annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Serie TV - il Topic generico

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • https://www.comicbookmovie.com/anima...2723#gs.uhbu0c

    La Nickelodeon ha fondato una nuova sottosezione chiamata Avatar Studios che si occuperà di creare un universo espanso ambientato nel mondo di Aang e Korra.

    Il progetto prevede sia film che serie.
    Il primo lavoro in programmazione è un lungometraggio cinematografico (almeno così dicono per ora).

    A capo dello studio ci saranno i creatori originali, Michael DiMartino e Bryan Konietzko.


    Non so se sia il caso di aprire un topic apposito per l'Avatar Expanded Universe, forse è meglio aprirne uno per ogni singolo progetto man mano che si concretizzano.
    Luminous beings are we, not this crude matter.

    Commenta


    • Cosa buona da una parte, ma ho paura che si pensi più a lanciare mille progetti con poca concretezza. Se facessero invece uno alla volta, ma sappiamo che non avverrà mai.
      "Austria, Polonia, Ungheria vi prendete i migranti? No. Ci pagate per mandare via quelli senza permesso di soggiorno? Sempre No. Fantastico! Eccovi dei fondi europei". cit. Alessandro Masala

      Commenta


      • Finita Zeta Gundam.
        Cioé, boh, adesso i newtype hanno i poteri magici stile Avatar e She-Ra.
        A volte pare due anime completamente diversi cuciti e montati assieme, da un lato hai fantascienza militare relativamente dura e dall'altro hai dei tizi che essenzialmente usano la Forza per combattere solo che per qualche bizzarra ragione hanno i robottoni invece delle spade laser.
        Non sarebbe neppure troppo male il concetto dei newtype (alla fine per come la si vedeva in MSG non era troppo distante dalle abilità empatiche di Honor Harrington e dei treecat) ma nelle ultime puntate secondo me hanno esagerato con gente che materializza schermi deflettori dal nulla.

        Ho visto pure Il Contrattacco di Char e mi sa che chiudo qui.
        Non aiuta che un sacco di cose non siano chiare nel film e siano spiegate solo in roba esterna (e ringrazio TVtropes per aver potuto integrare il tutto) come la motivazione di Char.
        Poi boh, a parte Mirai pare che Tomino non abbia fatto sforzi per almeno dare una chiusura alle donne sopravvissute alle serie venute prima, pare che fosse perché le attrici erano troppo occupate per tornare ma da una impressione di vuoto attorno a Char e Amuro che sono circondati da gente nuova o da personaggi di terzo e quarto piano di cui nemmeno ricordavo il nome. Si sente tanto l'assenza di Sayla la cui presenza era già limitata a un cameo in Zeta.
        "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
        "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

        Commenta


        • Originariamente inviato da Det. Bullock Visualizza il messaggio
          Finita Zeta Gundam.
          Cioé, boh, adesso i newtype hanno i poteri magici stile Avatar e She-Ra.
          A volte pare due anime completamente diversi cuciti e montati assieme, da un lato hai fantascienza militare relativamente dura e dall'altro hai dei tizi che essenzialmente usano la Forza per combattere solo che per qualche bizzarra ragione hanno i robottoni invece delle spade laser.
          Non sarebbe neppure troppo male il concetto dei newtype (alla fine per come la si vedeva in MSG non era troppo distante dalle abilità empatiche di Honor Harrington e dei treecat) ma nelle ultime puntate secondo me hanno esagerato con gente che materializza schermi deflettori dal nulla.
          Rispondo non perché voglia iniziare un dibattito o far cambiare idea a chicchessia, ma solo perché non mi capita spesso di discutere di Gundam (che, come si sarà capito, è uno dei miei anime preferiti, per lo meno le prime due serie) e quindi approfitto dell'occasione per esprimere un po' di miei rimuginii

          Sicuramente l'uso/abuso dei poteri newtype prende una piega sempre più iperbolica, soprattutto nel finalissimo (che ha anche il difetto di essere un po' precipitoso e affrettato), ma secondo me ha sia una valenza simbolica che un contrappeso narrativo non indifferenti che, a mio avviso, bilanciano il tutto.
          Innanzitutto una cosa che ho sempre apprezzato del concetto di newtype è proprio il suo essere molto sfumato e indefinito, ma comunque la filosofia che sta alla base dell'idealizzazione di questo stadio evolutivo, promossa in primis da Zeon Deikun, vede in questa metamorfosi psichica la capacità di connettersi col prossimo, di superare le barriere tramite l'empatia e risolvere quindi ogni conflitto.

