annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'ultimo film che hai visto?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • vabbe la tecnica è sempre la solita, ma il risultato è gradevole..perlatro non fu nemmeno una scelta libera, ma influenzata dalla necessità di ricompostare gli attori sullo sfondo in post, se non sbaglio..nessuno ha visto millennium per ora?

    Commenta


    • Leggo su BT che James Cameron ha fatto investimenti terrieri in Nuova Zelanda, dalle parti della Weta in vista di un suo possibile trasloco per seguire la post. di Avatar 2 e 3, se non per impiantarci i set dei due film.Non per fare i conti in tasca ad altri, ma che ne è della teoria secondo cui il grande successo delle mega-produzioni mainstream serve a finanziare e sostenere il resto della cinematografia , a partire dalle produzioni di "nicchia".Insomma, in quanto/quale cinema _sequel esclusi_ si è trasformato la miliardata di dollari che ha reso il primo Avatar?
      "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

      Commenta


      • Ho visto Valhalla Rising e devo proprio dire che l'ho apprezzato. Ad un certo punto il film diventa decisamente criptico... c'è nessuno che può fornire qualche delucidazione?

        Commenta


        • Valhalla Rising è un film decisamente particolare. Non lo trovo del tutto riuscito, credo che abbia dei tempi morti e fondamentalmente una povertà di caratterizzazione dei personaggi che alla fine pesa in negativo, perché la "trama" si riduce all'osso. Mi è piaciuto invece come Refn accoglie la lezione di Herzog e del Coppola di Apocalypse Now, declinando il tutto in un'ottica magari non particolarmente originale, ma certo con efficacia a tratti. Se in alcuni punti alcuni effetti sono fin troppo banali (immagini a specchio, saturazione dei colori a go go), in altri c'è una fotografia particolarmente ispirata e straniante.

          Comunque, a mio parere VH racconta lo scontro tra due "culture", quella pagana e quella cristiana. One-Eye viene presentato come un personaggio pagano, schiavizzato da un gruppo di persone pagane. One-Eye conosce la violenza come mezzo di sopravvivenza, e basta. L'incontro con un gruppo di cristiani determina che questo nuovo gruppo si trova ad affrontare un viaggio herzogiano, un cammino destinato al fallimento, nato sotto una volontà di potenza illusoria del gruppo di cristiani, volontà fantasmatica che si scontra con la realtà ctonia e concreta dei nativi della terra in cui approdano. E il gruppo cristiano è condannato necessariamente alla morte. Tutti i punti "criptici" della seconda parte e dell'ultima mezz'ora, diciamo, servono a sottolineare da un lato la follia sotto la cui ala è nata la spedizione cristiana, dall'altro la consapevolezza di One-Eye che moriranno tutti, perché lui queste forze ctonie le conosce bene. In questo contesto, One-Eye si offre come vittima sacrificale ai nativi per garantire la salvezza del bambino.

          Questi, secondo me, i punti fondamentali del film.

          @david

          Grazie per la spiegazione sul film di Fellini. Nel vedere I vitelloni ho percepito un Fellini diciamo in transizione, che abbandona, anche se non completamente, i lidi del neorealismo per declinare la sua poetica originale.

          Commenta


          • Cosa ne pensate del duo tutto british formato da Michael Powell ed Emeric Pressburger? Autori de Scala al Paradiso, Duello a Berlino, Scarpette rosse e Narciso nero, tra gli altri. Qualcuno ha visto qualcosa?
            La profonda mancanza di spiritualità di colui che non percepisce, ma giudica l’arte, il suo rifiuto e la sua mancanza di disponibilità a riflettere sul significato e sullo scopo della propria esistenza nel significato più alto del termine, assai sovente vengono mascherate con l’esclamazione primitiva fino alla volgarità: "Non mi piace!", "Non mi interessa!". Il bello è celato a coloro che non cercano la verità.

            Commenta


            • Scala al paradiso è quello che mi è piaciuto di più, intelligente utilizzo alternato di colori e b/n per una storia che rappresenta bene un possibile concetto di aldilà.
              Scarpette rosse non mi è piaciuto molto, ma sicuramente ha inciso la pessima qualità con cui ho potuto vederlo.
              Anche Narciso nero non mi ha convinto molto, film troppo incentrato sulla religione per i miei gusti e con una fotografia dai colori troppo accesi che fa risaltare in negativo l'artigianalità degli sfondi, il b/n sarebbe stato meglio.
              Consiglio invece L'occhio che uccide, un thriller fra Hitchcock e il miglior Argento.
              Contribuisci anche a tu a creare la classifica dei migliori film di sempre secondo il forum di BadTaste. Cliccando qui potrai trovare l'elenco di tutti i film nominabili e le modalità di voto.

