annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Breaking Bad

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Palleggiatore Visualizza il messaggio
    Ragazzi che serie...l'ho finita in due settimane e devo ammettere che difficilmente troverò un'altra serie cosi ben scritta, recitata e diretta....Bryan Cranston superlativo, anche se sono arrivato ad odiare Walt nell'ultima stagione
    Non è strano che si arrivi a detestarlo. Io però non ci sono mia riuscita veramente.

    Sarà che ho una passione per gli antieroi.;D
    I AM THE ONE WHO KNOCKS

    Commenta


    • Walt nelle prime puntate della 5° lo avrei voluto morto, poi da metà stagione in poi ritorna ad avere il mio affetto.

      Commenta


      • Intanto arriva il cofanetto della serie... Ma possibile che non ci diano i blu-ray?? Vergognoso.

        Commenta


        • Per chi può... http://www.everyeye.it/serial/notizi...ata-amc_192543

          Commenta


          • Per gli aficionados del supporto blu-ray sembra che alla Breaking Bad Night la Universal abbia ventilato una prossima uscita.

            Ora prendetela con le pinze perché finora non c'è nulla di ufficiale, però la possibilità di un'uscita del cofanetto blu-ray non sembra adesso così peregrina :-)
            I AM THE ONE WHO KNOCKS

            Commenta


            • Ok, si procede con il recupero, in modo anche abbastanza intensivo asd

              Sono arrivato alla 3x08. Confermo che la prima stagione, pur essendo in sé una buona stagione, è inferiore alle successive, anche per un ritmo piuttosto lento.

              Nella seconda però il tutto decolla, e la serie raggiunge livelli ottimi. Arrivato quasi alla fine della terza stagione, non posso che confermare i pareri ottimi per questa serie. Il livello di scrittura è decisamente molto elevato, situazioni e personaggi sono gestiti con il giusto mix di serietà e ironia, gli attori sono tutti molto validi, "a parte" Bryan Cranston che secondo me è semplicemente straordinario, una delle più grandi rivelazioni attoriali in una serie tv, credo.

              Non ho letto molto i commenti precedenti perché non voglio rovinarmi gli spoiler, quando avrò finito la serie scriverò un commento più dettagliato.

              Per il momento comunque non ho problemi ad inserire la serie tra i migliori prodotti televisivi in assoluto.

              Commenta


              • Sono contenta che ti piaccia così tanto. E concordo sia sulla valutazione della serie che su Cranston ovviamente.

                L'hai già terminata?
                I AM THE ONE WHO KNOCKS

                Commenta


                • Scusami, non avevo visto questo tuo messaggio Copio/incollo il messaggio che ho scritto nel topic generico.


                  Ho finito il recupero di Breaking Bad.

                  Complessivamente è chiaramente una serie di altissimo livello, non c'è che dire. A livello formale, regia, fotografia e montaggio sono sempre di ottimo livello, con strizzatine d'occhio ai bad guys di Scorsese e Tarantino. Ma quello che spicca notevolmente è la qualità di scrittura, che, dopo un inizio incerto della prima stagione, si assesta ad un livello veramente notevole e, soprattutto, continuo, nelle stagioni successive.

                  Ma ovviamente le serie tv ci devono regalare dei personaggi indimenticabili. E direi che questa ce ne regala non pochi. A partire, ovviamente, dal protagonista, il nostro Walter White/Heisenberg magnificamente (è il caso di dirlo) interpretato da un Bryan Cranston in stato di grazia. Al magnifico protagonista aggiungerei come personaggi indimenticabili almeno Jesse Pinkman, questo partner spiantato ma, alla fine, anche uno dei più umani, che deve subirne di tutte; Gus Fring, un "villain" indimenticabile; Mike Ehrmantraut, professionista fondamentalmente di buon animo; e infine Hank, il poliziotto onesto ossessionato dalla cattura di Heisenberg. Questi i personaggi cui, personalmente, mi sono "affezionato" e che mi è dispiaciuto "lasciare" con la fine della serie.

