annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Complotti: Ipotesi e Congetture

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • e Los Angeles invece? ;D

    x Ror: beh, curiosa firma cmq ihihih

    Commenta


    • ah LA non lo so, non mi sono informato al momento...
      io tendo ad escludere gli avvistamenti alieni per ragioni fisiche di distanze e velocità, ma non ne escludo assolutamente l'esistenza, e se ci fossero le prove che li abbiamo anche incontrati...e non siamo ancora morti...ben venga!

      Commenta


      • Originariamente inviato da Rorschach Visualizza il messaggio
        Ho persino incontrato Steve Jackson al Lucca comics qualche hanno fa, e mi ha firmato il suo modulo GDR GURPS.
        Motivo in più per stare alla larga dal padiglione games xD

        Commenta


        • un nuovo articolo nel sito dei pazzi che vedono simboli satanici anche in Batman:

          http://neovitruvian.wordpress.com/20...enti-mondiali/

          Commenta


          • Originariamente inviato da NiKeS Visualizza il messaggio
            Motivo in più per stare alla larga dal padiglione games xD
            Comunque è fantastica questa cosa che ci ha presentato Adam Kadmon, mi si è aperto un mondo. In pratica un gioco che è nato per PRENDERE PER I FONDELLI il complottismo è stato usato nelle teorie del complotto.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Rorschach Visualizza il messaggio
              Comunque è fantastica questa cosa che ci ha presentato Adam Kadmon, mi si è aperto un mondo. In pratica un gioco che è nato per PRENDERE PER I FONDELLI il complottismo è stato usato nelle teorie del complotto.
              ora che ci penso, potrebbe essere benissimo peccato solo che alcune cose siano successe veramente... poi chiaro, non ci vuole molto a "prevedere" certe dinamiche...

              Commenta


              • Originariamente inviato da Duster Visualizza il messaggio
                ora che ci penso, potrebbe essere benissimo peccato solo che alcune cose siano successe veramente... poi chiaro, non ci vuole molto a "prevedere" certe dinamiche...
                Sì l'ho capito Duster ma, vedi, questo non è tanto una cosa che riguarda le carte, ma bensì il cervello umano. Perchè se nelle carte c'era un attentato che poi è stato fatto veramente, c'erano mille cose che invece non sono successe. Ma il nostro cervello è fatto così, deve cercare i significati ed i collegamenti, escludendo le cose che non rientrano nella legge che ci siamo fatti in testa.

                In quelle carte c'è il possibile e l'impossibile. Le torri gemelle che saltano in aria poi non so perchè ma è immaginato da sempre. Pensa anche in Fight Club (ma Fincher non mi risulta sia stato perseguito). Non pensarla nella direzione futuro-passato. Pensala in direzione passato futuro. I terroristi hanno attaccato Le Torri Gemelle perchè erano un elemento che colpiva già l'immaginazione della gente.

                Commenta


                • Originariamente inviato da Rorschach Visualizza il messaggio
                  Sì l'ho capito Duster ma, vedi, questo non è tanto una cosa che riguarda le carte, ma bensì il cervello umano. Perchè se nelle carte c'era un attentato che poi è stato fatto veramente, c'erano mille cose che invece non sono successe. Ma il nostro cervello è fatto così, deve cercare i significati ed i collegamenti, escludendo le cose che non rientrano nella legge che ci siamo fatti in testa.

                  In quelle carte c'è il possibile e l'impossibile. Le torri gemelle che saltano in aria poi non so perchè ma è immaginato da sempre. Pensa anche in Fight Club (ma Fincher non mi risulta sia stato perseguito). Non pensarla nella direzione futuro-passato. Pensala in direzione passato futuro. I terroristi hanno attaccato Le Torri Gemelle perchè erano un elemento che colpiva già l'immaginazione della gente.
                  perfettamente d'accordo, il mio intervento di prima non voleva essere ironico o "una presa in giro" se era questo quello che avevi inteso, ultimamente sono dell'idea che c'è tanta tanta paranoia in giro...e una voglia (forse vista la delicata situazione sociale) di trovare un' aiuto esterno a tutti i costi...

                  Commenta


                  • Avete visto il video di Emmerich su Shakespeare in home (la prima parte)? Sul personaggio ci sono da sempre tanti dubbi e devo dire che le osservazioni di Emmerich sono anche interessanti...

