annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

TeneT - Christopher Nolan

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il thriller erotico con Jennifer Lawrence, che ricordi.



    Ho ascoltato la videorecensione del Collezionista di Ombre, ok gli è piaciuto ma arrivare a definirlo profondamente carnale anche no.

    Commenta


    • Concordo sul fatto che che Nolan è Nolan: piaccia o non piaccia il suo stile è riconoscibilissimo e i temi che tratta li tratta così solo lui. Poi che sia un genio o no non sta a me dirlo (secondo me lo è, quando si ricorda di esserlo ), ma di sicuro è un autore completo e una pagina di storia del cinema l'ha scritta, mentre tanti altri suoi contemporanei che avete citato poc'anzi ci stanno provando ma non ci sono (ancora) riusciti, a parte PTA ovviamente.

      Commenta


      • Fincher si sta rivoltando nel letto.
        Luminous beings are we, not this crude matter.

        Commenta


        • Fincher è un grandissimo, ma mi dà sempre l'idea del mestierante (super) di lusso che potrebbe dirigerti bene qualsiasi cosa senza però dare una vera impronta, senza una visione ben precisa e riconoscibile in ogni opera. E a mio parere ha fatto qualche cazzatona in più di Nolan ma questi sono gusti miei

          Commenta


          • Quindi tu non vedi una continuità nell'opera globale di Fincher e nel suo stile, i suoi film non hanno lasciato un'impronta nella storia del cinema e dirige semplicemente qualsiasi cosa passi il convento.
            Luminous beings are we, not this crude matter.

            Commenta


            • Lo stile di Fincher per me è più riconoscibile di quello di Nolan. (Tra le altre cose ha uno stile più abusato e copiato secondo me rispetto a Nolan)
              Per gusti personali preferisco Fincher ma anche Nolan ha scritto una pagina importante nel cinema del nuovo millennio e ha impiattato temi interessanti. Anche se questo accanimento intorno al concetto di tempo (sviluppato, rielaborato, riepilogato in lungo e in largo), ormai più protagonista dei veri protagonisti in carne e ossa, rischia di trasformarsi in un pantano da cui è meglio cercare di svincolarsi il prima possibile, prima di rimarnerci immobilizzato e affondarci dentro.

              Insomma bello che le ossessioni di un artista fondino la sua poetica, meno bello se quelle tue ossessioni le fai diventare un ossessione anche per il tuo pubblico.

              E a proposito di uno scontro tra i due, qualcosa mi dice che quest'anno sarà più bello l'ultimo film di Fincher rispetto a Tenet.
              Ultima modifica di MrCarrey; 01 September 20, 20:47.
              tumblr_oc8g4uj7aK1sec0ywo1_1280.jpg

              Commenta


              • Anche a me piace più Fincher di Nolan, forse ha una regia più pulita e meno "grandiosa", però a livello di filmografia lo preferisco.

                Commenta


                • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
                  Quindi tu non vedi una continuità nell'opera globale di Fincher e nel suo stile, i suoi film non hanno lasciato un'impronta nella storia del cinema e dirige semplicemente qualsiasi cosa passi il convento.
                  Se la metti giù così sembra che abbia detto che Fincher non vale niente chiariamo: lo adoro ed è stato uno dei primi registi di cui completai la filmografia da adolescente (forse addirittura il primo ora che ci penso).
                  Ciò detto, continuità tematica nella sua opera faccio fatica a trovarla (ma pure tra Se7en e Zodiac, se non per il fatto che c'è un serial killer di mezzo: sono due film diversissimi).
                  Qualche progetto se l'è scelto davvero molto male (Benjamin Button, Millennium, ma anche The Game e Panic Room). All'attivo ha dei cult assoluti, ma che impronta ha lasciato per esempio Se7en (film che comunque amo, sia chiaro) che Il Silenzio degli Innocenti uscito tre quattro anni prima gli mangia in testa?
                  Fight Club, forse. The Social Network e Zodiac due grandi cult ma scrivono la storia del cinema? Non lo so

                  Commenta


                  • Fincher è un mestierante che va molto sulle tendenze commerciali del momento. C'è poco che mi ha convinto ai massimi livelli (Zodiac e Seven). Molto innamorato della macchina da presa tra l'altro
                    Ultima modifica di Sensei; 01 September 20, 21:33.

                    Commenta


                    • Ok, chiudo l'OT su Fincher.
                      Luminous beings are we, not this crude matter.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da StoneAngel Visualizza il messaggio
                        Vista l'accoglienza, anche mia che gli ho dato tra il 5 e il 6, aggiungo alla discussione una recensione positiva che ho ascoltato, 25 minuti se vi volete fare due conti prima, per riequilibrare un po':



                        Non sapete quanto mi spiaciuto che il film non mi sia piaciuto (pienamente, perché ci ho visto un potenziale sprecato enorme).
                        Una recensione competente, altro che Victorlaslo88.

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
                          Ok, chiudo l'OT su Fincher.
                          Su David Lean concordo, d'altronde Lean ebbe pure lui una fase iniziale di film più piccoli e poi da metà anni 50' si diede ai kolossal sino a diventarne il regista principe di tale tipo di cinema. Inutile dire che Lean post metà anni 50' enne molte critiche contrastanti dalla stampa inglese che non graficano avesse abbandonato i territori iniziali, con il passare del tempo hanno avuto tutti torto.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
                            Ok, chiudo l'OT su Fincher.
                            Di' la verità, chiudi l'ot per non mandare la gente a quel paese

                            Commenta


                            • Su Fincher forse sono controcorrente, ma preferisco di molto la sua filmografia da Zodiac in poi (eccezion fatta per Benjamin Button e Seven) rispetto alla prima parte di carriera.
                              'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio
                                Di' la verità, chiudi l'ot per non mandare la gente a quel paese
                                Non sapremo mai se la trottola è caduta ​​​​​
                                Luminous beings are we, not this crude matter.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X