annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Knives Out - saga (Rian Johnson)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Lord Vell Visualizza il messaggio
    Sì, ma allora il messaggio del film non è che i bianchi sono tutti colpevoli di razzismo sistemico, perchè in tal caso dovremmo includere anche personaggi come quelli di Plummer e Craig fra i difensori del sistema bianco-centrico, mentre le loro azioni dimostrano il contrario. Casomai è una pellicola che mostra la possibile reazione di un campione (in questo caso una ricca famiglia di bianchi) di fronte alla perdita dei propri privilegi in favore di un'immigrata (smascherando anche le ipocrisie di quelli apparentemente più aperti e progressisti); quindi un particolare che è certamente specchio dell'universale, ma non per forza vuole rappresentare la totalità di quella categoria
    Esattamente.

    Inoltre il film modernizza i tipici personaggi del whodunit aggiornandoli ad oggi. Un tempo tra i familiari avremmo avuto l'artista con una galleria d'arte, oggi abbiamo il personaggio della Colette che è una simil influencer. Un tempo avremmo avuto uno yuppie anni 80, oggi abbiamo un ragazzino attaccato a Google, etc.
    Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
    Spoiler! Mostra

    Commenta


    • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
      Io l' ho trovato un film didascalico e paraculo in ogni risvolto, impossibile appassionarsi a un simile lezioso esercizio di stile.
      Mi fa piacere che abbia avuto successo di pubblico, quello sì. Sempre meglio questo dei cinecomic o degli action movie che vanno per la maggiore. Ma insomma non c' è da stare allegri.
      Questa tua frase riassume il mio pensiero verso quell'obbrobrio di scrittura che è Birdman.
      Qual'è la verità? Ciò che penso io di me, ciò che pensa la gente, o ciò che pensa il burattinaio?
      Spoiler! Mostra

      Commenta


      • https://www.cinemablend.com/news/249...-talking-about

        Simpatica questa, chissà se è intenzionale.
        Luminous beings are we, not this crude matter.

        Commenta


        • Rientro per rispondere a Fred ma vedo che ci avete già pensato. Avete detto tutti cose giustissime e precise, quindi grazie per avermi risparmiato fatica.

          Commenta


          • Per chi fosse interessato, segnalo qualche corto e video musicale di Rian Johnson. I corti sono stati fatti prima del film d'esordio, Brick, l'ultimo video musicale tra SW e KO.


            Corti:

            Evil Demon Golf Ball from Hell!!! (1997)

            RJ ha detto che probabilmente non farebbe mai un vero horror ma qui ha fatto una parodia su una storia di uno spirito vendicativo che s'impossessa di una palla da golf e perseguita il suo uccisore.
            Lo stile è acerbo ma si vedono già diversi tratti che perfezionerà nel tempo.

            In gnerale fa pensare un po' al primo Raimi, con un camera work cinetico e creativo e una passione per l'effetto speciale da cinema delle origini che poi gli rimarrà anche nella filmografia successiva.




            The Psychology of Dream Analysis (2002)

            Il suo lavoro dalla messa in scena più sperimentale, surreale ed "europeggiante".

            Si basa su un'interessante premessa psicologico/metafisica che per certi versi anticipa alcune delle idee, o il genere di idee, che sfrutterà nei suoi film di stampo sci-fi, penso al concetto di chiusura del loop in Looper come anche al force bond tra Kylo e Rey in Star Wars.




            Videoclip:

            The Mountain Goats - Woke Up New (2008)

            Un falso piano sequenza tutto basato su un gioco di scatole cinesi a "schermi dentro gli schermi" che sfrutta quasi solamente carrellate in avanti o indietro per muoversi tra uno e l'altro.




            LCD Soundsystem - oh baby (2018)

            Cast di lusso (Sissy Spacek e David Strathairn), è una tenera love story a base sci-fi con elementi crime; torna l'effetto speciale semplice e funzionale alla storia, stavolta a in ambito teletrasporto/porta dimensionale.

            Luminous beings are we, not this crude matter.

            Commenta


            • https://deadline.com/2021/03/natasha...on-1234715689/

              Johnson realizzerà su Peacock una serie mystery con "caso della settimana" intitolata Poker Face, con Natasha Lyonne protagonista.
              La serie sarà composta da 10 episodi e sarà scritta e diretta da Johnson (anche se questo non esclude che ingaggino altri registi e/o sceneggiatori).


