annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'ultimo film che hai visto?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
    Chissà se e quando lo vedrò, sono curioso.
    C'è buon tempo per andare a pesca
    https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

    "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

    Commenta


    • Il mio grado di interesse per questo prodotto è vicino allo zero, oibò.

      Commenta


      • Mi dispiace un casino per McConaughey, per me è a livello di Bale e Di Caprio ma a differenza loro non riesce (più) a scegliere script di livello. Non che ce ne siano tanti in giro, alla fine se non ti affidi ai soliti grandi nomi è più facile sbagliare che indovinare il film destinato a “restare” (non è un caso che lo stesso Di Caprio in fondo non è che reciti così tanto), però diobono non è possibile passare gli ultimi 4-5 anni così per un attore come lui. Poi magari Gold, Free State ecc., questo e La torre nera sulla carta funzionavano ma se così non fosse è anche responsabilità sua se sono venuti fuori abbastanza dimenticabili. Nel 2020 reciterà in un film di Ritchie su uno scontro di mafie inglese e americana, il bello è che se non ho capito male farà l’inglese e insomma, non è che abbia proprio l’accento europeo, ma vediamo.

        Commenta


        • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
          Ci sono tanti modi per non spendere nove euro, mica è una tassa.
          Mi avete incuriosito cosa ha di così assurdo la sceneggiatura di Serenity per sfociare nel ridicolo involontario?
          Penso sia impossibile spiegarlo senza farti spoiler enormi che rovinerebbero la visione del film. Diciamo che dalle premesse si va a finire in tutt'altro.
          Beh questo secondo me già sulla carta si capiva che aveva qualcosa che non andava. Mi sorprendo anche della Hathaway.
          Ultima modifica di *Lynn*; 21 luglio 19, 19:30.

          Commenta


          • vidi Serenity all'inizio di quest'anno se non ricordo male (o cmq quando uscì la versione sub) e l'ho trovato un gioiellino. Riprende una teoria che nell'ultimo triennio sta spopolando in Usa tanto da venir spesa e spansa in moltissime serie tv (così su due piedi mi viene in mente un carinissimo episodio di Elementary oltre alle citazioni sparse in TBBT), ma che da noi non ha ancora attecchito:

            Spoiler! Mostra


            Non concordo con chi si esprime sulla
            Spoiler! Mostra


            Come si faccia a rimanere sorpresi dalla svolta...mah. Insomma un prodotto originale che esce dal solito e mantiene il cervello acceso. Complice qualche cinema arena in ferie lo riguarderò sicuramente. Avercene di sti film...

            ps: che poi sarebbe una delle teorie che mi balena nella mente da qualche anno sul finale di una delle mie serie preferite in corso...sperem...

            Commenta


            • Addirittura. Eppure lo hanno stroncato tutti sia in america che nel resto del mondo.

              Commenta


              • Miami Vice di Micheal Mann

                Un buon film ma che sarebbe potuto essere molto migliore. E'un film singolare per come unisce un immaginario di coolness stiloso e griffato con un intreccio cupo ed un gran lavoro di documentazione. Come sempre tecnica superba con grandi scene che prese singolarmente sono magnifiche (penso soprattutto alla parte nel parcheggio di roulotte), e come al solito ad una sintonia perfetta fra immagini e musica. E' l'insieme globale a non essere altrettanto eccellente.

                Elenco i problemi dal più grave al meno grave:
                - uno degli snodi narrattivi fondamentali, il trafficante-sorvegliante che sceglie di far rapire la fidanzata di Jamie Foxx, non è chiaro perché avviene;il voltafaccia avviene dopo che vede Farrell e Gong Li ballare, gli vengono gli occhi lucidi ma non si capisce perché, mica era la sua fidanzata ne si era mai mostrato interessato (cos'è, geloso del fascino di Farrell?)
                - Gong Li, il perno romantico, ha poca chimica con Farrell, la trovo scarsina a recitare e in generale anonima
                - Jamie Foxx è talvolta in overacting, a tratti pare (mi si passi il termine) uno street nigga stereotipato
                - il remix di "in the air tonight" scelto per il finale non mi piace e si sposa male con la scena
                - ok la documentazione approfondita, ma c'è un uso spropositato di lessico settoriale e sigle che rende davvero seguire certi passaggi narrativi, e ho dubbi i poliziotti del mondo vero ne usino così tanti e così spesso.
                Spoiler! Mostra

                Commenta


                • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                  Addirittura. Eppure lo hanno stroncato tutti sia in america che nel resto del mondo.
                  mettiamola così: partendo dal presupposto che cmq, anche nei commenti precedenti non si eccepisce biasimo per una cattiva regia/messa in scena e la prova di Mcconaghey mi sembra essere stata abbastanza apprezzata, e leggiucchiando un po' in giro quello che ha destabilizzato è stato il soggetto e questa sua svolta grottesca (chiamiamola così)...

                  ...allora potrei asserire che è ancora più grottesca e surreale la svolta di un soggetto che ha come punto di partenza
                  Spoiler! Mostra


                  il soggetto suppergiù è quello.
                  Spoiler! Mostra


                  quindi se il problema si pone in termini di sospensione dell'incredulità del soggetto e/o genere per me rimangno due prodotti intercambiabili. Poi ognuno in maniera legittima e sacrosanta, avrà le sue predisposizioni su cosa sia più realistico e/o accettabile e cosa no.

                  poi ripeto, il film è onestissimo dal primo fotogramma e non prende in giro lo spettatore anzi, personalmente, una delle pecche del film è proprio quella di non aver lavorato di fino nella prima parte. Inizio troppo rivelatorio che non lascia respiro al preziosismo di alcune sottigliezze che avrebbero agevolato un'ulteriore analisi a posteriori di tutto il registro oltre che rendere il finale prevedibilissimo. Frasi spiattellate così ad cazzum quando invece si sarebbe potuto procedere di sottintesi e doppi sensi.

