annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Serie TV - il Topic generico

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ho iniziato a vedere La Tamburina, mi sembra che la mano di Park Chan-Wook in regia si veda tutta, a partire dal feticismo con cui filma gli oggetti, sin dalla valigia dell'incipit. Mi sembra che Florence Pugh abbia un ruolo complesso all'altezza del suo talento, ma sono particolarmente contento di vedere Michael Shannon, attore a mio avviso di notevole talento ma imprigionato in un ruolo quasi sempre identico, finalmente alle prese con qualcosa di un po' diverso. Vediamo come prosegue.

    Qualcuno ha letto il libro di Le Carre da cui è tratto?

    Commenta


    • Bella La tamburina, qua in Italia ha un po' latitato (l'avevo trovato per caso su Starzplay l'anno scorso, mi pare) ma spero che il passaggio su Sky/NowTV le dia la visibilità che merita.
      Luminous beings are we, not this crude matter.

      Commenta


      • Ho finito Deadwood

        E' unica. Lo squallore, la miseria umana ed un rabbioso male di vivere che confluiscono a formare una civiltà laddove prima c'erano solo fango ed anarchia, con rare concessioni ad un lirismo che è l'impalpabile nebbia che esala da una pozzanghera sotto un cielo cocente. Questo è il tema delle prime due stagioni. Ed infine nella terza la ricchezza, l'avidità che non può essere sconfitta, incarnate in un personaggio/leviatano insaziabile ed implacabile (Herst).
        Non è tutto perfetto. Varie sottotrame secondarie sono passabili. Ma è un'opera grande e inimitabile. Non credo ci sia roba simile in giro.
        Mi ha stupito come riesca a costruire personaggi che diventano figure titaniche e mitologiche senza che compiano nulla di sovrumano, ma che emergono con pochi semplici gesti. Su tutti: Al Swearengen che è sempre al corrente di ogni starnuto che succede nel paesino, e lo piega a suo favore, senza mai uscire di casa, se non per affacciarsi sul balcone; e George Hearst, che sfascia una finestra per avere un balcone, da cui scrutare da appena 3 metri di altezza il paesello, mani in tasca e sguardo di chi è posseduto da una volontà di dominio sconfinata.

        Mi dispiace solo per il film finale. Non perché sia brutto, ma la chiusura della terza stagione era perfetta.


        Per il resto rimando all'ottimo commento del nostro Bone Machine.

        Originariamente inviato da Bone Machine Visualizza il messaggio

        Credi a questo stronzo, Deadwood è un CA-PO-LA-VO-RO! E il suo creatore David Milch è un colosso della Golden Age televisiva, uno che mischia la scurrilità più martellante ad una levatura retorica degna di uno Shakespeare, mettendo alla prova del fuoco in un microambiente spietato un sistema di valori che è vulnerabile ma resta imprescindibile anche nel momento in cui, per causa di forza maggiore, lo si deve tradire! Non c'è ombra di vacuo cinismo, né della ritrita resilienza degli sconfitti: è una battaglia campale sostenuta da cuori squassati da dilemmi senza fine che a volte emergono sfociando nel sangue o in una ridda di parole altrettanto feroce, e a volte occorre trattenerli pur rischiando di esplodere. Questa sì che è EPICA! La regia degli episodi (Walter Hill ha diretto il pilot dando la stura ad un'estetica precisa) è senza fronzoli, funzionale ai densissimi scambi verbali, attaccata ai personaggi però sempre concentratissima, con un montaggio che riesce a sostenere e rendere emozionanti i frequenti scambi di sguardi muti. I personaggi te li sogni tutti di notte e il gruppo di attori è vabbeh: io non sono il fanatico che se non segui un film o una serie in lingua originale s'augura che ti si incendi il cerume nelle orecchie, però in questo caso non se ne può fare a meno, mi pare che l'upgrade di Now Tv abbia sistemato i sottotitoli (che in precedenza sparivano nel momento in cui la frase era pronunciata da un personaggio non direttamente inquadrato...) e quindi la mia esortazione è di evitare il doppiaggio. Gli attori sono tutti bravissimi, e rendono con naturalezza linee di dialogo lunghe e ardue.
        Le stagioni sono due, la terza era prevista ma dati gli ascolti scarsi è stata segata con conseguente e decennale riprovazione dei sostenitori che ha portato, nel 2019 (con David Milch ormai preda dell'Alzheimer: destino ancor più atroce per una mente brillante come la sua) ad un lungometraggio che a questo punto vorrei non aver visto, essendo nelle due ore scarse costretta a non esprimersi liberamente una definitiva stagione di dodici episodi che, nell'intimo lo avverti, sarebbe stata una degna chiusura di un'opera audiovisiva inestimabile.
        Guarda, solo a scriverne mi è venuta voglia di rivederla tutta!
        Ultima modifica di Cooper96; 12 ottobre 21, 21:49.
        Spoiler! Mostra

