annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Netflix - Original film

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Felice per la news di Gundam.

    Vogt-Roberts ha dimostrato con Skull Island che ci sa fare, ed è pure un appassionato di manga.

    Voglio dargli fiducia.
    Ex utente Matt80 dall'autunno 2007

    Commenta


    • Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
      Eh, anch'io non ne ho proprio idea.
      Per esempio, mi sembra che Roma di Cuaron sia considerato un "Netflix Original", ma dovrebbe essere stato comprato dalla società dopo essere stato girato... Almeno credo

      Leggendo questo articolo di DDay e quest'altro di Tom's Hardware, mi sembra di aver capito che, come si diceva, il film dovrebbe essere co-prodotto dalla Legendary e da Netflix (con la supervisione della Sunrise), che ovviamente si occuperanno anche della distribuzione (la Legendary per il mercato cinese, Netflix per il resto del mondo).
      Mi sono informato un po' in giro e dovrebbe essere a tutti gli effetti una produzione della legendary in toto a cui già lavoravano con la sunrise dal 2018. Netflix ha semplicemente comprato il pacchetto.

      Commenta


      • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio

        alla fine l'ho visto.

        film davvero piacevole! mi ha pure emozionato ad un certo punto.

        mi è piaciuto quasi tutto, tranne le due cose che hai riportato anche tu. ci sono alcune scene troppo confusionarie che, vuoi per seguire i sottotitoli e vuoi un po' per come sono girate, non è che mi abbiano fatto impazzire.. e sì il punto più debole è indubbiamente il villain, che ha quei poteri senza un motivo sensato.

        per il resto, come detto.. l'ho trovato molto interessante, peccato non averlo doppiato, i sottotitoli su certi film action, mi fanno venire il mal di testa
        Non sapevo che non l'avessero doppiato.

        Per me in alcune scene di battaglie spaziali pagava lo scotto di un design delle astronavi un po' troppo uniforme (con in più quei vari bracci meccanici che complicavano le dinamiche) e, forse, a una relativa inesperienza del regista con quel tipo di effetti.
        Sarà per i bracci meccanici, ma a tratti ho pensato a quanto invece George Miller riusciva a scandire chiaramente le sue scene d'azione nonostante tutta la roba che succedeva e tutti i marchingegni che metteva in campo.

        Però altre scene, tipo quella del robot che salta da un'astronave all'altra, le ho trovate già più chiare e spettacolari.
        Luminous beings are we, not this crude matter.

        Commenta


        • Carino Love and Monsters film di formazione per ragazzi post apocalittico con vari mostroni.

          Il design mostri quando sono realizzati con effetti artigianali fanno la loro figura mentre in alcuni casi la cgi spezza un po' troppo l'atmosfera tranne nel caso della buona sequenza visiva delle meduse.
          Personalmente avrei preferito più "crudezza" ma i toni del film sono leggeri e più che sull'azione e l'affrontare i mostri il film si basa appunto sul cammino del nostro protagonista(molto ispirato a Zombieland).
          Non mancano delle "bambinate" che potrebbero risultare stucchevoli ma per il target e per come si pone il film il risultato è soddisfacente.

          Commenta


          • Originariamente inviato da Il Ciabattiere Visualizza il messaggio
            Carino Love and Monsters film di formazione per ragazzi post apocalittico con vari mostroni.

            Il design mostri quando sono realizzati con effetti artigianali fanno la loro figura mentre in alcuni casi la cgi spezza un po' troppo l'atmosfera tranne nel caso della buona sequenza visiva delle meduse.
            Personalmente avrei preferito più "crudezza" ma i toni del film sono leggeri e più che sull'azione e l'affrontare i mostri il film si basa appunto sul cammino del nostro protagonista(molto ispirato a Zombieland).
            Non mancano delle "bambinate" che potrebbero risultare stucchevoli ma per il target e per come si pone il film il risultato è soddisfacente.
            Concordo. Intrattiene in modo semplice e lineare, con un assortimento di buoni sentimenti.
            Dopo quella specie di insettone all'inizio speravo di vedere più animatronic, in effetti.
            E i due "survivalisti" (Rooker e la bambina) secondo me avrebbetro dato molto al film se li avessero resi co-protagonisti a tutti gli affetti (come in Zombieland), ma se farano un nuovo capitolo non mi sorprenderei se finissero loro al centro della storia.

