annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Oscar 2020: Pronostici e News

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da papermoon Visualizza il messaggio
    Ma se ho detto che Parasite all'oscar mi va benissimo, che altro devo aggiungere?
    Che ne vinca quattro o cinque e in più la palma d'oro mi par troppo, ecco.
    Forse non hai capito la mia perplessità allora, perciò te lo chiedo apertamente: se Tarantino e Scorsese avessero vinto tutto quello che ha vinto Parasite, avessero racimolato lo stesso consenso di critica e pubblico, e se, in parole povere, si fossero trovati nella stessa posizione di Bong, non sarebbe stato altrettanto "troppo"? Andiamo

    Fiction televisiva gli esterni di Polanski? La prima scena, quella presso lo spiazzo coi tizi schierati, la ricordo molto poco televisiva. E in ogni caso Polanski è un regista d'interni da sempre.
    A parte la scena iniziale pensa al green screen visibile nei set dell'isola del diavolo, alla scena dell'inseguimento, all'estetica piatta negli esterni quando sono seduti ai tavolini del caffè, ecc. So bene che Polanski è un regista di interni ma non aveva questi problemi in The Ghostwriter.

    Glass bellissimissimo, ma non ho proprio voglia di ri-argomentare. Che vengano premiati i Del Toro e i Joker dai festival vari e il vero grande genio del cinema di genere no, beh, mi intristisce (si fa per dire eh), gli avrei dato magari una statuetta così, per compensazione.
    Eppure mi ricordo che all'epoca fossi d'accordo sulle farraginosità della scrittura, ma va beh, il vero genio del cinema di genere è Bong e io continuo a non capire il (poco) seguito di Shyamalan.

    Commenta


    • Originariamente inviato da SE7EN Visualizza il messaggio
      Forse non hai capito la mia perplessità allora, perciò te lo chiedo apertamente: se Tarantino e Scorsese avessero vinto tutto quello che ha vinto Parasite, avessero racimolato lo stesso consenso di critica e pubblico, e se, in parole povere, si fossero trovati nella stessa posizione di Bong, non sarebbe stato altrettanto "troppo"? Andiamo
      Sì, può darsi, forse un po' meno "troppo" visto che per l'appunto mi paiono film migliori di quello del coreano. E con questo?
      Comincio a non capire più qual e' il punto di tutta questa "discussione", sempre ammesso che l'abbia mai capito.

      Quanto a Glass: io dicevo rispetto a Del Toro e al Phillips di Joker, Bong è un bel genietto anche lui, anche se non mi piace quanto il grande Sciammy.

      Commenta


      • Originariamente inviato da papermoon Visualizza il messaggio
        Sì, può darsi, forse un po' meno "troppo" visto che per l'appunto mi paiono film migliori di quello del coreano. E con questo?
        Comincio a non capire più qual e' il punto di tutta questa "discussione", sempre ammesso che l'abbia mai capito.
        Il punto è che qualsiasi film vinca, la quantità di premi e attenzioni che riceve sembrerà sempre sproporzionata al suo effettivo valore.

        Commenta


        • Fossero sempre ecumenici passerebbero quasi inosservati...Mica fa schifo vincere 100.000 euro al superenalotto, però il medium è il messaggio ergo "ci vuole" il jackpot spropositato di 100.000.000.
          "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

          Commenta


          • Originariamente inviato da SE7EN Visualizza il messaggio
            Il punto è che qualsiasi film vinca, la quantità di premi e attenzioni che riceve sembrerà sempre sproporzionata al suo effettivo valore.
            Se il punto è questo, non vedo che problema c'è se mi andava di "lamentarmi" di Bong, visto che in questo caso è stato lui a trionfare "esageratamente" e non Tarantino o Scorsese. Magari mi sarei lamentato uguale, chissà.

            Ribadisco che Parasite mi sembra un film serenamente digeribile dall'industria, e il regista pure (d'altra parte Bong aveva già girato dei simil-blockbuster mezzo americani, no?), un film senza nulla di significativamente antisistemico, anticapitalistico, antichissacchè.
            Un film "perfettamente digeribile dall'industria" può essere superbellissimo eh, non è questo il punto.

            Il giorno in cui trionferanno all'oscar titoli come (primi flm a caso che mi passan per la testa) un Love Exposure, un Knight Of Cups, un Enter The void etc., rimarrò a bocca aperta anch'io.

