annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il Topic dell'Amicizia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ohi ma tutti mattinieri oggi?
    Ma comunque ovvio che uno non deve fare solo amicizie per farsi aiutare in futuro....bisogna anche stare bene con queste persone nel presente. Non e´che se uno ti sta antipatico, allora devi fartelo amico per sfruttarlo in futuro eh...
    Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
    Spoiler! Mostra

    Commenta


    • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
      Ohi ma tutti mattinieri oggi?
      Oggi ho rimesso la sveglia alle 6:15. Una tragedia.

      "Per me".

      Commenta


      • Prendo spunto dalle ultime cose che avete detto nell'altro topic per condividere qualche pensiero.

        Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio
        Usciamo dal mito della gente che è piena di Grandi Amicizie, e se uno non fa il fuori sede fatica a farsele. Sono una cosa rarissima punto, indipendentemente da tutto il resto.
        Sono d'accordo che sia cosa rara... ma appunto per questo prima di crearsi dei veri amici bisogna passare anche da conoscenze più frivole, passeggere, ecc... se farsi amici è difficile per sé credo lo sia ancora di più nel momento in cui si ha difficoltà a fare semplici conoscenze per una mera questione di probabilità.

        Originariamente inviato da spiderman2707 Visualizza il messaggio
        Convengo sull'ultima frase. Gli anni hanno selezionato molto le persone che mi stanno accanto. Ed è un bene, a pensarci.
        Originariamente inviato da Uncle Scrooge Visualizza il messaggio
        le mie Grandi Amicizie sono quelle del liceo e poche altre, ció non toglie che gli anni dell´universitá siano stati affollati di conoscenti con cui era piacevolissimo passare una serata a base di vino e che proprio questo mi permette di volgermi indietro e guardare quegli anni come i piú intensi e pieni della mia vita
        Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio
        Non sono d'accordo con nulla, ma non riesco a trovare le parole per spiegarmi. Passare tempo libero con conoscenti non fa per me a meno che non siano tentativi di trasformare quel rapporto umano in qualcosa di più importante (e una frequentazione più frequente). Ovviamente chessò se è un collega o un compagno studente a lavoro o a lezione una chiaccherata la faccio volentieri ma non mi sfiora l'idea di proporre altro, a meno che non mi sembri una persona così intelligente/bella/interessante che voglio passare del tempo con lei perché mi fa felice, e quindi punto a qualcosa di significativo.
        Vediamo un po', voglio farvi capire dal mio punto di vista su qual è la differenza tra avere un gruppo ristretto di grandi amici e un gruppo più esteso che include anche altri tipi di conoscenze.
        Il paragone a cui pensavo è la differenza tra un riso in bianco e un'insalata di riso, condita una volta con tonno e peperoni, la volta dopo con uova e mozzarella, ecc... il riso rimane l'ingrediente principale e quello che ci permette di mangiare dei cibi che da soli magari non gradiremmo, allo stesso tempo gli altri ingredienti sempre diversi ci permettono di non stufarci troppo presto del riso, anzi, ci danno la sensazione che ogni volta abbia un sapore diverso.

        Ho la sensazione, e lo dico per esperienza, che un ristretto gruppo di amicizie forti abbia come effetto collaterale il rischio di diventare un circolo chiuso, che porti a un progressivo isolamento della realtà e aumenti la possibilità di contrasti interni. Al contrario, se questo gruppo di amicizie forti s'inserisce all'interno di un giro di conoscenze più ampio, aumenta incredibilmente il numero delle cose che si possono fare e le soddisfazioni che si possono trarre, diminuendo inoltre il rischio di dipendenza gli uni dagli altri.

        Commenta


        • Interessante opinione Aldo..mi viene da concordare.
          Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
          Spoiler! Mostra

          Commenta


          • Uff...dovrei fare più amicizie....ma poi avrei il problema di gestire tempo e energie tra le nuove, i tentativi di quelle nuove, e le vecchie.
            Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
            Spoiler! Mostra

            Commenta


            • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
              Uff...dovrei fare più amicizie....ma poi avrei il problema di gestire tempo e energie tra le nuove, i tentativi di quelle nuove, e le vecchie.
              Nuove amicizie alla tua età non sono semplici. Intese come Amicizie, e non come amicizie.
              "Per me".

