annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'ultimo film che hai visto?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • mai visto Jesse James, mi ricordo che lo davano spesso in tv quando ero un ragazzino, all'epoca mi basavo anche sui voti del sorrisi e canzoni sul digitale terrestre che dava da una a cinque stelline e Jasse James ne aveva UNA, quindi mi rifiutai di vederlo XD

    Commenta


    • Jesse James è un film grandioso. Fa piangere da quanto è bello.

      Commenta


      • La gloriosa annata 1993 (cit.) Sensei

        - - - Updated - - -

        VabÈ che quelle stelle erano messe ogni tanto un po random, mi ricordo ancora the millionaire a 5 stelle piene

        Commenta


        • Blackhat (2015) , di Michael Mann
          Prova a farti un giro per la tangenziale. Mann riesce a catturare benissimo la poesia urbana delle strade urbane e extra-urbane delle grandi città, con uno sfondo notte sfocato e fuori fuoco.
          I paesaggi industriali mi commuovono (Michael Mann e Sensei).

          Commenta


          • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
            Prova a farti un giro per la tangenziale.
            che detta così ... asd
            CIO' CHE PIACE E CIO' CHE E' BELLO, BADATE BENE, SONO DUE E DUE COSE SOLTANTO!
            cit. me stesso

            Commenta


            • Mistress America, di Noah Baumbach
              Molto bello. Non raggiunge i livelli di Frances Ha, ma anche con questo film Greta Gerwig e Baumbach realizzano un prodotto frizzante, pieno di vita, allegro ma con una vena di dolce malinconia. Tutta la parte a casa dell'amica assolutamente geniale.

              These Daughters of Mine, di Kinga Debska
              Un po' troppo esagerato nella sua drammaticità per i miei gusti.

              Commenta


              • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                Prova a farti un giro per la tangenziale. Mann riesce a catturare benissimo la poesia urbana delle strade urbane e extra-urbane delle grandi città, con uno sfondo notte sfocato e fuori fuoco.
                I paesaggi industriali mi commuovono (Michael Mann e Sensei).
                Siamo assolutamente d'accordo, Mann è penso il più grande "poeta urbano" del cinema contemporaneo. Ma se hai visto Heat, Collateral e Miami Vice penso concorderai con me che in questo caso è venuto meno quel sostrato narrativo che permette al regista di sviluppare al massimo la sua poetica.

                Commenta


                • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                  Prova a farti un giro per la tangenziale. Mann riesce a catturare benissimo la poesia urbana delle strade urbane e extra-urbane delle grandi città, con uno sfondo notte sfocato e fuori fuoco.
                  I paesaggi industriali mi commuovono (Michael Mann e Sensei).
                  ma questo è indubbio. Mann è un maestro del linguaggio. il problema di Blackhat è che non si capisce una mazza di dove il film voglia andare a parare. Meravigliose immagini a condimento di una trama che sta ancora facendo baldoria con gli amici perchè l'ho definita tale.asd

                  Commenta


                  • Ma "(Michael Mann e Sensei)" è un sottotesto? xD

                    Commenta


                    • Dei film citati ho visto Heat e Collateral.

                      Il primo devo rivederlo, perchè mi accordo di averlo "leggermente" sottovalutato (oppure no?). Collateral fu il mio primo approccio con Mann. Ruppi le scatole ai miei per andare al cinema a vedere un film del genere, perchè per loro era un film troppo violento dal trailer per la mia età (10-11 anni). Ma quando lo vidi al cinema, mi folgorò (anche se restai catturato più dall'aspetto storia, anche se mi piacevano le immagini usate. Non potevo immaginare che stavo vedendo un film che avrebbe fatto la storia del cinema per l'uso del digitale).

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                        Dei film citati ho visto Heat e Collateral.

                        Il primo devo rivederlo, perchè mi accordo di averlo "leggermente" sottovalutato (oppure no?). Collateral fu il mio primo approccio con Mann. Ruppi le scatole ai miei per andare al cinema a vedere un film del genere, perchè per loro era un film troppo violento dal trailer per la mia età (10-11 anni). Ma quando lo vidi al cinema, mi folgorò (anche se restai catturato più dall'aspetto storia, anche se mi piacevano le immagini usate. Non potevo immaginare che stavo vedendo un film che avrebbe fatto la storia del cinema per l'uso del digitale).
                        Prova a rivederli, sono curioso di sapere come li valuteresti adesso.

                        E recupera anche Miami Vice

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Roy E. Disney Visualizza il messaggio
                          Ma "(Michael Mann e Sensei)" è un sottotesto? xD
                          Ho un libro di critica uscito di recente su Michael Mann (La Città e la notte) e sul retro della copertina c'è questa citazione di Mann che rispecchia appieno l'idea del sottoscritto sul paesaggio urbano. Anche se il sottoscritto preferisce i paesaggi industriali decadenti, perchè sintomo del fallimento del sistema proto-capitalistico e dell'intero genere umano.

                          Prova a rivederli, sono curioso di sapere come li valuteresti adesso.

                          E recupera anche Miami Vice
                          Collateral è inutile che lo recuperi, perchè l'ho visto e rivisto poi tantissime volte (credo che se la giochi per il primo posto tra i film più visti dal sottoscritto) ed è un capolavoro assoluto. Il miglior neo-noir del nuovo millennio forse. Se la gioca con Brother di Kitano.

                          Miami Vice voglio vederlo prima o poi. Mi ha frenato il fatto che non ho mai capito se è un film legato alla serie TV (che non ho visto), oppure è indipendente, è un reboot, o tutt'altro.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Roy E. Disney Visualizza il messaggio
                            Ma "(Michael Mann e Sensei)" è un sottotesto? xD
                            No è una figura retorica: l'antitesi.asd

                            Commenta


                            • Lol asd

                              Commenta


                              • ma questo è indubbio. Mann è un maestro del linguaggio. il problema di Blackhat è che non si capisce una mazza di dove il film voglia andare a parare. Meravigliose immagini a condimento di una trama che sta ancora facendo baldoria con gli amici perchè l'ho definita tale.asd
                                Infatti la storia in sè è robetta. Hemsworth come hacker non convince (non a caso durante l'intervallo alcuni signori discutevano su questo fatto), ma recita bene, insieme a Rush la sua miglior interpretazione.
                                Che il cattivo sia robetta rispetto ad altri suoi film concordo. Forse era meglio fare un film di sole immagini urbane e zero storia.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X