annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Angolo di reciproca consolazione

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
    E' un modo velato per dirmi che dovrei fregarmene XD?
    Assolutamente NO!
    Nel senso che non è velato.
    "Per me".

    Commenta


    • Aggiornamento.
      E rieccoci.
      Settimana piena, anche stancante per il caldo.

      Ho un sacco di colloqui pianificati in settimana, alcuni mi porteranno anche a spostamenti fisici in treno, non potendoli fare su skype.

      In ufficio si inizia a parlare di investimento sulle competenze dei dipendenti (cosa mai accaduta in 4 anni), e vengono mostrati nuovi progetti per gli sviluppatori. Sembra che mentre noi facevamo test, loro realizzassero cose interessanti. Forse mi manderanno in trasferta a ridosso del matrimonio di mia sorella. In sostanza sono sotto organico, perchè si è licenziata gente non solo lato test ma anche lato sviluppo, e quindi vorrebbero mandarmi a fare il tester E lo sviluppatore. Ne ho approfittato per chiedere un aumento che dovrebbe comunque spettarmi a novembre per via del contratto metalmeccanico che prevede scatti biennali. Dicono che ci penseranno e ne riparleremo. Di solito non bado molto alle cose economiche, mi preme di piu l'attività e il riconoscimento personale, ma è un periodo in cui sia i colleghi che a casa si parla molto di soldi dato che tutti hanno molte spese (mutui, matrimoni, leasing, etc.). In sostanza, tra tasse e tutto, questi 2000 lordi l'anno andranno a compensare gli 80 euro renziani che ci toglieranno, quindi manco me ne accorgierò XD (per carità, meglio che niente). Alla fine però resta la consapevolezza che gli scatti di carriera sono "programmati" a cadenza biennale (anche perchè poi le persone intorno a me intanto si licenziano) ma comunque sono lenti. Al momento ai colloqui chiedo 32k lordi. In sostanza salterei a piè pari 4 anni. Certo, a fine mese parliamo di una differenza economica irrisoria, quindi manco so se ne valga la pena, calcolando il tempo perso investito in straordinari o negli spostamenti sui mezzi. Sennonchè, se inizio a fissarmi su troppe cose, finisco che non cambio piu. E del resto questa stanza ammobiliata vicino al lavoro prima o poi dovrei comunque lasciarla.

      Con il terapista abbiamo parlato casualmente di viaggi, e siamo arrivati all'argomento "che senso ha accumulare denaro se poi non si ha la compagnia o l'entusiamo per spenderlo per un progetto". Ne riparleremo.

      I colloqui di questa settimana un pò mi preoccupano...sono o con una società di prodotto anche piuttosto nota (ma piu che un ruolo tecnico sarebbe "gestionale"), e si tratterebbe di spostarsi a Milano. E confesso che la cosa mi preoccupa. Ho paura di tornare agli attacchi di anisa di quando cercavo casa, alle domeniche in solitaria dell'anno scorso (e in parte anche di quest'anno) e alla solitudine provata in Erasmus. Oltretutto, dal punto di vista economico
      Al solito, sento il bisogno di cambiare, ma ho paura di perdere quel poco che ho.

      L'altro colloquio è su Torino, ed è con una nota società di consulenza dati, una delle big four (KPMG,Deloitte, Accenture...). Intanto in ufficio stavo formando uno nuovo, scappato da una big four che continua a parlarmi di quanto in quei contesti non si abbia vita privata. Hai molti sconti e benefit, ma anche molti straordinari e in piu, lui odiava il suo lavoro (programmazione di SAP, software per gestire i magazzini). Un amico di Roma mi telefona per farmi parlare con la sua ragazza (si sono conosciuti sul loro posto di lavoro, manco a dirlo, nella stessa multinazione Big Four). La sua ragazza doveva sostenere un esame di elettronica e mi hanno chiesto un paio di spiegazioni. Complice il traffico di Roma, mi hanno anche esternato la loro frustrazione per via del loro lavoro. In sostanza settano tabelle excel o passano il tempo a macinare codice. Da notare che io ho settato tabelle excel per 1 anno e mezzo dovendo gestire test automatizzati e, con un pò di pressione ai piani alti, a luglio dovrei tornare a fare codice. In sostanza, in queste big 4 serve una cosa: Fortuna. La fortuna di trovare un manager che investe su di te, e di trovare un progetto in cui gira abbastanza denaro da non farti parcheggiare in un angolino per anni.