              Commenta


              • Purtroppo. Già la nostra generazione, a quanto dicono i sociologi moderni, è priva di identità di apaprtenenza....i colleghi di lavoro non sono piu "compagni" ma "competitor"...poi a quest'età tocca gestire i molteplici impegni (chi fa sport, chi è fidanzato, chi studia e laora, chi lavora ma studia per altri concorsi che gli scade il contratto, chi trasloca, chi è in trasferta....)...
                C'è chi mi consiglia di prendere parte a palestre, corsi di lingue o cineforum....ma io, forse ragiono un p da proinciale, raramente ho visto gente fare amicizia nelle varie palestre/ corsi che ho frequentato...al limite trovi qualcuno con cui fare una chiaccheira mentre fai il tuo lavoro o attendi l'inizio del corso (il che equivale a scambiare due chiaccheire col cameriere di fiducia del tuo bar di fiducia, o ad attaccare bottone con la gente in tram e in treno....). Il che magari ti permette di svolgere le attività che ti preponi appagando i tuoi neuroni specchio, i quali hanno bisogno del confronto con l'altro.
                Tuttavia, parlandone anche in terapia, pare che il vero piacere di certi contatti umani sia la condivisione....vedo un bel panorama? Vorrei condividerlo con qualcuno (cosa piu semlice: fai la foto e la giri ad altri), scopri un bel locale dove mangiare e ci porti qualcuno...vai al cinema e senti le persone ridere a ciò che ti fa ridere e sobbazare a ciò che ti fa sobbalzare (peccato che se sei in sala dai Vanzina accae l' effetto contrario...la gente ride e tu li schiaffeggeresti; peccato anche che, nel caso opposto, si sia persa l'abitudine di applaudire nei cinema). Con queste amicizie con la a minuscola riesci a condividere poco...e spesso condividi solo le lamentele..
                Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                Spoiler! Mostra

                Commenta


                • Per cause lavorative o personali, la carenza di tempo (abbondante una volta e risicato ora) sicuramente non aiuta.
                  "Per me".

                  Commenta


                  • e tra l'altro invecchiando inizio ad avvertireu n senso di....insensatezza. Come se le nostre azioni vengano accumulate per portare avanti un progetto che non esiste, se non la nostra stessa esistenza ...quindi lavorare per mantenerci...eseguire le attività per gestire la nostra vita extralavorativa...fare sport per non ammalarci....ammazzare il tempo per non impazzire (ma poi ammazzare il tempo in vista di cosa? Probabilmente in vista della prossima attività da fare per mantenerci, stare in salute, gestire la nostra vita privata)....mha....
                    ....tempo due anni e mi trasformo in Woody Allen.
                    Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                    Spoiler! Mostra

                    Commenta


                    • Bhè non esagerare, ognuno ha sommariamente un progetto di vita.

                      ps
                      Bene che ti vada tra due anni Woody Allen si trasforma in te.
                      "Per me".

                      Commenta


                      • Hai ragione, anzi potrebbe adottarmi.

                        ....il che, fatto da lui, suona abbastanza inquietante XD

                        p.s. bho...attualmente io e molti che conosco non abbiamo un progetto. Tiriamo a campare.
                        Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                        Spoiler! Mostra

                        Commenta


                        • secondo me dovresti capire per cosa vorresti fare amicizia:
                          a) avere uno svago b) avere qualcuno con cui parlare c) avere qualcuno su cui contare d) perchè lo fanno gli altri ecc ecc


                          Honour to the 26s

                          Commenta


                          • Mha...direi i motivi di cui sopra tranne la D (faccio molte cose che non fanno gli altri, e me ne frego) e la B). Se voglio parlare, posso anche scrivere qua sopra o messaggiare con le persone che già conosco e sono in altre città. Che poi, capiamoci, agli amici non è che gli si dice tutto. DI loro si teme il giudizio o, al limite, di annoiarli.
                            Aggiungierei a quei motivi anche il motivo E)Per condividere delle cose
                            Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                            Spoiler! Mostra

                            Commenta


                            • A un vero amico puoi dire tutto, anche le cose più intime.
                              "Per me".

                              Commenta


                              • Si ma un vero amico, proprio in quanto tale, può anche risponderti che gli hai rotto le scatole XD. e comunque gli amici sono umani e come tali potrebbero giudicarti male
                                Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                                Spoiler! Mostra

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X