annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

The Matrix Resurrections (Lana Wachowski)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Io l'ho trovato tutto sommato godibile. Tra tutti e 4 forse è quello smaccatamente più personale ed è un film la cui anima credo sia racchiusa sostanzialmente nella meravigliosa inquadratura di Neo e Trinity che da risvegliati si guardano e baciano, similissimi tra loro, due facce della stessa medaglia, uno incompleto senza l'altro e solo uniti in grado di esprimere il loro massimo potenziale (che bello vedere due attori di mezza età così poco patinati ripresi in quel modo).

    Per il resto c'è tutto quello che è già stato detto: azione sottotono, gustoso commento meta sull'industria dell'intrattenimento, personaggi buttati lì (vedi Smith, Morpheus etc) e in generale un film che non ha (in maniera secondo me consapevole) la forza, l'epica e l'innovazione dei predecessori.
    Per me è la Wacho che ancora una volta va nel culo alle aspettative di studio e fan (che non a caso avevano detestato i due sequel) e riprende in mano la sua creatura per farci quello che vuole lei, togliendosi nel mezzo qualche sassolino dalla scarpa.

    Un film tutt'altro che perfetto ma concordo con chi dice che è difficile volergli male. Per me è promosso senza alcun dubbio.

    Commenta


    • L'ho visto senza saperne assolutamente nulla (e senza ricordare un tubo delle puntate 2 e 3...nenache rammentavo che Neo e Trinity fossero morti!), e devo dire che i primi tre quarti d'ora mi hanno colpito, proprio per il discorso meta di cui sopra.

      L'odierna matrice sarebbe insomma il mondo massmediatico sempre più serializzato e reiterativo in cui viviamo, quello che tratta lo stesso "Matrix" come prodotto tra prodotti, come "franchise" (orrido vocabolo che vorrei veder abolito per decreto legge) cui attingere per girare sequel infiniti e debitamente ridotti all'innnocuità (era solo un videogame, caro Neo).
      In tempi più o meno recenti hanno portato avanti un discorso simile due film non a caso poco capiti/amati dal pubblico, ossia "Glass" (raccontino vagamente matrixiano nel suo far confliggere i repressori cine-psichiatrici del sottobosco superomistico e un pubblico forse bisognoso di eroi meno blandi e serializzati) e "Ready player one", claudicante ma fascinoso filmotto per ragazzi che visualizzava appunto la matrice tentacolare di un immaginario retrò da cui siamo tutti ossessioanti e vampirizzati.
      Visto che si fatica non poco a creare, questo atteggiamento di generica protesta è magari una possibilità alternativa per un cinema popolare che voglia farsi rappresentativo dei nostri tristi tempi e in qualche misura inquieto e vitale. Non è certo il massimo, però.

      Peccato, in ogni caso, che la seconda parte di questo Matrix Four sia abbastanza orrenda. Dal risveglio di Neo in poi il film precipita, e dubito sia per la sarcastica voluttà wachoskiana di autodistruggere la sua creatura piallandola a dimensione videogiocosa/fumettara/televisiva (ma anche fosse, il film non diventa bello per questo).
      Si punta troppo sulle solite menate decorative (trite, prolisse, telefonate, mal dirette, svogliatamente realizzate tanto per) e meno sull'approfondire il discorso di cui sopra o renderlo meno didascalico e spiattellato.
      Il rinato rapporto tra Neo e Trinity, che poteva e doveva reggere la baracca (da un lato è ciò che alimenta la neo-matrice, dall'altro ha il suo bravo potenziale liberatorio), non quaglia come dovrebbe, è tirato via, finendo per annegare nel tedioso marasma digitale e nelle pinzillacchere di contorno, messe in scena svogliatamente e goffamente.

      Mi è un po' dispiaciuto per i Wachowski (anche se qui c'è solo la neo-Lana, a quanto ho capito), che stringi stringi restano gli autori di un solo grande film, e poi di troppa roba da macero. Sempre meglio che niente, comunque.

      [Mi sovviene or ora che un approccio simile al sequelismo ce l'ha anche l'ultima puntata (e in particolare una scena, se non ricordo male) di Jay & Silent Bob, che avrò visto giusto io e altri quattro gatti cui piace ogni tanto farsi del male].