          Invece nella realtà spregiudicata e militarizzata di Gundam le capacità newtype vengono solo sfruttate per il loro potenziale bellico (e a tal proposito, non è che i piloti newtype siano proprio delle specie di cavalieri Jedi con i robottoni invece delle spade laser E' la tecnologia stessa dei mobile suit e dei mobile armor che implementa sempre più l'interfaccia psichica nel sistema di guida, perché le onde psichiche bypassano le interferenze radio delle particelle Minovsky; già nello 0079, con lo sviluppo dello Psycommu nell'Elmeth pilotato da Lalah, si andava nella direzione della macchina come estensione del corpo del pilota, concezione che progredirà sempre di più fino ad arrivare agli Psycoframe di Char's Counterattack). Questo si vede chiaramente con i cyber-newtype (di cui, come si capisce meglio a posteriori, già la stessa Lalah era un prototipo): individui ingegnerizzati all'inverosimile, spremuti e manipolati fino all'instabilità mentale. Una grandissima potenza, pagata al prezzo dello squilibrio e della perdita dell'identità.

          Lo stesso discorso, per quanto mi riguarda, vale anche nel finale: avvengono robe incredibili (che, per inciso, hanno fatto storcere il naso anche a me ), ma con quale contropartita?
          Spoiler! Mostra

          Quel finale per me è stato un pugno nello stomaco quanto quello di Qualcuno volò sul nido del cuculo (non scherzo, non ci ho dormito per una settimana ), e per me riequilibra tutti gli eccessi

          Originariamente inviato da Det. Bullock Visualizza il messaggio
          Ho visto pure Il Contrattacco di Char e mi sa che chiudo qui.
          Non aiuta che un sacco di cose non siano chiare nel film e siano spiegate solo in roba esterna (e ringrazio TVtropes per aver potuto integrare il tutto) come la motivazione di Char.
          Poi boh, a parte Mirai pare che Tomino non abbia fatto sforzi per almeno dare una chiusura alle donne sopravvissute alle serie venute prima, pare che fosse perché le attrici erano troppo occupate per tornare ma da una impressione di vuoto attorno a Char e Amuro che sono circondati da gente nuova o da personaggi di terzo e quarto piano di cui nemmeno ricordavo il nome. Si sente tanto l'assenza di Sayla la cui presenza era già limitata a un cameo in Zeta.
          Posso capire la "delusione", anche ha me hanno lasciata interdetta la caratterizzazione di Char (completamente diverso da come lo avevamo lasciato nello Z) e le sue azioni.
          Vorrei precisare però una cosa a questo proposito
          Spoiler! Mostra


          Come dicevo, è un film che non ha soddisfatto pienamente nemmeno me, però la cosa bella è che è una sorta di "proto-Evangelion" nel suo essere soprattutto un'indagine psicologica di due individui disturbati.
          La trama e i mobile suit qui sono molto più un pretesto per parlare di Char ed Amuro, due personaggi che si sono trovati catapultati in guerra fin da giovanissimi e, invece di maturare come ci si aspetterebbe da due brillanti eroi quali loro sono, ne sono rimasti devastati.

          Anche il finale
          Spoiler! Mostra

          pone l'accento sull'incomunicabilità che, malgrado il loro essere newtype (dote che avrebbe dovuto avvicinarli, fino a mettere fine idealmente a tutte le guerre), continua a dividerli e ad essere alla base di ogni conflitto.

