annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Angolo di reciproca consolazione

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
    Colloquio fatto. In sostanza dovrei fare test, quasi come li ho fatti per la mia azienda l'anno scorso. E la nuova agenzia di consulenza non mi farebbe cambiare tipo di progetto per un pò di tempo (leggasi almeno un anno). Intanto dala mia azienda ci sono solo promesse. E questi del colloquio non mi hanno voluto manco fare una proposta scritta, in modo che io potessi chiedere una controproposta ai miei datori di lavoro...
    Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
    Spoiler! Mostra

    Commenta


    • Stavo rileggendo la top five. A me comunque sembra una buona cosa analizzare e conoscere ciò che per noi è importante. Mentre leggevo mi sono chiesta se queste cinque cose avessero in comune qualcosa tra loro e ho pensato che sicuramente ad accomunarle tutte sei tu.
      Quindi mi è venuto da pensare: forse ciò che le accomuna è la paura dei loro effetti su te stesso se una di loro si realizzasse, la paura di come ti sentiresti, di non avere le risorse per reagire, per affrontare le cose che ti accadono, la paura di provare ciò che proveresti.
      Quindi forse esiste dietro di esse un unica paura che è paura di te stesso. Non so, forse è un pensiero che può suggerire qualcosa.
      Ultima modifica di violaverde; 20 ottobre 18, 00:42.
      "It's so easy to laugh / It's so easy to hate / It takes strength to be gentle and kind"
      The Smiths - I Know It's Over

      Commenta


      • Ultimo giorno..domani devo dare delle risposte. Forse dopo un lungo rimuginare ho trovato una quadra...penso rinuncierò al posto nuovo molto ben pagato (molte centinaia di euro in piu al mese) per non continuare a fare test...si parla nella mia azienda di poter passare allo sviluppo software e, per una persone hce dopo la laurea ha fatto solo test, potrebbe essere una possibilità per migliorare il curriculum, in modo da poterlo rendere piu "robusto" ai cambiamenti futuri....in sostanza piu cose uno impara a fare e piu può reinventarsi, e al momento potrei rivendermi solo come tester e solo per un settore.

        Unico problema: l'offerta economica alternativa è talmente alta (conti alla mano sarebbero cica 6000 euro in piu all anno di netto) che ho paura di fare una cavolata colossale
        Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
        Spoiler! Mostra

        Commenta


        • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
          Unico problema: l'offerta economica alternativa è talmente alta (conti alla mano sarebbero cica 6000 euro in piu all anno di netto) che ho paura di fare una cavolata colossale
          Se attualmente non hai problemi di soldi restare nell'azienda attuale per acquisire competenze è la scelta più lungimirante, specie visto che quelle tue attuali sono solo di tester. Inoltre i 6000 euri netti un po' te li bruci nei trasporti, e fare il pendolare ti mangerebbe un bel po' di tempo libero.
          L'unica riserva che avrei è se i tuoi manager sono di parola nel farti cambiare settore.
          Spoiler! Mostra

          Commenta


          • Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio

            Se attualmente non hai problemi di soldi restare nell'azienda attuale per acquisire competenze è la scelta più lungimirante, specie visto che quelle tue attuali sono solo di tester. Inoltre i 6000 euri netti un po' te li bruci nei trasporti, e fare il pendolare ti mangerebbe un bel po' di tempo libero.
            L'unica riserva che avrei è se i tuoi manager sono di parola nel farti cambiare settore.
            In realtà i 6000 euro sarebbero gia al netto dei trasporti. E il viaggio sarebbe leggero...40 min. di treno, in cui puoi leggere, navigare in rete...
            Sulla mia azienda...non so. In teoria si potrebbe cambiare settore ma in quel caso iviaggi sarebbero in auto o pullman (un'ora e un quarto...) e io soffro n pò il pullman. Oltre al fatto che toccherebbe spostarsi nelle zone industriali in cui non c'è nulla nel raggio di chilometri. Sennò si potrebbe programmare un pò in azienda ma anche li, tocca capire cosa ti fanno programmare e con quali linguaggi...
            Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
            Spoiler! Mostra

            Commenta


            • Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio

              Se attualmente non hai problemi di soldi restare nell'azienda attuale per acquisire competenze è la scelta più lungimirante, specie visto che quelle tue attuali sono solo di tester. Inoltre i 6000 euri netti un po' te li bruci nei trasporti, e fare il pendolare ti mangerebbe un bel po' di tempo libero.
              L'unica riserva che avrei è se i tuoi manager sono di parola nel farti cambiare settore.
              Riesco a mettere qualcosa da parte, anche se quest'anno rpevedo di spendere molto tra terapisti, matrimoni e viaggi in treno.
              Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
              Spoiler! Mostra

              Commenta


              • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                In realtà i 6000 euro sarebbero gia al netto dei trasporti. E il viaggio sarebbe leggero...40 min. di treno, in cui puoi leggere, navigare in rete...
                Sulla mia azienda...non so. In teoria si potrebbe cambiare settore ma in quel caso iviaggi sarebbero in auto o pullman (un'ora e un quarto...) e io soffro n pò il pullman. Oltre al fatto che toccherebbe spostarsi nelle zone industriali in cui non c'è nulla nel raggio di chilometri. Sennò si potrebbe programmare un pò in azienda ma anche li, tocca capire cosa ti fanno programmare e con quali linguaggi...

                Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio

                Riesco a mettere qualcosa da parte, anche se quest'anno rpevedo di spendere molto tra terapisti, matrimoni e viaggi in treno.
                Capisco, in ogni caso acquisire competenze in un altro settore mi sembra la scelta più lungimirante, poi lo sai tu se il tuo stipendio attuale ti comporta privazioni per te importanti, quanto ti stressano i viaggi eccetera.
                Spoiler! Mostra

                Commenta


                • Qualunque scelta sarà ben fatta. Entrambe mi sembrano valide e solo tu hai tutti i dati alla mano e hai la percezione della cosa. Certo, 6k€ netti in più erano una buona cosa, ma anche tentare di investire in competenza e specificità non è male, soprattutto nelle tue condizioni attuali.
                  "Per me".

                  Commenta


                  • Grazie a tutti.
                    Spero di non fare cavolate.
                    Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                    Spoiler! Mostra

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Uncle Scrooge Visualizza il messaggio
                      Non so Maurì, mi pare che tutti i tuoi problemi relativi a come gestire una ragazza nascano per non affrontare il problema superiore e ben più difficile (come avere una ragazza)

                      cioè voglio dire: tu ti arrovelli su problemi che sono successivi ad un problema primario che, se risolto, li originerebbe. Sono, perdonami, scuse per non affrontare quel problema primario - senza il quale tutti gli altri problemi che tu elenchi nemmeno esistono
                      è questa secondo me è una tua caratteristica che va oltre il campo sentimentale
                      Curioso....rileggevo i vostri commenti oggi pomeriggio, e mi sono imbattuto in questo tuo commento....curiosamente da certi ultimi colloqui col mio attuale terapista è sorto fuori un commento simile al tuo da parte del terapeuta.
                      Uno dei motivi, ipotizzati, sarebbe che di fronte a certi eventi mi concentro solo sugli svantaggi perchè è come se non ritenessi possibile che ci siano anche dei vantaggi annessi.
                      Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                      Spoiler! Mostra

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da spiderman2707 Visualizza il messaggio

                        Non sono certo noto per avere peli sulla lingua:
                        credo che il vero problema è che a te non vada bene nulla.
                        Prendo atto.
                        Come posso risolvere questo lato del mio carattere?
                        Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                        Spoiler! Mostra

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio

                          Prendo atto.
                          Come posso risolvere questo lato del mio carattere?
                          Ad esempio non facendo sempre analisi accurate sui pro e contro di ogni scelta della vita, scendendo in dettagli non misurabili, nè prevedibili. È bene programmare (ti sembrerà un paradosso ma io sono un grande programmatore) ma non a livelli inutilmente dettagliati, o non influenti, o non prevedibili.
                          A volte è bene solo agire, e dire un bel chissenefrega, citando il buon Doc. Brown.
                          "Per me".

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da spiderman2707 Visualizza il messaggio

                            Ad esempio non facendo sempre analisi accurate sui pro e contro di ogni scelta della vita, scendendo in dettagli non misurabili, nè prevedibili. È bene programmare (ti sembrerà un paradosso ma io sono un grande programmatore) ma non a livelli inutilmente dettagliati, o non influenti, o non prevedibili.
                            A volte è bene solo agire, e dire un bel chissenefrega, citando il buon Doc. Brown.
                            che intendi per "agire"? Perche´ se intendiamo il "seguire l+istinto" e non la ragione, allora il mio istinto sarebbe di giocare in difesa, quindi per "agire" intenderei il "non agire".
                            Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                            Spoiler! Mostra

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio

                              che intendi per "agire"? Perche´ se intendiamo il "seguire l+istinto" e non la ragione, allora il mio istinto sarebbe di giocare in difesa, quindi per "agire" intenderei il "non agire".
                              Con "agire" intendo non collocarsi in una situazione di empasse (fisico e mentale) a causa di variabili non calcolabili, o non funzionali per la soluzione dell'equazione.
                              "Per me".

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da spiderman2707 Visualizza il messaggio

                                Con "agire" intendo non collocarsi in una situazione di empasse (fisico e mentale) a causa di variabili non calcolabili, o non funzionali per la soluzione dell'equazione.
                                Ok. Prendo atto.
                                Ma quindi come si troverebbe la "soluzione della equazione"?
                                Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                                Spoiler! Mostra

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X