annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'ultimo film che hai visto?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Crystal clear Visualizza il messaggio
    Ma infatti sono io che non sono abituato alla versione "Gidan vede e commenta rom-com per famiglie" xD
    Pensa che sabato dopo cena mi son sparato La liceale va al mare con l'amica di papà xD Guardo un pò di tutto e so anche apprezzare un pò di tutto, solo che dal cinema d'autore (che spesso vedo a cinema, a differenza di film come Il lato positivo che ho recuperato con calma su Sky Cinema) pretendo molto e vengo deluso molto più facilmente. Ecco, a volte capita questo: il film d'autore pecca di supponenza (registica, di sceneggiatura) sbracando completamente, mentre una commedia come quella di O.Russell si rivela a sorpresa più efficace, con tutti i limiti del caso.
    https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

    "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

    Commenta


    • Originariamente inviato da Gidan 89 Visualizza il messaggio
      solo che dal cinema d'autore (...) pretendo molto e vengo deluso molto più facilmente.
      L'ho intuito e anzi è stata proprio questa la chiave di lettura che ho finito per adottare nel leggerti, dopo la spontanea perplessità per qualche giudizio troppo severo su questo o quell'altro film di quest'anno.

      Commenta


      • Gidan89 è una spina nel c**o, se dovessi pensare che tutti gli spettatori sono critici come lui, non ci penserei neanche a provare a fare dei corti con alle spalle una produzione xD

        Commenta


        • Ahhaha, io non giro un cortometraggio da 3 anni perché sono troppo critico anche verso me stesso e scarto tutte le idee che mi vengono in mente asd Tranne una (te ne ho parlato) ma non è di facile realizzazione.
          https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

          "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

          Commenta


          • Originariamente inviato da henry angel Visualizza il messaggio
            Interessante il connubio linguistico- contenutistico tra riprese "crude e compiaciute" e la susseguente fotografia, definita "amatoriale".Bisognerebbe. calcolare nel "voyeurismo" (però) il tempo che serve per allestire un set con tutte le sue luci belle disposte ed armonizzate? L'idea di riprese un po' tirate via invece può far pensare ad un set ristretto ,con poca gente intorno a lavorare ( e guardare...), fatto di fretta appunto senza compiacersi? Sebbene "dispiacersi" lascerebbe un retrogusto moralisticheggiante anzichèno. Un altro atteggiamento possibile sarebbe quello della professionalità assuefatta e distaccata, che genera uno sguardo però più impersonale che d'autore.
            Credo più la prima, tutto in ordine e programmato, ma con risultarti discutibili.

            Commenta


            • Visto Blue Jasmine, non capisco chi lo ritiene un film fatto male, montaggio che peraltro ho apprezzato molto, poco didascalico e molto intuitivo.

              E la Blanchett è impressionante, è riuscita a reggere dei primi piani veramente insistenti con un carisma che erano anni che non vedevo su un'attrice. Mamma mia..

              Commenta


              • Io ho visto Blue Jasmine ieri. A parte l'interpretazione magnifica della protagonista, su cui penso siamo tutti d'accordo, non l'ho trovato per niente un bel film. Oltre alla regia automatica, come è stata definita da molti, tutto il film mi sembra un qualcosa di già visto. Insomma quante volte Allen ha messo in scena le stesse cose: il tema della psicosi, i rapporti interpersonali, il sesso... Cose già viste in diversi altri film. La differenza è che questo film non è supportato da una sceneggiatura adeguata. Secondo me in questo film la sceneggiatura, che altrove faceva la differenza, l'ho trovata sottotono, rispetto a quelle di cui ci aveva abituati.

                Commenta


                • Non è certo un film che punta sulla sceneggiatura.. è un film Jasmine-centrico, e per forna aggiungerei, se è ruscito a creare assieme alla Blanchett un personaggio così intenso.