      Ho combinato non so che macello autoquotandomi per postare la clip di Jay E Silent Bob reboot (vedi sopra), finendo per cancellare il post iniziale, lol.
      Lo riposto col video, che ho pescato su youtube ed è in effetti caruccetto:

      Ultima modifica di papermoon; 05 gennaio 22, 18:41.

      Commenta


      • Sono uno dei quattro gatti che ha visto l'ultimo Jay e Silent Bob A me in realtà questo film ha ricordato un po' un altro sequel non necessario e in generale non molto apprezzato che però a me piace, Trainspotting 2 (che comunque è molto meno dissacrante e autoconsapevole), almeno per quanto riguarda il dialogo costante con le immagini del capostipite.

        Originariamente inviato da The Fool Visualizza il messaggio
        Io l'ho trovato tutto sommato godibile. Tra tutti e 4 forse è quello smaccatamente più personale ed è un film la cui anima credo sia racchiusa sostanzialmente nella meravigliosa inquadratura di Neo e Trinity che da risvegliati si guardano e baciano, similissimi tra loro, due facce della stessa medaglia, uno incompleto senza l'altro e solo uniti in grado di esprimere il loro massimo potenziale (che bello vedere due attori di mezza età così poco patinati ripresi in quel modo).

        Per il resto c'è tutto quello che è già stato detto: azione sottotono, gustoso commento meta sull'industria dell'intrattenimento, personaggi buttati lì (vedi Smith, Morpheus etc) e in generale un film che non ha (in maniera secondo me consapevole) la forza, l'epica e l'innovazione dei predecessori.
        Per me è la Wacho che ancora una volta va nel culo alle aspettative di studio e fan (che non a caso avevano detestato i due sequel) e riprende in mano la sua creatura per farci quello che vuole lei, togliendosi nel mezzo qualche sassolino dalla scarpa.

        Un film tutt'altro che perfetto ma concordo con chi dice che è difficile volergli male. Per me è promosso senza alcun dubbio.
        Vero, infatti non concordo con chi ha scritto che si intravede una certa freddezza e svogliatezza. Sicuramente il film ha poco interesse ad essere un buon film d'azione, anzi proprio ad essere un Matrix, tant'è che non sembra quasi appartenere allo stesso franchise degli altri (e scrivendolo mi viene da sorridere pensando alla scena in cui si chiedono "ma cosa dovrebbe essere Matrix?") ma piuttosto sembra un video-saggio sull'argomento. Però nel rapporto tra i due personaggi ci ho visto un'umanità che negli altri capitoli non ho quasi mai percepito.


        Commenta


        • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
          Sono uno dei quattro gatti che ha visto l'ultimo Jay e Silent Bob A me in realtà questo film ha ricordato un po' un altro sequel non necessario e in generale non molto apprezzato che però a me piace, Trainspotting 2 (che comunque è molto meno dissacrante e autoconsapevole), almeno per quanto riguarda il dialogo costante con le immagini del capostipite.


          Vero, infatti non concordo con chi ha scritto che si intravede una certa freddezza e svogliatezza. Sicuramente il film ha poco interesse ad essere un buon film d'azione, anzi proprio ad essere un Matrix, tant'è che non sembra quasi appartenere allo stesso franchise degli altri (e scrivendolo mi viene da sorridere pensando alla scena in cui si chiedono "ma cosa dovrebbe essere Matrix?") ma piuttosto sembra un video-saggio sull'argomento. Però nel rapporto tra i due personaggi ci ho visto un'umanità che negli altri capitoli non ho quasi mai percepito.

          In questo frangente non sono d'accordo,la trilogia di Matrix narra molto bene la love story tra Neo e Trinity con momenti prettamente romance e di fatto Neo ha sempre agito per Trinity,infatti in Resurrections sotto quest'aspetto c'è molta continuità ed ho anche apprezzato il discorso del "credere".
          A Neo non è mai interessato particolarmente di essere l'eletto,erano gli altri a credere in lui(Morpheus,Trinity e lo stesso Oracolo) stavolta è invece Neo a dover credere in Trinity.
          Non a caso per me le critiche sul girl power lasciano il tempo che trovano...E' Neo che crede in Trinity molto più che in se stesso e ciò fa accadere determinate cose senza fare spoiler.

          Love story e contenuto cinematografico sono gli aspetti più riusciti,sui difetti più o meno stiamo concordando tutti.
          A riguardo della scrittura forse non ho compreso alcuni passaggi però mi ha fatto strano che
          Spoiler! Mostra

          Commenta


          • Originariamente inviato da Il Ciabattiere Visualizza il messaggio
            E' volutamente così.