            A quanto ne so la sceneggiatura originale era più cattivella, soprattutto nella parte finale; oltre al fatto che c'erano più mostri, più grossi e con un'origine diversa (presumo che siano entrati in gioco limiti di budget).

            Più che altro ho visto il trailer del film d'esordio del regista e sembra di tutt'altra pasta, qua si vede che si è messo al servizio della produzione, anche se con mestiere (ci sono anche alcuni passaggi action, specie nella scena finale, non male).

            Luminous beings are we, not this crude matter.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio

              Concordo. Intrattiene in modo semplice e lineare, con un assortimento di buoni sentimenti.
              Dopo quella specie di insettone all'inizio speravo di vedere più animatronic, in effetti.
              E i due "survivalisti" (Rooker e la bambina) secondo me avrebbetro dato molto al film se li avessero resi co-protagonisti a tutti gli affetti (come in Zombieland), ma se farano un nuovo capitolo non mi sorprenderei se finissero loro al centro della storia.

              A quanto ne so la sceneggiatura originale era più cattivella, soprattutto nella parte finale; oltre al fatto che c'erano più mostri, più grossi e con un'origine diversa (presumo che siano entrati in gioco limiti di budget).

              Più che altro ho visto il trailer del film d'esordio del regista e sembra di tutt'altra pasta, qua si vede che si è messo al servizio della produzione, anche se con mestiere (ci sono anche alcuni passaggi action, specie nella scena finale, non male).

              Il film secondo me ne avrebbe giovato,i cattivelli nel finale sembrano buttati un po' lì ed in generale non si avverte un reale senso di pericolo ma questo anche perchè il film punta e spinge totalmente su altro diciamo che è uno Stand by me in una situazione alla Zombieland

              Il regista sì vede che ha mano ed un certo gusto,come hai detto nel finale le sequenze action sono buone ed anche dinamiche,ma anche visivamente ci sono bei momenti.

              Commenta


              • Dall'accoglienza per I Mitchell contro le macchine sembrerebbe che Lord&Miller (qui in veste solo di produttori) ci abbiano visto giusto un'altra volta.

                https://www.rottentomatoes.com/m/the...s_the_machines
                https://www.metacritic.com/movie/the...s-the-machines
                Ultima modifica di Sir Dan Fortesque; 30 aprile 21, 09:41.
                Luminous beings are we, not this crude matter.

                Commenta


                • Sembra molto carino. Progetto nato in seno a Sony Pictures e dirottato su Netflix dopo lo scoppio della pandemia.

                  Commenta


                  • Bello I Mitchell contro le macchine, anche più di quanto mi aspettassi.

                    Intelligente e al passo coi tempi, ricco di personaggi assurdi e trovate divertenti che spesso si rivelano risolutive per il plot, non manca anche di momenti emotivi riusciti (tra la protagonista e il padre), con uno stile visivo unico ed esplosivo.
                    Chissà come sarebbe andato al box office.
                    Luminous beings are we, not this crude matter.

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
                      Bello I Mitchell contro le macchine, anche più di quanto mi aspettassi.

                      Intelligente e al passo coi tempi, ricco di personaggi assurdi e trovate divertenti che spesso si rivelano risolutive per il plot, non manca anche di momenti emotivi riusciti (tra la protagonista e il padre), con uno stile visivo unico ed esplosivo.
                      Chissà come sarebbe andato al box office.
                      Ne sono rimasto piacevolmente colpito anch'io!
                      Ha fatto rider un botto sia me che i bimbi.
                      "Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi: navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione...E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser...E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia... E' tempo di morire"

                      Commenta


                      • Anche a me è piaciuto. La storia è molto carina ma il piatto forte è in effetti lo stile, visivamente è davvero una gioia per gli occhi, ricco di personalità quasi come Into the Spiderverse. E poi c'è il carlino

                        Commenta


                        • Ecco, il cane-maiale è una di quelle idee assurde poi fondamentali per la prosecuzione della storia a cui accennavo
                          Luminous beings are we, not this crude matter.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
                            Ecco, il cane-maiale è una di quelle idee assurde poi fondamentali per la prosecuzione della storia a cui accennavo
                            Cane-maiale-pane-cane-maiale-pane-Cane-maiale-pane!!!
                            "Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi: navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione...E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser...E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia... E' tempo di morire"

                            Commenta

                            In esecuzione...
                            X