      L'altro giorno, causa anche una carenza energetica, avevo proprio bisogno di parlare con qualcuno. Ma non sapevo nè chi chiamare, nè quanto sarebbe stato utile parlarne...

      P.S. mi rendo conto che parlo sempre delle stesse cose e che sono noioso XD (bhè, comunque posto anche altre cose su altri topic, a mia difesa). Ma davvero, sarà la stanchezza che ha preso il posto della paura e della rabbia, fatico a venirne a capo. Sembra tutto molto aleatorio.
      Ultima modifica di UomoCheRide; 16 giugno 19, 10:00.
      Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
      Spoiler! Mostra

      Commenta


      • Annuncio mattutino: altri due si sono licenziati...un neoassunto da meno di un anno, che andrà subito in una azienda di prodotto su Napoli, e uno che avrà un 7-8 mesi di anzianità in meno di me....resto uno dei piu "vecchi" nel dipartimento dell'azienda, insieme ad altri 2 elementi.
        Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
        Spoiler! Mostra

        Commenta


        • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
          Di solito non bado molto alle cose economiche
          tu?

          10caratteriacaso


          Honour to the 26s

          Commenta


          • Originariamente inviato da Uncle Scrooge Visualizza il messaggio
            tu?

            10caratteriacaso
            O meglio, ci bado in quanto sono un pò "tirato", ma lo faccio per avere un senso di sicurezza (metto da parte in modo da poter essere sicuro di averne a disposizione in futuro e poter superare eventuali imprevisti), ma non sono una di quelle persone che valuta "migliore" una cosa solo perchè vieni ricoperto di denaro....altrimenti avrei già accettato altre posizioni che mi erano state offerte.
            Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
            Spoiler! Mostra

            Commenta


            • Uff...è una vita che non scrivo qui.
              Stasera ennesimo "scontro" con la mia famiglia. A volte mi sembra di venir visto da loro più come un problema da risolvere che non una persona. Credo che alla base di questi contrasti ci siano delle divergenze sul modo di gestire il mondo e le informazioni.
              Lo scontro stavolta è basato sulla mia misantropia, e sul fatto che in tanti anni nella stessa città non sia riuscito ad allargare il giro di amicizie. Puntualmente si sono soffermati sulla mia riluttanza a stringere amicizie coi colleghi di lavoro o a fare attività tipo volontariato o adesione a circoli. Le mie motivazioni manco le hanno volute ascoltare.
              Forse a loro sfugge che passo già abbastanza tempo a darmi addosso da solo e non ho bisogno che altri mi diano addosso a loro volta (anche se lo fanno perchè preoccupati per me).
              Forse dovrei fregarmene e basta, del resto ho più di 33 anni oramai. Probabilmente stavolta mi dà più fastidio proprio perchè si tratta di argomenti su cui mi dò addosso già da solo, da molto tempo.
              Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
              Spoiler! Mostra

              Commenta


              • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                Uff...è una vita che non scrivo qui.
                Stasera ennesimo "scontro" con la mia famiglia. A volte mi sembra di venir visto da loro più come un problema da risolvere che non una persona. Credo che alla base di questi contrasti ci siano delle divergenze sul modo di gestire il mondo e le informazioni.
                Lo scontro stavolta è basato sulla mia misantropia, e sul fatto che in tanti anni nella stessa città non sia riuscito ad allargare il giro di amicizie. Puntualmente si sono soffermati sulla mia riluttanza a stringere amicizie coi colleghi di lavoro o a fare attività tipo volontariato o adesione a circoli. Le mie motivazioni manco le hanno volute ascoltare.
                Forse a loro sfugge che passo già abbastanza tempo a darmi addosso da solo e non ho bisogno che altri mi diano addosso a loro volta (anche se lo fanno perchè preoccupati per me).
                Forse dovrei fregarmene e basta, del resto ho più di 33 anni oramai. Probabilmente stavolta mi dà più fastidio proprio perchè si tratta di argomenti su cui mi dò addosso già da solo, da molto tempo.
                Ti sei già risposto nella parte evidenziata.
                Non perdere tempo ad ascoltare l'opinione (non richiesta) degli altri.

