annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'ultimo film che hai visto?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Inoltre,trovo sempre molto bello attribuirsi autonomamente la qualifica di imparziale :sisisi:

    Commenta


    • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
      L'immagine viene recepita diversamente da ognuno di noi fortunatamente. Chi è parziale e vuole smerdare Eastwood (Seven) ci vede la retorica. Chi invece è imparziale e non ha niente contro Eastwood (Sensei della montagna), vi vede un evidente atto d'accusa contro gli USA.

      Ognuno interpreta l'immagine come meglio crede. Che bello quando non vi sono i dialoghi che inclinano l'interpretazione.
      Eh, fossero solo i dialoghi a "inclinare", come dici, l'interpretazione! Anche un doc senza voce narrante può essere ideologicamente orientato sai? Le immagini non sono mai neutre. Forse giusto quelle delle telecamere di sicurezza.

      Tra l'altro non conosco personalmente Seven, ma non credo abbia assolutamente nulla contro Eastwood. Io lo amo molto, ma sono rimasto comunque infastidito da alcuni momenti del film in questione.

      Commenta


      • Tra il sottoscritto e Seven c'è una lunga guerra tra chi sia meglio tra Spielberg ed Eastwood, quindi fondamentalmente finiamo sempre con il litigare.

        complimenti, ci vuole coraggio per ammettere i propri stessi errori asd


        Quali film ideologicamente non affini al sottoscritto avrei demolito? I filmacci pro-USA? Vabbè quelli fanno schifo di loro.

        Commenta


        • comunque ragazzi, io oramai credo di avere problemi di comunicazione seri con tutti voi. non so scrivere ... non è possibile che per una battutina del cacchio che scrivo, mettendoci pure la faccina con la lingua, venga presa così sul serio da scatenare sta discussione.

          ditemi, cosa devo fare per farmi capire? mettere 20 faccine? devo scrivere [Joking mode on] ogni volta? ditemi.


          P.S. American Sniper l'ho apprezzato, ma non troppo. ottima la regia, ottimi gli intenti...molta ma molta ambiguità sul tema, nonchè molto facile la trattazione di alcuni svolgimenti. ma non l'ho affatto odiato per la sua presunta ideologia di fondo

          P.P.S. Eastwood che smerda il patriottismo americano? ehm, no dai.
          CIO' CHE PIACE E CIO' CHE E' BELLO, BADATE BENE, SONO DUE E DUE COSE SOLTANTO!
          cit. me stesso

          Commenta


          • Kyle era uno che nella sua autobiografia ha scritto di essere contento di ammazzare gli iracheni...con un tipo del genere mica potevi stravolgere la sua figura? A maggior ragione per il fatto che è morto da appena 2 anni circa e sopratutto ha tutti i parenti ed i conoscenti ancora in vita.

            Le zone d'ombra sono calcate benissimo. Meno male che non l'ha diretto Spileberg, altrimenti mi diveniva un santo.

            Commenta


            • Io adoro Eastwood e questo film mi ha letteramente fatto venire voglia di rivedere flags e iwo jima,per levarmi dagli occhi il fastidio che mi hanno provocato certe scene di questa pellicola.

              Commenta


              • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio


                Quali film ideologicamente non affini al sottoscritto avrei demolito? I filmacci pro-USA? Vabbè quelli fanno schifo di loro.
                OGNI film di cui parli lo analizzi SEMPRE attraverso una lente che si riduce alla dicotomia "SISTEMA/ANTISISTEMA" e tutto ciò che dici di un film ruota sempre intorno a questo. non è un'ideologia politica in senso stretto, ma il meccanismo per me ci assomiglia.
                CIO' CHE PIACE E CIO' CHE E' BELLO, BADATE BENE, SONO DUE E DUE COSE SOLTANTO!
                cit. me stesso

                Commenta


                • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                  L'immagine viene recepita diversamente da ognuno di noi fortunatamente. Chi è parziale e vuole smerdare Eastwood (Seven) ci vede la retorica. Chi invece è imparziale e non ha niente contro Eastwood (Sensei della montagna), vi vede un evidente atto d'accusa contro gli USA.
                  Guarda, sicuramente hai ragione tu. Deve essere così per forza :seseh:

                  Ognuno interpreta l'immagine come meglio crede. Che bello quando non vi sono i dialoghi che inclinano l'interpretazione.
                  Bisogna anche saperla leggere l'immagine, senza preconcetti. Se ti approcci a un nuovo film di Eastwood con la fissa (tutta tua) che sia un autore "contro l'America" è come avere le fette di salame sugli occhi e sfido io che anche la più palese dimostrazione non riesca a convincerti...

