annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

No Time To Die - 007

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Lord Vell Visualizza il messaggio
    600 milioni di dollari sono una cifra enorme, a questo punto Apple non farebbe prima a comprarsi direttamente MGM? Poi oltre alla cifra per il film ci sarebbero anche il rimborso spese per la Universal e gli accordi con i vari sponsor da ridefinire... Ma poi quanti abbonamenti dovrebbero fare per andare in attivo a fronte di una spesa del genere? 100 milioni? Comunque ho letto che c'è anche la possibilità che sottoscrivano un accordo di un anno per lo sfruttamento post sala, una via di mezzo (a mio parere la cosa migliore, altrimenti si parlerebbe di sciacallaggio portato ad un nuovo livello)
    Scusami se mi permetto, ma il grassetto mi ha fatto abbastanza ridere

    Il valore di mercaro di MGM alla fine del 2019 superava il miliardo di dollari e un'acquisizione di una compagnia non è che si fa esattamente in qualche mese.

    Il discorso sul'attivo è anche sbagliato, perché gli attivi non si guardano sulla singola spesa, ma sul totale delle entrate e delle uscite alla fine del periodo che si prende in considerazione.

    Giusto per fare un esempio: se guardi il rapporto annuale 2019 di Apple, ha avuto un totale di ricavi di 213 miliardi di dollari per i prodotti e 46 miliardi per i servizi. Il totale dei costi è stato di poco più di 161 miliardi di dollari. L'utile lordo è stato di 98 miliardi e l'utile netto finale dopo il pagamento delle imposte di 55 miliardi. Ti rendi conto, vero, che rispetto a queste cifre 600 milioni non sono niente?

    Anche solo considerando i servizi streaming e digitali, Apple ha avuto un ricavato di 46 miliardi nel 2019. Considerando tutte queste cifre, ti sembra davvero che ci sia un problema di compensazione dei costi? In settembre 2019 avevano liquidità per 48 miliardi di dollari... il film lo potrebbero compare in cash.

    È evidente che hanno fatto i loro calcoli. Da una parte MgM vuole capitalizzare l'investimento, a fronte di un periodo molto incerto per le sale e, soprattutto, con una durata incerta. Dall'altra, una compagnia che ha tutte le possibilità di concretizzare questo acquisto, che non deve essere per forza legato solo all'aumento degli abbonamenti (potrebbero per esempio puntare anche ad un aumento, per quanto moderato, del prezzo dell'abbonamento, per dire).

    Commenta


    • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio

      Scusami se mi permetto, ma il grassetto mi ha fatto abbastanza ridere

      Il valore di mercaro di MGM alla fine del 2019 superava il miliardo di dollari e un'acquisizione di una compagnia non è che si fa esattamente in qualche mese.

      Il discorso sul'attivo è anche sbagliato, perché gli attivi non si guardano sulla singola spesa, ma sul totale delle entrate e delle uscite alla fine del periodo che si prende in considerazione.

      Giusto per fare un esempio: se guardi il rapporto annuale 2019 di Apple, ha avuto un totale di ricavi di 213 miliardi di dollari per i prodotti e 46 miliardi per i servizi. Il totale dei costi è stato di poco più di 161 miliardi di dollari. L'utile lordo è stato di 98 miliardi e l'utile netto finale dopo il pagamento delle imposte di 55 miliardi. Ti rendi conto, vero, che rispetto a queste cifre 600 milioni non sono niente?

      Anche solo considerando i servizi streaming e digitali, Apple ha avuto un ricavato di 46 miliardi nel 2019. Considerando tutte queste cifre, ti sembra davvero che ci sia un problema di compensazione dei costi? In settembre 2019 avevano liquidità per 48 miliardi di dollari... il film lo potrebbero compare in cash.

      È evidente che hanno fatto i loro calcoli. Da una parte MgM vuole capitalizzare l'investimento, a fronte di un periodo molto incerto per le sale e, soprattutto, con una durata incerta. Dall'altra, una compagnia che ha tutte le possibilità di concretizzare questo acquisto, che non deve essere per forza legato solo all'aumento degli abbonamenti (potrebbero per esempio puntare anche ad un aumento, per quanto moderato, del prezzo dell'abbonamento, per dire).
      C'è stato un piccolo misunderstanding. Non intendevo dire che potrebbero comprarsi MGM per 600mln$ (anche perchè come giustamente ricordavi il valore di mercato un anno fa superava il miliardo), ma che, proprio perchè sono un colosso economico dall'utile lordo di 55 miliardi l'anno scorso, potrebbero pure pensare di comprarsi direttamente la società (un investimento più sicuro e più a lungo termine). Ma tutta la faccenda assume altri connotati alla luce della rivelazione che i 600 milioni a quanto pare sono il prezzo fissato dalla MGM e non l'offerta iniziale di Apple; che poi è vero che quelle cifre per loro sono "irrisorie", però come tutti quanti chiaramente vorranno capitalizzare anche dal singolo film (ovviamente potrebbero benissimo accettare senza problemi, però come offerta iniziale di Apple sembrava un po' troppo spavalda)

      Commenta


      • Non è solo un discorso di abbonamenti, un Bond in esclusiva vorrebbe dire che Apple TV gioca in serie a.
        'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

        Commenta


        • I seicento milioni chiesti dalla MGM per una licenza di un anno erano troppi, indiscrezioni dicono che Netflix Amazon e Apple non siano disposti a spenderne più di trecento ovvero la metà della cifra richiesta.
          Niente da fare ci/vi tocca vederlo prima al cinema.



