annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'ultimo film che hai visto?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ho sentito pareri discordanti anche su Birdman e Vizio di forma, American Sniper definito “carino” asd ….era il forum che prendeva vita.
    Poi era uno che parlava dopo esserseli comprati… su Birdman diceva “l’aveva fatto pure Sokurov”.. su PT “ho dovuto rivedere la prima mezz’ora due volte”… ci mancava solo che dicesse “ho visto Interstellar 3 volte in sala” e avrei giurato di trovarmi un outis vivente dietro di me asd

    Commenta


    • fog

      un horror classico, carpenter gioca con maestria attraverso elementi topici come la notte, la nebbia, gli spiriti/zombie

      è permeato da quel senso d'impotenza verso creature ed esseri sfuggevoli che è tipico del suo cinema. altro elemento carpenteriano il rapporto con lo spazio interno/esterno: l'architettura (abitacolo di un'auto, stiva di una nave, una chiesa, un'astronave o una base lunare/polare che siano) non protegge mai dalle insidie

      voto 8
      firma 3.jpg

      Commenta


      • Goodfellas in Piazza Maggiore (Bo) a Cinema sotto le stelle.

        Filmone di rara perfezione, sempre una gioia rivederlo. Scorsese scatenato a livelli irripetibili. Montaggio veloce, colonna sonora non-stop, battute e sequenze cult come se piovesse. E non ultimo, attori scolpiti nel mito in stato di grazia. Goduria.
        [FONT=lucida grande]"Il cinema non fornisce ciò che desideri, ti spiega come desiderare." Slavoj Žižek

        Commenta


        • Ho visto Saving Mr. Banks, aldilà che sia veritiero o meno, film meraviglioso, magico, Thompson e Hanks giganti, Giamatti bellissima sorpresa, Farrel un po' fuori luogo a volte.. comunque, bellissimo film, di cuore :musino:

          Commenta


          • Ex Machina

            Discretamente interessante questa produzione inglese, sci-fi che non fa dell'originalità di certo il suo punto di forza, ma quanto l'ambiguità intrinseca dei personaggi (bravissimo Isaac) e nella sessualità senza cedere troppo il fianco a facili moralismi o compiacimenti.


            "Spesso contraddiciamo una opinione, mentre ci è antipatico soltanto il tono con cui essa è stata espressa."

            Commenta


            • La voce della luna di Federico Fellini

              Genialità allo stato puro. Senza dubbio uno dei migliori film italiani degli ultimi 30 anni. 2 ore di una densità visiva pazzesca, come solo Fellini sapeva fare. Maestoso.
              https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

              "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

              Commenta


              • Un testamento artistico.
                Rabbia e pianti nel finale.

                Parlando degli ultimi 30 anni.. il penultimo Antonioni è troppo dimenticato e sottovalutato.
                Forse la sua poetica era già superata in quel decennio, ma rimane un grande film.

                Commenta


                • Originariamente inviato da Roy E. Disney Visualizza il messaggio
                  Un testamento artistico.
                  Rabbia e pianti nel finale.

                  Parlando degli ultimi 30 anni.. il penultimo Antonioni è troppo dimenticato e sottovalutato.
                  Forse la sua poetica era già superata in quel decennio, ma rimane un grande film.
                  Per ultimo Antonioni intendi Al di là delle nuvole? Il tocco del maestro si vede e solo questo basterebbe per renderlo comunque un film imperdibile. Però, l'episodio centrale con Jean Reno e Peter Weller lo trovo troppo lento e poco significativo rispetto al tempo che si prende, affloscia un pò tutto il resto. E' un film di Antonioni si, ma un Antonioni minore. Discorso diverso invece per La voce della luna, un filmone che non sfigura di fronte ai pezzi forti della filmografia del genio riminese.
                  https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

                  "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                  Commenta


                  • Mai visto, ma mi sembra che quando fu presentato a Cannes fu subissato dai fischi. Un triste epilogo per Fellini.

                    Commenta


                    • Anche "La calda amante" di Truffaut fu sommerso da fischi, per dirne una. E invece è un film meraviglioso.

                      Comunque l'episodio più forte è proprio il finale, col monologo di Malkovich che esprime tutta la poetica di Antonioni.
                      Tutta una carriera in pochi secondi e gli U2 con Eno nei titoli di coda.
                      Certamente non un capolavoro, ma un supremo epitaffio. Quanto lo amo...

                      Commenta


                      • Il Nastro Bianco:

                        Torna il ricattatorio,l'angoscioso,anche se in salsa decisamente più easy, cinema di Michael Haneke(Funny Games)che proprio grazie a queste premesse da cinema per "tutti" si aggiudicò il massimo premio a Cannes,un film che oscilla costantemente trà l'ansia e situazioni da caso umano senza però far mai farti vedere i fattacci in presa diretta.

                        VOTO:2/5

                        "Utilizzo le mie capacità nel modo più completo, il che io credo è il massimo che qualsiasi entità cosciente possa mai sperare di fare"

                        Commenta


                        • FUORI ORARIO

                          mi mancava questa chicca di scorsese, veramente godibile nel suo turbinio di situazione sempre più assurde e grottesche che circondano il protagonista come una spirale di sfiga senza fine, ingiustamente un pò dimenticato, da riscoprire.

                          "Il cinema è un arte soggettiva, quanto la musica, belli i 5 alti bello sentire pareri discordanti ai propri, ma alla fine sono io, uno schermo e tutto quello che ci passa di mezzo."

                          "Le barbarie sono lo stato naturale dell'umanità, la civiltà è solo un capriccio dell'evoluzione e delle circostanze". cit.


                          ~FREE BIRD~

                          Commenta


                          • La prima volta che lo vidi mi prese dall'inizio alla fine.
                            Atipico per Scorsese e quasi un preludio al Norton di Fight Club.

                            Commenta


                            • Io del film non sopporto proprio il protagonista. Uno Scorsese "minore" imho.

                              Commenta


                              • So che hai sofferto per questo e Cape Fear, lo so asd lo so dai tempi in cui te ne andavi in giro moderando con l'avatar di Casino' asd

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X