annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il topic dello SPAM!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • questo qui mi costa poco...fa parte di una associazione che fa prezzi calmierati...pago circa 40/30 a seduta. Poi quando cambi terapeuta tocca rispiegargli tutti i fatti tuoi tipo l infanzia, qullo che hai fatto con gli altri terapeuti, cosa ti ha spinto ad andare...etc ...etc....si perde tempo, quindi sedute,quindi soldi....poi fatto ciò devono farsi una idea di come tu rispondi a determinati "input"...per individuare un tuo profilo....diciamo che solo poi si ipotizza una terapia...tutto questo ovviamente se nel frattempo qualcosa ono ti sta creando problemi di cui vuoi parlare per sfogarti. Insomma, cambiare sarebbe un costo in terminidi tempo e di denaro...

    Sulla D posso pure concordare, ma la domanda allora diventa "cosa ci porta alle pippe mentali"? E all insoddisfazione personale? E alla mancanza di obbiettivi? E all alzare muri? etc etc.....in effetti la sua tesi sulla autostima potrebbe non essere troppo bislacca...
    Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
    Spoiler! Mostra

    Commenta


    • Concordo con l'analisi di Scrooge, e aggiungo i miei 2 cents su come affrontare determinati blocchi/dubbi amletici: ricordati che la vita è una sola, e che il tempo investito non te lo ridà indietro nessuno. Cerca di capire non quale sia la scelta più "giusta" in assoluto (ammesso che esista), o quella che le persone intorno a te vorrebbero che tu prendessi o che prenderebbero se fossero al tuo posto, ma quella che A TE fa stare meglio, a prescindere dalle conseguenze. Esempio pratico: la scelta della casa ti stressa, forse a conti fatti non sarebbe nemmeno più di tanto conveniente sul piano economico, la posizione non ti convince, tutto sommato stai bene dove stai? Rimani nel tuo appartamento attuale. Preferisci invece spendere di meno e avere più spazi? Vai nella casa nuova. O ancora: vuoi cercare di guadagnare il più possibile e fare carriera, anche a costo di cambiare spesso città? Alla prossima "occasione Pistoia" buttatici. Preferisci stare più tranquillo, anche a costo di guadagnare un po' di meno? Continua a non fare colloqui e a rifiutare possibilità alternative. Cerca di capire quali aspetti di una determinata situazione siano per te più rilevanti e quali ti causerebbero più problemi, ma senza ricamarci troppo sopra: datti delle risposte più immediate e istintive possibile, forzati a farlo, stile Yes Man Se lo psicologo e l'auto-analisi non funzionano, prova la terapia d'urto E di quello che pensano gli altri fregatene, loro non sono te, ciò che va bene per loro non va necessariamente altrettanto bene per te.

      Commenta


      • Uomo, credo tu sia fortunato ad avere due amici come Paperone e Enfad. Ascoltali perché ti stanno dando un sacco di buoni consigli. Io mi accodo, e concordo praticamente su tutto.
        "Per me".

        Commenta


        • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
          questo qui mi costa poco...fa parte di una associazione che fa prezzi calmierati...pago circa 40/30 a seduta. Poi quando cambi terapeuta tocca rispiegargli tutti i fatti tuoi tipo l infanzia, qullo che hai fatto con gli altri terapeuti, cosa ti ha spinto ad andare...etc ...etc....si perde tempo, quindi sedute,quindi soldi....poi fatto ciò devono farsi una idea di come tu rispondi a determinati "input"...per individuare un tuo profilo....diciamo che solo poi si ipotizza una terapia...tutto questo ovviamente se nel frattempo qualcosa ono ti sta creando problemi di cui vuoi parlare per sfogarti. Insomma, cambiare sarebbe un costo in terminidi tempo e di denaro..
          mmm non sono d´accordo. Fare terapia preoccupandosi della spesa puó essere controproducente, é come andare dal medico economico invece che da quello bravo: spendi comunque, e rischi di non migliorare la situazione...ergo per spendere meno, hai speso di piú
          dal momento che hai scelto di intraprendere un percorso, io preferirei tagliare su altro ed investire in questo

          p.s. parlo da figlio di terapeuta quindi un poco conosco il settore e prendo anche meno di quell´esoso di Spidey


          Honour to the 26s

          Commenta


          • Originariamente inviato da Uncle Scrooge Visualizza il messaggio

            p.s. parlo da figlio di terapeuta quindi un poco conosco il settore e prendo anche meno di quell´esoso di Spidey
            400 euro per stare un pomeriggio con me è r-e-g-a-l-a-t-o.

            "Per me".