            Il discorso metacinematografico è volutamente parodistico,ho apprezzato moltissimo il parallelismo tra Neo e le stessa Lana Wachowski.
            La situazione artistica della regista è raccontata tramite quello che sta vivendo Neo senza addentrarci in spoiler,le aspettative del sequel ognuno che ha fatto una propria chiave di lettura sui capitoli precedenti ed anche il fatto che la produzione chieda il sequel...per me è un riflesso della carriera delle Wachowski(qui in particolare di Lana dato che è l'unica regista) perchè il pubblico la vede(anche la sorella certo) come l'autrice di Matrix,gli altri progetti non hanno mai avuto un grande successo.
            Per me è un discorso molto interessante ed uno dei momenti migliori del film,perchè è l'autore che parla di se stesso,della situazione tramite un personaggio(Neo).
            Ma lo so benissimo che è voluto, come ho già scritto in precedenza gli intenti sono di un didascalismo talmente lapalissiano da essere difficilmente fraintendibile

            Il punto è che questa soluzione per me fa pena (sia a livello concettuale che per come è sviluppata), e non capisco come possa essere scambiata per qualcosa di particolarmente sofisticato e geniale - come se fosse la prima volta che qualcuno fa del metacinema o inserisce elementi autobiografici nella propria opera, poi.

            Anche l'ostentata autoreferenzialità per me non aggiunge valore al film, perché non è mai declinata in un modo che renda quelle tematiche universali e trasversali.

            Senza contare che il film risulta sbilanciato non solo a livello strutturale
            Spoiler! Mostra
            ma anche a livello di toni, perché la seconda parte di film, al netto di qualche gag occasionale
            Spoiler! Mostra
            non è assolutamente demenziale come la prima.

            In tutto ciò, la parte caricaturale e parodistica non è nemmeno divertente.

            Originariamente inviato da Il Ciabattiere Visualizza il messaggio
            Anche l'essere un passo avanti a Neo...non è una questione di pathos,il film per l'appunto vuole farti vivere la sua attuale situazione che è volutamente patatica.
            Il punto è che io non vivo e non empatizzo con la situazione attuale di Neo proprio perché, al contrario di lui, sono informata fin dall'incipit di come stanno le cose (e posso già presagire quali saranno gli sviluppi), e questo depotenzia la carica drammatica che quella prima parte, per quanto assurda e delirante, avrebbe potuto avere.

            Per essere più esplicita,
            Spoiler! Mostra



            Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
            "Se ne sentiva davvero il bisogno?" No, ed è detto chiaro e tondo nel film stesso.
            [...]
            Viene detto esplicitamente nel film, addirittura facendo il nome della Warner, che un seguito per monetizzare sarebbe stato fatto comunque. A prescindere dal coinvolgimento degli autori originali. La Wachowski ha deciso quindi di accollarsi l'incarico, volendo mettere in chiaro che il giocattolo l'ha creato lei e può farci quello che le pare.
            [...]
            A un film del genere, con tutti i difetti già evidenziati, onestamente non riesco a voler così male. Mi immagino proprio Lana che pressata dallo studios scrive la sceneggiatura di getto con la lingua in fuori pensando ah volete il sequel? Eccovelo il vostro sequel, e poi sul set inizia a sbroccare gridando di fare tutto a cazzo de cane, perché a noi il reboot c'ha rotto er cazzo! VIVALAMMERDA!

            maxresdefault.jpg
            Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
            Prima ho visto su YouTube la scena post-credit, anche quella va nella stessa direzione (per fortuna non ho aspettato la fine dei titoli di coda in sala).
            Ma se anche fosse, non è che un film fatto volutamente di merda diventa per questo meno di merda

            Se davvero la Warner ci teneva tanto a riprendere in mano il franchise e se lei era tanto contraria, poteva lavarsene le mani come la sorella e lasciare che se ne occupasse qualcun altro, come si fa da che mondo è mondo.

            Tanto più che, come dice Sir Dan, nulla vieta alla Warner di continuare a fare quel che le pare.
            Ultima modifica di Enfad; 05 gennaio 22, 15:06.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
              Ma se anche fosse, non è che un film fatto volutamente di merda diventa per questo meno di merda

              Se davvero la Warner ci teneva tanto a riprendere in mano il franchise e se lei era tanto contraria, poteva lavarsene le mani come la sorella e lasciare che se ne occupasse qualcun altro, come si fa da che mondo è mondo.