              Commenta


              • Grazie per la risposta... mi hanno incuriosito, non so bene il motivo. Peeping Tom era già nella lista delle nuove visioni.
                La profonda mancanza di spiritualità di colui che non percepisce, ma giudica l’arte, il suo rifiuto e la sua mancanza di disponibilità a riflettere sul significato e sullo scopo della propria esistenza nel significato più alto del termine, assai sovente vengono mascherate con l’esclamazione primitiva fino alla volgarità: "Non mi piace!", "Non mi interessa!". Il bello è celato a coloro che non cercano la verità.

                Commenta


                • Il gabinetto del dottor Caligari, di Robert Wiene

                  Tra i più celebrati film del cinema muto, considerato una sorta di manifesto dell'espressionismo, questo film del 1920 presenta molti elementi di interesse. A cominciare da una storia coinvolgente, con un colpo di scena finale che sarà abusatissimo nella storia del cinema. La scenografia, giustamente osannata, colpisce non solo per la sua bellezza, ma anche per l'efficacia funzionale all'interno del film.

                  Se non avete problemi con il muto e se non l'avete ancora visto, ve lo consiglio.

                  Commenta


                  • più che un film,un vero pezzo di storia dell'arte,tra le tante cose apprezzo moltissimo l'uso dei filtri colorati che insieme alla scenografie danno un senso onirico e stranito a tutta la pellicola,sul finale nulla da dire,quanti altri film l'avranno imitato..?asd

                    "Il cinema è un arte soggettiva, quanto la musica, belli i 5 alti bello sentire pareri discordanti ai propri, ma alla fine sono io, uno schermo e tutto quello che ci passa di mezzo."

                    "Le barbarie sono lo stato naturale dell'umanità, la civiltà è solo un capriccio dell'evoluzione e delle circostanze". cit.


                    ~FREE BIRD~

                    Commenta


                    • Tra l'altro è il film che ha introdotto il concetto di "twist" finale al cinema nella forma che si protrae tutt'oggi... talvolta con modalità davvero ancora molto, molto vicine a quelle del film di Wiene.
                      Questo giusto per sottolineare ancora, se ce ne fosse bisogno, cosa significhi fare cinema innovativo.

                      Commenta


                      • Paradiso + Inferno
                        Storia sporca e cattiva a base di amore e droga. Il film parte nel migliore dei modi e con un'idea narrativa interessante, ambientando la storia di Candy e Dan in tre fasce temporali : paradiso, terra, e inferno. Peccato che nella terza parte, ovvero la vera e propria discesa negli inferi, si inizia a perdere credibilità, consistenza, e non si riesce mai a colpire davvero lo spettatore nonostante i momenti forti. Tuttavia il film si lascia tranquillamente guardare, risultando dignitoso, non annoiando quasi mai, sopratutto grazie a due splendidi protagonisti e un Heath Ledger da rimpiangere sempre di più.
                        Voto : 6,5

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Dwight Visualizza il messaggio
                          Cosa ne pensate del duo tutto british formato da Michael Powell ed Emeric Pressburger? Autori de Scala al Paradiso, Duello a Berlino, Scarpette rosse e Narciso nero, tra gli altri. Qualcuno ha visto qualcosa?
                          per me il migliore è senza dubbio Scarpette rosse

                          gli altri sono discreti ma niente di che

                          invece ti consiglio il poco conosciuto L'occhio che uccide che è un must degli psico-thriller e che ha molto influenzato tanto cinema di genere a venire
                          "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                          Votazione Registi: link

                          Commenta


                          • Per quello che può valere una mia conferma, approvo e sottoscrivo il consiglio di david su Peeping Tom.

                            Commenta


                            • Se posso dire la mia, ci sono un altro paio di titoli interessanti per quanto riguarda Powell, ovvero i Racconti di Hoffman, molto suggestivo e anche Il Ladro di Bagdad. Resta comunque un regista assai particolare, ingiustamente annoverato tra i nomi "minori", ma in realtà di quei pochi che hanno abbracciato, più che uno stile, un vero e proprio "bagaglio" squisitamente visivo(comprendente un riconoscibilissimo gusto per la fotografia, le scenografie e i costumi) poi trasbordato, con ottimi risultati, di genere in genere. Molto nelle mie corde in questo senso, lo trovo per certi versi accostabile al Burton migliore(sebbene ci siano delle differenze sostanziali, la principale è che Burton ha plasmato uno stile più rigido, mentre Powell si è sempre tenuto molto molto malleabile da questo punto di vista).

                              Commenta


                              • Leggo su Best Movie dell'uscita in BD del film "Restless-L'Amore che resta" di Gus Van Sant.La scheda, succinta, indica tra i contenuti extra presenti sul disco una non diversamente specificata "versione muta del film".L'onda lunga di "The Artist"? '-)
                                "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X