annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Serie TV - il Topic generico

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da trust Visualizza il messaggio

    La prima serie è molto carina, la seconda un pò MEH, in particolare la love story del protagonista annacquata come nelle peggio soap opere pur di portarla avanti per diverse stagioni.
    Concordo.. comunque mi sembra sia migliore di tante altre serie sullo stesso genere.
    Avrei voluto più spazio per Gillian Anderson, mi sembra sia stata sacrificata per altre storyline meno interessanti

    Comunque nel complesso per me è veramente godibile

    Commenta


    • Originariamente inviato da Alb Visualizza il messaggio

      Concordo.. comunque mi sembra sia migliore di tante altre serie sullo stesso genere.
      Avrei voluto più spazio per Gillian Anderson, mi sembra sia stata sacrificata per altre storyline meno interessanti

      Comunque nel complesso per me è veramente godibile
      No ma anche a me non complesso è piaciuta anche la seconda e vedrò la terza il prossimo anno, però non ho apprezzato il cambiamento nella struttura. La prima stagione è basata su Otis e sui 3 personaggi con cui si relaziona (la mamma, il migliore amico e Maeve), con un arco narrativo principale che parte dall'incapacità di Otis di praticare autoerotismo fino alla risoluzione finale e in ogni episodio ci sono temi diversi in base al caso di puntata che si presenta alla "clinica".
      La seconda stagione invece smantella questa struttura e ci si ritrova con un classico teen drama in cui si intrecciano gli archi narrativi di svariati personaggi (troppi secondo me) senza avere però un fulcro principale, e questo secondo me abbassa un pò il livello della serie, che invece nella prima stagione aveva diversi elementi che la smarcavano dai soliti teen drama.

      Commenta


      • Qualcuno qua dentro ha visto la serie TREME creata da David Simon ed Eric Overmyer?? Non è mai passata per l'Italia, ho comprato il cofanetto sull'amazon dei mangiarane e la sto guardando pian piano coi sottotitoli francesi. È stata realizzata nel 2010 ma è ambientata a New Orleans nei mesi successivi al passaggio dell'uragano Katrina, con la sua gente che tenta di cavarsi fuori dalla mòta fisica ed esistenziale. Dopo tre episodi era già tipo un quattro salti in famiglia. Ci sono personaggi indimenticabili (ed attori che lasciano allibiti, chi per naturalezza, chi per impeto teatrale), commoventi nella loro capacità di compartimentare le loro rogne e le loro consolazioni, un approccio realistico ed epico allo stesso tempo (grazie alla musica jazz e blues e tutto quel che gli gira intorno, tutta suonata dal vivo), uno stile di racconto davvero fuori dai canoni con certi snodi convenzionali lasciati svanire nel nulla in maniera imprevista: c'è un tizio su un sito che, frustrato dallo stile a spizzichi e bocconi della narrazione, ha riportato di un episodio le durate dedicate a ciascuna story line, lamentandosi di come l'andamento frenetico spezzasse l'attenzione e smorzasse il coinvolgimento. Io trovo invece che il montaggio in Treme sia realizzato con leggiadria e gran consapevolezza nell'uso delle ellissi, permanendo sempre di bordone un'intensità della madonna grazie al carico di umanità e alla musica che è l'anima del mondo che tutto abbraccia. (Ricordo, a proposito di serie affollate, la rottura di coglioni che era diventata verso la fine Downton Abbey proprio per l'aridità con cui segmenti sempre più brevi venivano giustaposti). Tra l'altro in Treme il grado di interesse è molto fluido, come una marea dai movimenti imprevisti, per cui il figlio trombettista di Grand Chief che nella prima stagione era fin troppo schematicamente avverso alla tradizione ma poi nella sua ambizione di realizzare un album in cui media quest'ultima con il bebop, mi diventa lo spunto più interessante, per quanto programmatico.
        Un romanzo televisivo magnifico del quale, giunto a metà circa dei 36 episodi, ho già nostalgia per quando finirà.

        Commenta


        • La pandemia di Coronavirus ha avuto, tra le varie conseguenze, anche quella del blocco totale delle produzioni su decine di serie tv.

          Commenta


          • Non mi è chiaro come mai su Sky serie come The Walking Dead e West World sono andate in onda solo in v.o.
            :twisted: LA VOSTRA SERENITA' E' UN BUON SINTOMO... ALLEVIA LA TENSIONE E LA PAURA DI MORIRE. :twisted:

            Commenta


            • visto il series finale di The Good Place, una conclusione deliziosamente melanconica...

              Commenta


              • Un po' come tutta la serie, una bella sorpresa.
                Originariamente inviato da Lord Freezer Visualizza il messaggio
                Non mi è chiaro come mai su Sky serie come The Walking Dead e West World sono andate in onda solo in v.o.
                Perché al momento le sale di doppiaggio sono vuote come molti altri posti di lavoro

                Commenta


                • Iniziano le minchiate da isterismo...
                  Un episodio della seconda stagione di New Amsterdam incentrato sulla gestione di una pandemia è stato annullato a causa del Coronavirus

                  Commenta


                  • Transformers: Titans Return è sempre roba da quattro soldi ma è meno sfrontata nel suo essere decisamente una roba da quattro soldi rispetto a Combiner Wars.
                    Più che altro è evidente il contrasto tra la versione animata e quella fumettistica dello stesso evento, con tutto che le versioni fumettistiche di entrambi gli eventi non sono nulla di straordinario sono anni luce avanti rispetto a stà roba qua in cui l'unico che si salva è Megatron in versione eroe riluttante.
                    Almeno Windblade non è una completa pazza psicotica come in Combiner Wars ma rispetto alla versione dei fumetti è sempre un personaggio un po' piatto. Poi vabbé, la Mistress of The Flame è sempre più inutile, Hot Rod/Rodimus è un personaggio di cui capisco poco l'appeal al di fuori di MTMTE e Lost Light, Optimus fa il solito Optimus e con starscream che controlla Trypticon ci fanno poco o nulla.
                    Per il resto animazione che sarebbe stata fatta meglio in Unreal 2 col rendering in tempo reale, recitazione sempre un po' troppo piatta e il loro tentativo di dare una personalità ai combiner e di prendersi un po' meno sul serio sono troppo poco e troppo tardi.
                    Tra l'altro riguardo a Victorion mi chiedo perché cavolo abbiano avuto lei come esperta religiosa a cui megatron va a chiedere delucidazioni visto che il suo background religioso dei fumetti non viene minimamente accennato nella serie. A quasto punto mi chiedo a chi deve rivolgersi la serie perché trasposizione del fumetto non è sicuramente e uno che non è familiare con Victorion (personaggio NUOVO ci tengo a precisare) probabilmente andrebbe solo in confusione.
                    Poi vabbé, è il classico epic fail di chi vuole fare la serie "adulta" facendo tutto scuro e tutto serioso per poi farsi battere in quel campo dai colori pastello di Cyberverse nemmeno fosse un fumetto anni '90.
                    Probabilmente continuerò con Power of The Primes solo per vedere come va a finire, porca miseria spero che non sia questo il livello della serie Netflix.
                    "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
                    "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

                    Commenta

                    In esecuzione...
                    X