annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'ultimo film che hai visto?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Gidan 89 Visualizza il messaggio
    Finalmente ho visto "Paradiso amaro" di Alexander Payne. Un film bellissimo, molto delicato e commovente senza essere per niente mieloso o sdolcinato. L'Oscar alla sceneggiatura è stato meritato. Inoltre, George Clooney ha veramente sfoderato un'ottima interpretazione, anche questa avrebbe potuto meritare l'ambita statuetta (l'ho preferito a Dujardin).
    Ho visto anche "La talpa" di Tomas Alfredson. Tecnicamente è un film impeccabile, dalla regia alla fotografia, dai costumi alle scenografie, fino ad arrivare agli attori. A mio avviso, la pecca del film è la sceneggiatura, troppo complessa e piena di eventi, richiede troppa attenzione da parte dello spettatore, in alcuni frangenti rischia di far diventare nervosa la visione. Tra le maglie della sceneggiatura però, riesce ad emergere il lato emozionale dell'opera, ed è quello che alla fine riesce a far quadrare il tutto. In questo caso, una maggiore durata avrebbe giovato al tutto, diluendo la matassa e rendendola più agevole.
    Meglio Clooney in Paradiso Amaro o Oldman ne La Talpa? :seseh:

    Commenta


    • Scusate se mi intrometto.....non ho visto paradiso amaro, però io direi assolutamente che l'interpretazione di Goldman ne La Talpa è stata grandiosa e quindi la migliore!

      http://youtu.be/cCNHjJ8Prz4
      "Tutta la vita umana è sommersa nella non verità"

      Commenta


      • Originariamente inviato da theda.bara Visualizza il messaggio
        Scusate se mi intrometto.....non ho visto paradiso amaro, però io direi assolutamente che l'interpretazione di Goldman ne La Talpa è stata grandiosa e quindi la migliore!
        No ma che intromettersi, è un forum, dubito che possa anche solo esistere il concetto di intromettersi in una discussione asd .

        Pure io voto Oldman :seseh:

        Commenta


        • A me Paradiso Amaro non è piaciuto tanto, anche se Clooney non era male. Comunque indubbiamente Oldman è stato il milgiore in assoluto l'anno scorso, non solo della cinquina degli oscar.
          Originariamente inviato da vale9001
          [FONT=Verdana]Ma poi parliamo tanto gli italiani gli italiani come se noi fossimo spagnoli. Qual'è l'ultimo film di Bellocchio che avete visto al cinema? O lo avete mai visto un film di bellocchio al cinema? Io no. Perché poi a dire come dovrebbero spendere i loro soldi e il loro tempo gli altri siam tutti bravi.
          Il mio album su Flickr: http://www.flickr.com/photos/[email protected]/
          Il mio blog: http://thepiggyinthemiddle.wordpress.com/

          Commenta


          • Adéle e l'enigma del Faraone di Luc Besson(2010).

            Vista oggi pomeriggio questa commedia diretta dal regista francese e basata su un fumetto inedito in italia,io l'hò trovata una commedia carina,simpatica e divertente,un film leggero per tutta la famiglia !

            Commenta


            • Originariamente inviato da HalJordan Visualizza il messaggio
              Adéle e l'enigma del Faraone di Luc Besson(2010).

              Vista oggi pomeriggio questa commedia diretta dal regista francese e basata su un fumetto inedito in italia,io l'hò trovata una commedia carina,simpatica e divertente,un film leggero per tutta la famiglia !
              Assolutamente daccordo: film molto simpatico.

              Io ieri sera, dopo anni, lo ammetto, ho avuto modo di rivedere Stargate del 1994, in versione Director's Cut.
              Veramente molto bello, con un atmosfera inquietante tutta sua, merito dell'ottimo cast e delle voci gutturali aliene che mettono i brividi. Alcune trovate poi sembrano essere uscite direttamente dalle pagine di Lovecraft.
              Tornando un attimo agli attori, statuario quel mito di Kurt Russel, eccezionale sopratutto all'inizio, dove ancora non si sa nulla su di lui, contribuendo ad alimentare il mistero attorno la sua figura autoritaria.
              Incredibilmente in parte il ragazzo che interpreta Ra che è reso in una maniera ambigua e raggelante. Un "cattivo" riuscitissimo e carismatico nella sua relativa semplicità.
              Un po fastidioso, invece, Spader con le sue continue battutine per farsi capire dagli indigeni. A un certo punto è arrivato davvero a irritarmi: non lo ricordavo così.
              Spettacolo i servi di Ra con le loro armature di divinità egizie: credo siano entrate nella storia del cinema.

