annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'ultimo film che hai visto?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Mai tifato per i vegani quando c'é stata la possibilitá di tifare per i carnivori :seseh:

    In una guerra civile vegana probabilmente parteggerei per le patate :seseh:

    Commenta


    • The Prestige (2006), di Christopher Nolan


      L'avevo visto solo qualche anno fa, e da allora mai più rivisto.

      Davvero un gran bel film, non me lo ricordavo così valido. Una bella storia messa in scena in modo molto elegante, un bellissimo montaggio, Pfister al meglio, bella musica e un cast molto valido, tra cui spicca Jackman.

      Ecco, sicuramente lo metto al top del regista assieme a TDK e Interstellar. E devo dire che non mi dispiacerebbe se tornasse a fare film di questo tipo.

      Commenta


      • Originariamente inviato da SE7EN Visualizza il messaggio
        Complimenti, hai compiuto un altro passo verso la VERITÀ xD


        Non cambia niente. La ricerca e le azioni dei protagonisti portano a quel finale e assecondano il climax, quindi è giusto che la narrazione non vada oltre.
        Niente, non hai capito cosa ti sta/stiamo dicendo.
        https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

        "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

        Commenta


        • Oh zioporco parlo e scrivo italiano anch'io dopotutto asd

          Fate come vi pare, quelli che hanno problemi col film siete voi

          Commenta


          • Originariamente inviato da outis81 Visualizza il messaggio
            The Prestige (2006), di Christopher Nolan


            L'avevo visto solo qualche anno fa, e da allora mai più rivisto.

            Davvero un gran bel film, non me lo ricordavo così valido. Una bella storia messa in scena in modo molto elegante, un bellissimo montaggio, Pfister al meglio, bella musica e un cast molto valido, tra cui spicca Jackman.

            Ecco, sicuramente lo metto al top del regista assieme a TDK e Interstellar. E devo dire che non mi dispiacerebbe se tornasse a fare film di questo tipo.
            A mio parere il miglior Nolan di sempre, il suo Incontri Ravvicinati, la sua Nona, la summa della sua poetica.. ed uno dei miei film preferiti, che inspiegabilmente ho dimenticato di là xD Spicca Jackman ma anche Bale in grandissimo spolvero, e non da meno le due co-protagoniste femminili Hall (sublime) e Johansson.. David Bowie "cameo" da colpetto al cuore, Serkis che ti entra a gamba tesa così, senza annunciarsi, un cast davvero magnifico..

            Alla prima visione mi impressionarono davvero molto scenografie e costumi, alla seconda mi impressionò tutto il resto.. alla ventesima (?) continua ad impressionare in tutto, anche nelle cose che già so che accadranno, sarà che voglio usarlo per forza quel terminaccio (asd) ma in fin dei conti fregacazzi, per me è davvero un capolavoro, forse l'unico prodotto da Nolan fin'ora :seseh: Coadiuvato poi da uno script monolitico, senza la minima sbavatura, senza fottuti spiegoni, con un ritmo incalzante, un montaggio perfetto anche e soprattutto nelle sezioni in flashback.. una fotografia molto delicata, musiche atmosferiche mai ingombranti ed anzi, che lasciano spazio al "rumore di fondo" quando devono (la pallina che rimbalza, i fulmini).

            Capolavoro di un genere che è un mix di generi.. un film bellissimo :seseh: Se Nolan tornerà mai qui, dove il suo stile può risaltare più che in altri generi, ben venga.. ci si trova bene, in mezzo a viuzze sterrate e macchine anacronistiche :seseh:

            Commenta


            • Originariamente inviato da bluclaudino Visualizza il messaggio
              A mio parere il miglior Nolan di sempre[...]
              È sicuramente uno dei suoi film più belli, tra l'altro con un sottotesto tra magia e cinema tutt'altro che banale, e uno dei suoi più "malickiani" nel montaggio, con pochi momenti davvero di altissimo livello.

              Come regista io trovo che Nolan sia migliorato parecchio da questo film, e che comunque con Interstellar abbia raggiunto dei livelli decisamente superiori. Vero però che nella scrittura The Prestige ha molte meno sbavature e complessivamente è più organico.

