annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

The Queen's Gambit [Netflix]

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Anche per la particolarità di un volto che non passa inosservato e dimenticato in mezzo ad altri. A me lei non piace esteticamente ma buca l'inquadratura.

    La serie è buona, per quanto mi riguarda non è una tipologia di prodotto che trovo artisticamente e intellettualmente troppo stimolante, è scritta e confezionata quanto meglio possa esserlo un prodotto ultra classico, evitando quindi di scadere si nel patinato ma anche scontrandosi contro alcuni limiti di registro oltre i quali non può andare, e che non ha neanche senso ci vada probabilmente.
    Ultima modifica di MrCarrey; 12 November 20, 17:31.
    tumblr_oc8g4uj7aK1sec0ywo1_1280.jpg

    Commenta


    • #17
      Originariamente inviato da MrCarrey Visualizza il messaggio
      Anche per la particolarità di un volto che non passa inosservato e dimenticato in mezzo ad altri. A me lei non piace esteticamente ma buca l'inquadratura.

      La serie è buona, per quanto mi riguarda non è una tipologia di prodotto che trovo artisticamente e intellettualmente troppo stimolante, è scritta e confezionata nel migliore dei modi possa esserlo un prodotto ultra classico, evitando quindi di scadere si nel patinato ma anche scontrandosi contro alcuni limiti di registro oltre i quali non può andare, e che non ha neanche senso ci vada probabilmente.
      Concordo assolutamente. Paradossalmente, penso che questa miniserie avrebbe potuto giovare di una struttura di una serie con più stagioni, per approfondire determinate dinamiche e renderle narrativamente più cogenti, diciamo.

      Commenta


      • #18
        Per me ne poteva uscire anche un bel film.

        Commenta


        • #19
          L'ho vista qualche settimana fa, lei è sublime, il ritmo della storia un po' meno. Delle volte mi è risultato veramente lento.

          Ci sono alcune intuizioni interessanti, che rendono incredibilmente più stimolante anche per dei ragazzi, seguire tutta una preparazione e il concetto dietro gli scacchi ma, diciamoci pure che il vero motore della serie è l'attrice. Sia in fatto di popolarità della serie che ha incuriosito non pochi ragazzi alla serie, sia perché le doti ci sono tutte.

          E' stata una piacevole scoperta questa serie, ma come ha già scritto MrCarrey, anche per me è una tipologia di prodotto che alla fine non porta grandi stimoli. Preferisco altra roba, sinceramente.

          Comunque quello che sta davvero cambiando e per certi versi, indirizzando i gusti dell'utenza di netflix, sono le classifiche e le varie top settimanali. Ora è più facile che qualcuno si lasci convincere dai titoli più visti e di conseguenza che tenda a vederli, anche se non rientrano nei loro gusti.
          "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
          And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
          That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


          # I am one with the Force and the Force is with me #

          -= If You Seek His Monument Look Around You =-

          Commenta


          • #20
            Non ci dimentichiamo che basta soffermarsi due minuti su un qualsiasi contenuto per essere conteggiati come spettatori dello stesso.



            Non credo sia questo il caso, comunque.
            Nel web ne parlano in tanti ed ha già accumulato un gran numero di recensioni e valutazioni di vario genere su imdb, rottentomatoes, metacritic e simili.

            Commenta


            • #21
              Un successo davvero clamoroso e credo inaspettato per gli esercenti. Nonostante tutto è confortante che un prodotto del genere sappia ancora fare breccia nel grande pubblico.
              tumblr_oc8g4uj7aK1sec0ywo1_1280.jpg

              Commenta


              • #22
                Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                Per me ne poteva uscire anche un bel film.
                L'ho pensato anch'io, mentre se l'avessero strutturata come una serie da più stagioni non mi avrebbe attirato molto.

                Commenta


                • #23
                  La sensazione di brodo allungato è comune a tante miniserie inclusa questa.
                  Netflix vuole il nostro tempo.

                  Commenta


                  • #24
                    Vi meritate Quibi con i suoi serial in pillole da 8 minuti a puntata. Per chi ha una bassissima soglia dell'attenzione.
                    tumblr_oc8g4uj7aK1sec0ywo1_1280.jpg

                    Commenta


                    • #25
                      Ti sei mai chiesto perché lo stesso pubblico capace di guardare dieci ore consecutive dello stesso sceneggiato si scoraggia davanti a un film di tre ore?
                      Forse perché richiedono soglie di attenzione diverse (ovviamente quella dello sceneggiato è molto più bassa).

                      Commenta


                      • #26
                        Contento del successo a sorpresa di tale prodotto. No, non avrei gradito per niente dividerla in stagioni, sarebbe stato forse meglio apportare in fase di stesura un paio di episodi in più ai 7 che già abbiamo. Un film non avrebbe reso invece per me, troppa roba scartata e praticamente sarebbe stato una cosa banale e già vista, si in realtà lo è, ma la narrazione televisiva giova in tale caso ed inoltre non si perde in puntate inutili. Come film avresti dovuto fare delle scelte... tipo scartare tutta la parte dell'infanzia.

                        Avrei gradito il finale nella variante del romanzo però.