        Commenta


        • Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio
          Ho finito Deadwood

          E' unica. Lo squallore, la miseria umana ed un rabbioso male di vivere che confluiscono a formare una civiltà laddove prima c'erano solo fango ed anarchie, con rare concessioni ad un lirismo che è l'impalpabile nebbia che esala da una pozzanghera sotto un cielo cocente. Questo è il tema delle prime due stagioni. Ed infine nella terza la ricchezza, l'avidità che non può essere sconfitta, incarnate in un personaggio/leviatano insaziabile ed implacabile (Herst).
          Non è tutto perfetto. Varie sottotrame secondarie sono passabili. Ma è un'opera grande e inimitabile. Non credo ci sia roba simile in giro.
          Mi ha stupito come riesca a costruire personaggi che diventano figure titaniche e mitologiche senza che compiano nulla di sovrumano, ma che emergono con pochi semplici gesti. Su tutti: Al Swearengen che è sempre al corrente di ogni starnuto che succede nel paesino, e lo piega a suo favore, senza mai uscire di casa, se non per affacciarsi sul balcone; e George Hearst, che sfascia una finestra per avere un balcone, da cui scrutare da appena 3 metri di altezza il paesello, mani in tasca e sguardo di chi è posseduto da una volontà di dominio sconfinata.

          Mi dispiace solo per il film finale. Non perché sia brutto, ma la chiusura della terza stagione era perfetta.

          Che bello. Sia lodato David Milch! Ti consiglio, sempre su Now, LUCK. Scritto da Milch, prodotto da Michael Mann, che ha diretto l'episodio pilota. Pure quello segato, e malamente ahimè.

          Commenta


          • Ho provato a guardare Scene da un matrimonio della HBO.

            Sembra ben fatto ma dopo 20 minuti ho mollato, non era abbastanza da accettare d'imbarcarmi in questa rivisitazione su cui ero già scettico; sarei stato molto più ben disposto se ci fosse stato al timone un autore di mio interesse.

            Fa comunque piacere rivedere la Chastain in un prodotto di qualità e al fianco di Isaac, con cui aveva già condiviso la finzione matrimoniale in uno degli ultimi bei film della sua carriera.
            Per chi vuole godersi il duello tra i due attori credo che sia una visione consigliata.

            Per quest'anno mi basta Master of None - Moments in Love.
            Luminous beings are we, not this crude matter.

            Commenta


            • Only Murders in the Building

              Simpatico whodunit commedia made in Hulu (da noi su D+) che intesse un bell'intreccio di misteri e colpi di scena partendo da uno spunto che non potrà non far pensare almeno un po' a Manhattan Murder Mystery di Allen.

              Che funzioni la coppia Steve Martin (anche co-creatore)/Martin Short non soprende, ma devo dire che anche Selena Gomez, una volta che ci si abitua alla sua voce da Lisa Simpson cresciuta, sta a modo suo al passo dei due vecchietti.

              La storia è quasi interamente autocontenuta, non fosse che
              Spoiler! Mostra
              .

              Seconda stagione già confermata.

              Luminous beings are we, not this crude matter.

              Commenta


              • Lupin III giacca verde è meglio vederlo col doppiaggio storico o quello mediaset?
                "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
                "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

                Commenta


                • Originariamente inviato da Det. Bullock Visualizza il messaggio
                  Lupin III giacca verde è meglio vederlo col doppiaggio storico o quello mediaset?
                  Se intendi Lupin III parte 1 del 1971, ti direi nessuno dei due per la questione fedeltà al testo giapponese. Se devi scegliere direi doppiaggio Mediaset, sia perché è più fedele (nei limiti di Mediaset) e non è doppiato da letteralmente solo 4 persone. Tuttavia quel doppiaggio fu fatto sulla versione censurata da Mediaset, quindi mancano dei pezzi. In genere i vari muxer coprono i buchi con il primo doppiaggio. Vedi tu che fare...

                  Commenta


                  • Magari scrivo una stupidata (...e chiedo venia in anticipo...) ingannato dalla memoria, ma mi pare addirittura di ricordare che quel Lupin III fu tra le prime _se non la prima serie in assoluto_ passata nel preserale dopo la transizione da "Antenna Nord" a "Italia 1" ,e non era censurata nei nudi e nelle allusioni sessuali. Contate che io, pischello, venivo da "Candy Candy" e la cosa non mi lasciò certo indifferente (xD ). Però sono passati decenni e (sic!)...
                    "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