                  Terza e quarta stagione spiccano per l'arco narrativo dei personaggi; la quinta è una resa dei conti finale, un turbinio di emozioni che non lascia indifferenti.

                  Non mi addentro molto nel discorso se questa sia "la migliore serie di sempre". Serie storiche come Star Trek, Twin Peaks, X-Files, o più recenti come Lost o Game of Thrones, hanno fatto e fanno la storia delle serie TV: gruppo in cui sicuramente, comunque, merita di stare questo Breaking Bad, se non altro per la qualità complessiva. Va detto che sotto quest'ottica, per fare un esempio recentissimo, House of Cards, al netto di due stagioni si presenta come validissimo concorrente.

                  Detto questo, onore al merito ai realizzatori di questa serie fantastica e comunque indimenticabile.

                  Commenta


                  • D'accordo su tutto, ma andando un po' più nel dettaglio..

                    Originariamente inviato da outis81 Visualizza il messaggio
                    Ma quello che spicca notevolmente è la qualità di scrittura, che, dopo un inizio incerto della prima stagione, si assesta ad un livello veramente notevole e, soprattutto, continuo, nelle stagioni successive.
                    Ecco, per me resta il merito principale. La tenuta/progressione infatti è tutt'altro che garantita in una serie che si estende su più stagioni, anche per le serie migliori e in questo Gilligan ha fatto un lavoro letteralmente eccezionale.

                    Ma ovviamente le serie tv ci devono regalare dei personaggi indimenticabili. E direi che questa ce ne regala non pochi. A partire, ovviamente, dal protagonista, il nostro Walter White/Heisenberg magnificamente (è il caso di dirlo) interpretato da un Bryan Cranston in stato di grazia. Al magnifico protagonista aggiungerei come personaggi indimenticabili almeno Jesse Pinkman, questo partner spiantato ma, alla fine, anche uno dei più umani, che deve subirne di tutte; Gus Fring, un "villain" indimenticabile; Mike Ehrmantraut, professionista fondamentalmente di buon animo; e infine Hank, il poliziotto onesto ossessionato dalla cattura di Heisenberg. Questi i personaggi cui, personalmente, mi sono "affezionato" e che mi è dispiaciuto "lasciare" con la fine della serie.
                    Quoto, aggiungendo Saul. Forse - e dico forse - la storyline di Hank è stata tirata un filino troppo per le lunghe, ma ovviamente sarebbe stato difficile fare diversamente.

                    Non mi addentro molto nel discorso se questa sia "la migliore serie di sempre".
                    Va detto che sotto quest'ottica, per fare un esempio recentissimo, House of Cards, al netto di due stagioni si presenta come validissimo concorrente.
                    Concordo. Per tirare in ballo una delle serie che hai citato, vale a dire Lost: l'ho seguita da fan dall'inizio alla fine, ma ho rischiato più volte (e in modo esponenziale) di esaurire l'imprescindibile suspension of disbelief. asd

                    Questo per chiudere tornando, per l'appunto, al discorso del punto di forza di Breaking Bad.

                    EDIT: forse sarebbe stato più appropriato rispondere nel topic generico, ma pazienza. xD

                    Commenta


                    • No, beh, direi che siamo IT

                      Il fatto di tirare un po' per le lunghe il personaggio di Hank... ecco, se devo proprio trovare una "critica" alla serie è una certa discontinuità tra momenti di calma, a volte un po' "tirata", e i momenti di sbalzo. Ma è una semplice constatazione, assolutamente non una critica.

                      Saul certo è fantastico, ma più "minore" rispetto agli altri.

                      Comunque, una osservazione su Walter/Heisenberg. Secondo me, fondamentalmente, per quasi tutta la serie Walter oscilla sempre tra i due poli, anche perché la maggior parte delle violenze compiute è più reattiva che proattiva (ma ci sono, certo, le eccezioni).