                        Io sono stato attirato dagli occhi dell'attrice nella locandina. Molto particolari, pensavo fosse stati modificati con pò di cgi, invece sono 100% suoi. Hanno fatto il loro sporco lavoro, hanno guadagnato uno spettatore in più allo show che non gli garba il formato seriale, complimenti a loro.
                        Nettamente meglio di robaccia seriale che la piattaforma produce come Stranger Things, Barbari o amenità che vede mia sorella come Emily in Paris, che sono soldi rubati alle mie tasche. Si lo so, non vedo molta roba prodotta dalla piattaforma, la sfrutto quelle poche volte più per vedere documentari, quindi sono soldi buttati comunque allo stato delle cose.
                        Ultima modifica di Sensei; 12 November 20, 20:31.

                        Commenta


                        • #27
                          Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                          Hanno fatto il loro sporco lavoro, hanno guadagnato uno spettatore in più allo show che non gli garba il formato seriale, complimenti a loro.
                          Ecco, anch'io sono così: guardo pochissime serie tv perché in generale non sono una fan della serializzazione (e di solito, se proprio mi va di optare per una forma narrativa similare, vado sugli anime, che quando ben fatti mi hanno sempre dato un quid in più), però i commenti che ho letto su questa serie mi hanno incuriosita molto e prossimamente la recupererò
                          La Taylor-Joy (che sì, ha degli occhi splendidi, molto profondi ed espressivi) poi mi piace moltissimo, e sono davvero contenta di come stia procedendo la sua carriera

                          Commenta


                          • #28
                            Finita.

                            Ben fatta anche se molto canonica, brava la Taylor-Joy, ho apprezzato la relativa varietà con cui venivano rese le "battaglie" di scacchi (grazie anche alle licenze "visionarie" come la scacchiera sul soffitto, ma non solo), con nota di merito alle musiche di Carlos Rafael Rivera (ormai collaboratore abituale di Frank), perfette nel dinamizzarle e raccordare i vari montaggi temporali.

                            Avrebbe potuto scavare di più nella protagonista e l'ultimo episodio sfocia troppo nell'americanata ma pazienza,
                            Godless resta comunque su tutt'altro livello.

                            E al momento sto apprezzando di più l'altra serie fenomeno character-study al femminile targata Netflix dell'anno, Unorthodox (in cui, tra l'altro, c'è un'altra giovane attrice coetanea della Taylor-Joy che dà una prova notevolissima).
                            Luminous beings are we, not this crude matter.

                            Commenta


                            • #29
                              Godless molto superiore, non c' è paragone.
                              L' espediente della scacchiera sul soffitto mi ha fatto storcere il naso fin dalla prima apparizione, imho una cafonata. Leggendo i commenti sembra che sia uno degli elementi che più hanno catturato le attenzioni e i favori degli spettatori, valli a capire i gusti del grande pubblico. Non ho letto il romanzo e probabilmente l' idea viene da lì, anche fosse non tutto quello che funziona sulla pagina scritta dà gli stessi risultati sullo schermo (e poi i tranquillanti non dovrebbero farti addormentare? Com' è che lei passa le notti con gli occhi sgranati a osservare il soffitto?).
                              Anya Taylor-Joy è straordinariamente bella e fotogenica oltre che molto brava (lo sapevamo già) ma alla fine in questa serie che fa di così memorabile? Nulla, anche per colpa di una scrittura che non approfondisce più di tanto passioni, ossessioni e demoni della protagonista cercando sempre le soluzioni più concilianti (in pratica non ci sono conflitti che non siano interiori, l' unico personaggio negativo -il padre adottivo- viene liquidato in cinque minuti). Ci saranno altre occasioni per ammirarla in tutto il suo talento perché qui sembra ottenere la massima resa col minimo sforzo.
                              Un prodotto gradevole, edificante e alla fine addirittura strappalacrime ma di certo nulla di memorabile.
                              In quattro settimane ha ottenuto il doppio delle visualizzazioni di quante non ne abbia ottenute Godless in tre anni, c' est la vie.



                              Quanto è cringe la seconda puntata in cui le viene chiesto di interpretare una tredicenne? Metterei una moratoria a questo tipo di soluzioni, quest' anno ci è caduta anche la Pugh in Piccole Donne. Poverelle... sono brave e si sforzano di fare il possibile ma oltre a non essere fisicamente credibili finiscono entrambe per esibirsi in mossette e smorfiette che io non ho mai visto disegnarsi sui volti delle vere tredicenni.



                              Quota black e lgbt come richiede il mercato, non si sfugge (questa c' era anche in Godless e lì stonava di più, forse era l' unico punto debole dello show lol).
                              Ultima modifica di mr.fred; 22 November 20, 11:14.

                              Commenta


                              • #30
                                Quindi devo vederla? Per la legge "se ne parlano tutti, non posso esimermi"... Datemi feedback.
                                "Austria, Polonia, Ungheria vi prendete i migranti? No. Ci pagate per mandare via quelli senza permesso di soggiorno? Sempre No. Fantastico! Eccovi dei fondi europei". cit. Alessandro Masala

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X