annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cars 2 - Bradford Lewis/John Lasseter - Pixar

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Mah.. ok proviamo a continuare la discussione, ma la vedo dura. Innanizitutto non è che uno può mettere il "secondo me" di fronte ad ogni frase, è ovvio che secondo me i film della disney sono smontabili con poco, ma ho anche detto che mi piacciono tantissimo, cosa che hai appositamente evitato di considerare. Che poi il mondo vada da un'altra parte ne siamo tutti consapevoli. Solo perchè mi piacciono dei film non posso permettermi di criticarli? io sono un fan della disney, non un fanboy.
    Secondo, l'onere della prova spetta a chi fa un'affermazione, specialmente se contraria e provocatoria come la tua. Il discorso del diktat categorico siamo tutti bravi a farlo:

    Davvero bello, citazionista nei limiti della decenza (da questo punto di vista la Pixar è peggio della Dreamworks, davvero senza ritegno)
    Ora, io so che questa è una tua opinione, non vengo a dirti di esprimerla con un tono meno categorico. Ma almeno potresti motivarla, visto che è oggettivo (in questo si che sono categorico) che la casa che gioca tutto sulle citazioni sceme è la dreamworks.

    Smontare la disney? e perchè? ho già detto che amo troppo quei film per farlo, hanno dei difetti (le canzonette, il manicheismo dei personaggi, l'infantilismo, il fatto che sostanzialmente abbia imposto sul mercato un monopolio che non ha permesso all'animazione di percorrere altre strade), ma ci passo sopra visti i molti pregi.

    Che poi uno sia affezionato lo capisco, lo siamo tutti. Ma voglio dire... vai a chiedermi proprio il gobbo di notre dame che ne è la dimostrazione più lampante...
    I vecchi classici erano cultura, erano letteratura.
    Bè, no, considerando i siparietti comici della capretta e dei gargoyles, il revisionismo dell'opera originale con un happy ending praticamente imposto, personaggi che più buoni non si può da una parte e un cattivissimo dall'altra (che per l'occasione non è più arcidiacono ma giudice...). A confrontare la psicologia dei personaggi del romanzo e la loro trasposizione il confronto è impietoso. Questo considerando solo i difetti... il film ha comunque vari pregi.

    Ora, davvero, io ho risposto a tutto credo, le critiche generali applichiamole praticamente ad ogni film disney con l'eccezione di Fantasia che è un capolavoro assoluto. La pixar è intervenuta in tutto questo, portando avanti, secondo me, un discorso, consapevole o meno, ma coerente, di educazione dello spettatore. Film sempre pensati per un target di bambini, ma decisamente più elaborati. Con questo Cars 2 (infiliamolo nel discorso visto che partiamo da lui xD) la pixar ha fatto 10 passi indietro dopo che negli ultimi anni ne aveva fatti altrettanti in avanti. E a questo punto temo moltissimo per Toy Story 4 e Monsters 2.. ^^'

    Ora come già hanno chiesto gli altri, vorresti rispondere a cosa ti porta a definire i film della pixar ipocriti e citazionisti senza ritegno rispetto a quelli della dreamworks? Perchè la scena della morte in Up è ipocrita e quella scena di tarzan è poetica? se possibile con un tono pacato mattlegion.
    Ah attendo di vedere come smonti quarto potere xD (si fa per ridere mattlegion, dai che stiamo parlando solo di film)

    Commenta


    • Originariamente inviato da Earendil Visualizza il messaggio
      Bè, no, considerando i siparietti comici della capretta e dei gargoyles, il revisionismo dell'opera originale con un happy ending praticamente imposto, personaggi che più buoni non si può da una parte e un cattivissimo dall'altra (che per l'occasione non è più arcidiacono ma giudice...). A confrontare la psicologia dei personaggi del romanzo e la loro trasposizione il confronto è impietoso. Questo considerando solo i difetti... il film ha comunque vari pregi.
      Be', lì penso (spero) si riferisse ai lavori più datati della Disney, che comunque soffrono in parte di molti degli stessi errori del Gobbo. Comunque ha ragione Davide, stiamo andando parecchio OT. La discussione sarebbe anche interessante, ma da spostare su altri lidi.
      [img width=420 height=175]http://www.randomsignature.altervista.org/gallery/wolverine/rtuk_feature_john_lasseter_9.jpg[/img]Odio le citazioni. Dimmi quello che sai.

      Commenta


      • La discussione che si è creata è interessante, ma non basta infilare ogni tanto il titolo di Cars 2 per non renderla OT asd

        Consiglierei di spostarla su un altro topic, e se non c'è un topic adatto, di crearne uno generico sulla Pixar.

        Volendo, esiste il topic Pixar World, ma non so quanto sia adatto.