                "Per me".

                Commenta


                • Dirgli "ma tu che ne sai?" ? Prova e facci sapere.

                  Più passa il tempo e più mi accorgo che:
                  1)tutti la sanno tanto lunga
                  2)spesso quando la gente viene a darti consigli non richiesti è per convincersi delle proprie scelte (di te in realtà gli importa poco)
                  3)chiedere consigli che non siano strettamente pratici in generale è inutile. Ti rispondono per frasi fatte, propongono quello che ha funzionato per loro come fosse una ricetta universale senza prestare attenzione alla tua situazione. Spesso non ne sanno molto più di te (ma guai ad ammetterlo, bisogna mostrare di avere una vita perfetta)
                  4)la trasparenza è una qualità davvero rara nelle persone ma che apprezzo immensamente, anche quando mi prendo insulti e parole

                  Alla fine bisogna arrangiarsi. Provare sbagliare sbattere i denti.
                  Ultima modifica di Cooper96; 05 giugno 20, 23:27.
                  Spoiler! Mostra

                  Commenta


                  • scusate ma voi non date mai consigli agli altri?
                    cioè se un vostro caro sta andando a 1000 all'ora contro un palo aspettate che vi chieda se sterzare o meno?

                    è vero, forse come dice Cooper non ne sanno niente, ma che dovrebbero fare? accettare passivamente tutto come se la vita di Uomo non avesse importanza (anche) per loro?
                    Stiamo parlando di sua madre e sua sorella, non di un autostoppista appena caricato, dubito fortemente lo facciano per mostrare la perfezione delle loro vite o per convincersi di una propria scelta. E' solo un modo (goffo) di aiutarlo, sta a lui fargli capire che non è questo quello che gli serve o convincerli che sta bene e che quindi non serve che si preoccupino per lui, ma dubito che la soluzione sia quella di chiudersi in una bolla di autosufficenza


                    Honour to the 26s

                    Commenta


                    • Il mio era un discorso generale.
                      Poi, i familiari possono anche permettersi di mettere il becco, come lui può permettersi di rispondergli affari miei/ci penso io alla mia vita privata, se vuole.
                      Ultima modifica di Cooper96; 08 giugno 20, 14:11.
                      Spoiler! Mostra

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Uncle Scrooge Visualizza il messaggio
                        scusate ma voi non date mai consigli agli altri?
                        cioè se un vostro caro sta andando a 1000 all'ora contro un palo aspettate che vi chieda se sterzare o meno?

                        è vero, forse come dice Cooper non ne sanno niente, ma che dovrebbero fare? accettare passivamente tutto come se la vita di Uomo non avesse importanza (anche) per loro?
                        Stiamo parlando di sua madre e sua sorella, non di un autostoppista appena caricato, dubito fortemente lo facciano per mostrare la perfezione delle loro vite o per convincersi di una propria scelta. E' solo un modo (goffo) di aiutarlo, sta a lui fargli capire che non è questo quello che gli serve o convincerli che sta bene e che quindi non serve che si preoccupino per lui, ma dubito che la soluzione sia quella di chiudersi in una bolla di autosufficenza
                        Piano.
                        Dopo anni dovresti conoscere il rapporto di Uomo con la sorella e la madre, e relativa sindrome di Stoccolma. Francamente da loro non accetterei alcun consiglio, e quanto scritto nel post era relativo soprattutto a gente così. Se poi qualche buon amico ogni tanto riesce a mettere qualche parola di conforto e a spronarlo, ben venga.
                        "Per me".

                        Commenta


                        • no ma infatti non dico debba seguirne i consigli o assecondarne le richieste, però manco fare finta che le loro preoccupazioni non esistano schermandosi dietro un "sono fatti miei"


                          Honour to the 26s

                          Commenta


                          • ringrazio tutti per le risposte
                            Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                            Spoiler! Mostra

                            Commenta

                            In esecuzione...
                            X