            Insomma, non vedo dove questo circolo vizioso di buffe puntualizzazioni possa portare, e dubito interessi a qualcuno.

            Piuttosto: ho dato un'occhiata a una clip in esterni del film polanskiano. http://www.youtube.com/watch?v=OQ2rGtxbv68
            Che dire, televisivo (cosa intendiamo esattamente? faccioni, piattezza?) mi pare ingeneroso, eddai.
            Qui vedo un bel totale ottimamente composto con attori disposti a dovere nel quadro, e in seguito un'apprezzabile profondità di campo che sfocia in un'immagine di chiusura - piuttosto bella - in cui le strade d'epoca fanno classicamente da linee di fuga.
            Fotografia molto elegante ma senza stucchevolezze, di un lattiginoso che rende bene la brumosità della giornata.

            Le serie Tv, francamente, le guardo poco o nulla, ma se si trova roba di questo livello mi ci fiondo

            Commenta


            • Originariamente inviato da papermoon Visualizza il messaggio
              Se il punto è questo, non vedo che problema c'è se mi andava di "lamentarmi" di Bong, visto che in questo caso è stato lui a trionfare "esageratamente" e non Tarantino o Scorsese. Magari mi sarei lamentato uguale, chissà.
              Il punto é che ti ho portato dove volevo: se trovi tutto questo esagerato è un problema tuo, quindi NON LAMENTARTI

              Il giorno in cui trionferanno all'oscar titoli come (primi flm a caso che mi passan per la testa) un Love Exposure, un Knight Of Cups, un Enter The void etc., rimarrò a bocca aperta anch'io.
              Anch’io rimarrò a bocca aperta quando premieranno roba che fa testo a sé e che nessuno vede, almeno non al momento dell’uscita nelle sale (ammesso che escano), ma non sarebbe comunque una prova di coraggio, solo mancanza di buon senso.

              È pacifico che Parasite abbia vinto perché è stato spinto ossessivamente dalla NEON negli Stati Uniti grazie a un’efficace campagna marketing. Non sarebbe mai passato per l’anticamera degli Oscar altrimenti, e in quel caso ne parleremmo come l’ennesimo capolavoro snobbato dall’Academy.

              Di conseguenza...

              Insomma, non vedo dove questo circolo vizioso di buffe puntualizzazioni possa portare, e dubito interessi a qualcuno.
              ... non lamentiamoci.

              È chiaro il punto adesso?

              Che dire, televisivo (cosa intendiamo esattamente? faccioni, piattezza?) mi pare ingeneroso, eddai.
              Qui vedo un bel totale ottimamente composto con attori disposti a dovere nel quadro, e in seguito un'apprezzabile profondità di campo che sfocia in un'immagine di chiusura - piuttosto bella - in cui le strade d'epoca fanno classicamente da linee di fuga.
              Fotografia molto elegante ma senza stucchevolezze, di un lattiginoso che rende bene la brumosità della giornata.
              Televisivo eccome, guarda la pasta dell’immagine, i colori smorzati, l’illuminazione diffusa, frontale, priva di tagli interessanti, l’esposizione sempre uguale in qualsiasi angolo del frame, senza differenze di ratio, i neri spenti, come una produzione europea standard che adopera un moderno workflow digitale senza un color grading all’altezza.

              In interni il livello si alza considerevolmente: https://youtu.be/BX7J02RvHxU

              Poi grazie che tutto è composto a dovere e il blocking è quantomeno decente, dopotutto parliamo di Polanski. Ma se dobbiamo giudicare l’estetica delle immagini, The Ghostwriter era tutta un’altra storia.

              Commenta


              • Originariamente inviato da SE7EN Visualizza il messaggio
                Il punto é che ti ho portato dove volevo: se trovi tutto questo esagerato è un problema tuo, quindi NON LAMENTARTI
                Caro Seven, mi pare di aver scritto, ri-scritto e stra-scritto che l'Oscar a Parasite mi va benissimo, nel contesto dell'usualmente anonima kermesse oscarosa. Il mio senso di responsabilità cinefila ha già dato, insomma.
                Se mi lamento, relativamente parlando (visto che ogni tanto - buon senso o meno - vorrei veder trionfare altra roba, e visto che Parasite non mi pare poi così capolavorico) si tratta ovviamente di un problema mio, visto che i post sono miei e non di pincopallo.
                In altre parole, mi lamento quanto mi pare. :-)

                Gli esterni di TG me li ricordo migliori, in effetti. Comunque: vada per i colori smorzati e i neri un po' fiacchi, ma quanto al resto (luce diffusa, frontale, senza tagli particolari, esposizione uniforme) la scena mi dà più una sensazione di naturalismo (insomma, la resa di una giornata uggiosa dalla luce uniforme) che di povertà televisiva.
                Parlo con occhi di spettatore eh, di dettagli tecnici ed eventuali manchevolezze sono vieppiù ignaro.