          E' un film secondo me molto pessimista.
          E' anche un film che avrebbe dovuto essere diverso, ma vari screzi con la Sunrise hanno impedito a Tomino di realizzare il film che avrebbe voluto - e ormai si sa che quando Tomino si innervosisce si lascia guidare dallo scazzo

          Commenta


          • Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
            Rispondo non perché voglia iniziare un dibattito o far cambiare idea a chicchessia, ma solo perché non mi capita spesso di discutere di Gundam (che, come si sarà capito, è uno dei miei anime preferiti, per lo meno le prime due serie) e quindi approfitto dell'occasione per esprimere un po' di miei rimuginii

            Sicuramente l'uso/abuso dei poteri newtype prende una piega sempre più iperbolica, soprattutto nel finalissimo (che ha anche il difetto di essere un po' precipitoso e affrettato), ma secondo me ha sia una valenza simbolica che un contrappeso narrativo non indifferenti che, a mio avviso, bilanciano il tutto.
            Innanzitutto una cosa che ho sempre apprezzato del concetto di newtype è proprio il suo essere molto sfumato e indefinito, ma comunque la filosofia che sta alla base dell'idealizzazione di questo stadio evolutivo, promossa in primis da Zeon Deikun, vede in questa metamorfosi psichica la capacità di connettersi col prossimo, di superare le barriere tramite l'empatia e risolvere quindi ogni conflitto.

            Invece nella realtà spregiudicata e militarizzata di Gundam le capacità newtype vengono solo sfruttate per il loro potenziale bellico (e a tal proposito, non è che i piloti newtype siano proprio delle specie di cavalieri Jedi con i robottoni invece delle spade laser E' la tecnologia stessa dei mobile suit e dei mobile armor che implementa sempre più l'interfaccia psichica nel sistema di guida, perché le onde psichiche bypassano le interferenze radio delle particelle Minovsky; già nello 0079, con lo sviluppo dello Psycommu nell'Elmeth pilotato da Lalah, si andava nella direzione della macchina come estensione del corpo del pilota, concezione che progredirà sempre di più fino ad arrivare agli Psycoframe di Char's Counterattack). Questo si vede chiaramente con i cyber-newtype (di cui, come si capisce meglio a posteriori, già la stessa Lalah era un prototipo): individui ingegnerizzati all'inverosimile, spremuti e manipolati fino all'instabilità mentale. Una grandissima potenza, pagata al prezzo dello squilibrio e della perdita dell'identità.

            Lo stesso discorso, per quanto mi riguarda, vale anche nel finale: avvengono robe incredibili (che, per inciso, hanno fatto storcere il naso anche a me ), ma con quale contropartita?
            Spoiler! Mostra

            Quel finale per me è stato un pugno nello stomaco quanto quello di Qualcuno volò sul nido del cuculo (non scherzo, non ci ho dormito per una settimana ), e per me riequilibra tutti gli eccessi


            Posso capire la "delusione", anche ha me hanno lasciata interdetta la caratterizzazione di Char (completamente diverso da come lo avevamo lasciato nello Z) e le sue azioni.
            Vorrei precisare però una cosa a questo proposito
            Spoiler! Mostra
            Mi riferivo alla sorte di
            Spoiler! Mostra
            Ultima modifica di Det. Bullock; 28 febbraio 21, 17:57.
            "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
            "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

            Commenta


            • Originariamente inviato da Det. Bullock Visualizza il messaggio
              Mi riferivo alla sorte di
              Spoiler! Mostra
              Aaah ok.
              Quella è una spiegazione che mi ero più o meno data anch'io da sola
              Spoiler! Mostra

              ma sì, è una elucubrazione che nel film effettivo non trova riscontro.
              Può darsi che sia presente in High Streamer, una trilogia scritta da Tomino di cui Il contrattacco di Char è un adattamento rimaneggiato (sebbene come dicevo, quando era stato incaricato di trasporre High Streamer in un film, Tomino aveva inizialmente sviluppato una storia un po' diversa poi cassata dalla Sunrise; successivamente Tomino l'ha pubblicata in forma di light novel dal titolo Beltorchika's children, dal quale mi risulta sia poi stato tratto un manga), ma non lo so con certezza e al momento cercando al volo non ho trovato info in merito

              Commenta


              • Vediamo sempre gli USA come un paese evoluto sulla concezione del matrimonio ma bisogna sapere che negli USA il matrimonio infantile è ancora legale per le leggi di stato ovvero un adulto può sposare una minorenne, la cosa è praticata anche da comunità ebree ortodosse e da sette cristiane fondamentaliste, perchè questi aspetti culturali vengono poco mostrati nelle nostre amate serie tv?
                Ultima modifica di Luca Boffa; 13 marzo 21, 12:38.

