annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'ultimo film che hai visto?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Potrei sbagliarmi, ma penso si riferisca a Hugo Cabret, i pregiudizi sono riferiti all'ennesimo ripiego verso il 3D da parte di un maestro del cinema.

    Edit: mi avete anticipato ;D
    Flickr


    "How much would you pay... for the Universe?" Neil Degrasse Tyson

    Commenta


    • Ma il problema di Hugo Cabret non è il 3D, è il soggetto stesso. Voglio dire, anche Cave of Forgotten Dreams di Herzog è in 3D, ma sembra in tutto e per tutto un progetto tipico di Herzog.

      Questo ultimo progetto di Scorsese, invece...

      Commenta


      • Si, diciamo che è uno dei problemi...
        Flickr


        "How much would you pay... for the Universe?" Neil Degrasse Tyson

        Commenta


        • Comunque Shutter Island ha dei momenti veramente molto belli. Fa quasi tristezza vedere uno Scorsese tecnicamente così in forma per un soggetto così tradizionale.

          Commenta


          • Originariamente inviato da outis81 Visualizza il messaggio
            Comunque Shutter Island ha dei momenti veramente molto belli. Fa quasi tristezza vedere uno Scorsese tecnicamente così in forma per un soggetto così tradizionale.
            Se non sbaglio, il film non doveva dirigerlo lui inizialmente. Il che sarebbe stata una gran cosa: ti trovi tra le mani un soggetto che palesemente non rientra nelle tue corde, ma metti tutta la tua professionalità nel lato tecnico. Una gran cosa.

            Peccato che, appunto, lo si poteva credere solo prima di aver visto il trailer di Hugo Cabret, che sembra confermare questa deriva commerciale del buon Martin. Tra l'altro, il 3D è l'ultima cosa che mi turba. Io temo che ci saranno difetti non eliminabili con una semplice visione 2D.

            Commenta


            • Scorsese sta facendo la fine di Coppola. Certo un regista non è sempre tenuto a fare capolavori e può anche togliersi il lusso di fare qualcosa di commerciale, ma a tutto c'è un limite.

              Commenta


              • Originariamente inviato da outis81 Visualizza il messaggio
                Scorsese sta facendo la fine di Coppola.
                non sono d'accordo: Coppola non fa più film al livello dei suoi capolavori ma i suoi non sono di certo film commerciali. Invece Scorsese, in tal senso, ha venduto "l'anima al diavolo" ed i suoi film sono ormai puro mainstream, praticamente non c'è più nulla di autoriale. Invece Coppola continua ad essere autore, basti vedere i suoi ultimi due film per rendersene conto.

                Io Shutter Island l'ho trovato veramente brutto : patinato, prevedibile, didascalico e con una insopportabile aria "pulitina", sotto una superficiale patina di sporco di facciata, che proprio non si addice ad una storia sordida e malsana come questa avrebbe dovuto essere. Ma ci voleva un altro regista ed altri attori. A me è parso un film davvero scialbo e debole sotto ogni punto di vista. Che poi se di un thriller con il twist ending si capisce già tutto dopo 20 minuti, è evidente che qualcosa non va :?
                "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                Votazione Registi: link

                Commenta


                • Originariamente inviato da David.Bowman Visualizza il messaggio
                  non sono d'accordo: Coppola non fa più film al livello dei suoi capolavori ma i suoi non sono di certo film commerciali. Invece Scorsese, in tal senso, ha venduto "l'anima al diavolo" ed i suoi film sono ormai puro mainstream, praticamente non c'è più nulla di autoriale. Invece Coppola continua ad essere autore, basti vedere i suoi ultimi due film per rendersene conto.
                  È vero, diciamo che ho fatto un paragone improprio. Però, volendo, un film come The Departed, per quanto commercializzato, rientra comunque nelle corde del regista. È commerciale, ma è Scorsese.

                  Coppola mantiene comunque un approccio autoriale, ma se l'esito è l'ultimo progetto, che sembra una sperimentazione delirante tra l'altro esteticamente anche brutta, allora mi tengo The Departed (e, volendo, anche Shutter Island).