                  Trovo che l'intreccio quasi banale, i risvolti quasi inesistenti, siano fatti apposta per far rimbombare maggiormente le bastonate prese da tutti i protagonisti. Rendiamoci conto che questo film non ha un solo vincitore, sono tutti sconfitti [dalta vita], chi più chi meno. Una visione cruda ma molto potente, a me basta questo per ritenerlo un ottimo film.

                  Commenta


                  • Il problema di questo film secondo me, umile spettatore, purtroppo è proprio questo. E' un film che presenta una data situazione e questa situazione resta tale fino alla fine, senza risvolti di alcun tipo, senza stravolgimenti. Sono d'accordo con te che il film sia incentrato sulla figura di Jasmine, ma una sceneggiatura così non l'avevo mai vista: il carattere comico, sempre presente, in tutte le situazioni, qua è inesistente. Forse Allen risente del clamore mediatico (casi pedofilia) che lo sta tartassando?

                    Commenta


                    • Dwight, ecco il mio parere su La vita di Adele


                      Recuperato finalmente.

                      Davvero notevole il lavoro di Kechiche nel riprendere le passioni dell'anima e del corpo e nell'inserirsi nelle pieghe dei sentimenti. Una regia che sta sempre attaccata alle due donne e che ne valorizza anche la sensualità dei corpi.

                      Un cinema maturo, che non si vergogna di mostrare le dinamiche delle passioni nei loro diversi risvolti.

                      Vero che forse qualcosina poteva essere tagliato, ma credo anche che ogni tanto l'inserimento di una musica extradiegetica avrebbe aiutato.

                      Ottime prove attoriali, anche se personalmente ho preferito la Seydoux nel ruolo di Emma, che non la Exarchopoulos in quello di Adèle. Ma alla fine sono gusti, hanno fornito entrambe una prova lodevole.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da outis81
                        Dwight, ecco il mio parere su La vita di Adele
                        Beh sono d'accordissimo. Un gran film. L'occhio con cui Kechiche "pedina" le sue attrici è sorprendente. La ricerca della "verità" in un gesto. Un film di sconvolgente evidenza e scioccante naturalismo.

                        --- Aggiornamento ---

                        Quindi votatelo!
                        La profonda mancanza di spiritualità di colui che non percepisce, ma giudica l’arte, il suo rifiuto e la sua mancanza di disponibilità a riflettere sul significato e sullo scopo della propria esistenza nel significato più alto del termine, assai sovente vengono mascherate con l’esclamazione primitiva fino alla volgarità: "Non mi piace!", "Non mi interessa!". Il bello è celato a coloro che non cercano la verità.

                        Commenta


                        • Beh in cinquina ci finirà sicuramente asd

                          Commenta


                          • La mia cinquina è:

                            La grande bellezza
                            Holy Motors
                            To the Wonder
                            La vita di Adele
                            The Wolf of Wall Street

                            Ordine alfabetico. Il primo già l'ho detto...

                            --- Aggiornamento ---

                            Sebbene faccia ridere che due film siano del 2012. asd
                            La profonda mancanza di spiritualità di colui che non percepisce, ma giudica l’arte, il suo rifiuto e la sua mancanza di disponibilità a riflettere sul significato e sullo scopo della propria esistenza nel significato più alto del termine, assai sovente vengono mascherate con l’esclamazione primitiva fino alla volgarità: "Non mi piace!", "Non mi interessa!". Il bello è celato a coloro che non cercano la verità.

                            Commenta


                            • Ragazzi, ma postate nel topic dei Bad Awards, almeno teniamo il topic attivo.
                              https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

                              "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da Green Arrow Visualizza il messaggio
                                In che senso?
                                E' pieno di errori di montaggio.
                                In un'inquadratura il bicchiere di birra è pieno, nell'altra è vuoto, nella successiva è ancora pieno.
                                Taglio su Django che beve. Inquadratura dopo prende il bicchiere dalla tavola e se lo porta alla bocca.
                                Sono errori che ho visto pure alla prima visione e mai mi era capitato in un film di Tarantino.
                                Si sente tantissimo, secondo me, la mancanza della Menke tanto è vero che ho pensato che il 50% dei meriti dei film di Quentin sono suoi.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X