annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

No Time To Die - 007

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Anche nel periodo Moore eh, Vivi e Lascia Morire e La Spia che mi Amava (del resto il migliore con Moore) fecero incassi che oggi starebbero verso il miliardo o poco meno.

    Commenta


    • Thunderball con l'inflazione al giorno d'oggi avrebbe bello che sfondato il miliardo, se non di più. E tra l'altro nel 1965 non c'era tutto il marketing di oggi, né il brand era fortissimo come oggi nel 1965.

      Moore con gli ultimi due film fece flop ai botteghini o comunque incassi ultra-deludenti, cosa proseguita con Dalton.
      Ultima modifica di Sensei; 03 October 20, 12:59.

      Commenta


      • Flop direi proprio di no, Roger Moore ne ha interpretati sette nell'arco di 12 anni, e oltre ai titoli che ho citato anche Moonraker spaccò il botteghino (forte pure della spinta di Star Wars), così come Solo per i tuoi Occhi e Octopussy andarono benissimo. Poi è ovvio che con l'età avanzata di Moore da una parte, e il radicale cambiamento nel più moderno cinema spettacolare degli anni '80 dall'altra, si arrivò a una fase di stanca e al naturale declino, che comunque si manifestò in modo evidente solo con l'ultimo Bersaglio Mobile.

        Questa la classifica degli incassi bondiani, per attore, corretta per l'inflazione:

        BondGross.png
        Ultima modifica di Cosmo; 03 October 20, 13:25.

        Commenta


        • Craig è quello che ha la media più alta per film. Aggiustando all'inflazione al 2019 la media delle sue quattro uscite sta a 900 milioni abbondanti a film. In ogni caso il numero di biglietti staccati nella Golden Age di Bond con Connery sono irripetibili. Stiamo parlando di una delle cinque proprietà cinematografiche più importanti al mondo, che macina successi da 60 anni.
          La profonda mancanza di spiritualità di colui che non percepisce, ma giudica l’arte, il suo rifiuto e la sua mancanza di disponibilità a riflettere sul significato e sullo scopo della propria esistenza nel significato più alto del termine, assai sovente vengono mascherate con l’esclamazione primitiva fino alla volgarità: "Non mi piace!", "Non mi interessa!". Il bello è celato a coloro che non cercano la verità.

          Commenta


          • Sean Connery "paga" i primi due film, dogli incassi furono molto buoni per il primo ed ottimi per il secondo, ma lontani dai numeri monstre da Golfinger in poi, con Thunderball che poi fece ancora più sfracelli ai botteghini.

            Dalton numeri impietosi e bassissimi. Con il prossimo film, Craig dovrebbe superare Moore.

            Commenta


            • Il vero problema è che ormai siamo ad ottobre 2020.
              Se pure nei prossimi 6 mesi o prima arrivassero i primi vaccino io tempo di testare gli effetti etc.. secondo me ormai pure il 2021 è rovinato. Queste uscite piazzate nei primi 6 mesi del nuovo anno non mi convincono. Inizio ad essere stra pessimista.

              Commenta


              • Ma infatti devono rischiare, altrimenti a furia di rinviare peggiorano solo la situazione ed il dominio delle piattaforme streaming sarà incontrastabile, basta poco alla gente per abituarsi al giorno d'oggi.

                Commenta


                • Ma rischiare cosa? Con un film del genere? Bond è l'unico blockbuster "sospeso" su cui non pende nemmeno un dollaro di debito coi creditori. Lo possono tenere lì quanto gli pare, a quanto pare, finché non avranno la ragionevole certezza che incasserà almeno il minimo per rientrare. In più non sono la Disney o la WB, che sono corporation enormi a catena di montaggio con in canna tanti altri film che non possono essere rimandati per troppo tempo. In ogni caso Novembre 2020 era una data totalmente FOLLE, in quanto l'Europa vivrà la seconda fase peggiore dall'inizio della pandemia questo inverno e l'Europa è il principale bacino di guadagno di Bond. Far uscire un film nel bel mezzo del primo inverno Covid è da pazzi.