                  Certo, poi arriva Hugo Cabret, e mi lascia ammutolito e senza argomenti... :brrr:

                  Commenta


                  • va beh, però l'ultimo progetto non l'abbiamo ancora visto, non mi pare giusto giudicare dal trailer o dai "si dice"

                    parliamo invece dei suoi due ultimi lavori (Un'altra giovinezza e Segreti di famiglia) che sono dei buoni film, eleganti, ricercati, addittura ottimo il secondo. Coppola se lo mangia a colazione Scorsese, questo lo dobbiamo dire a chiare lettere :seseh:
                    "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                    Votazione Registi: link

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da David.Bowman Visualizza il messaggio
                      Coppola se lo mangia a colazione Scorsese, questo lo dobbiamo dire a chiare lettere :seseh:
                      Se intendi l'ultimo Coppola rispetto all'ultimo Scorsese posso essere anche d'accordo (ma Tetro un po' manierista lo è, eh...), se intendi come filmografia generale non saprei. Certo Coppola ha due capolavori assoluti come Apocalypse Now e Il padrino, che Scorsese oggettivamente non ha. Ma Coppola è stato molto più dispersivo e ha fatto più passi falsi. E Scorsese vanta una continuità e una coerenza tematica che Coppola non ha (e a cui probabilmente neanche interessa).

                      Commenta


                      • adesso non ci sono paragoni, Coppola è di molto superiore già solo per l'approccio

                        sul passato se la giocano, ma Coppola resta superiore anche perchè i suoi capolavori sono enormi e Scorsese non ne ha altrettanti dalla sua :seseh:
                        "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                        Votazione Registi: link

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da David.Bowman Visualizza il messaggio
                          sul passato se la giocano, ma Coppola resta superiore anche perchè i suoi capolavori sono enormi e Scorsese non ne ha altrettanti dalla sua :seseh:
                          Coppola ha dei capolavori che Scorsese non ha, ma Scorsese ha una continuità tematica che tutti i grandi autori hanno (da Kubrick a Kurosawa a Lynch e Malick) che Coppola non ha. Ci sono dei nuclei tematici in Scorsese che si ripresentano in quasi tutti i film. La profondità antropologica di Apocalypse Now dove è finita in Tetro?

                          Comunque siamo molto più d'accordo di quello che potresti pensare Se vai a vedere i voti che tu hai dato ai due registi, è vero che Coppola ha più 10, ma è anche vero che in media Scorsese ha voti più alti (almeno, così mi pare di ricordare).

                          Commenta


                          • Anche per me Coppola prevale, anche se ammetto che sono un po' di parte. Però come dice outis Scorsese è stato più continuo, e nonostante l'imponente filmografia, è riuscito a mantenere uno standard alto fino a qualche tempo fa. Poi comunque se il "mainstream" di Scorsese è sui livelli di The Departed, ben venga (a patto però di non fare altri remake asd)
                            Sono una persona semplice, guardo film e non rompo il cazzo.

                            Commenta


                            • Ma secondo me non è un discorso di chi prevale sull'altro: in termini di numero di capolavori, prevale sicuramente Coppola. Ma in termini di grado di interesse della filmografia? A mio parere a livello di poetica Scorsese è più interessante di Coppola, anche perché mi sembra che Coppola sia interessato solo alla sfida tecnico-formale.

                              Poi chiaro, adesso Scorsese fa Hugo Cabret...

                              Commenta


                              • L'unica cosa che non mi è mai veramente andata giù dello Scorsese classico (per intenderci, Taxi Driver, quei bravi ragazzi etc) è che, dopo aver passato due ore o più a tratteggiare personaggi e situazioni con una precisione da cesellatore, con un attenzione ai dettagli e un'abilità narrativa e di costruzione delle atmosfere con pochi pari, spesso si perde, quasi si dimentica di quello che ha fatto per 10 minuti, e inizia a saltare passaggi logici o a dare svolte alle situazioni con un po' troppa leggerezza, senza che ci sia un reale filo a portare gli eventi...poi supera quei 10 minuti e quasi sempre tira fuori eccellenti finali...
                                ma è un difetto che ho riscontrato in tutti i suoi film, ovviamente in quelli che ho visto, si intende

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X