              Tanto più che, come dice Sir Dan, nulla vieta alla Warner di continuare a fare quel che le pare.
              Chiaro, ma come dicevo è un film che ha quantomeno la mia simpatia. Non è un buon Matrix, ma tutto sommato questa versione schizoide non mi è totalmente dispiaciuta, sarà che il bisogno di un quarto capitolo non lo sentivo e non so se un rilancio serio della saga mi avrebbe intrattenuto allo stesso modo. Capisco però che possa essere odiato, anche con buone ragioni.

              Commenta


              • Spoiler! Mostra
                "It's so easy to laugh / It's so easy to hate / It takes strength to be gentle and kind"
                The Smiths - I Know It's Over

                Commenta


                • A me del film piace proprio il fatto che è un po' buttato via La Wachowski è un genio: 190 milioni di budget, sicuramente una buona fetta sarà sua per il doppio ruolo regista/sceneggiatore, il tutto per fare un film in cui lei è Neo e l'analista rappresenta i produttori della Warner che vogliono sfruttarla.
                  Spoiler! Mostra

                  Il film avanza per spiegoni su spiegoni che solo un Nolan sotto barbiturici potrebbe concepire, eppure niente, stavo lì a guardare 'sta roba col sorriso stampato in faccia
                  https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

                  "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da violaverde Visualizza il messaggio
                    Spoiler! Mostra
                    Quello che ho detto è un'altra cosa:
                    Spoiler! Mostra

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
                      Quello che ho detto è un'altra cosa:
                      Spoiler! Mostra
                      Spoiler! Mostra
                      "It's so easy to laugh / It's so easy to hate / It takes strength to be gentle and kind"
                      The Smiths - I Know It's Over

                      Commenta


                      • Visto anche io.

                        Boh.. ci sono alcune cose che mi sono piaciute, altre no. Ma in generale trovo che il film nonostante si mangi gran parte dei blockbusteroni che fanno soldi (chi ha detto Spiderman?), nell'ottica di rappresentare un "Matrix" risulta come dire, leggerino. Non si respira assolutamente quella aura di "grande evento" che, tralasciando i gusti personali, i tre film hanno comunque avuto.

                        Questo sembra un pilot di una serie tv, con una prima parte di presentazione e la seconda di risoluzione ma, che apre/demanda ai seguiti la vera ciccia da esplorare. Su questo somiglia moltissimo (purtroppo) a quella ciofeca de Il Risveglio della Forza.

                        Tra l'altro il modo in cui si sono smarcati il jump time e il motivo per cui le macchine riprendono a fare i cattivoni, per me ha poco senso.

                        Io non so se Hugo Weaving ha letto lo script e di conseguenza ha fatto ciaone.. ma se la cosa è successa, posso comprendere il suo non ingaggio. Il ruolo che avrebbe dovuto avere è davvero orrendo, misero e non rende giustizia al personaggio. Reinserire l'Agente Smith per relegarlo a quella robaccia non si può proprio vedere. Questo è il virus-anomalia legato all'eletto che ha costretto le macchine a chiedere aiuto a Neo per non finire clonati. Il programma che ha fottuto il sistema e viene trattato così? Sarebbe stato più coerente non farlo tornare assolutamente, gli avrebbero reso più giustizia solo con il ricordo (come fatto con il "vero" Morpheus).

                        Paradossalmente ho più curiosità nel sapere cosa è successo nei 60 anni di tempo che dividono il sacrificio di Neo con questo film. Se c'è una cosa carina (ma abbastanza sdoganata in mille altri film sci-fi)
                        Spoiler! Mostra


                        Sul fronte nuovi personaggi, la tizia dai capelli blu non mi è dispiaciuta (poi l'attrice è bellissima) e tutto sommato la spiegazione sul nuovo Morpheus funziona egregiamente nel contesto del film. A non piacermi molto è l'upgrade fatto per accedere/uscire nel Matrix e questa roba inutilissima dell'operatore che appare nel Matrix senza essere nel Matrix. La questione di trovare un telefono, era un espediente che dava la giusta tensione ad ogni scontro che i nostri avevano nel Matrix, era una corsa contro il tempo che coinvolgeva lo spettatore. Invece qui, hai la sensazione che i redpilatti possono entrare e uscire come vogliono, senza più quel "timore" di beccare un agente.