                Commenta


                • Originariamente inviato da Luca Boffa Visualizza il messaggio
                  Vediamo sempre gli USA come un paese evoluto sulla concezione del matrimonio ma bisogna sapere che negli USA il matrimonio infantile è ancora legale per le leggi di stato ovvero un adulto può sposare una minorenne, la cosa è praticata anche da comunità ebree ortodosse e da sette cristiane fondamentaliste, perchè questi aspetti culturali vengono poco mostrati nelle nostre amate serie tv?
                  Boh non mi pare di aver sentito di molte serie sulle comunità ebree ortodosse e sulle sette cristiane fondamentaliste...
                  Anche in Italia ci sono musulmani che ancora praticano l'infibulazione, dovremmo inserire la cosa in serie tv?

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da The Inquisitor Visualizza il messaggio

                    Boh non mi pare di aver sentito di molte serie sulle comunità ebree ortodosse e sulle sette cristiane fondamentaliste...
                    Anche in Italia ci sono musulmani che ancora praticano l'infibulazione, dovremmo inserire la cosa in serie tv?
                    L'infibulazione qui tecnicamente non è legale però. I reverendi evangelici invece si sposano legalmente con quattordicenni grazie a giudici compiacenti.
                    Ah, e il partito repubblicano è attivamente complice nel mantenere le leggi che lo consentono, del tipo che anche in stati dove la maggioranza repubblicana era risicatissima votavano tutti in blocco per tenere le leggi in questione.

                    Originariamente inviato da Luca Boffa Visualizza il messaggio
                    Vediamo sempre gli USA come un paese evoluto sulla concezione del matrimonio ma bisogna sapere che negli USA il matrimonio infantile è ancora legale per le leggi di stato ovvero un adulto può sposare una minorenne, la cosa è praticata anche da comunità ebree ortodosse e da sette cristiane fondamentaliste, perchè questi aspetti culturali vengono poco mostrati nelle nostre amate serie tv?
                    Perché tutti hanno una paura matta di offendere i cristiani evangelici che sono la comunità religiosa che più usufruisce delle leggi che consentono le spose bambine.
                    I repubblicani fanno pure attivamente ostruzionismo contro i tentativi di abolirle perché è uno dei loro bacini elettorali più forti.
                    Ultima modifica di Det. Bullock; 15 marzo 21, 12:15.
                    "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
                    "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Det. Bullock Visualizza il messaggio

                      L'infibulazione qui tecnicamente non è legale però. I reverendi evangelici invece si sposano legalmente con quattordicenni grazie a giudici compiacenti.
                      Ah, e il partito repubblicano è attivamente complice nel mantenere le leggi che lo consentono, del tipo che anche in stati dove la maggioranza repubblicana era risicatissima votavano tutti in blocco per tenere le leggi in questione.
                      Era un esempio a caso di una pratica da condannare, non volevo intendere che fossero uguali sotto ogni aspetto.

                      Il punto è lo stesso: è una questione spinosa che interessa una minorissima minoranza. Ci sarà sicuramente chi ne parla.

                      Commenta


                      • Ragazzi, qualcuno che mi sa dire qualcosa su GLOW e su Deadwood?
                        Spoiler! Mostra

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio
                          Ragazzi, qualcuno che mi sa dire qualcosa su GLOW e su Deadwood?
                          Non le ho viste ma so che Glow è stata cancellata a causa della pandemia nonostante fosse prevista una stagione finale, quindi la serie è rimasta monca

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio
                            Ragazzi, qualcuno che mi sa dire qualcosa su GLOW e su Deadwood?
                            Non l'ho mai seguita, ma un paio di amici appassionati di western mi hanno sempre espresso un giudizio lusinghiero su Deadwood