          A dispetto delle ultime voci di corridoio, sembra proprio che la trattative per portare No Time To Die in streaming siano crollate subito

          Commenta


          • No Time to Die, è ufficiale: una stella del cast conferma di essere il nuovo 007

            05/11/2020

            In una nuova intervista Lashana Lynch, che interpreta il personaggio di Nomi nel nuovo Bond Movie No Time to Die, ha confermato che il suo personaggio erediterà il titolo di agente 007 da James Bond.

            La Lynch apparirà nel 25° film ufficiale del franchise più longevo della storia del cinema, che di recente ha perso il suo primo e storico interprete di Bond, Sean Connery. No Time to Die ha ora un’uscita prevista per l’aprile del 2021, dopo due rinvii dovuti all’epidemia di Covid-19. Daniel Craig apparirà nei panni di James Bond per la quinta e ultima volta per poi cedere il ruolo dopo ben quindici anni (il primo film da lui interpretato era stato Casino Royale nel 2006).

            Diretto da Cary Fukunaga, No Time To Die vede anche Rami Malek nei panni di Safin, un misterioso cattivo col volto sfigurato dalle cicatrici, mentre Ana de Armas interpreta Paloma, un’agente della CIA e una Bond girl che l’attore ha definito come un personaggio molto potenziato e realistico. Nel cast anche Lea Seydoux e Christoph Waltz, che riprendono i rispettivi ruoli di Spectre, ovvero Madeline Swann e Blofeld.

            «Sono una donna nera e se il ruolo fosse stato quello di un’altra donna nera ci sarebbero state le stesse conversazioni, gli stessi attacchi, i medesimi abusi – ha detto l’attrice, già vista in Captain Marvel, ai microfoni di Harper’s Bazaar – Devo solo ricordare a me stessa che il dibattito è in atto e che sono parte di qualcosa che sarà molto, molto rivoluzionario».

            Nell’intervista la Lynch afferma che Nomi ha sostituito James Bond nell’universo narrativo del film, dopo il suo ritiro dal servizio attivo. L’interprete ha anche colto l’occasione per confermare la cosa (trapelata in passato con tanto di reazioni scomposte sul web, ma mai ufficializzata prima d’ora dalla diretta interessata), alludendo alla responsabilità di assumere il ruolo. Ha anche aggiunto che gli attacchi le hanno fatto molto male, portandola a cancellarsi dai social media per un po’, ma che non vanno riportati a un piano personale perché, in quanto donna di colore, è in ballo qualcosa di molto più grande di una singola donna o attrice.

            La staffetta, comunque, era già intuibile dal trailer di No Time to Die, anche se la dicitura 007 cui si alludeva è un codice in cifre e un titolo che allude esclusivamente alla licenza di uccidere in possesso di chi può fregiarsene.

            https://www.bestmovie.it/news/no-tim...vo-007/762962/
            Ho parlato.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Dervis 85 Visualizza il messaggio
              No Time to Die, è ufficiale: una stella del cast conferma di essere il nuovo 007

              05/11/2020

              In una nuova intervista Lashana Lynch, che interpreta il personaggio di Nomi nel nuovo Bond Movie No Time to Die, ha confermato che il suo personaggio erediterà il titolo di agente 007 da James Bond.

              La Lynch apparirà nel 25° film ufficiale del franchise più longevo della storia del cinema, che di recente ha perso il suo primo e storico interprete di Bond, Sean Connery. No Time to Die ha ora un’uscita prevista per l’aprile del 2021, dopo due rinvii dovuti all’epidemia di Covid-19. Daniel Craig apparirà nei panni di James Bond per la quinta e ultima volta per poi cedere il ruolo dopo ben quindici anni (il primo film da lui interpretato era stato Casino Royale nel 2006).

              Diretto da Cary Fukunaga, No Time To Die vede anche Rami Malek nei panni di Safin, un misterioso cattivo col volto sfigurato dalle cicatrici, mentre Ana de Armas interpreta Paloma, un’agente della CIA e una Bond girl che l’attore ha definito come un personaggio molto potenziato e realistico. Nel cast anche Lea Seydoux e Christoph Waltz, che riprendono i rispettivi ruoli di Spectre, ovvero Madeline Swann e Blofeld.