                    Commenta


                    • Boh, immagino non abbiano fatto un riadattamento da cima a fondo per via del valore nostalgico dei doppiatori originali. Peccato però, il cast nuovo che ho sentito in The First non è male.
                      "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
                      "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da henry angel Visualizza il messaggio
                        Magari scrivo una stupidata (...e chiedo venia in anticipo...) ingannato dalla memoria, ma mi pare addirittura di ricordare che quel Lupin III fu tra le prime _se non la prima serie in assoluto_ passata nel preserale dopo la transizione da "Antenna Nord" a "Italia 1" ,e non era censurata nei nudi e nelle allusioni sessuali. Contate che io, pischello, venivo da "Candy Candy" e la cosa non mi lasciò certo indifferente (xD ). Però sono passati decenni e (sic!)...
                        La censura è avvenuta con il passaggio a Mediaset che ha comprato tutto il pacchetto quando ha preso Lupin III parte 3

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Det. Bullock Visualizza il messaggio
                          Boh, immagino non abbiano fatto un riadattamento da cima a fondo per via del valore nostalgico dei doppiatori originali. Peccato però, il cast nuovo che ho sentito in The First non è male.
                          Ferma: Lupin III parte 1 nel ridoppiaggio mediaset ha i doppiatori Storici: Roberto del Giudice, Sandro Pellegrini, Alessandra Korompay ed Enzo Cosoli. Del Giudice e Cosoli erano anche presenti nel primo doppiaggio (Cosoli dava la voce sia a Zenigata che Goemon). Stefano Onofri e gli altri non hanno mai messo bocca su questa serie. Hanno invece ridoppiato LUPIN III PARTE 3 (Giacca Rosa) quest'anno, rendendo la serie, per la prima volta, integrale in italiano. E' comunque un ridoppiaggio parziale, dato che conserva alcune delle registrazioni del primo doppiaggio mediaset (su tutti Zenigata che continua ad avere la voce di Cosoli).

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Maddux Donner Visualizza il messaggio

                            La censura è avvenuta con il passaggio a Mediaset che ha comprato tutto il pacchetto quando ha preso Lupin III parte 3
                            Ok, grazie dell'informazione. Il mio post era per dire (ipotizzare...) che anche il primissimo doppiaggio fosse in capo a Fininvest/ Mediaset. Magari ai tempi si risparmiava sui doppiaggi e due lire invece magari si spendevano per curare sigle localizzate e venderci i dischi 45 giri. Canale 5 aveva l'etichetta Five Records, in scia alla controllata Rai Fonit Cetra; od alla RCA Italiana che era partecipata addirittura anche dallo Stato Vaticano.Tuttavia per altro la sigla della prima serie , in Italia dal '79, era dei francesi Daisy Daze and the Bumble Bees :-p .
                            "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da henry angel Visualizza il messaggio

                              Ok, grazie dell'informazione. Il mio post era per dire (ipotizzare...) che anche il primissimo doppiaggio fosse in capo a Fininvest/ Mediaset. Magari ai tempi si risparmiava sui doppiaggi e due lire invece magari si spendevano per curare sigle localizzate e venderci i dischi 45 giri. Canale 5 aveva l'etichetta Five Records, in scia alla controllata Rai Fonit Cetra; od alla RCA Italiana che era partecipata addirittura anche dallo Stato Vaticano.Tuttavia per altro la sigla della prima serie , in Italia dal '79, era dei francesi Daisy Daze and the Bumble Bees :-p .
                              Mi fa anche abbastanza incazzare visto che nell'edizione BluRay di Yamato video è presente unicamente il primo doppiaggio e ci dobbiamo pure sorbire Planet O. Almeno per Lupin III parte 2 hanno tenuto l'opening ed ending originali. Misteriose scelte editoriali.

                              Commenta


                              • Personalmente l'opening originale della prima serie non mi piace, decisamente molto meno ascoltabile dell'iconico tema di Yuji Ono.
                                Planet O almeno ha quel che di canzone da film di 007 che bene o male ci sta.

                                Originariamente inviato da Maddux Donner Visualizza il messaggio

                                Ferma: Lupin III parte 1 nel ridoppiaggio mediaset ha i doppiatori Storici: Roberto del Giudice, Sandro Pellegrini, Alessandra Korompay ed Enzo Cosoli. Del Giudice e Cosoli erano anche presenti nel primo doppiaggio (Cosoli dava la voce sia a Zenigata che Goemon). Stefano Onofri e gli altri non hanno mai messo bocca su questa serie. Hanno invece ridoppiato LUPIN III PARTE 3 (Giacca Rosa) quest'anno, rendendo la serie, per la prima volta, integrale in italiano. E' comunque un ridoppiaggio parziale, dato che conserva alcune delle registrazioni del primo doppiaggio mediaset (su tutti Zenigata che continua ad avere la voce di Cosoli).

                                Mi riferisco a un ipotetico terzo adattamento senza censure, sapevo già che quello Mediaset aveva usato diversi dei doppiatori storici.

                                Mi spaventa parecchio rivedere le puntate perché IIRC la mediaset aveva deciso di ribattezzare Fujiko "Margot" tra le altre cose e a me da parecchio fastidio.
                                Ultima modifica di Det. Bullock; 30 novembre 21, 17:46.
                                "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
                                "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X