            Commenta


            • Mha scrooge...alla fine mi stk trovando anche bene col terapeuta...solo che a volte è come se tutto fosse cosi dispersivo...come se dovessi affrontare mille cose e un ora non bastasse (voi stessi mi avete praticamwnte visto lamentare su ogni topic di quedta sezione del forum, anche a volte scherzandoci sopra).
              Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
              Spoiler! Mostra

              Commenta


              • Ringeazio sia enfad che scrooge ...sia per questi consigli che per quelli che mi hanno dato in privsto...

                purtroppo come ho cercato di sspiegare non è facile darsi delle priorita dato che queste spesso si manifestano in forme che non collidono....il tempo libero ad esempio....hna strada me ne da di piu e un altra mi da piu soldi per goderne....una opzione ha il bagno grande e l altra la cucina abitabile XD...

                e come dixeva spidey nel topic del lavoro...tocca essere lungimiranti...io ora posso preferire torino ma cosa mi ritroverò tra jn anno, quando i miei attuali amici saranno tra l altro partiti? Allo stesso modo potrei optare ora per abboffarmi a antale e non fare sport per poi pagarne le conseguenze alla prva costume...non so se regge l esempio..

                ...insomma non sempre possiamo fare cio che vogliamo....
                Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                Spoiler! Mostra

                Commenta


                • Ma se sull assegno da 400 euro scrivo come intedtatario "spiderman", poi te lo cambiano?
                  Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                  Spoiler! Mostra

                  Commenta


                  • Scrooge scusa ma...che vuol dire "maggiore interesse ai provlemi che non alle soluzioni"? Per definizione i prkmi sono superiori ai secondi. È la base del testing
                    Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                    Spoiler! Mostra

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                      Scrooge scusa ma...che vuol dire "maggiore interesse ai provlemi che non alle soluzioni"? Per definizione i prkmi sono superiori ai secondi. È la base del testing
                      che secondo me a te i tuoi problemi ti danno una certa sicurezza, e preferisci conviverci piuttosto che risolverli
                      anche come si risolvono queste discussioni forumistiche: tu periodicamente scrivi uno sfogo su quanto tutto vada male, poi per qualche giorno argomentiamo e infine tu lasci cadere l´argomento per poi riavviare il ciclo dopo un tot
                      una volta postasti un commento (non ricordo dove) in cui dopo l´ennesimo confronto con noi scrivesti, e piú o meno ti cito a memoria perché mi colpí: "ebbia giá una discussione simile con degli amici...non ricordo come si concluse" ecco, secondo me é emblematico che tu ti ricordi di aver disusso con dei tuoi conoscenti senza peró avere memoria della fine, e quindi in un certo senso della soluzione
                      é un aspetto della tua personalitá che il buon vecchio Colonel ha centrato perfettamente



                      Honour to the 26s

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                        purtroppo come ho cercato di sspiegare non è facile darsi delle priorita dato che queste spesso si manifestano in forme che non collidono....il tempo libero ad esempio....hna strada me ne da di piu e un altra mi da piu soldi per goderne....una opzione ha il bagno grande e l altra la cucina abitabile XD...

                        e come dixeva spidey nel topic del lavoro...tocca essere lungimiranti...io ora posso preferire torino ma cosa mi ritroverò tra jn anno, quando i miei attuali amici saranno tra l altro partiti? Allo stesso modo potrei optare ora per abboffarmi a antale e non fare sport per poi pagarne le conseguenze alla prva costume...non so se regge l esempio..

                        ...insomma non sempre possiamo fare cio che vogliamo....
                        Ma il punto è proprio scegliere. Vuoi avere il tempo libero o vuoi avere i soldi? Vuoi avere il bagno grande o la cucina abitabile? Vuoi abbottarti di cibo o vuoi essere in forma? Nessuno dice che sia facile compiere una scelta, ma si può fare. Se ti schiacciano le preoccupazioni per il futuro, puoi anche decidere di vivere solo il presente e non pensare del tutto al futuro: anche questa è una scelta. Puoi decidere di mangiare quanto ti pare, e preoccuparti della forma fisica solo quando il tuo sangue sarà diventato gelatina e la pancia straborderà dai pantaloni xxl - intanto però ti sei goduto la vita. Ripeto, la vita è una sola: domani potresti anche scoprire di avere un tumore al cervello, e la dieta equilibrata e la vita sana non ti saranno valsi a niente.

                        Commenta


                        • bhe Scrooge...in realta' ho parlato di questo anche col mio analista...temevo di essere "drogato di lamentele"....come una sorta di "mania di protagonismo".

                          E' uno dei motivi per cui posto sempre meno lamentele sul forum (per quanto mi sia possibile). Il terapeuta se ne è uscito dicendomi che tale ipotesi secondo lui cadeva dato che alla fine mi comporto allo stsso modo anche quando non ho persone intorno o con cui parlare.
                          In realtà la questione delle soluzioni è piu articolata...ogni soluzione è fallace per cui ogni soluzione è potenzialmente sbagliata. Diciamo che la mia ossessione a trovare la soluzione giusta mi porta a scartare quasi tutte le soluzioni.
                          Tu che sei un DonRosiano...ricordi la storia in cui Scrooge vuole sfruttare l abilità di Paperino a notare i dettagli piu sottili (dote aquisita a furia di ricooscere i tre gemellini), e gli dice di scartare tutti i prodotti di fabbrica che NON sono perfettamente uguali ad un campione originale? (ovviamente la storia finisce con varie fabbriche in fallimento XD).