              Commenta


              • Via 007 - Skyfall
                devo dire che mi è piaciuto molto, fotografia grandiosa, attori perfetti, capisco perchè ha avuto tutto il successo che ha avuto.
                Sarà difficile fare meglio con il prossimo, si introducono e vengono rinnovati alcuni elementi del passato come Q e MoneyPenny, sarà ora di inserire la SPECTRE?
                "Non ero destinato ad una vita umana, ma ad essere l'essenza di memorie future. La fratellanza d'armi è stato un breve inizio, un bel momento, che non può essere dimenticato. E poiché esso non sarà dimenticato, quel bel momento potrà ripetersi."

                Commenta


                • Fantastic Mr Fox

                  Dopo aver visto commercializzarsi sia Shyamalan che Singer, mi auguro che un talento come quello di Wes Anderson rimanga sempre nitido e incline al suo stile.
                  Un autore così personale e originale penso sia raro oggigiorno. Persino in mano a uno stop motion ricalca la sua vena e il tuo timbro.
                  Un film d’animazione per adulti. Da vedere e rivedere per coglierne sempre più sfumature.

                  Commenta


                  • La tipa addestra orche e le piace pensare di avercela solo lei.Il tipo è manesco, tendenzialmente lazzarone ma con figlio a carico e si "sfoga"con lo sport. Lei sta con Simon , che ha già squadrato ,soppesato ed archiviato. Lui scopa un po' in giro con quel che trova.La tizia diventa mutilata , orgogliosa-ma-fragile e va' a cercare il tizio _conosciuto prima casualmente_ e lo adotta come accompagnatore, amico, terapista sessuale e poi chissà moroso. Troppe cose per il Tizio , che ci piace la vita easy e quindi continua ad andare con le altre , lavoricchia ma comincia a tirar su soldarelli combattendo clandestinamente che a confronto Fight Club era un circolo di scala 40 per zitelle, mena pure il figliolo ma gli vuol bene e recupera il rapporto nel finale alla Kieslowski-Piesiewicz. Lei va' ripristinando l'innata stronzaggine giusto in tempo per fargli da manager-allibratore, sempre più presa dall'avere in mezzo ai moncherini cotanto guerriero che, se in buona, dispensa pure gesti di delicatezza.Ma poi però svacca sul lavoro e dalla sorella , molla tutto e si dà. Una botta di inaspettato senso materno farà riprendere i contatti tra i due...Romanzetto rosa categoricamente reazionario, ma riverniciato di sfrontata modernità (Renziano insomma...), definitivamente affossato dalla regia di Audiard, che non trancia solo gli arti ma pure i piani e i campi lunghi, girando tutto o quasi strettissimo e fottuta camera a mano, e quindi concedendo al bulletto di periferia più primi piani di una Giovanna D'Arco, spartendoli con la Cotillard che tira sù il mento e serra la mascella in segno di altezzoso dolore.Piacerà alle casalinghe di Voghera che si bagnano vedendo il Masterchef mentre brutalizza i sottoposti; pensano che "Vanity Fair"sia un covo di comunisti ma meno male che Silvio c'è.Di ruggine e d'ossa. E du maroni.
                    "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

                    Commenta


                    • L'importante è che le casalinghe di Voghera siano tornate, perché ne sentivo un po' la mancanza...

                      Commenta


                      • Chissà che ti avranno fatto di male poi asd

                        Commenta


                        • Lunedì 18 Marzo
                          Collateral


                          Michael Mann, regista quanto meno ermetico, gioca col dualismo tra personaggi, con il digitale tanto da farlo sembrare un girato in pellicola, fa passare New York per LA e dirige la fisicità di un Tom Cruise in una delle sue prove più convincenti, per quello che è uno degli action/thriller migliori degli ultimi anni, seppur con un finale tirato per i capelli.

                          Voto: 8


                          "Spesso contraddiciamo una opinione, mentre ci è antipatico soltanto il tono con cui essa è stata espressa."

                          Commenta


                          • L'ho rivisto giusto ieri Per me meno di 8,5 non merita.

                            Però al di là dei voti concordo con il tuo giudizio, uno degli action/thriller migliori degli ultimi anni.

                            Commenta


                            • Dai per una volta faccio il buono: ero indeciso tra 7,5 e 8 e penso che il 7,5 alla fine sia ingeneroso.


                              "Spesso contraddiciamo una opinione, mentre ci è antipatico soltanto il tono con cui essa è stata espressa."

                              Commenta


                              • Non ha una risoluzione ottimale (perlomeno per tutta la questione del salvataggio: la battuta finale di Vincent invece ci sta molto bene), ma diamine, che livelli. Alla fine più del finale mi ha "infastidito" la scena in ospedale con la madre.

                                Comunque è un misto di classico (l'unità di tempo) con moderno (digitale, costruzione della scena non canonica) assolutamente elogiabili.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X