                  Ironico che il film ruoti attorno un qualche virus mortale da scongiurare.
                  La profonda mancanza di spiritualità di colui che non percepisce, ma giudica l’arte, il suo rifiuto e la sua mancanza di disponibilità a riflettere sul significato e sullo scopo della propria esistenza nel significato più alto del termine, assai sovente vengono mascherate con l’esclamazione primitiva fino alla volgarità: "Non mi piace!", "Non mi interessa!". Il bello è celato a coloro che non cercano la verità.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Medeis Visualizza il messaggio
                    C'è poco da ridere a dirla tutta, le major hollywoodiane mi sembra che vivano fuori dalla realtà, un po' come i calciatori che continuano a chiedere miliardi di stipendio come se nulla fosse accaduto. Tutti questi rimandi contribuiscono a uccidere quello stesso mercato da cui si aspettano i soldi quando si decideranno a uscire, continuando a spendere tra l'altro un capitale in marketing. E allora se apocalisse deve essere mi auguro che falliscano tutti, dal primo all'ultimo: almeno che si metta fine una volta per tutte ai blockbuster che hanno drogato il mercato annientando i film medi.
                    Più probabile che qualche colosso (Disney, Amazon...) acquisti le catene di cinema a prezzo stracciato approfittando di questo periodo. Così le uscite saranno gestite con più semplicità, quando gli pare. Magari pure con nuovi modelli di business e formule d'uscita, ad esempio aperture a rubinetto delle sale, o un mese in sala seguito da un mese su Disney Plus. Non che la prospettiva mi entusiasmi, ma al posto loro mi pare una mossa furba se si dispone di liquidità sufficiente.
                    Ultima modifica di Cooper96; 03 October 20, 18:39.
                    Spoiler! Mostra

                    Commenta


                    • Già, ci saranno fallimenti e passaggi di proprietà, cambieranno i modelli di distribuzione ma il grande schermo non morirà perché rimane un modello di business redditizio e una forma di intrattenimento a buon mercato (la più a buon mercato di tutte) a cui il pubblico non rinuncerà.

                      Commenta


                      • Cmq la Eilish lo diceva: "Fool me once, fool me twice".
                        Luminous beings are we, not this crude matter.

                        Commenta


                        • Non è che nel ritornello dice pure "Never two without three".

                          Commenta


                          • Speriamo di no
                            Luminous beings are we, not this crude matter.

                            Commenta


                            • Non dubito che esisterà un pubblico per la sala anche nel post-Covid, quando ci sarà, ma basta anche solo un 15-20 per cento in meno di spettatori, che magari cambiano abitudini, non se la sentono e via discorrendo, e tutti i calcoli fatti al centesimo dagli Studios fanno a farsi benedire. Quindi ricapitolando loro rinviano di continuo - cosa che tra l'altro ha un costo non indifferente - sperando di poter guadagnare fino all'ultimo spicciolo come prima, senza avere alcuna certezza di ciò, mettendo invece in seria difficoltà le sale che hanno bisogno di prodotto.

                              Se avessero un minimo di intelligenza e lungimiranza tutti gli studios insieme farebbero una riunione di emergenza per decidere collettivamente il da farsi, invece di continuare con questo andazzo ognuno per conto proprio. Si mettessero d'accordo magari facendo uscire a turno ognuno uno dei loro film, ne basterebbe uno al mese per dare una boccata d'ossigeno al mercato, e avere comunque incassi potenzialmente buoni uscendo come si può dove si può, facendo un mix sala/streaming.. la soluzione se si vuole si trova, con un po' di creatività, invece di aspettare un day and date mondiale che forse non ci sarà mai, continuando a ragionare come se nulla fosse successo, come se fosse una cosa passeggera, tra l'altro andando poi a ingolfare l'annata successiva, quindi moltiplicando i rischi finanziari. Da qualsiasi prospettiva la vogliamo vedere, i saranno perdite finanziarie... Dunque perché non cominciare a ragionare come un sistema organico, coinvolgendo tutta la filiera, invece di lucrare sul proprio orticello?

                              The answer my friend is blowing in the wind...

                              Commenta


                              • Può darsi che le intenzioni delle major siano proprio quelle, portare al fallimento le catene cinematografiche per acquistarle a un prezzo di saldo e fare finalmente tutto quello che vogliono dei loro preziosissimi blockbuster.
                                Dubito che non ci sia una regia organica dietro a tutto questo procrastinare.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X