                  Ti sei ricreduto su Scott e questo dovrebbe farti capire quanto sono labili le tue fisse.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                    Kyle era uno che nella sua autobiografia ha scritto di essere contento di ammazzare gli iracheni...con un tipo del genere mica potevi stravolgere la sua figura? A maggior ragione per il fatto che è morto da appena 2 anni circa e sopratutto ha tutti i parenti ed i conoscenti ancora in vita.

                    Le zone d'ombra sono calcate benissimo. Meno male che non l'ha diretto Spileberg, altrimenti mi diveniva un santo.
                    Appunto, Spielberg, per come è ideologicamente orientato, probabilmente non l'avrebbe manco girato un film tratto da quel libro. Eastwood l'ha fatto e francamente IO mi sarei aspettato che il regista di GRAN TORINO traesse delle conclusioni più sfumate e meno "patriottarde", proprio perché la figura originale era così controversa... Tra l'altro, controversa per noi! Perché ricordiamoci che per l'Americano Medio quel tizio è un Eroe e punto.

                    Ecco, mi aspettavo un Eastwood più Americano Alto che Medio.

                    Commenta


                    • Scott era una bufala, lo credevo un vero artista che soffriva e combatteva per la libertà artistica ed invece s'è dimostrato una grande p.....(vabbè avete capito). Ora mi restano solo loro tre (compreso Eastwood) per ora tra i viventi (vorrei che diventassero 10, devo trovare altri 7).

                      Nella poetica di Eastwood vi è la difesa dei valori. I valori USA sono Dio, Famiglia e Patria. Lo Stato USA sfrutta quindi i valori per alienare e lobotomizzare la massa degli americani medi per mandarli contro uno "pseudo" nemico della patria e quindi piega e svilisce i valori di destra per i suoi più beceri scopri.

                      Eastwood è contro questo.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da ColonelBlimp
                        Eh, fossero solo i dialoghi a "inclinare", come dici, l'interpretazione! Anche un doc senza voce narrante può essere ideologicamente orientato sai? Le immagini non sono mai neutre. Forse giusto quelle delle telecamere di sicurezza.

                        Tra l'altro non conosco personalmente Seven, ma non credo abbia assolutamente nulla contro Eastwood. Io lo amo molto, ma sono rimasto comunque infastidito da alcuni momenti del film in questione.
                        Idem.. Eastwood peraltro è uno dei miei registi preferiti, Iwo Jima/Flags of our fathers, Mystic River, Million Dollar Baby, GRAN TORINO.. Clint non è mai stato retorico, mai. Ci è caduto con American Sniper, chissenefrega, è un filmetto scemo in una cinematografia enorme, soprattutto nel decennio 1997/2007 (circa, magari sono 12 anni [schiavo], non sono andato a controllare)..

                        Continuo ad amarlo come regista, capace di raccontare diverse facce di una stessa medaglia con grande onestà e senza cadere nell'autocelebrazione (che nel suo caso specifico sarebbe quasi inevitabile), capace di creare personaggi ambigui ma anche puri e stilizzati in quanto veicoli morali.. non gli è riuscito quasi nulla di tutto ciò con AS, ripeto, chissenefotte, capita anche ai migliori.. ma a me sembra davvero strano che non si vedano certe cose, tanto più che mi riterrei quasi un fanboy di Eastwood anch'io, ad una certa. Ha inanellato un filotto di capolavori che ritengo in pochi nella storia del cinema hanno saputo replicare.. cioè:



                        A cui potrei aggiungere come ottimi film:



                        Non può essere perfetto.. non lo è nessuno.. ma quei "magnifici 7" rimarranno indelebili nella storia del cinema, come rimarrà nella storia del niente American Sniper.

                        Commenta


                        • Toglierei Flags a favore degli Spietati nella lista dei capolavori. a questo punto se includi l'anno 1997, direi che possiamo andare indietro sino al 1992 (includendo Gli Spietati ed Un Mondo Perfetto e I Ponti di Madison County).