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio
                              Ragazzi, qualcuno che mi sa dire qualcosa su GLOW e su Deadwood?
                              Credi a questo stronzo, Deadwood è un CA-PO-LA-VO-RO! E il suo creatore David Milch è un colosso della Golden Age televisiva, uno che mischia la scurrilità più martellante ad una levatura retorica degna di uno Shakespeare, mettendo alla prova del fuoco in un microambiente spietato un sistema di valori che è vulnerabile ma resta imprescindibile anche nel momento in cui, per causa di forza maggiore, lo si deve tradire! Non c'è ombra di vacuo cinismo, né della ritrita resilienza degli sconfitti: è una battaglia campale sostenuta da cuori squassati da dilemmi senza fine che a volte emergono sfociando nel sangue o in una ridda di parole altrettanto feroce, e a volte occorre trattenerli pur rischiando di esplodere. Questa sì che è EPICA! La regia degli episodi (Walter Hill ha diretto il pilot dando la stura ad un'estetica precisa) è senza fronzoli, funzionale ai densissimi scambi verbali, attaccata ai personaggi però sempre concentratissima, con un montaggio che riesce a sostenere e rendere emozionanti i frequenti scambi di sguardi muti. I personaggi te li sogni tutti di notte e il gruppo di attori è vabbeh: io non sono il fanatico che se non segui un film o una serie in lingua originale s'augura che ti si incendi il cerume nelle orecchie, però in questo caso non se ne può fare a meno, mi pare che l'upgrade di Now Tv abbia sistemato i sottotitoli (che in precedenza sparivano nel momento in cui la frase era pronunciata da un personaggio non direttamente inquadrato...) e quindi la mia esortazione è di evitare il doppiaggio. Gli attori sono tutti bravissimi, e rendono con naturalezza linee di dialogo lunghe e ardue.
                              Le stagioni sono due, la terza era prevista ma dati gli ascolti scarsi è stata segata con conseguente e decennale riprovazione dei sostenitori che ha portato, nel 2019 (con David Milch ormai preda dell'Alzheimer: destino ancor più atroce per una mente brillante come la sua) ad un lungometraggio che a questo punto vorrei non aver visto, essendo nelle due ore scarse costretta a non esprimersi liberamente una definitiva stagione di dodici episodi che, nell'intimo lo avverti, sarebbe stata una degna chiusura di un'opera audiovisiva inestimabile.
                              Guarda, solo a scriverne mi è venuta voglia di rivederla tutta!

                              Commenta


                              • Dopo un endorsement così poderoso sarei una bestia a non guardarla


                                Comunque ho finito Community...and everything is worse now.
                                Mi soffermo sulla quinta e sesta stagione, per poi allargare il discorso. Imho, si può parlare fin che si vuole che le ultime due soffrono dell'addio di Chevy Chase e Donald Glover, che i nuovi ingressi non riescono a compensare, che si sente un'aria un po' lugubre, che vedere Abed da solo senza Troy è un po' una ferita su celluloide, che il gas leak year sia l'equivalente di essersi sparati sul piede e che ciò che viene dopo è zoppicante per causa sua. Ed è vero.
                                Ma i problemi in realtà nascono molto molto prima alla base, fin dalla Golden Age. Già dalla seconda stagione si perde di orizzontalità. C'è una mancanza di progettualità di fondo. Tipo la professoressa Slater della prima stagione "scompare", il primo di una lunga serie di addii talvolta dichiarati talvolta no (Hickey, Duncan). Già dalla terza alcuni personaggi diventano monotonali: l'unico tratto di Shyrley è essere molto religiosa; l'unico tratto di Britta è essere una rivoluzionaria wannabe. 90% del loro minutaggio verte su questo. Chang è un personaggio solo nella prima stagione, poi dalla seconda diventa un jolly cioè la sua pazzia è sfruttata per farlo diventare quello che ti pare al bisogno (guardia, dittatore) e funziona...ma può durare fino ad una certa, infatti nella quinta e nella sesta ha perso senso di esistere.
                                Spesso gli episodi terminano con una morale ed una lezione, ma ad ogni episodio c'è un reset e non ci sono mai conseguenze, come fossimo nei Simpson.

                                La conclusione è che Community è una serie geniale. O meglio: ha molti episodi geniali (anche nelle ultime stagioni!), ed anche in episodi meh ci sono sempre guizzi geniali. Sketch fantastici a chiusura delle puntate. Ma fallisce sul lungo periodo. Community è un capolavoro nei singoli episodi, ma come serie nel complesso è meh.
                                Per me è stata l'opposto di Bojack Horseman (così chiudo la citazione all'inizio in modo circolare e mi ricollego allo story-circle di Harmon ), dove anche lì una buona fetta degli episodi era solo "ok" ma dove c'è una storia di fondo, le azioni hanno conseguenze e che vista come serie nel complesso è un fottuto capolavoro.
                                Ultima modifica di Cooper96; 21 marzo 21, 23:24.
                                Spoiler! Mostra

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X