annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'ultimo film che hai visto?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da NiKeS
    Raimi-Burton
    Webb-Schumacher
    ???-Nolan

    Snyder-Nolan (a condizione che Snyder si allontani dal suo Man of steel)

    Del Toro lo vedo come una via di mezzo tra Nolan e Raimi, i suoi Blade e Hellboy hanno molto più comic-style rispetto ai Batman di Nolan.
    Non importa che poteri hai. Ma come li userai.La mente e lo spirito devono essere più forti del corpo che li contiene.

    Commenta


    • Per me Batman Returns ancora non si batte, ma gli Spiderman di Raimi sono ottimi. Webb è riuscito a non farmi andare al cinema, così come già è riuscito Snyder a farmi passare l'interesse per un film con Batman, cosa inaudita per chi mi conosce.
      Ieri ho rivisto Closer. Gran film, grandi attori (Clive Owen e Natalie Portman su tutti), è un'opera a suo modo angosciante.
      https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

      "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

      Commenta


      • Rivisto Cloud Atlas. Mamma mia, che filmone! Mi è piaciuto addirittura più della prima volta.

        Commenta


        • Closer per anni è stato uno dei miei film preferiti. Già solo per la sequenza iniziale si rende indimenticabile. I dialoghi diventano man mano feroci e mai volgari. E credo che il titolo rappresenti la chiusura dei protagonisti nonostante le continue interazioni reciproche, una vera e propria incomunicabilità moderna.

          Commenta


          • Originariamente inviato da Roy E. Disney Visualizza il messaggio
            Closer per anni è stato uno dei miei film preferiti. Già solo per la sequenza iniziale si rende indimenticabile. I dialoghi diventano man mano feroci e mai volgari. E credo che il titolo rappresenti la chiusura dei protagonisti nonostante le continue interazioni reciproche, una vera e propria incomunicabilità moderna.
            I protagonisti sono tutti egocentrici, ognuno è interessato solo agli interessi personali, al piacere immediato. Per questo, nessuno di loro riesce ad avere una relazione stabile, è proprio il concetto di "costruzione" della coppia che viene a mancare, si va avanti solo per istinti primari. La scena (divertentissima) della chat in fondo è emblematica: le dinamiche delle chat sono lo specchio (e viceversa) delle dinamiche della vita vera, essere "closer" è uno status dell'uomo contemporaneo, "l'altro" è solo uno strumento, una boa da raggiungere e superare, per poi magari raggiungere nuovamente ma senza soluzione di continuità.
            Però, all'interno di questo scenario, ci sono dei distinguo da fare:
            Spoiler! Mostra
            https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

            "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

            Commenta


            • In questo periodo mi sto riguardando i film di Robin Williams (era grande in ogni suo ruolo, riusciva ad impreziosire anche i film mediocri).
              E mi sto riguardando anche i film della PIXAR (insuperabili)
              Non importa che poteri hai. Ma come li userai.La mente e lo spirito devono essere più forti del corpo che li contiene.

              Commenta


              • L'ultimo film che ho visto io è stato "Only lovers left alive" di Jim Jarmusch. Purtroppo non ho visto altri film di questo regista, quindi non posso inquadrare il film nella filmografia dell'autore. Comunque, che dire? Mi è piaciuto. Tom Hiddleston lo avevo visto già in The Avangers e in Midnight in Paris... qui l'attore dà vita a un vampiro esistenzialista, malinconicamente rock. La sua unica ragione di vita pare essere l'amata, interpretata da una meravigliosa Tilda Swinton. La pellicola procede lenta (ma per me non è un difetto) fino all'arrivo di Mia Wasikowska, il personaggio più dinamico della storia. La fotografia è cupa (la maggior parte delle scene sono notturne) e la colonna sonora è splendida. L'idea di inserire il personaggio di Christopher Marlowe, poi, l'ho trovata geniale... Non penso che "Only lovers left alive" sia un capolavoro, ma per me è un gioiello che merita come minimo lo stato di "cult-movie".

                CUORI IN CARICA. Segui la pagina Facebook.
                https://www.facebook.com/pages/Cuori...522522?fref=ts

                Commenta


                • Originariamente inviato da Green Arrow Visualizza il messaggio
                  Rivisto Cloud Atlas. Mamma mia, che filmone! Mi è piaciuto addirittura più della prima volta.
                  effetto "come il vino" per questo film, confermo :seseh:

                  Commenta


                  • Alejandro Jodorowsky's Dune

                    Documentario sul Dune mai realizzato da Jodorowsky, che, probabilmente, sarebbe stato un capolavoro della fantascienza e del cinema in generale. Il documentario è ben realizzato e fornisce un interessante punto di vista sul cinema e sul fare cinema, su quel cinema di cui qui dentro capita di parlare, del cinema d'Autore, spesso senza vedere esattamente cosa ci sta dietro.
                    Le riflessioni e le idee di Jodorowsky, la passione con cui parla, la rabbia, la frustrazione, la gioia, sono qualcosa che qualsiasi amante del cinema dovrebbe vedere, si imprimono nella mente e fanno fatica ad uscirne. Un genio.

                    "I think I would cry. And I start to see the picture and step by step, step by step, step by step I became happy, because the picture was awful!" (Jodorowsky parlando del Dune di Lynch.)

                    Commenta


                    • Moltissimo. Dura anche poco (90 minuti) quindi non è un impegno estremo xD
                      Lascia un grande magone pensare che non vedremo mai quel film, e pensare a cosa sarebbe stato.

                      Commenta


                      • dalle macerie di quel film però uscì alien...

                        "Il cinema è un arte soggettiva, quanto la musica, belli i 5 alti bello sentire pareri discordanti ai propri, ma alla fine sono io, uno schermo e tutto quello che ci passa di mezzo."

                        "Le barbarie sono lo stato naturale dell'umanità, la civiltà è solo un capriccio dell'evoluzione e delle circostanze". cit.


                        ~FREE BIRD~

                        Commenta


                        • Beh mi hai incuriosito parecchio

                          Questo tipo di documentari è sempre intrigante (tipo il Kinsky di Herzog o anche Hearts of Darkness su Apocalypse Now), a maggior ragione in questo caso su un progetto non realizzato che potenzialmente poteva essere una bomba.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Variabile Ind. Visualizza il messaggio
                            dalle macerie di quel film però uscì alien...
                            Il che la dice lunga su cosa non sarebbe stato

                            --- Aggiornamento ---

                            Originariamente inviato da outis81 Visualizza il messaggio
                            Beh mi hai incuriosito parecchio

                            Questo tipo di documentari è sempre intrigante (tipo il Kinsky di Herzog o anche Hearts of Darkness su Apocalypse Now), a maggior ragione in questo caso su un progetto non realizzato che potenzialmente poteva essere una bomba.
                            Visto che ti piace questo tipo di film (piace molto anche a me), guarda anche "lost in la mancha", sul don chisciotte mai terminato di terry gilliam

                            Commenta


                            • The Raid 2

                              Come il primo, trasuda tutto il talento di Evans. Talento nel girare e montare scene d'azione che questa volta sono inserite all'interno di 150 minuti, dove la trama è i personaggi tagliati con l'accetta appesantiscono l'interminabile durata.
                              Un'occasione sprecata, che utilizza una misera e già dimenticabile storia come pretesto per far partire le scazzottate.
                              Perché, il primo? Si, ma quello durava meno e tutto era comunque funzionale.

                              Commenta


                              • Ho letto. Non ci credo finchè non lo vedo. Quel film ha una storia talmente travagliata da farmi dubitare anche quando avrò finito di vederlo asd

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X