                          Anche li forse ha ragione l analista a voler battere sull autostima....come se il bisogno di avere una certezza matematica su qualcosa derivi dal non ritenersi sufficentemente adatti a sopportare un fallimento anche piccolo.

                          Poi sulle discussioni tra amici (tranne quelle qui sul forum che, anche in virtu del mezzo, sono sempre pacate e ordinate) ho perso un po le speranze...da me a Salerno si finisva sempre in voci che si accavallavano, frasi fatte, battutine fuoriluogo, fraintendimenti, tempi troppo brevi per fornire spiegazioni....insomma ne uscivo piu sminuito agli occhi dei miei amici che con una soluzione in mano. Isomma...non dare scontato che dal parlare con un amico uno ne esca con una soluzione, spesso ne esce invece con un giudizio non costruttivo sulla propria persona.
                          Il che mi fa tornare al concetto di "cosa ti improta dell opinione altrui". Per quanto possa fregarmene, pirandellianamente siamo tutti soggetti al vivere in societa e quindi veniamo anche trattati in base a come gli altri ci vedono.
                          Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                          Spoiler! Mostra

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
                            Ma il punto è proprio scegliere. Vuoi avere il tempo libero o vuoi avere i soldi? Vuoi avere il bagno grande o la cucina abitabile? Vuoi abbottarti di cibo o vuoi essere in forma? Nessuno dice che sia facile compiere una scelta, ma si può fare. Se ti schiacciano le preoccupazioni per il futuro, puoi anche decidere di vivere solo il presente e non pensare del tutto al futuro: anche questa è una scelta. Puoi decidere di mangiare quanto ti pare, e preoccuparti della forma fisica solo quando il tuo sangue sarà diventato gelatina e la pancia straborderà dai pantaloni xxl - intanto però ti sei goduto la vita. Ripeto, la vita è una sola: domani potresti anche scoprire di avere un tumore al cervello, e la dieta equilibrata e la vita sana non ti saranno valsi a niente.
                            Non riesco proprio ad essere d'accordo con te.
                            "Per me".

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da spiderman2707 Visualizza il messaggio
                              Non riesco proprio ad essere d'accordo con te.
                              Stavo proseguendo il discorso sui binari della terapia d'urto Sono la prima a sostenere che nella vita serva lungimiranza e un minimo di pianificazione, ma nel momento in cui, come nel caso di Uomo, subentra un eccesso di razionalizzazione che porta alla paralisi, una soluzione per trovare l'equilibrio potrebbe essere agire all'estremo opposto: prendere iniziative d'istinto, sul momento, pensando solo a ciò che ti fa star bene in quel momento e su ciò che ritieni più importante per te. Ci saranno sempre degli aspetti negativi - se scegli il bagno grande non avrai la cucina abitabile, se scegli il tempo libero avrai meno stabilità economica - ma focalizzarsi solo su quelli porta a un circolo vizioso; almeno così si sarà sbloccata la situazione. Anche scegliere di concentrarsi solo sul breve termine e ignorare il lungo termine può essere una scelta plausibile, se l'alternativa è solo fonte di stress e incertezze: poco lungimirante, sicuramente, ma legittima. Oppure si può decidere di agire con prudenza vivendo nell'ansia e nell'insoddisfazione. Si tratta sempre di scelte.

                              Commenta


                              • curioso....in versione riassunta somiglia molto ad uno dei consigli datomi dal terapeuta. Ossia:
                                In mancanza di una piena consapevolezza di se ogni scenta sarà non ottimale, ed essendo noi forzati a scelgiere dato che acnhe la non scelta è una scelta, ne consegue che dovremmo partire con la consapevolezza di prendere scelte non ottimali per poi aggiustare il tiro in base alle nostre possibiita (tipo quando fai manovra con la macchina). Inoltre il problema delle persone analitiche è che guardano il mondo dal di fuori (un pò come Hitchcock o Redford in A piedi nudi nel parco....si mettono dall esterno ad osservare). In questo modo sperano di ottenere dati per le loro analisi e le loro scelte ma altresi in tal modo evitano gli errori che sono la fonte primaria da cui ricaviamo esperienze tali da fornirci dati per le nostre vautazioni. Per fare pratica con le scelte tocca quindi a volte "sporcarsi un pò le mani" e agire invece che osservare. Ovviamente cercando di limitare le conseguenze delle proprie scelte. Infine non bisognerebbe sottovalutare le scelte di pancia dato che queste sono dettate da esigenze di natura emotiva che spesso sottointendono altro, tipo bisogni o paure represse. Ovviamente l ideale sarebbe lavorare su tali sensazioni per far venire a galla tali emozioni o stati d animo sottointesi in modo da avere una maggiore consapevolezza di se (aumentando cosi la propria intelligenza emotiva e sociale, da affiancare a quella matematico/razionale).
                                Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                                Spoiler! Mostra

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X