                  Commenta


                  • Vabbeh fiòi, per una ragione o l'altra Serenity da fentenzia inguardabile è diventato il film da non perdere di quest'estate.

                    Commenta


                    • A questo punto gli darò un' occhiata.

                      Commenta


                      • Più che altro secondo me sono stati furbi con la promozione che tutto sommato attira ad andare al cinema presentandolo come un thriller noir.
                        Se si fosse capito dall'inizio dove si voleva andare a parare credo avrebbe contato la metà degli spettatori.
                        comunque personalmente ho iniziato ad alzare il sopracciglio già quando
                        Spoiler! Mostra

                        Commenta


                        • Piano a confrontare nel campo del metafisico un gigante come Peter Weir con uno sceneggiatore che da regista fino a ieri aveva di fatto realizzato un film di dialoghi.

                          Commenta


                          • In effetti personalmente ho trovato The Truman Show molto più solido oltre che con un messaggio di critica piuttosto attuale (e lo è ancora oggi) alla nostra società. Serenity invece non si capisce bene cosa vuole essere. Di fatto mi ha lasciato l'impressione di una chimera.
                            Ultima modifica di *Lynn*; 23 luglio 19, 13:56.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Massi Visualizza il messaggio
                              Piano a confrontare nel campo del metafisico un gigante come Peter Weir con uno sceneggiatore che da regista fino a ieri aveva di fatto realizzato un film di dialoghi.
                              ma infatti non si sta confrontando nessuno, e non si discute su meriti e/o qualità del/tra film. Si parlava di un elemento specifico: ovvero la plausibilità su carta di un elemento di contorno e relativa sospensione dell'incredulità di un soggetto.

                              In soldoni: così come in TTS l'elemento reality è un suppellettile curioso che fa da sfondo al vero plot del film (la presa di coscienza di T e la suo ostinato perseguimento del libero arbitrio) così
                              Spoiler! Mostra
                              fa da cornice a quelli che sono gli eventi di Serenity.

                              Adesso dire che siccome nel secondo c'è il plotwist (continuiamo a chiamiamarlo così)
                              Spoiler! Mostra
                              , diventa d'ordinanza una baracconata irrealistica, a me viene da dire che, a ben pensare, è anche più irrealistica quella di TTS. Ma visto che in entrambi i film tali elementi assurgono a pretesti pittoreschi che danno colore, al fine di raccontare altro [come ad esempio pure lo splendido Se mi lasci ti cancello (titolo bellissimo e vaffanculo pure a puristi)], il mio dubbio era appunto sul maggior/minor grado di influenza che un elemento del genere potesse avere nell'economia della storia.

                              poi lungi da me difendere un film che potrà non funzionare per 100 altri motivi, ma se al posto della
                              Spoiler! Mostra
                              ci fosse stato uno scrittore che in pieno stile noir (Animali Notturni diciamo) avesse dato vita con l'inchiostro della sua penna e calamaio, o ci fossero stati i pupazzetti di Benvenuti a Marwen, la pillola magica, o Woody...sarebbe stato meno parodistico?

                              poi, se il film fa cagare a spruzzo perché il plot non piace niente da dire.

                              ps; addirittura mi azzarderei a sparare la blasfemia del millennio ovvero, che in questo Serenity c'è anche un lavoro di struttura pregevole. Una matriosca metaconcettuale e speculare sul rapporto
                              Spoiler! Mostra

                              Commenta


                              • L'ho visto anch'io Serenity e, per quanto apprezzi il tentativo, il risultato è per metà comico e per metà ridicolo.
                                Per me il twist era anche abbastanza telefonato fin dall'inizio (inquadrature, movimenti di macchina e sottolineature te lo urlano in faccia), quindi quello che mi ha dato fastidio non è l'idea in sé ma la realizzazione.
                                Che lo rende uno scult per la prima parte, una roba imperdibile se si vuole ridere con un film estivo, il classico esempio di chi ci sta credendo molto a fare il film della vita e non funziona nulla tanto da fare il giro e diventare divertente, ma anche un bel pasticcio per la seconda dove la scrittura abbandona le regole che dovrebbero esserci e fa crollare tutto, un po' come se Knight avesse capito che stava bruciando la cena e cerca di presentartelo come piatto affumicato per poi gettare tutto nel cestino e dire: "Però l'odore non era male".
                                E ciò che non funziona non è il twist in sé, ma che -appunto- venga denunciato come tale a metà film anziché renderlo una premessa. Cambia tutto perché si chiede di sospendere l'incredulità per troppo tutto insieme, in un colpo solo. E il castello di carte -che ripeto, sulla carta poteva anche andare- crolla inesorabilmente.
                                Non posso lodare un film come questo, è un pasticcio brutto, un esperimento non riuscito con l'aggravante di prendersi sul serio, ma gli rendo merito di avermi fatto divertire, seppur in maniera involontaria, tanto che non posso fare a meno di consigliarlo in giro.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X