annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il topic dello SPAM!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Non succede niente nel senso che non si apre l'app, o che si apre ma non ci sono i libri? Hai provato a sincronizzare? Vai nel menu Strumenti dell'app e clicca su Sincronizza e cerca nuovi elementi.
    Non sono sicura funzioni, non ricordo io come ho fatto a suo tempo.
    Se è l'app che non si apre invece prova reinstallarla.
    "It's so easy to laugh / It's so easy to hate / It takes strength to be gentle and kind"
    The Smiths - I Know It's Over

    Commenta


    • Non mi apre alcuna interfaccia/home page di questo "programma" con l'icona del bambino che legge.
      Grazie dei suggerimenti.
      "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

      Commenta


      • Secondo voi restare in affitto è un errore? Dal punto di vista economico intendo... la mia famiglia ha già un paio di immobili che "affitta" a terzi (principalmente l'ex studio di mio padre).
        Mia sorella ha fatto un mutuo, io sono ancora in subaffitto a Torino... onestamente non me la sento di accollarmi un mutuo (nonostante potrei permettermelo). E' un errore, dal punto di vista economico almeno?
        Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
        Spoiler! Mostra

        Commenta


        • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
          Secondo voi restare in affitto è un errore? Dal punto di vista economico intendo... la mia famiglia ha già un paio di immobili che "affitta" a terzi (principalmente l'ex studio di mio padre).
          Mia sorella ha fatto un mutuo, io sono ancora in subaffitto a Torino... onestamente non me la sento di accollarmi un mutuo (nonostante potrei permettermelo). E' un errore, dal punto di vista economico almeno?
          A mio avviso, sì.
          "Per me".

          Commenta


          • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio
            Dimenticavo: mattoni e terreni sono ovviamente anche ottimi investimenti, ma lo sono solo se non investi tutti i tuoi risparmi. Ho visto parecchie persone, mia madre inclusa, investire i propri risparmi in una proprietà e poi col tempo trovarsi in difficoltà perché le sue condizioni economiche sono cambiate rispetto a quando aveva comprato la casa, e disinvestire da una proprietà immobiliare può richiedere a volte tempi lunghi, che si riducono solo se sei disposto a svendere.

            La cosa migliore, sempre, è non investire tutti i propri risparmi in una cosa sola. E tenersi sempre una riserva di liquidità in banca, perché non si può mai sapere.
            Diciamo che, a dar retta al consiglio dei miei genitori, dovrei investire i 4/5 di quanto ho sul mio conto al momento, con loro che mi ancitiperebbero una somma identica in modo da acquistare subito in contanti (cosa che secondo me non sarebbe fattibile proprio per via del non raggiungere una cifra adatta a comprare un buon trilocale, ma al max la metà o i due terzi della somma necessaria). Nel peggiore dei casi mi troverei un immobile sul groppone, con il conto bancario ridotto di un quinto e la possibilità di affittare una stanza (due se riemigrassi), ma anche con la problematica di gestire l'immobile da remoto.
            Onestamente non credo di sentirmela, ma non vorrei ritrovarmi tra 20 anni come la cicala che ha sbagliato a non comportarsi da formica.
            Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
            Spoiler! Mostra

            Commenta


            • Ma...Uno che frequenta la discoteca di Briatore e ci trova " 4 co****ni" (cit.), è particolarmente sfortunato o ciò rientra nella media ponderata della clientela? In questo caso sarebbe poi meno credibile se lamentasse molestie dai suddetti?

              Se chidessi , gentilmente,un rapporto orale all' On. Boschi , si capirebbe subito che la sto offendendo dato l' evidente divario di casta tra lei e me? E invece, una studentessa e un figlio di papà co****ne nella discoteca di Briatore sono molto più paritari e dunque credibili?

              Girando un video postato su Internet, implicitamente mi voglio rivolgere ai nativi digitali facendo leva sullo stereotipo che essi sono più accorti e provveduti della vecchietta di Offanengo rimasta alla televisione generalista ed intortata dai numerosi eredi di Emilio Fede.
              "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

              Commenta


              • Capolavoro assoluto.
                C'è tutto.
                "Per me".

                Commenta


                • Modestamente (...ma lo so che lo hai scritto per percularmi eh,). Era anche un modo per riallacciare un discorso, qui sul forum, che ha cristallizzato le attrici "serie"_ al netto delle derive isteriche di #MeToo_ come accorte ed indisposte ad esempio a provinarsi in una stanza d'albergo assieme ad un regista , perdendo drasticamente "credibilità" qualora lo avesse poi tacciato di essere un molestatore sessuomane. Paradossalmente quindi, lo stato di "molestata" richiede una misura comportamentale pregressa più rigida ed inequivocabile di chi vuole dirsi "violentata".
                  Può essere un video dei momenti (poco) intimi una prova regina a discolpa,con una pretesa di "oggettività" che comunque ha da essere vagliata da "esperti" e "professionisti"? Con l'ulteriore paradosso che il "dilettante" che lo ha girato non è automaticamente tenuto a comprenderne l'esatto e grammaticale contenuto (!?).
                  Invece la sbandierata "onestà" , emancipata dai "falsi pudori", della pornografia di registrare i fatti (sessuali) della vita , quanto incide nel nostro orientamento estetico e culturale? Se sono volgare io che adombro la disponibilità sessuale di una nota e laboriosa Onorevole , che si dovrebbe dire allora di centomila video porno in Rete , dove Dottoresse Manager se la fanno con chiunque, e magari vantando pure che gli interpreti hanno ,od avevano, un reale passato dirigenziale?
                  "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

                  Commenta


                  • Ho appena vinto 5 euro.
                    "Per me".

