annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Mindhunter (David Fincher - Netflix)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Mindhunter (David Fincher - Netflix)

    Mindhunter: Anna Torv è nel cast del drama di David Fincher prodotto da Netflix

    Anna Torv, nota ai più per essere stata tra i protagonisti di Fringe, si unisce a Jonathan Groff nel cast di Mindhunter, nuova serie proveniente da David Fincher (House of Cards) che approderà su Netflix.

    Mindhunter è tratto dal romanzo omonimo del 1996, Mind Hunter: Inside the FBI’s Elite Serial Crime Unit, scritto dall’ex agente speciale John Douglas e Mark Olshaker. Per anni, Douglas ha seguito le tracce di alcuni dei serial killer e stupratori seriali più famigerati, sviluppando tecniche di profilazione molto affinate grazie a interviste realizzate con una serie di serial killer. Il libro approfondisce alcuni dei casi più noti, incluso un uomo che cacciava delle prostitute in Alaska, un infanticida di Atlanta e il killer di Green River di Seattle. Molti personaggi televisivi e di romanzi sono basati sulla figura di Douglas, incluso Jack Crawford e Will Graham del Silenzio degli Innocenti e Hannibal, e Jason Gideon di Criminal Minds. A scrivere la sceneggiatura ci sarà invece il drammaturgo inglese Joe Penhall (Sunny Afternoon).

    Così com’è stato per Groff, non si sa ancora quale ruolo avrà la Torv nella serie, e sia il suo portavoce che Netflix hanno rifiutato di commentare la notizia.

    Fincher dirigerà il pilot, e non è escluso che possa passare dietro alla macchina da presa anche per qualche altro episodio. Pensate che questo progetto era in sviluppo da tempo: ben sei anni fa era in lavorazione presso la HBO, sempre con Fincher e la Theron come produttori e la Fox 21 come casa di produzione. Dopo che Fox 21 ha definitivamente accantonato il progetto, Fincher lo ha portato su Netflix.
    "Vabbè camerata, beviti un po' quello che ti pare e torna su VKontakte a scrivere di come vorresti sparare ai politici e di quanto la Meloni sia la tua waifu, va benissimo". cit.

  • #2
    Promette bene


    Everybody Lies...

    Commenta


    • #3
      Non vedo l'ora!

      Commenta


      • #4
        Nuovo trailer


        Everybody Lies...

        Commenta


        • #5
          La prima puntata non è che mi abbia entusiasmato più di tanto.
          La regia di Fincher c'è e si vede, ma sono proprio personaggi e dialoghi a non piacermi.
          Anzi... il giovane detective mi sta proprio sulle balle!

          Onestamente non sono molto motivato a proseguire
          Flickr


          "How much would you pay... for the Universe?" Neil Degrasse Tyson

          Commenta


          • #6
            A me è piaciuta un sacco, Fincher va all'origine di quello che poi saranno Zodiac e, in forma più romanzata, Se7en.
            Luminous beings are we, not this crude matter.

            Commenta


            • #7
              La vedrò nei prossimi giorni e come hai appena confermato dovrebbe essere una gran bella serie.
              In giro si leggono solo commenti entusiastici.

              Commenta


              • #8
                A metà stagione sono sconvolto per quanto è bella. Gli episodi diretti da Fincher hanno una marcia in più (leggasi “se non è Cinema poco ci manca”) ma anche il resto è molto molto molto buono.

                Netflix avrebbe messo a segno un colpaccio se questa diventasse una delle serie di punta.

                Commenta


                • #9
                  Ok... devo proprio sforzarmi di proseguire.

                  Ripeto, stilisticamente Fincher è come al suo solito un gran regista, ma sul piano narrativo l'ho trovato parecchio deludente.
                  Non si riesce ad empatizzare con nessuno dei personaggi e certi dialoghi o reazioni non hanno senso.
                  Il personaggio principale poi è a dir poco irritante.

                  Basandomi solo sulla prima puntata, direi che al momento non ha nulla a che fare ne con Seven tanto meno con Zodiac in quanto a profondità.

                  Va beh dai... magari con una seconda chance potrebbe andare meglio.
                  Flickr


                  "How much would you pay... for the Universe?" Neil Degrasse Tyson

                  Commenta


                  • #10
                    Seconda puntata un po' più televisiva, la vicenda killerosa si fa più appassiontante, perfetto l'attore che interpreta il gigantone.
                    Ora si comincia per davvero
                    Luminous beings are we, not this crude matter.

                    Commenta


                    • #11
                      Credevo che l' avessi vista tutta e invece ti riferivi al solo primo episodio due giorni fa.

                      Commenta


                      • #12
                        Sì, mi ricollegavo al post precedente che parlava di "prima puntata"
                        Luminous beings are we, not this crude matter.

                        Commenta


                        • #13
                          Finita, una roba fantastica. Clamorosa sotto ogni punto di vista.

                          Commenta


                          • #14
                            Prima di iniziare a vederla volevo chiedervi se ha una qualche forma di chiusura o se finisce col solito cliffhanger.

                            Commenta


                            • #15
                              cliffahanger non direi, c'è l'avanzamento di una backstory che piazza le basi per la s02, ma a prescindere, la serie merita veramente

                              Commenta

                              In esecuzione...
                              X