              “I’m very excited to dig into the type of fun, character driven, case-of-the-week mystery goodness I grew up watching. It’s my happy place. Having Natasha as a partner in crime is a dream, and we’ve found the perfect home at Peacock.”


              Tra questo e la saga di Knives Out sfogherà la sua passione per il genere. Poi spero che passi ad altro.
              Luminous beings are we, not this crude matter.

              Commenta


              • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
                https://deadline.com/2021/03/natasha...on-1234715689/

                Johnson realizzerà su Peacock una serie mystery con "caso della settimana" intitolata Poker Face, con Natasha Lyonne protagonista.
                La serie sarà composta da 10 episodi e sarà scritta e diretta da Johnson (anche se questo non esclude che ingaggino altri registi e/o sceneggiatori).


                “I’m very excited to dig into the type of fun, character driven, case-of-the-week mystery goodness I grew up watching. It’s my happy place. Having Natasha as a partner in crime is a dream, and we’ve found the perfect home at Peacock.”


                Tra questo e la saga di Knives Out sfogherà la sua passione per il genere. Poi spero che passi ad altro.
                Pochi anni fa su Twitter circolò l'idea di qualcuno di fare un reboot del Tenente Colombo dando a Natasha Lyonne il ruolo di protagonista, e se non ricordo male Rian Johnson commentò il tutto scrivendo "yes please" o qualcosa del genere. Chissà che non sia nata così l'idea

                Commenta


                • Bella notizia, ma il titolo mi piace poco.
                  'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                  Commenta


                  • Infatti sarebbe stato meglio "Foul Play".
                    Luminous beings are we, not this crude matter.

                    Commenta


                    • Quello scelto mi sembra troppo ancorato a un linguaggio da meme. Poi magari i delitti saranno degli omicidi mixati ai Darwin Awards, ma il titolo continua a lasciarmi così...
                      Spoiler! Mostra
                      'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                      Commenta


                      • https://www.hollywoodreporter.com/ne...nds-at-netflix

                        A sopresa Netflix si accaparra due sequel di Knives Out.
                        Rian Johnson manterrà completo controllo crativo e Craig protagonista.

                        Da una parte buon per Netflix, si sono assicurati una delle ip originali più calde degli ultimi anni.
                        Dall'altra l'idea che la saga non continui al cinema nonostante il successo mi dispiace, specie una rara volta che un (potenziale) franchise originale fa così presa sul pubblico.
                        E anche l'avere il br del primo e dover sottostare ad un abbonamento per vedere o rivedere i sequel (ammettendo che siano all'altezza) non mi fa impazzire (ma questo è un problema a monte e che col tempo coinvolgerà sempre più film).

                        Mi chiedo se, nel caso sborsino di più per il budget, magari la serie non spingerà un po' di più sui risvolti d'azione che nel primo erano solo accennati nella scena d'inseguimento.
                        Ultima modifica di Sir Dan Fortesque; 01 aprile 21, 08:21.
                        Luminous beings are we, not this crude matter.

                        Commenta


                        • Sì anche a me fa strano la discrepanza che si creerà tra la distribuzione del primo film e quella dei sequel. Comunque immagino che anche qui ci sarà un cast all-star, pure le prossime uscite importanti di Netflix vanno verso quella direzione.
                          Speriamo che le trovate e le trame mystery siano all'altezza di Knives Out.

                          Commenta


                          • Già si parla di autore che completerà la sua trilogia. Io spero che non si limiti a una trilogia, mi vanno bene 2, 4, 7, 8 titoli, questo filone non ha bisogno di sottostare alla canonica trilogia.
                            'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                            Commenta


                            • Altri 7 o 8 (o anche serie) se se ne occupano altri registi, non lui.
                              Luminous beings are we, not this crude matter.

                              Commenta


                              • Perché no? Se va in porto l’altro grande progetto, la sua carriera conterà ben 4 film di Star Wars (quanto George Lucas). 7 o 8 film su un suo progetto originale ci possono stare.

                                Mi sta comunque bene anche l’ingresso di altri registi che vengono a dire la loro, nuove leve di mestiere (come la saga di James Bond) o anche registi di un certo peso (penso a Edgar Wright per esempio). Sarebbe bello creare una nuova icona del giallo investigativo.
                                'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X