                      Il bello/brutto di questo personaggio è che è "bipolare" per quasi tutta la serie. Solo nel passaggio tra la quarta e la quinta stagione pende quasi totalmente verso il versante Heisenberg.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da outis81 Visualizza il messaggio
                        No, beh, direi che siamo IT

                        Il fatto di tirare un po' per le lunghe il personaggio di Hank... ecco, se devo proprio trovare una "critica" alla serie è una certa discontinuità tra momenti di calma, a volte un po' "tirata", e i momenti di sbalzo. Ma è una semplice constatazione, assolutamente non una critica.
                        Dai secondo me è ciò che rende unica la serie. Come scrisse i 400calci nella critica seguente la sua fine, Breaking Bad è la serie che riscrive il concetto di ritmo. Oltre a riuscire perfettamente a integrare il piano ordinario (quello da vita da middle class di mezzo globo) con quello straordinario (quello delle morti fantasiose, degli eventi astrusi e dei colpi di scena) grazie alla coerenza narrativa e quella psicologica dei personaggi.

                        Saul certo è fantastico, ma più "minore" rispetto agli altri.

                        Comunque, una osservazione su Walter/Heisenberg. Secondo me, fondamentalmente, per quasi tutta la serie Walter oscilla sempre tra i due poli, anche perché la maggior parte delle violenze compiute è più reattiva che proattiva (ma ci sono, certo, le eccezioni).

                        Il bello/brutto di questo personaggio è che è "bipolare" per quasi tutta la serie. Solo nel passaggio tra la quarta e la quinta stagione pende quasi totalmente verso il versante Heisenberg.
                        Forse proprio perché è minore hanno scelto Saul come protagonista dello spin-off. Molti hanno dubbi sul fatto che il personaggio abbia la caratura per reggere una sua serie perché in fondo è quasi sempre un comic relif e la sua funzione è funzionale agli latri personaggi, in particolare Walter.

                        Su Walt/Heisenberg concordo infatti non sono affatto concorde con le visioni manichee di Walter vittima o Walter mostro.
                        I AM THE ONE WHO KNOCKS

                        Commenta


                        • E' anche una questione di "attore" e di che tono si vuol dare alla serie.

                          Pinkman per esempio sia come personaggio che come attore non potrebbe mai essere nulla di più di una spalla; io non ho mai visto WW come un bipolare.. Per me alla fine diventa una sorta di mafioso che segue un suo codice d'onore ma mai un "mostro" come viene pure definito da chi ha scritto o interpretato il personaggio.

                          Non credo ci possa essere una serie più rivoluzionaria di Lost... Di miglior qualità indubbiamente si ma rivoluzionaria come quella impossibile

                          Commenta


                          • Su Pinkman concordo assolutamente, ma io non avrei nemmeno gradito Gus Fring protagonista dello spin-off come invece avrebbero voluto molti. Con Fring protagonista sarebbe stato solo un BrBa versione 2.

                            Saul invece può dare un taglio completamente nuovo alle vicende molto più ironico e soprattutto sarebbe e spero sia qualcosa di diverso da BrBa anche se considero che lo stile sarà debitore della serie madre.

                            Per me Walter è bipolare nel senso che Walter e Heseinberg sono due polarità dello stesso carattere emerse in diverse circostanze della vita. Non che soffra di un disturbo bipolare...

                            Su Lost non saprei...il giorno che deciderò di vederla te lo dirò, ma credo che passerà un sacco di tempo.
                            Ho deciso giusto in questi mesi di vedermi per la prima volta X-Files (per ovvi motivi).
                            I AM THE ONE WHO KNOCKS

                            Commenta


                            • http://www.infooggi.it/articolo/brea...illigan/69800/

                              Ma che, scherziamo?

                              Commenta


                              • Ma lo spero proprio!!

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X