                Questa clip, in effetti piò bruttina, la aggiungo invece per corroborare la tua tesi: http://www.youtube.com/watch?v=unVvxEjlMh8
                Alla luce del sole i colori paiono più scialbi e innaturali, e le immagini tendenti al piatto (anche se alla fine, a dirla tutta, mi ricordano non so più quale dipinto d'epoca)

                Commenta


                • Originariamente inviato da papermoon Visualizza il messaggio


                  Ribadisco che Parasite mi sembra un film serenamente digeribile dall'industria, e il regista pure (d'altra parte Bong aveva già girato dei simil-blockbuster mezzo americani, no?), un film senza nulla di significativamente antisistemico, anticapitalistico, antichissacchè.
                  Un film "perfettamente digeribile dall'industria" può essere superbellissimo eh, non è questo il punto.

                  Il giorno in cui trionferanno all'oscar titoli come (primi flm a caso che mi passan per la testa) un Love Exposure, un Knight Of Cups, un Enter The void etc., rimarrò a bocca aperta anch'io.
                  Pure se qualcuno ritirasse l'Oscar in tuta da ginnastica presa in una Merceria di Offanengo ci si stupirebbe...Sebbene, in teoria, l'abito è strumentale e non fine del (la celebrazione) del premio vinto. E' dunque più "digeribile" , tra l'altro, filmare mezz'ora di p*****i nei cessi di una discoteca piuttosto che "rompere il tabù" dei completi Armani/Gucci. In effetti pure al Festival di Sanremo si mettono in tiro magari solo per cantare/dire sciocchezze e baciarsi tra maschi. Nella famosa "vita reale" direi peraltro che la comodità della tuta batte la costosa eleganza degli stilisti. Strane priorità.Buon cun..cinema a tutti.

                  "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

                  Commenta


                  • Surreale, il presidente Trump attacca Parasite (che ammette di non avere visto) e Pitt il "saputello" (dichiara di non essere mai stato un suo fan).

                    President Donald Trump mocked the Academy Awards for giving its best picture Oscar to Parasite.

                    Commenta


                    • Rivuole Via col vento

                      Commenta


                      • Vabbè su Pitt ha ragione, è uno che non sa di cosa parla e non conosce la sofferenza della povera gente. I ricconi devono tacere tranne se sono dalla parte del popolo con le sue sofferenze.

                        Su Parasite, il film dovrebbe vederlo e poi giudicare. Via Col Vento nel nuovo millennio per via delle rumorose minoranze si sta prendendo tanta cacca addosso, con varie accuse di razzismo, sessismo, elogio all'America bianca efc... quindi l'elogio di Trump non farà altro che affossarlo ancora di più nella considerazione generale.
                        Qualcuno dica a Trump che Viale del Tramonto non vinse l'oscar, quello si che era un capolavoro assoluto e antisistema in toto e per questo niente premi principali. Forse è meglio che non lo nomini, sia mai che qualche imbecille di qualche minoranza o qualche bianco con sensi di colpa, demolisca il film di Wilder perché piace a Trump.

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
                          Vabbè su Pitt ha ragione, è uno che non sa di cosa parla e non conosce la sofferenza della povera gente. I ricconi devono tacere tranne se sono dalla parte del popolo con le sue sofferenze.
                          Trump d'altronde faceva la fame prima di essere eletto

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
                            Trump d'altronde faceva la fame prima di essere eletto
                            Che c'entra, Trump ha parlato al popolo, poi se abbia fatto cose utili al popolo non lo so, Pitt come la stragrande maggioranza degli attori vota Democratici ma i democratici stile Clinton mica Sanders, quindi aria fritta.

                            Commenta


                            • Brad Pitt è un pericoloso socialista nemico della patria. Addio pubblico repubblicano.

                              Commenta


                              • Vabbè il pubblico Repubblicano se lo sono giocati da qualche anno.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X