              Ho appena finito di rivedere Batman Begins. Un filmone anche questo, accidenti... non me lo ricordavo così bello. Paga solo un terzo atto un po' troppo "tradizionale", ma primo e secondo sono molto belli.


              Originariamente inviato da SE7EN Visualizza il messaggio
              Oh zioporco parlo e scrivo italiano anch'io dopotutto asd

              Fate come vi pare, quelli che hanno problemi col film siete voi
              Anch'io non vedo tutti questi problemi di scrittura per Essi vivono, per me va bene così com'è. Semplicemente per i miei gusti è tutto troppo b-movie, anche per Carpenter.

              Commenta


              • Questo perché è anche un omaggio ai B-movies degli anni '50 sulla falsariga di invasione degli ultracorpi, guerra dei mondi, e via dicendo...

                The Prestige è uno dei miei film preferiti asd sicuramente in top 3 di Nolan insieme a TDK e Memento :sisisi: non includo Interstellar perché per me è un passo indietro da un punto di vista linguistico.

                Commenta


                • Z for Zachariah, di Craig Zobel
                  film buono ma non eccelso, bei personaggi e molto belle atmosfere ma trama un pò anonima e che avrebbe potuto osare di più. 2 attori su 3 (e ce ne sono solo 3 in tutto il film) sono bravi e in parte: Ejofor si conferma un attorone mentre la Robbie, checchè se ne dica, secondo me è qualcosa di più di una bionda figa e col tempo e le giuste scelte le sarà riconosciuto..
                  Tutto il film è farcito di riferimenti biblico-religiosi e il tutto può essere visto come un triello Eva-Adamo-Serpente...ma chi è il serpente?
                  p.s. non credo sia uscito/uscirà in Italia


                  Honour to the 26s

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da outis81 Visualizza il messaggio
                    The Prestige (2006), di Christopher Nolan


                    L'avevo visto solo qualche anno fa, e da allora mai più rivisto.

                    Davvero un gran bel film, non me lo ricordavo così valido. Una bella storia messa in scena in modo molto elegante, un bellissimo montaggio, Pfister al meglio, bella musica e un cast molto valido, tra cui spicca Jackman.

                    Ecco, sicuramente lo metto al top del regista assieme a TDK e Interstellar. E devo dire che non mi dispiacerebbe se tornasse a fare film di questo tipo.

                    Concordo in pieno! Anche per me è il miglior Nolan in assoluto!

                    Vista un'accoppiata per Halloween che dovevo recuperare: "Babadook" e "The Final Girls".

                    Il primo è decisamente interessante: come dare corpo e forma al disordine mentale indotto dallo stress. Lutto, depressione, marginalità economica, solitudine, insoddisfazione sessuale, gestione di un figlio che definire difficile è poco (e che, sotto sotto, si incolpa della morte del marito): è affrontare tutto questo a far paura veramente. E a far andare fuori di testa quando tutto questo sembra assumere una forma "reale". Echi polanskiani e di "Shining" ma svolgimento molto originale e personale. Il babau che sembra disegnato da un Burton cattivo pensando al Nosferatu di Murnau è molto intrigante. Ma sono i due attori protagonisti ad essere davvero bravi. Il finale spiazza, ma è decisamente intelligente. Lacrimuccia al passaggio di "I tre volti della paura" di Bava.

                    Il secondo è una vera chicca, e ringrazio il forum per averlo segnalato (se non sbaglio è stato Sir Dan: Grazie!). Nessun vero brivido, ma una delle più brillanti - e originali - decostruzioni del genere slasher che ho visto. Fare qualcosa di originale dopo film come "Scream" e "Cabin in the woods" era dura, ma ci sono riusciti. Bel gioco metacinematografico ricco di intelligente ironia e scrittura dei personaggi davvero riuscita (la battuta sulla tizia "scritta per spogliarsi" è bellissima).