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da NiKeS Visualizza il messaggio
                      Avete visto il video di Emmerich su Shakespeare in home (la prima parte)? Sul personaggio ci sono da sempre tanti dubbi e devo dire che le osservazioni di Emmerich sono anche interessanti...
                      Il problema è che Shakespeare era un impresario teatrale che aveva cominciato come attore e che scriveva da autodidatta (fece degli studi, ma non poté mai finirli perché il padre andò in bancarotta) non un'intellettuale di corte con la laurea a Cambridge o OxforD come quasi tutti gli autori teatrali dell'epoca (pensiamo a Marlowe).
                      A differenza di detti intellettuali (noti come university wits) lui non aveva le mani in pasta con intrighi di corte, politica e incarichi pubblici, quindi a parte le sue opere e un paio di volte in cui fece da testimone in delle cause civili non abbiamo documenti su di lui.
                      Tra l'altro nelle firme degli atti giudiziari si è firmato scrivendo il suo nome ogni volta in modo diverso e senza mai usare l'ortografia usata correntemente per scrivere il proprio nome (ma d'altronde all'epoca l'ortografia inglese era parecchio fluida).

                      Questo ha dato adito a leggende secondo cui Shakespeare non è mai esistito o era un prestanome, eccetera.
                      Ma essenzialmente cio' è dovuto al fatto che essendo rimasto fuori da politica e alta cultura ed essendo sempre rimasto ai gradini più bassi della vita di corte c'è veramente poco che attesti la sua esistenza.
                      "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
                      "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

                      Commenta


                      • Fossi nei panni dei suoi discendenti, sta cosa mi farebbe incacchiare parecchio...
                        Flickr


                        "How much would you pay... for the Universe?" Neil Degrasse Tyson

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da tizfx Visualizza il messaggio
                          Fossi nei panni dei suoi discendenti, sta cosa mi farebbe incacchiare parecchio...
                          Non sappiamo nemmeno chi siano e probabilmente nemmeno loro, il problema è che Shakespeare alla fine proveniva dal ceto medio e con in mezzo la proibizione del teatro nel periodo Cromwell e tutto il resto probabilmente la generazione a lui successiva non aveva certo voglia di sbandierare in giro di discendere da un attore, drammaturgo e impresario teatrale, in tali circostanze è facile che in breve tempo i suoi discendenti abbiano dimenticato dell'esistenza del loro illustre avo.
                          Da quel che ricordo poi l'unico figlio maschio di Shakespeare, Hamnet (guarda caso), morì di malattia quando era ancora ragazzo lasciando Shakespeare con solo figlie femmine (mi pare fosse pure una ora che ci penso) e quindi il cognome si è perso.
                          Abbiamo già fortuna che le sue opere siano sopravvissute, quando era in vita non si era mai curato di stamparle: le conosciamo solo tramite un volume formato in-folio pubblicato postumo dai suoi amici e varie stampe pirata su volumi di infima qualità in formato in-quarto, perlopiù ottenute stenografando le opere durante la loro esecuzione, comprando delle copie dagli attori o trafugandole, o addirittura pagando gli attori per farsele dettare a memoria.
                          Con le opere riportate più volte è un casino ricostruire la loro forma originaria ammesso che ne abbiano una, ci sono tre versioni di Hamlet soltanto:

                          Volume in-quarto I
                          La versione più breve, forse ottenuta dalla trascrizione di una rappresentazione, in alcuni punti differisce molto dalle altre due versioni note, che sono parecchio più lunghe, e diversi passaggi sono differenti.
                          Questa versione è stata scoperta solo nel XIX secolo a differenza delle altre due, note sin dagli albori degli studi su Shakespeare.

                          Volume in-quarto II
                          Versione molto più lunga, forse destinata alla lettura ad alta voce nei salotti più che alla recitazione in teatro, insieme alla versione in-folio è di solito quella usata per le rappresentazioni moderne.

                          Versione tratta dal volume in-folio
                          Versione leggermente più breve e in larga parte molto simile alla in-quarto II, probabimente in parte ricostruita a memoria con l'aiuto di alcuni attori della compagnia dagli amici di Shakespeare (ovviamente è solo una delle teorie al riguardo), per lungo tempo è stata ritenuta la versione più autorevole, ma oggi si preferisce dare il "titolo" alla versione in-quarto II.
                          Manca di diversi passi della in-quarto II ma ne contiene due in più, uno dei quali è molto famoso nel quale Amleto paragona la Danimarca a una prigione.
                          "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
                          "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

                          Commenta


                          • Affascinante! Grazie per la spiegazione.
                            Flickr


                            "How much would you pay... for the Universe?" Neil Degrasse Tyson

                            Commenta


                            • Ahhhhhhh che perle che ci regala......^^'

                              Le mie foto su Flickr:

                              Commenta


                              • IDOLO ASSOLUTO!!!!!!!!
                                (tra l'altro a sentire l'elenco che fa mi sa che sono l'unico che non fa parte di tale gruppo segreto asd)

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X