annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Freaks Out (Gabriele Mainetti)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #61
    Tarantino ha uno stile, Mainetti no.
    Va beh l' importante è che incassi.



    ​​​​​​

    Commenta


    • #62
      Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
      Non mi ha fatto cadere la mascella a terra però è un bel trailer, il film mi sembra molto più vendibile all'estero rispetto a Jeeg Robot, per stile e contenuto, infatti se dovesse ricevere una buona accoglienza non mi stupirei nel vedere Mainetti al timone di un blockbuster americano (di offerte ne ha già ricevute e rifiutate a quanto pare)
      Covid-19 e assenza di prodotto americano potrebbe finire per avvantaggiarlo nei mercati esteri, il Pinocchio di Garrone è andato piuttosto bene laddove è riuscito a uscire in sala (Spagna, Olanda, UK).

      Commenta


      • #63
        Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
        Tarantino ha uno stile, Mainetti no.
        Va beh l' importante è che incassi.



        ​​​​​​
        io aspetterei almeno il film per dire che Mainetti non lo abbia.

        ha all'attivo un film, diamogli il tempo di crearlo un suo stile
        "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
        And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
        That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


        # I am one with the Force and the Force is with me #

        -= If You Seek His Monument Look Around You =-

        Commenta


        • #64
          Lo stile che ha lo si evince (per ora) nei personaggi vulnerabili e nella fotografia pittoresca. È ancora acerbo ma ha tante qualità. Il trailer è una boccata d'aria fresca in questo cinema italiano fatto di prodotti senili, deprimenti, Lacci laccetti e altre puttanate per il circolo delle vecchiette che hanno l'abbonamento al cinema (quei pochi che rimarranno aperti).

          Commenta


          • #65
            Che se ne dica,almeno Mainetti attualmente è l'unico "esordiente" che si è messo paurosamente in gioco con un blockbuster del genere,e pure italiano. Comunque vada,al di la del fatto che piaccia o meno, onore al merito e in bocca al lupo,alla faccia dei suoi colleghi italiani alle prese con le solite commedie,comici,ecc. Almeno lui porta avanti il cinema di genere,altrimenti ci toccava sorbire Muccino & C. a vita.

            Commenta


            • #66
              Diciamo pure che con i soldi che ha la famigli di mainetti mettersi in gioco è un po’ più facile

              Commenta


              • #67
                Sembra molto ben fatto, con una production value dal respiro internazionale.
                Luminous beings are we, not this crude matter.

                Commenta


                • #68
                  Lo stile, se giá si puó definire tale, non si discosta da quello di Jeeg robot, con l'aggiunta di essere più curato e guardare anche a un pubblico potenzialmente più ampio.

                  Un mio amico, che non é certo uno che si aggiorna su tutto ció che esce o deve uscire, ha pubblicato il trailer in un gruppo WhatsApp, segno che ne é rimasto colpito, tutto soddisfatto inoltre a sottolineare che fosse un film italiano. Un singolo caso ovviamente non é un campione statistico, ma personalmente lo voglio prendere come un buon segno che possa far breccia nel pubblico.
                  Da qua a dicembre il rischio peró é che arrivino misure molto più restrittive o che anche i pochi temerari dell'ultimo mese e mezzo tornino ad avere paura di andare in sala, per non parlare degli altri.

                  ​​

                  Commenta


                  • #69
                    Di certo il trailer ha tutti quegli elementi che il pubblico apprezza in un film di questo genere: azione, avventura, umorismo, effetti speciali e una confezione patinata.
                    Il complimento più diffuso che leggo sui social è "non sembra italiano" in alternativa a "sembra americano".
                    Un bene? Un male? L' importante è che incassi e sia venduto in tutto il mondo.

                    Commenta


                    • #70
                      Tanto può essere bello quanto una cazzata, adesso bisogna solo vederlo.
                      https://www.amazon.it/Dario-Argento-...+il+suo+doppio Il mio saggio sul cinema di Dario Argento.

                      "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                      Commenta


                      • #71
                        Bh è dai, c'è molto di buono nel trailer.... effetti speciali semplici ma efficaci, una ottima scelta delle facce (Max Marzotta su tutti), una certa originalità nella messa in scena nonostante i temi trattati siano molto derivativi (la scena dei nazisti al circo fa molto Mel Brooks), Castellitto sembra azzeccare una nuova caratterizzazione (in La profezia dell' Armadillo era l'unica cosa in tono con gli scritti di Calcare, e con l'accoppiata col plurilodato Predatori e l'annunciata serie su Totti, questo potrebbe diventare il suo anno), poi ovvio che certe scelte sembrano già semplicistiche sia nei dialoghi che nella trama (il che non è un male, dipende dal genere che si sceglie di trattare), ma si respira una buona aria di favola, migliore de Il ragazzo invisibile, per dire.
                        Poi, certo, bisognerà aspettare di vederlo per giudicare.
                        Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                        Spoiler! Mostra

                        Commenta


                        • #72
                          Conoscendo Mainetti sin dai suoi corti , sarà tutto tranne che una favola

                          Commenta


                          • #73
                            Bel trailer spettacolare, totalmente americano nell'impostazione, compreso il solito abuso di Debussy o la cover sgarrupata di Burning Down the House.
                            Pare un po' un X-Men de noantri ma potrebbe essere molto divertente.
                            Al solito, chissà però se, dove, come e quando uscirà.

                            Commenta


                            • #74
                              Originariamente inviato da gybbyr Visualizza il messaggio
                              Conoscendo Mainetti sin dai suoi corti , sarà tutto tranne che una favola
                              Dipende che intendi per favola.
                              In teoria anche i Batman di Burton o lo Spiderman di Raimi sono "favole" in quanto seguono quegli archetipi e quelle strutture narrative lì.
                              Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
                              Spoiler! Mostra

                              Commenta


                              • #75
                                Originariamente inviato da gybbyr Visualizza il messaggio
                                Diciamo pure che con i soldi che ha la famigli di mainetti mettersi in gioco è un po’ più facile
                                diciamolo infatti. è un rampollo come tanti (Rovere compreso) che almeno ha qualcosa di dire e la passione traspare. poi c'è il figlio di Castellitto...

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X