                    Commenta


                    • D'altronde si rischia di cadere nella trappola retorica aperta da Beppe Grillo : il video lo ha visto (quasi) solo lui e quindi si avvantaggia mediaticamente di questo "segreto "; tuttavia con la premessa che è stato girato da un "co****ne", quindi ha una intrinseca oggettività non manipolat(ori)a, cioè chiunque non può essere tanto "più stupido" di chi l'ha fatto da interpretarlo non correttamemnte. Dunque chi se losta baloccando da "due anni" ci vuole vedere cose che , secondo Grillo, non ci sono.
                      "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

                      Commenta


                      • Sto continuando a ragionare sul mutuo... di sicuro sarebbe positivo avere "un rifugio" per la vecchiaia (per quanto, di famiglia, abbiamo già un paio di immobili al sud, uno dei quali è quello dove vive mia madre al momento). Di sicuro capisco che, a vivere di sola pensione, un anziano non potrebbe permettersi anche un affitto.

                        Tuttavia fare un mutuo per un trilocale implicherebbe:
                        - Inevitabilmente fare un mutuo, perchè tra notaio, ristrutturazione minima, mobilio, agenzia immobiliare, assicurazione etc, è difficile rientrare nella piena liquidità
                        - Accollarsi quindi 20 anni di mutuo. Ora, io ho 35 anni e ancora non mi sento di compare casa. Se iniziassi un mutuo a 40 anni in teoria, da solo, lo spegnerei in tempo per il pensionamento.
                        - Accollarsi spese varie di manutenzione, tasse immobiliari, etc.
                        - Dover gestire periodicamente l'affitto dell'immobile, tra persone che prendono e che poi rilasciano l'appartamento. E a non essere presenti, non dico sulla città, ma neanche sulla provincia o sulla regione dell'appartamento, diventa difficile. Eventualmente gestire le loro lamentele, le registrazioni contrattuali, ed eventuali morosità.
                        - In caso di cambio di città o di catastrofe economica personale, dover rivendere l'immobile col mutuo sopra, col rischio di perderci rispetto alla spesa iniziale
                        - Vedere il proprio conto prosciugato del 80% con in più un debito
                        - Sperare che la casa non ti venga occupata.
                        Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                        Spoiler! Mostra

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio
                          Sto continuando a ragionare sul mutuo... di sicuro sarebbe positivo avere "un rifugio" per la vecchiaia (per quanto, di famiglia, abbiamo già un paio di immobili al sud, uno dei quali è quello dove vive mia madre al momento). Di sicuro capisco che, a vivere di sola pensione, un anziano non potrebbe permettersi anche un affitto.

                          Tuttavia fare un mutuo per un trilocale implicherebbe:
                          - Inevitabilmente fare un mutuo, perchè tra notaio, ristrutturazione minima, mobilio, agenzia immobiliare, assicurazione etc, è difficile rientrare nella piena liquidità
                          - Accollarsi quindi 20 anni di mutuo. Ora, io ho 35 anni e ancora non mi sento di compare casa. Se iniziassi un mutuo a 40 anni in teoria, da solo, lo spegnerei in tempo per il pensionamento.
                          - Accollarsi spese varie di manutenzione, tasse immobiliari, etc.
                          - Dover gestire periodicamente l'affitto dell'immobile, tra persone che prendono e che poi rilasciano l'appartamento. E a non essere presenti, non dico sulla città, ma neanche sulla provincia o sulla regione dell'appartamento, diventa difficile. Eventualmente gestire le loro lamentele, le registrazioni contrattuali, ed eventuali morosità.
                          - In caso di cambio di città o di catastrofe economica personale, dover rivendere l'immobile col mutuo sopra, col rischio di perderci rispetto alla spesa iniziale
                          - Vedere il proprio conto prosciugato del 80% con in più un debito
                          - Sperare che la casa non ti venga occupata.
                          Sì, tutto vero.
                          Esattamente come tutti.
                          "Per me".

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da spiderman2707 Visualizza il messaggio

                            Esattamente come tutti.
                            E che cosa c'entra?
                            Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                            Spoiler! Mostra

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da UomoCheRide Visualizza il messaggio

                              E che cosa c'entra?
                              Nel senso, quel che dici è tutto vero. Sono caratteristiche tipiche di un passo del genere, che tutti affrontano quotidianamente.
                              "Per me".

                              Commenta


                              • Il discorso verteva più sul reale vantaggio economico/personale del mutuo.
                                Non essendoci necessità di una casa propria nel futuro (perchè, salvo vendite, già ne avrei una al sud), converrebbe accollarsi un debito per risparmiare (temporaneamente) un affitto?
                                Si riuscirebbe a subaffittare in questo periodo storico? Se anche tra risparmio e eventuale subaffitto uno tirasse fuori 600 o 700 euro (mantenendo però le spese di gestione, condominio, spazzatura, ristrutturazione etc), considerando la quota da pagare alla banca per il mutuo (e un minimo di ammortamento personale per recuperare quanto speso tra agenzia, notaio, mobili ed elettrodomestici), quanto recupererebbe ogni mese? 100 euro? Ne varrebbe davvero la pena?

                                Certo, si può obbiettare che sarebbe un enorme salvadanaio (al netto di un debito che ti porti avanti per 20 anni e di una "palla al piede" che può diventare difficile da gestire se ti ritrovi dall'altra parte dell'Italia) che ti ritroverai un giorno...come se i soldi che dai in affitto ti verrebbero un domani "restituiti" rivendendo l'immobile.

                                Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                                Spoiler! Mostra

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X