        Commenta


        • Forse questo topic è più adatto:
          http://www.badtaste.it/forum/showthr...lassici+Disney

          Commenta


          • Originariamente inviato da Silente Visualizza il messaggio
            ma infatti non capisco proprio la tua posizione Matt. detto in soldoni, la Pixar non ti piace perchè i suoi prodotti sono troppo adulti?
            io non direi proprio, semmai hanno una doppia chiave di lettura, una più superficiale, una più sottile.
            come, d'altro canto, succede per i classici Disney. ne ho rivisti parecchi di recente (Dumbo e La Spada nella Roccia non me li ricordavo così belli!), e da bambino non potevo mica comprendere o analizzare tutto ciò che mostrano...
            Comprendere tutto no, non era possibile. Ma l'essenzialità, la bellezza e la poesia delle immagini sono qualcosa che si percepisce distintamente, senza bisogno di incredibili elucubrazioni. Se hai rivisto La spada nella roccia allora avrai rivisto anche la scena degli scoiattoli, in cui Merlino spiega cosa sia l'amore. C'è mai stato un film Pixar che si è spinto fino a lì? Fino a spiegare l'amore nei termini più semplici e meravigliosi, che qualunque bambino può capire? La Pixar si ferma a una versione stereotipata e noiosa dell'amicizia.


            Originariamente inviato da Grievous Visualizza il messaggio
            Be' col Gobbo ci vuole poco. Come ha giustamente affermato tu, nel Gobbo c'è una metafora sessuale che ha del pazzesco. Non so quanto possa capirne un bambino o quanto sia indicata la visione a quella fascia d'età. E tutto il film in generale è davvero poco indicato ai bambini.

            Quello che sto dicendo è che alcune pellicole Pixar trasmettono valori e messaggi forti tanto quanto i classici Disney facevano in passato (il messaggio di fondo di Toy Story non è "me tapino il mio padrone non gioca più con me", è l'amicizia, il rapportare sé stessi agli altri). I più piccoli colgono messaggi e valori anche se nascosti dal velo metaforico della trama, sono cambiati i metodi di comunicare e gli stimoli. Giusto per la discussione, cos'avrebbe di ipocrita la morte in Nemo o Up?
            La metafora sessuale è impegnativa, ed estremamente matura. Ma non inappropriata. Toy story soffre del classico vizio dei film Pixar, quello dei 5 minuti. Che è lo stesso vizio per cui ritengo ipocrita ogni fotogramma Pixar. Questi furboni ci mettono 5 minuti di dramma, come a strizzare l'occhio agli adulti in sala. Cinque minuti in cui qualcuno muore o succede qualcosa di tragico. Sono solo 5 minuti, in tutto il film, il resto del film è commedia o azione fine a se stessa, senza significato, senza simbolismo. Up incarna perfettamente ciò che sostengo. I primi 5 minuti ho sentito fino al vomito di quanto fossero belli, toccanti, impegnativi, maturi (seeee). E ci poteva anche stare. Anche se nessuno si sente male per una persona morta nei primi 5 minuti, quindi i bimbini sono protetti da eventuali traumi che potrebbero sconvolgerli fino alla pubertà (stile madre di Bambi). Perché poi le pellicole Pixar si svaccano esattamente come quelle Dreamworks. Magari sono migliori, ma sono svaccate uguali. Wall-E e Ratatouille fanno eccezione però. Lo ammetto. Il messaggio di Ratatouille è bellissimo, e Ratatouille è un film bellissimo.

            Originariamente inviato da tanco Visualizza il messaggio
            anzi per me i film Pixar mostrano una maturità narrativa più difficile da cogliere per tutti, più nascosta ecco. a differenza dei classici dove le tematiche e la struttura manicheista delle storie aiuta la comprensione, voglio dire è motlo più "facile" comprendere Il Re Leone che Toy Story 3, credo.
            E' questo il problema. I sottotesti sono, da parte mia, incredibilmente irritanti e indesiderati in opere di questo tipo. Oltre che estremamente inutili.

            Commenta


            • ho capito comunque, è il tuo approccio che non condivido. personalmente, trovo sbagliato che la leggibilità di un film sia indice di qualità o meno.
              per esempio, quando Dumbo si ubriaca, parte una sequenza onirica e delirante, girata con i fiocchi. ma non c'è mica chissà che morale di fondo, ma rimane comunque una scena fantastica. che voglia dire qualcosa, oppure no...
              fedele seguace del team Apatow

              Commenta


              • Originariamente inviato da Silente Visualizza il messaggio
                ho capito comunque, è il tuo approccio che non condivido. personalmente, trovo sbagliato che la leggibilità di un film sia indice di qualità o meno.
                per esempio, quando Dumbo si ubriaca, parte una sequenza onirica e delirante, girata con i fiocchi. ma non c'è mica chissà che morale di fondo, ma rimane comunque una scena fantastica. che voglia dire qualcosa, oppure no...
                Il problema è che nei film Pixar non ravviso neppure scene stupefacenti, o idee registiche o creative geniali. I primi 10 minuti di Toy Story 3 io li ho trovati orrendi, sono sincero. Orrendi del tipo "per favore tagliatemi le vene se ci sono altre due ore di questa robaccia".
                Non è la leggibilità del film che pregiudico, è proprio la qualità della lettura, che trovo scadente, insufficiente e se non diseducativa, quando meno confusionaria.