              «Sono una donna nera e se il ruolo fosse stato quello di un’altra donna nera ci sarebbero state le stesse conversazioni, gli stessi attacchi, i medesimi abusi – ha detto l’attrice, già vista in Captain Marvel, ai microfoni di Harper’s Bazaar – Devo solo ricordare a me stessa che il dibattito è in atto e che sono parte di qualcosa che sarà molto, molto rivoluzionario».

              Nell’intervista la Lynch afferma che Nomi ha sostituito James Bond nell’universo narrativo del film, dopo il suo ritiro dal servizio attivo. L’interprete ha anche colto l’occasione per confermare la cosa (trapelata in passato con tanto di reazioni scomposte sul web, ma mai ufficializzata prima d’ora dalla diretta interessata), alludendo alla responsabilità di assumere il ruolo. Ha anche aggiunto che gli attacchi le hanno fatto molto male, portandola a cancellarsi dai social media per un po’, ma che non vanno riportati a un piano personale perché, in quanto donna di colore, è in ballo qualcosa di molto più grande di una singola donna o attrice.

              La staffetta, comunque, era già intuibile dal trailer di No Time to Die, anche se la dicitura 007 cui si alludeva è un codice in cifre e un titolo che allude esclusivamente alla licenza di uccidere in possesso di chi può fregiarsene.

              https://www.bestmovie.it/news/no-tim...vo-007/762962/
              quindi è confermato che il prossimo 007 sarà una donna nera???

              Commenta


              • il nuovo 007, non il nuovo James Bond

                Commenta


                • Originariamente inviato da Atlantide Visualizza il messaggio
                  il nuovo 007, non il nuovo James Bond
                  io ho sempre inteso 007 come James Bond

                  ma preciso che non è che sia un superfan della serie quindi può essere mi sia sfuggito questo particolare, anzi, se non sbaglio ci fu già un cambio, ricordo uno 007 dove inizialmente non era il protagonista, ma probabilmente sto confondendo

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Atlantide Visualizza il messaggio
                    il nuovo 007, non il nuovo James Bond
                    A me sembra che l’attrice abbia proprio detto che sarà lei il successore di JB..
                    Ho parlato.

                    Commenta


                    • ragazzi, 007 è una licenza, un titolo che viene assegnato a un agente. James Bond si è ritirato, quindi il ruolo di 007 passa a un nuovo agente. Un po' come il ruolo di M è passato a Mallory in seguito alla morte di Barbara Mawdsley/Olivia Mansfield

                      Commenta


                      • Esatto. Quest'attrice sarà presente in No Time to Die e il suo personaggio sarà l'agente 007, cioè le hanno assegnato quel nome in codice mentre Bond era fuori dai servizi segreti. Ma Bond è sempre Craig e nel film successivo sarà un altro, stop (poi potrebbero pure fare uno spin-off su quel personaggio nel caso avesse successo, ma è un'ipotesi).
                        La tendenziosità provocatoria con cui molti siti hanno riportato la notizia mi manda ai matti, è una strategia per far nascere polemiche da parte di chi legge frettolosamente i titoli degli articoli su Facebook e si indigna perché "ora James Bond è una donna nera!"

                        Commenta


                        • Ma sì, credo sia una una cosa tipo "Tie', eccoti le chiavi della macchina, ti ci faccio fare un giretto così puoi vantarti con gli amici e far vedere che sei grande, poi però fra poco serve di nuovo a papà e me la riporti, va bene?".

                          Una bella mossa per dare il contentino agli invasati paladini della giustizia sociale.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Atlantide Visualizza il messaggio
                            ragazzi, 007 è una licenza, un titolo che viene assegnato a un agente. James Bond si è ritirato, quindi il ruolo di 007 passa a un nuovo agente. Un po' come il ruolo di M è passato a Mallory in seguito alla morte di Barbara Mawdsley/Olivia Mansfield
                            in sostanza ci avviamo a un prossimo film con un nuovo 007 e senza James Bond ?
                            Ho parlato.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Dervis 85 Visualizza il messaggio
                              in sostanza ci avviamo a un prossimo film con un nuovo 007 e senza James Bond ?
                              Il film a cui fa riferimento Atlantide è No Time To Die e James Bond è presente. Non sappiamo se questa agente terrà il codice di 007 per tutto il film, e anche fosse ricordo che questo sarà l'ultimo film dell'era Craig quindi dal prossimo con il cambio di attore tornerà tutto alla normalità. Può essere che tra quest'ultimo film e il primo della nuova era ci infileranno uno spin-off incentrato su questa 007, ma al momento sono ipotesi che non hanno motivo di esistere e la notizia non ha nulla di clamoroso.

                              Commenta


                              • Sono abbastanza d'accordo con Cosmo, sul fattore contentino

                                aggiungo però che, alla fine per una saga come quella di 007, cambiare, mescolare o reinterpretare il personaggio, è proprio l'ultimo dei problemi.
                                "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                                And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                                That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                                # I am one with the Force and the Force is with me #

                                -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X