annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'ultimo film che hai visto?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Strange circus di Sion Sono (2005)

    Sono un po' spiazzato, mi ha fatto un po' l'effetto di un Oldboy dei poveri con degli innesti di Mulholland dr. e ci sono diverse cose che per il momento non mi tornano.
    Ad ogni modo i due titoli che ho citato sono nella mia top 5 post 2000 per cui ha sicuramente destato il mio interesse.
    Ultima modifica di aldo.raine89; 16 febbraio 20, 19:41.

    Commenta


    • ieri sera ho visto in sala Memories of murder, che avevo già visto in dvd, devo dire che lo schermo della sala fa il suo effetto, ma comunque che filmone ...
      In qualche strana maniera noi svalutiamo le cose appena le pronunciamo. Crediamo di esserci immersi nel più profondo dell'abisso, e invece quando torniamo alla superficie la goccia d'acqua sulle punte delle nostre dita pallide non somiglia più al mare donde veniamo. Crediamo di aver scoperto una caverna di meravigliosi tesori e quando risaliamo alla luce non abbiamo che pietre false e frammenti di vetro; e tuttavia nelle tenebre il tesoro seguita a brillare immutato. (Maeterlinck)

      Commenta


      • 30v.jpg
        SOLE CUORE AMORE Regia di Daniele Vicari
        La romana( di periferia...) verace Eli si sbatte per du' spicci come barista pendolare_ pure gentile, simpatica e paziente_ ,e non torna a casa masi prima delle ventidue, dove trova un marito (disoccupato o quasi) e numero quattro marmocchi da accudire. Se non è proprio distrutta dalla stanchezza poi ci scappa pure 'na bottarella col coniugeil Mario ( un Francesco Montanari “Libanese” senza opzione di rubare...), orgoglioso almeno il giusto per non abbattersi, vivaddio. Nello stesso stabile condominiale ci sta pure la grande amica di lei, la Vale, ballerina single travagliata, e un filo lesbica.Si tira avanti abbastanza, però lo stress (ed altro...)ghermisce la pur combattiva Eli, che non può fermarsi , quasi come in una vorticosa coreografia danzante della Vale, fino a che...


        La m.d.p pedina costantemente una generosa Isabella Ragonese /Eli e la scruta “impudicamente” (un concetto che entra a latere nel film...) in un contesto che non appare mai veramente suo (il bar, i mezzi pubblici affollati, l'appartamentino di casa ingombro di giochi e lettini per bambini...) in aggiunta al fatto che è data come orfana; e per trovare se stessa finisce che debba trasalire in qualche via che neppure conosce o sostare in qualche fermata “sbagliata” della metro,equidistante suo malgrado dalla famiglia ( e Vale) e dall'imperante impegno lavorativo , diviso con una collega straniera ,Malyca, a cui si affeziona poiché più giovane e studentessa, ovvero con una “promessa” di maggiore emancipazione che perfino la sua primogenita al primo mestruo un po' le rinfaccia. Ma tocca frenare la lingua , specie col padrone , ché il salario (in nero) serve alla serva. Difficile dir male di un film dotato di una sceneggiatura attenta e di un afflato femminista e progressista concedente talvolta qualcosuccia al didascalico ,senza sterilizzarsi in enunciati pipparoli-referenziali. Ed oltre il “pane” della giovane mamma ci dà le “rose”( con qualche spina) dell'irrisolta ma grintosa Vale. Tuttavia non si può prescindere dal finale, che forse “smarca” gli autori dalla stessa impostazione, diciamo riformista, data alle ragioni veicolate nel film. Rimane comunque , e non è poco direi, la sensazione di esserci imbattuti in gente “vera”, che non ha bisogno della “satira” di un Checco Zalone per decodificare il loro punto di vista dell'attualità. Volemose bene, via, però...
        Anche in dvd Koch Media e su Raiplay. In sala incassò una cicca :-/.
        "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

        Commenta


        • Il lago delle oche selvatiche, aka Fino all’ultimo aspiro
          Ultima modifica di trabant; 19 febbraio 20, 20:25.
          In qualche strana maniera noi svalutiamo le cose appena le pronunciamo. Crediamo di esserci immersi nel più profondo dell'abisso, e invece quando torniamo alla superficie la goccia d'acqua sulle punte delle nostre dita pallide non somiglia più al mare donde veniamo. Crediamo di aver scoperto una caverna di meravigliosi tesori e quando risaliamo alla luce non abbiamo che pietre false e frammenti di vetro; e tuttavia nelle tenebre il tesoro seguita a brillare immutato. (Maeterlinck)