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da ilPet_91
                      Ok, mettiamola così perché forse non mi sono espresso correttamente: probabilmente Essi Vivono si chiude nel punto della storia in cui si sarebbe dovuto chiudere, ma lo fa in un modo troppo affrettato e, soprattutto, ci arriva troppo presto.
                      Originariamente inviato da SE7EN Visualizza il messaggio
                      Non cambia niente. La ricerca e le azioni dei protagonisti portano a quel finale e assecondano il climax, quindi è giusto che la narrazione non vada oltre.
                      Non vedi che stiamo dicendo due cose diverse?
                      Originariamente inviato da vale9001
                      [FONT=Verdana]Ma poi parliamo tanto gli italiani gli italiani come se noi fossimo spagnoli. Qual'è l'ultimo film di Bellocchio che avete visto al cinema? O lo avete mai visto un film di bellocchio al cinema? Io no. Perché poi a dire come dovrebbero spendere i loro soldi e il loro tempo gli altri siam tutti bravi.
                      Il mio album su Flickr: http://www.flickr.com/photos/[email protected]/
                      Il mio blog: http://thepiggyinthemiddle.wordpress.com/

                      Commenta


                      • Picnic ad Hanging Rock (Peter Weir, 1975)

                        Eternamente bellissimo, questo magico, raffinatissimo capolavoro, dove tutti i temi del regista trovano un amalgama unico e irripetibile. Film inqietante, sottilmente spaventoso, un "giallo senza finale" di grandissimo fascino, diretto e fotografato come il Dio del Cinema comanda, semplice e difficilissimo insieme. Una favola metafisica senza soluzione, un film-sogno come nessuno sa fare più, un'ode possente al Mistero Assoluto, all'Inspiegabile, all'Inesplicabile. C'è una cosa incredibile che il direttore della fotografia, Russell Boyd, dice nel documentario presente sul disco, e cioè che per ottenere il caratteristico effetto soffuso e sognante delle immagini utilizzò... del tulle da velo da sposa piazzato davanti all'obiettivo, in vari strati per aumentarne o diminuirne lo spessore a seconda delle esigenze. Entrò in un negozio di abiti da sposa e comprò alcuni metri di mussola. Ora non è tanto questo il punto, ognuno si arrangia come può, quello che conta è l'effetto finale. Ma la femminilizzazione della macchina da presa che questa trovata comporta, in un film in cui la componente femminea è di suprema importanza, il fatto che persino la cinepresa sia stata vestita come una sposa, è una roba che mi fa venire da piangere.
                        Meraviglioso e terribile.

                        Voto: 10

                        Commenta


                        • Ho visto In Bruges (dove tra l'altro sono stato 5 mesi fa asd) e Hard Boiled..

                          Bello il primo e Farrell bravissimo, fottuto capolavoro il secondo, ma proprio FOTTUTO :musino:

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da bluclaudino Visualizza il messaggio
                            Ho visto In Bruges
                            Adoro questo film. Lo rivedo sopratutto nel periodo natalizio asd

                            - - - Updated - - -

                            The Invisible Woman

                            Uno spaccato di vita degli ultimi anni di Charles Dickes e della sua relazione con la giovanissima musa/amante Ellen Ternan.
                            Essendo un grande appassionato dello scrittore inglese avevo più volte sentito parlare di questa vicenda.
                            La trasposizione si è rivelata molto delicata, sia nel proporre la grandezza e la fragilità della figura di Dickens, sia nel raccontare la società del suo tempo.
                            Ottima l'interpretazione di Fiennes; eccellente quella di Felicity Jones.
                            Un film che farà la gioia, dato il contesto e le numerose citazioni, di tutti coloro che hanno amato come me i meravigliosi romanzi di Dickens.

                            Commenta


                            • Mi associo, In Bruges visto solo una sola volta ma me ne sono innamorato. Farrel fenomeno (c'è poco da fare, la parte dello schizzato gli riesce benissimo ed infatti è sempre stata una delle poche cose che salvavo di Daredevil) ma anche tutto il resto del cast è super. E poi Bruges...uao...che spettacolo!
                              "Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi: navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione...E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser...E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia... E' tempo di morire"

                              Commenta


                              • Seven Psycopaths, sempre di Donagh, è anche meglio.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X