                Commenta


                • Io credo che gli ingredienti per un buon film siano molteplici. Un film incoerente non è necessariamente un filmaccio, come un film coerente non è per forza un gran film. Così come il resto delle caratteristiche che sono necessarie ad una pellicola di qualità. E' il contesto che, quando è equilibrato, ben diretto e interpretato (in questo caso dai doppiatori) rende un film degno di nota.
                  Ancor di più i lungometraggi d'animazione, che non possono essere supportati dall'interpretazione di attori reali, ma che è tutto nelle mani di regia e dei responsabili del reparto tecnico.
                  Credo proprio per questo che i film della Pixar siano dei gran bei film, poiché hanno in sè quell'equilibrio tecnico-artistico necessari alla loro riuscita.


                  Commenta


                  • La prossima persona che si azzarda ad ignorare un intervento del mod si becca una sanzione grande quanto una casa.
                    RITORNATE IN TOPIC.

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Davide Visualizza il messaggio
                      Ho sentito pareri sia negativi che positivi su questo film, ma ne vale la pena di andarlo a vedere?
                      E' solo una curiosità. (grazie a chi mi risponderà!)

                      io sono andato a vederlo al cinema, rigorosamente in 2D, più che altro perchè sono andato con amici con bimbo al seguito, altrimenti non sarei andato.
                      E non avrei fatto male!
                      Il film non è brutto in senso assoluto, ma una visione casalinga è più che sufficiente.
                      Vacci solo se ti ispira tantissimo.

                      Commenta


                      • O se adori Cricchetto ed hai meno di dieci anni... ^_^'

                        Commenta


                        • Visto.
                          Premetto che non ho mai visto il primo (altrimenti il seguito lo avrei evitato) e anzi ero mezzo convinto che molte delle critiche fossero esagerate.
                          Il film è smaccatamente infantile, sembra scritto dal classico scrittore di racconti per bambini che è convinto di rivolgersi a un pubblico di deficienti, se non fosse per alcune scene simpatiche (tipo la piattaforma petrolifera iniziale) non sembrerebbe nemmeno un film Pixar.
                          Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                          O se adori Cricchetto ed hai meno di dieci anni... ^_^'
                          Io direi meno di otto, o almeno non credo che a dieci anni avrei tollerato questo tipo di film.
                          "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
                          "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

                          Commenta


                          • Tra l' altro è infarcito dei peggiori stereotipi cartolineschi sull' Italia, roba parecchio terra-terra... insomma un passo falso privo di senso cinematografico.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Det. Bullock Visualizza il messaggio
                              Visto.
                              Premetto che non ho mai visto il primo (altrimenti il seguito lo avrei evitato) e anzi ero mezzo convinto che molte delle critiche fossero esagerate.
                              Il film è smaccatamente infantile, sembra scritto dal classico scrittore di racconti per bambini che è convinto di rivolgersi a un pubblico di deficienti, se non fosse per alcune scene simpatiche (tipo la piattaforma petrolifera iniziale) non sembrerebbe nemmeno un film Pixar.

                              Io direi meno di otto, o almeno non credo che a dieci anni avrei tollerato questo tipo di film.
                              Ma perché il primo Cars che target aveva? E quindi perché immaginarsi un target differente nel sequel? Poi 'racconto ingenuo' non è prettamente appannaggio di un 'pubblico deficiente', sarebbe offensivo per tutti quelli che sono andati a vedere il film ed è piaciuto loro.

                              Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                              Tra l' altro è infarcito dei peggiori stereotipi cartolineschi sull' Italia, roba parecchio terra-terra... insomma un passo falso privo di senso cinematografico.
                              E Ratatouille? c'era la creme della creme dei luoghi comuni francesi, ma tutti riprodotti con notevole dovizia di particolari che hanno conferito al film una resa perfetta. Così anche qui: i prodotti Pixar non possono fare a meno degli stereotipi, poiché sono più facilmente intuibili per il pubblico giovanissimo. Lasseter non deve mica fare Scorsese....


                              Commenta


                              • Originariamente inviato da kadath Visualizza il messaggio
                                E Ratatouille? c'era la creme della creme dei luoghi comuni francesi, ma tutti riprodotti con notevole dovizia di particolari che hanno conferito al film una resa perfetta. Così anche qui: i prodotti Pixar non possono fare a meno degli stereotipi, poiché sono più facilmente intuibili per il pubblico giovanissimo. Lasseter non deve mica fare Scorsese....
                                Seh, ho capito, ma non facciamo paragoni improbi. Mi hanno detto che in Cars 2 c'è persino l'auto-papa...

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X