annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'ultimo film che hai visto?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da TheGame Visualizza il messaggio
    Burton evita saggiamente di mostrare la disgrazia, specie nel finale ed è qui che casca l'asino.
    Ma è questo il bello del biopic. Se Burton decide di troncare prima il racconto, evitando di raccontare la triste fine di Ed Wood, il film avrebbe avuto un altro significato. Anche Spielberg evita di raccontare l'omicidio di Lincoln, ma è un modo per dire che la morte della persona non coincide con la morte del personaggio. È una visione d'autore, non è cronaca dei fatti. Per quella ci sono i libri di Storia.

    Commenta


    • Ed Wood è l'amore per il cinema.
      Se ami il cinema, ami Ed Wood.
      Film e personaggio.

      Commenta


      • Originariamente inviato da TheGame Visualizza il messaggio
        Non so cosa sia più tragico tra esaltare un incompetente solo perchè aveva passione e rendere patetica una figura per facilitare l'empatia verso di esso (e quindi la celebrazione)
        Boh, sinceramente non avendo visto il film non so se essere d'accordo o meno con te.
        Anche perché pure io ho le mie fisse e ammetto che mi da fastidio a mille la malcelata simpatia di Kubrick per quel cane rabbioso del protagonista di Arancia Meccanica ma non stronco il film anche perché ai miei occhi è salvato dalla pungente satira dei due estremi politici e di un certo tipo di psicanalisi ma quando lo vedo quel fastidio non riesco proprio a togliermelo.
        "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
        "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

        Commenta


        • Non c'entra molto col topic ma non so dove postarlo... visto che si parla(va) di poetiche e/o stile dei vari registi... è quantomeno simpatico (e mi permette di augurare buone feste a tutti!):

          Commenta


          • Ahahhaahahah fantastico!!

            Commenta


            • Epic il mondo segreto .

              Visto oggi pomeriggio questo nuovo cartone animato dai creatori de L'era Glaciale ,io l'hò trovato carino,fra i doppiatori ho riconosciuto Alessandro Giannini mentre a doppiare la regina non sono riuscito a capire chi era,da consigliare !

              Commenta


              • Originariamente inviato da mr.unknown Visualizza il messaggio
                Non c'entra molto col topic ma non so dove postarlo... visto che si parla(va) di poetiche e/o stile dei vari registi... è quantomeno simpatico (e mi permette di augurare buone feste a tutti!):

                visto ieri anche io...il segmento scorsese è superbo asd

                Commenta


                • Originariamente inviato da axeman Visualizza il messaggio
                  visto ieri anche io...il segmento scorsese è superbo asd
                  Scorsese e Von Trier, fantastici asd

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da mr.unknown Visualizza il messaggio
                    Non c'entra molto col topic ma non so dove postarlo... visto che si parla(va) di poetiche e/o stile dei vari registi... è quantomeno simpatico (e mi permette di augurare buone feste a tutti!):

                    bellissimo:lol::lol::mrgreen:
                    "Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza"

                    Commenta


                    • Alice non abita più qui
                      Non m'ha preso neanche un po'. Nessun reale difetto che balza all'occhio, ma durante la visione ho controllato più volte l'ora sull'orologio per vedere quando finiva. Non m'è rimasto impresso nulla e probabilmente fra un mese lo avrò già dimenticato.

                      Re per una notte
                      Molto meglio questo lavoro di Scorsese. Ho avvertito qualche lungaggine qua e là, ma nel complesso è un ottimo film, con un umorismo insolito, che si palesa più nella trama in sé che nei dialoghi e mira a far sorridere anziché ridere e supportato da una performance solidissima di De Niro.

                      Commenta


                      • Red 2 .

                        Visto ieri sera,se il primo capitolo era bello anche questo sequel dimostra di esserlo,Catherine Zeta-Jones é sempre una gnocca,per il resto consiglio a tutti la visione di questo sequel !

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da outis81 Visualizza il messaggio
                          Bresson non è nelle mie corde
                          ma hai visto Il diario di un curato di campagna e Un condannato a morte è fuggito ? :huh:

                          Originariamente inviato da outis81 Visualizza il messaggio
                          grande "uso" della città e di Gershwin.
                          il prologo di Manhattan è puro Allen e puro cinema :sisisi:
                          "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                          Votazione Registi: link

                          Commenta


                          • Frances Ha

                            Greta Garwing non interpreta, ma vive un personaggio atipico e difficilmente dimenticabile. Ad accompagnarla è una regia tanto figlia alla Nouvelle Vague, tanto da riprendere in molti punti “Il maschio e la femmina” di Godard, dal quale riprende soprattutto i primi piani che in poco tempo riescono a riempire una scena, anche in pochi secondi e a imprimerla di tanta intensità, figlia della semplicità della protagonista stessa.
                            E’ una piccola perla, ma troppo derivativa e troppo fuori tempo massimo.

                            P.s. Ed Wood, imho, è il capolavoro di Burton, il punto più alto di tutta la sua filmografia. Dopo questo film il suo cinema comincerà ad essere incline verso uno stampo più commerciale, pur tirando fuori grandi film e inizierà a forgiarsi sempre più il fenomeno “burtoniano emo-dark” come lo conosciamo e come lo identifichiamo oggi.

                            Manhattan è il mio secondo film preferito di Woody. Al primo metterò sempre e comunque Amore e Guerra.

                            Commenta


                            • Come ti spaccio la famiglia: un'idiozia, per carità, ma ho riso parecchio; consigliato per una serata (decisamente) scacciapensieri! "Boner garage"

                              Commenta


                              • Tokyo Godfathers: non si dovrebbe fare (è al limite della legalità azzardare il paragone), ma spiace vedere che tutti stravedono per Miyazaki quando c'è(ra) un migliore Satoshi Kon sulla piazza. Questo film è un gioiellino, non ci sono arrivato subito ma ha il pregio di compensare sempre le parti drammatiche con alcuni intermezzi comici. In questo modo non si prende eccessivamente sul serio e non diventa un polpettone moralista di 90 minuti, per quanto sia pieno di umanità, amore e alcune sequenze decisamente commoventi.
                                Ora all'appello manca solamente Millennium actress.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X