco. Ecco l'elenco delle ragioni:

          - sono timido
          - pochi interessi comuni con la maggioranza delle persone
          - difficoltà ad aprirmi, in quanto non ho un bel rapporto con me stesso
          - la consapevolezza di tali difficoltà mi porta a studiare bene le conversazioni mentre le faccio, e ogni uscita con sconociuti pare per me come un colloquio di lavoro
          - mi annoio facilmente
          - faccio una netta distinzione tra amici, colleghi, compagni, compagnoni, conoscenti etc
          - ho paura del giudizio altrui
          - ho paura del confronto altrui, ossia di ritrovarmi davanti persone migliori di me e quindi in grado di ricordarmi con la loro stessa presenza tutto ciò che biasimo di me
          Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
          Spoiler! Mostra

          Commenta


          • alla triennale ho avuto l'immensa fortuna di finire in una casa con un coinquilino con cui mi trovavo in tutto e per tutto e soprattutto che aveva giù una compagnia ben avviata quindi mi sono solo dovuto "inserire" e ho vissuto tra anni meraviglioso in compagnia di gente diversissima da me ma che veramente hanno reso la vita una cosa migliore, che ricordi..
            (il coinquilino fantomatico si è recentemente iscritto qui sul forum)
            ma dal lato dei "colleghi universitari" posso dire che amici proprio non me ne sono fatti, contatti al momento non ne ho con nessuno di loro
            dopo la triennale è iniziato il girovagare quindi anche se di persone, anche meravigliose, ne ho conosciute parecchie e con molte mi ci sento spesso faccio difficolà a considerarle Amiche in quanto abbiamo condiviso tutto sommato poco e ora abbiamo uno o più oceani che ci separano quindi beh xD
            ora al master invece ho cercato sin dall'inizio di relazionarmi poco, proprio perchè negli ultimi anni ho dovuto salutare troppe persone a cui tenevo e sinceramente un anno in cui alla fine me ne sarei andato senza lacrime non mi dispiaceva


            Honour to the 26s

            Commenta


            • Originariamente inviato da spiderman2707 Visualizza il messaggio
              Sicuramente hai avuto un'evoluzione diversa, poi ovviamente dipende caso per caso, e dalla propensione personale nel conoscere nuove persone.
              Quanti anni hai tu?
              24, ma ho iniziato che ne avevo 20.
              Non ho avuto problemi nel relazionarmi con loro. Più che altro, essendo responsabile ufficio acquisti, i miei primi timori erano fondati nello rispondere/parlare al telefono con fornitori e affini che non conoscevo (per il tipo di azienda in cui lavoro, mi sono trovato a discutere con geometri/ingegneri/architetti).
              Poi col tempo tutto mi è venuto naturale e anche nel parlare ho acquisito una scioltezza che ha sorpreso anche me. :mrgreen:

              Commenta


              • Originariamente inviato da Roy E. Disney Visualizza il messaggio
                24, ma ho iniziato che ne avevo 20.
                Non ho avuto problemi nel relazionarmi con loro. Più che altro, essendo responsabile ufficio acquisti, i miei primi timori erano fondati nello rispondere/parlare al telefono con fornitori e affini che non conoscevo (per il tipo di azienda in cui lavoro, mi sono trovato a discutere con geometri/ingegneri/architetti).
                Poi col tempo tutto mi è venuto naturale e anche nel parlare ho acquisito una scioltezza che ha sorpreso anche me. :mrgreen:
                Di che ramo si occupa la tua azienda?
                "Per me".

                Commenta


                • Serramentistica e lavorazioni in alluminio. Del genere finestre, infissi, facciate continue ecc.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Roy E. Disney Visualizza il messaggio
                    Serramentistica e lavorazioni in alluminio. Del genere finestre, infissi, facciate continue ecc.
                    Interessante, a volte ho a che fare con fornitori
                    "Per me".

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Roy E. Disney Visualizza il messaggio
                      Piccolo test:
                      Quanti di voi hanno avuto difficoltà a farsi nuove amicizie dopo il liceo? O meglio, a quanti quelle di adesso paiono solo un surrogato di quelle dell’epoca, difficilmente ricambiabili a quel livello?
                      E a quanti, invece, è andata meglio?
                      Io sto nella prima fazione.
                      Ho avuto un trascorso liceale molto travagliato, di conseguenza non ci sono molte persone con cui abbia instaurato un rapporto profondo :lingua: Inoltre ho sempre avuto più facilità a legare con persone più grandi di me (anche di molto) rispetto che con i miei coetanei.
                      Per lavoro viaggio abbastanza e ho a che fare con tantissime persone, ma solitamente è gente che vedo una volta nella vita e poi mai più (con alcune eccezioni), quindi è difficile farci amicizia =P

                      Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                      - sono timido
                      - pochi interessi comuni con la maggioranza delle persone
                      - difficoltà ad aprirmi, in quanto non ho un bel rapporto con me stesso
                      - la consapevolezza di tali difficoltà mi porta a studiare bene le conversazioni mentre le faccio, e ogni uscita con sconociuti pare per me come un colloquio di lavoro
                      'ste cose avrei potuto scriverle io

                      Commenta


                      • Anche a me all’inizio il percorso è stato travagliato, tanto da cambiare scuola al terzo anno (una delle cose migliori mai capitate in vita mia).

                        Commenta


                        • Avete mai incontrato qualcuno del forum di persona ??

                          Micol
                          [URL=http://s03.flagcounter.com/more/ojF][/U

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
                            Ho avuto un trascorso liceale molto travagliato, di conseguenza non ci sono molte persone con cui abbia instaurato un rapporto profondo :lingua: Inoltre ho sempre avuto più facilità a legare con persone più grandi di me (anche di molto) rispetto che con i miei coetanei.
                            Per lavoro viaggio abbastanza e ho a che fare con tantissime persone, ma solitamente è gente che vedo una volta nella vita e poi mai più (con alcune eccezioni), quindi è difficile farci amicizia =P


                            'ste cose avrei potuto scriverle io
                            è per questo che leggi molto?
                            Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                            Spoiler! Mostra

                            Commenta


                            • Originariamente Scritto da Enfad
                              Ho avuto un trascorso liceale molto travagliato, di conseguenza non ci sono molte persone con cui abbia instaurato un rapporto profondo :lingua: Inoltre ho sempre avuto più facilità a legare con persone più grandi di me (anche di molto) rispetto che con i miei coetanei.
                              Per lavoro viaggio abbastanza e ho a che fare con tantissime persone, ma solitamente è gente che vedo una volta nella vita e poi mai più (con alcune eccezioni), quindi è difficile farci amicizia =P


                              'ste cose avrei potuto scriverle io



                              Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                              è per questo che leggi molto?


                              il sillogismo leggere- essere persone solitarie o che hanno difficoltà a socializzare è stupidata !!

                              Micol
                              [URL=http://s03.flagcounter.com/more/ojF][/U

                              Commenta


                              • Infatti è un sillogismo che nessuno ha fatto
                                Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                                Spoiler! Mostra

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X