          Commenta


          • Originariamente inviato da trabant Visualizza il messaggio
            Il lago delle oche selvatiche, aka Fino all’ultimo aspiro
            è un "promosso" o un "bocciato"?
            Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
            Spoiler! Mostra

            Commenta


            • dipende da come lo si vuole vedere, per certi aspetti potrebbe essere considerato un capolavoro, a livello di contenuto non lascia niente ma è un bello spettacolo da ammirare
              In qualche strana maniera noi svalutiamo le cose appena le pronunciamo. Crediamo di esserci immersi nel più profondo dell'abisso, e invece quando torniamo alla superficie la goccia d'acqua sulle punte delle nostre dita pallide non somiglia più al mare donde veniamo. Crediamo di aver scoperto una caverna di meravigliosi tesori e quando risaliamo alla luce non abbiamo che pietre false e frammenti di vetro; e tuttavia nelle tenebre il tesoro seguita a brillare immutato. (Maeterlinck)

              Commenta


              • Alita: Angelo della battaglia di Robert Rodriguez

                Premessa doverosa: non conosco il materiale originale. Detto questo, il film mi è piaciuto. Sicuramente sa di già visto (d'altronde il manga è di 30 anni fa), gli stereotipi ci sono, i dialoghi un po' telefonati anche, etc etc. Insomma, è lo young adult statunitense fatto per incassare un sacco di soldi, con tutti i limiti artistici che ciò comporta. Questo non vuol dire che il film sia da buttare. Si vede che è un film di Cameron (nella sua banalità - ma io la chiamerei semplicità - si vede che dietro c'è la stessa mente di Avatar), si vede che è un film di Rodriguez, c'è qualità. E c'è anche una discreta dose di violenza. Personalmente ho seri pregiudizi su questa ondata, ormai infinita, di film con super donne protagoniste, non ce la faccio più. Eppure, Alita è un personaggio a cui ho trovato impossibile non volere bene. E per riuscire a far provare ME empatia verso un personaggio simile, beh, vuol dire che qualcosa di buono è stato fatto.

                5 è il numero perfetto di Igort

                Anche qui, non conosco la fonte originale. Il trailer del film non mi aveva convinto, mi sembrava un Sin City dei poverissimi un po' alla Manetti. Invece, Igort ha realizzato un film veramente sopra la media per il contesto produttivo italiano. La sua regia sembra quella di uno che gira film da parecchio, di certo non quella di un esordiente. Il tono del film è azzeccato, si ride ma è tutto costantemente drammatico, il gioco sul noir funziona. Il finale forse è un po' loffio, ma ha un senso. Una sorpresa. Avrebbe meritato di essere nella cinquina del miglior film dei David più di Pinocchio, e non solo.
                https://www.amazon.it/Dario-Argento-...+il+suo+doppio Il mio saggio sul cinema di Dario Argento.

                "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                Commenta


                • Se ci fosse stato il marchio Marvel sul film di Igort, tutti gli zombie sarebbero corsi a vederlo, però siccome non appartiene a quell'universo è stato snobbato ed etichettato da tanta gente come Sin City dei poveri, compresi incapaci come victorlaslo 88 che non capiscono nulla di cinema e con i loro video su YouTube fanno danni solamente visto l'enorme seguito.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Gidan 89 Visualizza il messaggio
                    . Personalmente ho seri pregiudizi su questa ondata, ormai infinita, di film con super donne protagoniste, non ce la faccio più.
                    Considerando che a) sono film tratti da personaggi già esistenti a livello fumettistico b) che è un'ondata secondaria rispetto a quella, nettamente preponderante, di personaggi maschili c) che le donne sono più o meno il 50 % della popolazione, e quindi anche possibili destinatarie di un cinema di intratteminento un po' diverso, onestamente... qual è il tuo problema irrisolto?