                        La prima parte funziona bene, le gag non mi hanno disturbato, tutta la parte meta è affascinante però, concordo con questo passaggio qui:

                        Originariamente inviato da Enfad Visualizza il messaggio
                        Il punto è che io non vivo e non empatizzo con la situazione attuale di Neo proprio perché, al contrario di lui, sono informata fin dall'incipit di come stanno le cose (e posso già presagire quali saranno gli sviluppi), e questo depotenzia la carica drammatica che quella prima parte, per quanto assurda e delirante, avrebbe potuto avere.
                        Il vero problema di tutta questa scena, quando si arriva poi al momento
                        Spoiler! Mostra


                        La forza del primo film fu proprio questa, lasciare nel dubbio lo spettatore, tanto da uscire dalla sala con la pulce nell'orecchio. Qui bastava alimentare il dubbio per metà del film.

                        Un'altra cosa che ho mal digerito è questa totale reinterpretazione dell'eletto. Anche qui come nella sequel disney di Star Wars, si depotenzia il ruolo dell'eletto. Certo, non a quei livelli beceri, perché comunque tutto ciò che è stato fatto rimane... però ci sono delle piccolezze che ridimensionano Neo e lo fanno sembrare addirittura meno importante di Trinity alla fine di questo film.

                        Spoiler! Mostra


                        Un film di cui non avevamo assolutamente bisogno, ma su questo lo stesso film è abbastanza onesto nel rammentarcelo. Però il vero rammarico come detto all'inizio, è che manca davvero quella sensazione di aver visto un "grande" film. Rimane tutto piccolo, leggero, intimo.. personale e se vuoi essere "Matrix" non basta.
                        "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                        And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                        That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                        # I am one with the Force and the Force is with me #

                        -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                        Commenta


                        • Mi aggrego a chi è piaciuto. Il discorso meta è fantastico... Alla fine il film parla davvero della wacho vs la Warner!

                          Commenta


                          • Ben Watkins dei Juno Reactor, che avevano collaborato allo score dei sequel originali, la tocca piano sulla nuova colonna sonora:


                            "Ok, might as well say it, Orchestrally it doesn't shine a light anywhere near what don would have done, it is to me at buss stop No 1 or 2 in scoring, percussion wise I hate those rhythms that feel like they are falling backwards performed by a seal, and electronic "bugger bugger bugger" throbs seem so lazy when there are so many dimensional abilities these days, by many great electronic artists. no tunes to remember! it sounded like dropping the needle in scenes no webbing. lastly I felt it worked but was not what I would have liked to hear, unlike the Dune score which was impressive with the film."


                            Luminous beings are we, not this crude matter.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio

                              Un'altra cosa che ho mal digerito è questa totale reinterpretazione dell'eletto. Anche qui come nella sequel disney di Star Wars, si depotenzia il ruolo dell'eletto. Certo, non a quei livelli beceri, perché comunque tutto ciò che è stato fatto rimane... però ci sono delle piccolezze che ridimensionano Neo e lo fanno sembrare addirittura meno importante di Trinity alla fine di questo film.
                              Ripensando al film che ho sempre più voglia di rivedere,credo sempre più maggiormente che anche questo sia fatto di proposito.

                              Anch'io da subito avevo storto il naso ai robottini ecc. però credo che tramite la prima parte Lana critichi hollywood,il sistema sequel,reboot ecc. e nella seconda parte ci da quello,cioè i robottini disney,gli spiegoni spesso raffazzonati,personaggi vecchi che tornano random,la cgi posticcia.
                              E' tutta una critica proprio al sistema che tocca dunque anche la sequel di Star Wars ed altri prodotti e lo fa mostrandoci quei prodotti con gli annessi loro difetti.

                              Non so se è sovralettura,ma il dubbio mi sta salendo sempre più maggiormente.

                              Commenta


                              • Adesso ho paura a dire che non l'ho trovato così orribile come molti dicono. Anzi, in questi tempi di sequel e reboot che filano esattamente come ci si aspetta, un film che non lascia indifferenti come questo non può non starmi simpatico. È pieno di problemi di tono e per quanto affascinante è uno spiegone di 2 ore e mezza senza sosta. Eppure l'ho trovato coerente e accattivante. Insomma, se dico che è più sì che no per me, arriva Tom Doniphon a togliermi il patentino di cinefilo o posso dormire tranquillo?

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X