annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Enola Holmes

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ma infatti ... ci sono fior fiori di attori che si sono presi le proverbiali porte in faccia prima di avere successo; spesso è solo questione di trovare il personaggio giusto che "ti lanci" o la persona (casting manager, regista etc) che voglia darti un occasione.

    Fra l'altro questa cosa dei rfiuti (anche di GOT) è vecchiotta, ricordo che ne parlava spesso nelle interviste ancora 3 anni fà.
    Ex utente Matt80 dall'autunno 2007

    Commenta


    • Vabè è una ragazzina, non diamo troppo peso a cosa dice. Purtroppo lei ha dietro una di quella famiglie e manager che mi danno l'idea di essere molto arriviste e che pompano molto i loro figli, e quindi queste sue parole da "omg avevo 12 anni e mi hanno rifiutato 4 volte, come han potuto?" sono abbastanza comprensibili. Uscì una volta una risposta di David Harbour in una intervista nella quale in maniera velata faceva riferimento a queste cose

      "Sono protettivo nei suoi riguardi. Voglio che cresca .Non la voglio in riabilitazione a 20 anni, o qualsiasi altra cosa, perché è una bambina. So che è super talentuosa, ma tutti sono talentuosi e c’è questa parabola di tensione e riflettori puntati su una persona giovane e in via di sviluppo che per me è terrificante"


      Però nell'ultimo periodo mi pare anche a livello di social più misurata del passato e che stia venendo su abbastanza equilibrata. Speriamo bene per lei.
      Ultima modifica di Sebastian Wilder; 04 October 20, 13:25.

      Commenta


      • B-roll per "Intruders", serie della BCC del periodo 2013-2014, dove l'anima di un serial killer morto tornava in vita nel corpo di una bambina di 9 anni (la Brown), ma poi ad a un certo punto l'anima della bambina si "risvegliava" e cercava di ribellarsi a quella del tizio ... insomma, una provetta attoriale da niente per una di 9 anni ...


        Ex utente Matt80 dall'autunno 2007

        Commenta


        • Secondo me un attore va giudicato da adulto. I bambini e ragazzini (specie se pre adolescenti) hanno un tipo di istinto che poi in molti casi da adulti si perde. Per me guardare un bambino di 8 anni che recita magari anche bene e dire "diventerà un grandissimo attore" lascia un po' il tempo che trova.

          Commenta


          • Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio
            Secondo me un attore va giudicato da adulto. I bambini e ragazzini (specie se pre adolescenti) hanno un tipo di istinto che poi in molti casi da adulti si perde. Per me guardare un bambino di 8 anni che recita magari anche bene e dire "diventerà un grandissimo attore" lascia un po' il tempo che trova.
            Io ricordo che nei contenuti speciali di True Grit Hailee Steinfeld era proprio un'altra persona rispetto al suo personaggio nel film, essenzialmente una ragazzina normale ma era comunque in grado di fare una metamorfosi totale quando partivano i ciak senza menate sul metodo di tanti attori adulti.
            Poi è ovvio che in tanti casi si dice ma in molti casi si tratta di attori bambini che semplicemente hanno una faccia conosciuta come Culkin ai tempi non necessariamente di quelli veramente bravi e immagino che abbia un ruolo anche quanto vengano "protetti" da certe dinamiche dai genitori, in genere quelli che sopravvivono sono quelli che al di fuori del set hanno avuto la vita più normale per quel poco che seguo sté cose.
            "Compatisco quelle povere ombre confinate in quella prigione euclidea che è la sanità mentale." - Grant Morrison
            "People assume that time is a strict progression of cause to effect, but *actually* from a non-linear, non-subjective viewpoint - it's more like a big ball of wibbly wobbly... time-y wimey... stuff." - The Doctor

            Commenta


            • Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio
              Vabè è una ragazzina, non diamo troppo peso a cosa dice. Purtroppo lei ha dietro una di quella famiglie e manager che mi danno l'idea di essere molto arriviste e che pompano molto i loro figli, e quindi queste sue parole da "omg avevo 12 anni e mi hanno rifiutato 4 volte, come han potuto?" sono abbastanza comprensibili. Uscì una volta una risposta di David Harbour in una intervista nella quale in maniera velata faceva riferimento a queste cose

              "Sono protettivo nei suoi riguardi. Voglio che cresca .Non la voglio in riabilitazione a 20 anni, o qualsiasi altra cosa, perché è una bambina. So che è super talentuosa, ma tutti sono talentuosi e c’è questa parabola di tensione e riflettori puntati su una persona giovane e in via di sviluppo che per me è terrificante"


              Però nell'ultimo periodo mi pare anche a livello di social più misurata del passato e che stia venendo su abbastanza equilibrata. Speriamo bene per lei.

              Ma oddio, per fortuna invece mi pare che alle spalle abbia una famiglia che è stata fin da subito piuttosto equilibrata e non certo come quelle di Culkin o Will Wheaton.
              E non era facile, considerando anche che, se ricordo bene, economicamente non erano messi benissimo negli ultimi tempi prima di Stranger Things.

              E' arrivata a 16 anni e passa dopo 4 anni "da star" e mi pare sia tuttosommato ok e senza problemi, anzi ...
              Ultima modifica di Matthew80; 04 October 20, 16:02.
              Ex utente Matt80 dall'autunno 2007

              Commenta


              • Essere scartati dal trono di spade niente niente è un onore.
                'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                Commenta


                • Dopo Twin Peaks e Lost, il Trono di Spade è stato il terzo spartiacque a livello di serie TV, segnandone l'affermazione che oggi vediamo.

                  Commenta


                  • Solo a livello pop, perché anche restando in casa HBO ce ne sono a bizzeffe di serie superiori.
                    'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da p t r l s Visualizza il messaggio
                      Solo a livello pop, perché anche restando in casa HBO ce ne sono a bizzeffe di serie superiori.
                      "solo a livello pop" ma che vuol dire?? come se il successo di GOT fosse dovuto al semplice fenomeno pop

                      ma per favore

                      Commenta


                      • Si basa solo su inganni e poppe e l’inganno delle poppe è lo stratagemma che permette di non far crollare l’attenzione.
                        'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da p t r l s Visualizza il messaggio
                          Si basa solo su inganni e poppe e l’inganno delle poppe è lo stratagemma che permette di non far crollare l’attenzione.
                          sisi

                          certo

                          Commenta


                          • Non mi va di spiegare troppo... si capisce che non mi piace.
                            Il vuoto di contenuti si è manifestato nella difficoltà degli sceneggiatori a concludere qualcosa di inconsistente.
                            'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da p t r l s Visualizza il messaggio
                              Si basa solo su inganni e poppe e l’inganno delle poppe è lo stratagemma che permette di non far crollare l’attenzione.
                              Vabbeh, non è che però devi sparare una cazzata sesquipedale se una cosa non ti piace... limitati a dire legittimamente che non ti piace e amen

                              Commenta


                              • Ok la prima stagione, ma la seconda invece? Non mi ricordo tette e culi a volontà come nella prima, e gli inganni sono una caratteristica di tante serie TV poi, mi sono fermato alla seconda stagione per la mia mancanza di interesse verso le serie TV, ma tutto sommato era una stagione tranquillamente all'altezza della prima. Negare la natura di spartiacque nella storia delle serie TV è da folli per me, sostenendo che sia divenuto un fenomeno pop solo per le nudità ancor di più.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X