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio

                      Considerando che a) sono film tratti da personaggi già esistenti a livello fumettistico b) che è un'ondata secondaria rispetto a quella, nettamente preponderante, di personaggi maschili c) che le donne sono più o meno il 50 % della popolazione, e quindi anche possibili destinatarie di un cinema di intratteminento un po' diverso, onestamente... qual è il tuo problema irrisolto?
                      Semplicemente non mi piacciono le cose imposte dall'alto. Sono tutte manovre politiche ipocrite. Poi, è vero, le donne sono più degli uomini e ci può stare - per logica commerciale - iniziare a rebootare ogni franchise al femminile. Ma deve piacermi per forza? Faccio parte di una nicchia poco considerata, ovvero quella del maschio eterosessuale. Siamo meno delle donne, campiamo meno delle donne, fammela difendere un po', sennò tra poco reboottano anche John Wick trasformandolo in Johanna Wick
                      https://www.amazon.it/Dario-Argento-...+il+suo+doppio Il mio saggio sul cinema di Dario Argento.

                      "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                      Commenta


                      • La demonizzazione del maschio bianco eterosessuale comincia un po' a stancare ed abbastanza ridicola a lungo andare, visto che in effetti è divenuta il paravento di tutti i problemi del mondo.

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                          La demonizzazione del maschio bianco eterosessuale comincia un po' a stancare ed abbastanza ridicola a lungo andare, visto che in effetti è divenuta il paravento di tutti i problemi del mondo.
                          Ma negli Stati Uniti sono arrivati ad un livello assurdo. Ormai si è raggiunto il paradosso che non c'è più libertà d'espressione, non si può dire e non si può fare più nulla. Un film come 8 e 1/2 oggi non si potrebbe girare perché considerato misogino o "troppo fallocentrico". E purtroppo questa dittatura del finto politically correct arriverà anche qui, spero almeno non con la stessa potenza. Beati gli artisti come Sion Sono che ancora riescono a girare la loro roba con libertà artistica.
                          https://www.amazon.it/Dario-Argento-...+il+suo+doppio Il mio saggio sul cinema di Dario Argento.

                          "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Gidan 89 Visualizza il messaggio

                            Ma negli Stati Uniti sono arrivati ad un livello assurdo. Ormai si è raggiunto il paradosso che non c'è più libertà d'espressione, non si può dire e non si può fare più nulla. Un film come 8 e 1/2 oggi non si potrebbe girare perché considerato misogino o "troppo fallocentrico". E purtroppo questa dittatura del finto politically correct arriverà anche qui, spero almeno non con la stessa potenza. Beati gli artisti come Sion Sono che ancora riescono a girare la loro roba con libertà artistica.
                            Il politicamente corretto é una piaga, sta infettando anche la storia riscrivendola alla cavolo.
                            Stavo leggendo un libro sui barbari ed adesso le invasioni barbariche stanno venendo sostituite dal termine "migrazioni barbariche" e che i barbari non volessero distruggere l'impero romano... evidentemente il termine invasione è troppo negativo e riporta alla luce gli slogan sovranisti dell'invasione degli stranieri.
                            Mah... imbarazzante, nonostante tutti gli uomini romani eruditi deprecassero nei loro scritti i barbari come causa di sventura con le loro invasioni armate e con i loro saccheggi, per gli storici buonisti di oggi che ne sanno molto di più dei romani che hanno vissuto quei tempi, i barbari stavano solo migrando.

                            Il politicamente corretto sta appestando tutto. Viva le voci libere. Concordo con te Gidan 89 , di Sono se è come dici vedrò senz'altro dei film. Basta con il conformismo.

                            Commenta


                            • Sensei recupera Cold Fish, per te potrebbe essere un colpo di fulmine.
                              https://www.amazon.it/Dario-Argento-...+il+suo+doppio Il mio saggio sul cinema di Dario Argento.

                              "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                              Commenta


                              • tenete sempre conto che il pubblico fesso non è...e il fatto che ci siano donne protagoniste-cazzute (secondo loro) non trasforma merda in cioccolata...vedasi gli ultimi flop come charlies angels, le terminator e birds of prey...se un film non convince, non convince a prescindere dal sesso del protagonista...

                                poi che viviamo in un periodo di mazze in cool non ci sono dubbi, ma ad ogni represessione segue un espolosione uguale e contraria...non dico che avremo una nuova epoca d'oro della controcultura americana come negli anni 60-70...ma qualcosa di quel tipo si...già c'è se si guarda bene...

                                "Il cinema è un arte soggettiva, quanto la musica, belli i 5 alti bello sentire pareri discordanti ai propri, ma alla fine sono io, uno schermo e tutto quello che ci passa di mezzo."

                                "Le barbarie sono lo stato naturale dell'umanità, la civiltà è solo un capriccio dell'evoluzione e delle circostanze". cit.


                                ~FREE BIRD~

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X