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                            Tra il sottoscritto e Seven c'è una lunga guerra tra chi sia meglio tra Spielberg ed Eastwood, quindi fondamentalmente finiamo sempre con il litigare.
                            Perchè siete due pirla assolutisti :seseh:

                            Poi si può FARE i pirla, come faccio io asd Ma ad un certo punto dovrebbe venir voglia di abbandonare la maschera ed essere un attimo onesti..

                            - - - Updated - - -

                            Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                            Toglierei Flags a favore degli Spietati nella lista dei capolavori. a questo punto se includi l'anno 1997, direi che possiamo andare indietro sino al 1992 (includendo Gli Spietati ed Un Mondo Perfetto e I Ponti di Madison County).
                            Parlavo di filotto, quelli sono tutti consecutivi.. a memoria di gente che non ne ha sbagliato uno, così di fila, ci sono forse i Coen, forse Spielberg.. ma fu un periodo in cui ogni cosa dirigeva io ed i miei amici si prendeva il biglietto a priori, e si usciva dal cinema davvero pieni di entusiasmo, mi ricordo quel periodo, ed ero comunque un ragazzino..

                            Poi Clint ha fatto dei filmoni anche prima, ovvio.. Un mondo perfetto mi manca, gli altri due che citi sono due grandi film indubbiamente :seseh:

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da bluclaudino Visualizza il messaggio
                              Un mondo perfetto mi manca,
                              Pure a me. Siccome sono SICURO che mi piacerà un botto, continuo a rimandare il piacere.

                              Sì esatto non dimenticate il primo periodo western: IL CAVALIERE PALLIDO e IL TEXANO DAGLI OCCHI DI GHIACCIO sono due filmoni. E perfino una cazzatona col botto come GUNNY (destrorso quant'altri mai, peraltro) lo rivedo ogni santa volta che lo passano in TV.

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                                Kyle era uno che nella sua autobiografia ha scritto di essere contento di ammazzare gli iracheni...con un tipo del genere mica potevi stravolgere la sua figura? A maggior ragione per il fatto che è morto da appena 2 anni circa e sopratutto ha tutti i parenti ed i conoscenti ancora in vita.

                                Le zone d'ombra sono calcate benissimo. Meno male che non l'ha diretto Spileberg, altrimenti mi diveniva un santo.
                                No, dai.. la figura della moglie, una delle poche che pongono un punto di vista diverso nella lettura del tema, viene liquidata in due scene e dipinta come la classica casalinga da pecorizzare alla bisogna.. idem l'altro soldato che vuole andare a casa..

                                Spielberg non avrebbe mai scelto Kyle come protagonista, perchè non è nelle sue corde, non c'è niente di romantico nella figura di Kyle, è semplicemente un sottoprodotto di scarto della cultura espansionistica statunitense. A spielberg interessano le figure collaterali, se dovesse scegliere un personaggio di una nave di pirati non sceglierebbe nè il capitano, nè il secondo, nè il timoniere.. sceglierebbe il mozzo, il cuoco.. così come Anderson ha scelto il Lobby Boy.

                                Quindi posto che Spielberg non c'entra, in principio l'errore è l'aver scelto Kyle come protagonista, è una figura troppo radicale per trarne qualcosa di interessante.. un buon film su di lui forse l'avrebbe tirato fuori Tarantino, esorcizzando la figura del supereroe pazzoide e rendendo volutamente macchiettistica la vicenda, oltre che dando dei ruoli più marcati anche ai "nemici"..

                                - - - Updated - - -

                                Originariamente inviato da ColonelBlimp Visualizza il messaggio
                                Appunto, Spielberg, per come è ideologicamente orientato, probabilmente non l'avrebbe manco girato un film tratto da quel libro. Eastwood l'ha fatto e francamente IO mi sarei aspettato che il regista di GRAN TORINO traesse delle conclusioni più sfumate e meno "patriottarde", proprio perché la figura originale era così controversa... Tra l'altro, controversa per noi! Perché ricordiamoci che per l'Americano Medio quel tizio è un Eroe e punto.

                                Ecco, mi aspettavo un Eastwood più Americano Alto che Medio.
                                T'oh.. giuro che non ti avevo letto, GIURO

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X