annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

TeneT - Christopher Nolan

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Bradshaw è un po' il Canova inglese, una buona parola la dedica (quasi) a tutti (Canova a tutti lol). Sarebbe bello arrivare alla loro età con la medesima beatitudine interiore.

    Commenta


    • Originariamente inviato da Gidan 89 Visualizza il messaggio

      Diciamo che Bradshaw da 5 stelle un po' troppo spesso, manco se uscissero pietre miliari del cinema una volta a settimana
      Solo ieri per quanto riguarda il Toronto film festival ieri ha pubblicato 2 recensioni da 5/5 .

      E' chiaro comunque che il suo metro si riferisce ad un film importante "nel momento e nella contemporaneità"
      Ognuno giustamente può avere il suo metro di giudizio, e chi legge un critico pian piano impara ad interpretarlo.
      Diciamo che è un po' problematico alla luce di questi siti che aggregano recensioni e fanno le medie non considerando questo aspetto. Io personalmente ormai gli aggregatori non li calcolo proprio, meglio seguire 3-4 critici di fiducia e basta.

      Commenta


      • E' meglio andare per singoli critici che per aggregatori di recensioni a cui si da sin troppo peso.

        Commenta


        • Originariamente inviato da Shosanna Dreyfus Visualizza il messaggio
          A me Branagh non ha convinto del tutto, a tratti molto centrato ma in altri un po' sopra le righe, quasi una parodia di un cattivo (cosa che credo sia anche voluta). Complimenti Enfad , ottima disanima, che mi trova (a parte Branagh) quasi totalmente d'accordo.
          Grazie mille

          Originariamente inviato da - Rasputin - Visualizza il messaggio
          per me dunkirk è il peggiore film di nolan e ho gia scritto il perchè, comunque film noioso, retorico, super patriottico e con personaggi che fanno cose stupide e lo so che è una storia vera
          Sostanzialmente concordo

          Originariamente inviato da Lord Vell Visualizza il messaggio
          Uno dei problemi principali l'ho riscontrato quindi non tanto nella complessità delle regole del gioco (che invece sono abbastanza semplici), quanto nella sfilacciatura narrativa, che assieme al ritmo forsennato e alla verbosità di certe sequenze non rende proprio un'impresa facilissima stare al passo con la narrazione (in particolare nell'atto finale ho avuto qualche difficoltà a comprendere lo svolgimento della missione nei dettagli, sarà anche che ci si arriva dopo un bombardamento incessante di informazioni elargite per tutta la durata del film), e la dilatazione di certe sequenze d'azione non aiuta in tal senso (problema che Nolan ha sempre avuto, anche se talvolta riesce a mascherarlo meglio).
          Concordo, e ovviamente sono d'accordo anche col pezzo successivo della tua rece in cui parli dei personaggi

          Originariamente inviato da Lord Vell Visualizza il messaggio
          Quanto al messaggio generale del film
          Spoiler! Mostra
          Ecco, ne approfitto per aggiungere qualche considerazione su questo argomento.
          Spoiler! Mostra


          Originariamente inviato da A.Crowley Visualizza il messaggio
          che poi in inception è pure contraddittorio, spiega una cosa ma nel finale succede proprio quello per cui per tutto il film ha detto che non dovrebbe mai succedere
          Originariamente inviato da A.Crowley Visualizza il messaggio
          no mi riferisco a tutta la pappardella di NON finire nell'ultimo strato dei sogni (non mi ricordo il termine usato, al momento mi sfugge) che altrimenti ci saresti morto ecc ecc, peccato che lui ci arrivi senza problemi e venga pure fuori senza problemi, lasciando perdere totalmente altre dinamiche
          Beh ma quella non è una contraddizione, è un semplice espediente narrativo per mantenere la suspence e rendere l'idea della difficoltà della missione. Di cose simili (in scala ridotta) ce ne sono per tutto il film, per esempio quando Saito richiede un innesto e Gordon-Levitt risponde subito che non si può fare (invece si può fare, ma è chiaramente un'impresa complicata), o quando si parla di un'architettura onirica su tre livelli come qualcosa di troppo instabile (per dare l'idea di quanto Yusuf sia un ottimo chimico e quanto il suo preparato sia efficace).
          Tra l'altro, quando viene spiegata la pericolosità di finire nel limbo, viene anche subito detto che Cobb c'è stato (e ne è uscito), quindi l'eventualità di finirci si configura come da evitare in tutti i modi per le difficoltà che comporterebbe, ma non è di impossibile risoluzione

          Commenta


          • Originariamente inviato da Maddux Donner Visualizza il messaggio

            Batman tre e sto Tenet dicono tutt'altro.
            Batman 3 ha diversi problemi ma è un'ottima conclusione concettuale ed emotiva per la saga, oltre ad avere diversi momenti ispirati. Tenet non è neanche lontanamente vicino ad essere un film orribile. Può essere respingente per alcuni, ostico per altri ma è un film tecnicamente pressoché inattaccabile e con una costruzione solida.

            Commenta


            • Ognuno il suo.
              "Vabbè camerata, beviti un po' quello che ti pare e torna su VKontakte a scrivere di come vorresti sparare ai politici e di quanto la Meloni sia la tua waifu, va benissimo". cit.

              Commenta


              • Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
                Grazie mille


                Sostanzialmente concordo


                Concordo, e ovviamente sono d'accordo anche col pezzo successivo della tua rece in cui parli dei personaggi


                Ecco, ne approfitto per aggiungere qualche considerazione su questo argomento.
                Spoiler! Mostra
                Alla fine è il dibattuto fulcro di ogni film che parla di viaggi nel tempo, sia nell'approccio più classico che in quello più moderno (e scientificamente condivisibile).
                Peccato che in Tenet (come in molti altri film eh) di questo restino i soliti due mediocri aforismi che Nolan caccerebbe in bocca anche all'usciere dell'albergo e tre battutine sagaci.
                Il resto è la solita messa in scena roboante e inutilmente cervellotica con cui ama praticare onanismo.

                Commenta


                • Originariamente inviato da Maddux Donner Visualizza il messaggio

                  Batman tre e sto Tenet dicono tutt'altro.

                  Commenta


                  • Finalmente l'ho visto e adesso potrò recuperare tutti i vostri commenti!
                    Cosi a caldo mi sento di dire che ho faticato moltissimo a entrare nella storia, il primo terzo del film ho sofferto. Ho trovato noiosissima proprio la trama in sé e non mi ha interessato minimamente tutta la "dinamica coniugale". Però come ha affrontato il fattore tempo è comunque interessante perché finalmente originale, al contrario di tutto il resto.
                    "It's so easy to laugh / It's so easy to hate / It takes strength to be gentle and kind"
                    The Smiths - I Know It's Over

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da violaverde Visualizza il messaggio
                      Però come ha affrontato il fattore tempo è comunque interessante perché finalmente originale, al contrario di tutto il resto.
                      Potenzialmente originale sicuramente, ma il risultato è povero e davvero poco interessante. Occasione persa.
                      "Vabbè camerata, beviti un po' quello che ti pare e torna su VKontakte a scrivere di come vorresti sparare ai politici e di quanto la Meloni sia la tua waifu, va benissimo". cit.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Maddux Donner Visualizza il messaggio

                        Potenzialmente originale sicuramente, ma il risultato è povero e davvero poco interessante. Occasione persa.
                        Si, sono d'accordo, ha sprecato un ottima idea Secondo me il problema è proprio tutto il resto, noioso e banale, per cui anche se lo inserisci in una cornice che gioca con il tempo stai comunque raccontando qualcosa di poco appetibile.
                        "It's so easy to laugh / It's so easy to hate / It takes strength to be gentle and kind"
                        The Smiths - I Know It's Over

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da violaverde Visualizza il messaggio
                          Finalmente l'ho visto e adesso potrò recuperare tutti i vostri commenti!
                          Cosi a caldo mi sento di dire che ho faticato moltissimo a entrare nella storia, il primo terzo del film ho sofferto. Ho trovato noiosissima proprio la trama in sé e non mi ha interessato minimamente tutta la "dinamica coniugale". Però come ha affrontato il fattore tempo è comunque interessante perché finalmente originale, al contrario di tutto il resto.
                          Sfido a trovare qualcuno che si sia interessato a quella dinamica...

                          Commenta


                          • Per me l'ideale sarebbe che si realizzassero personaggi che non debbano per forza dimostrare di possedere un'emotività. Tanto a Nolan di quello non frega niente, e francamente nemmeno a me se la cosa è funzionale a portare avanti un' idea interessante a prescindere. Che poi, io spero che a Nolan non freghi niente, e che inserisca elementi emozionali dozzinali e imbarazzanti nella loro pochezza.solo per rendere a tavolino un po' meno freddo al pubblico il film, perchè se devo pensare quello sia il suo spessore emotivo ci rimango male.
                            Anche in Interstellar tutto quel dissertare di Amore in quel modo mi ha fatto venire discretamente i vermi.
                            Dovrebbe fare un bel film su un regista ossessionato a portare avanti temi contorti, e delle difficoltà di far quadrare la storia, punto. E che non osi parlarci del rapporto del regista con il fratello, non ci importa!
                            Ultima modifica di violaverde; 16 settembre 20, 12:29.
                            "It's so easy to laugh / It's so easy to hate / It takes strength to be gentle and kind"
                            The Smiths - I Know It's Over

                            Commenta


                            • Il progetto mai realizzato su Howard Hughes lo vedrei volentieri. Riparta da quello.

                              Commenta


                              • A me piacerebbe rivedere un film di Nolan completamente lineare (magari scritto anche da altri) ma con il suo senso estetico e la sua regia, un po' come è stato Insomnia.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X