annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

The Matrix Resurrections (Lana Wachowski)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da OscarMannheimer Visualizza il messaggio

    Però anche Birdman sta sulla tazza del cesso
    non credo, Birdman nella sua critica inscena delle prestazioni attoriali e di regia di livello altissimo

    qui invece si defeca a più non posso ovunque perchè "dovrebbe fare figo"

    quindi no, Birdman non sta decisamente sulla tazza del cesso e non a caso ha portato a casa diversi premi di critica e non solo, matrix è robetta svogliata, un film di ripicca, fatto male che può piacere solo a chi ormai vive in un periodo di magra assurda dove anche un mezzo abbaglio finto-autoriale fa bagnare qualche utente
    Ultima modifica di MartyMcFly; 27 gennaio 22, 15:13.

    Commenta


    • Originariamente inviato da Maddux Donner Visualizza il messaggio
      Spesso e volentieri la ricerca di sottotetti va ben oltre la volontà degli autori stessi. Capita che gente ci vede cose o interpreta in modo tutto suo cose che l'autore nemmeno aveva pensato. L'utilità dell'esercizio è misurabile a quanto ti appaga alla fine, non a "fargliela vedere" a chi ti rema contro. Mio parere. Come ho detto nel mio commento sul film, di spunti e idee buone ne ha pure, ma è tutto molto mal sviluppato, molto sciatto, buttato lì senza troppa cura. Non gli voglio male, mi fa pure simpatia, ma non oltre questo. Io comunque ad un quinto ci sono se c'hanno voglia, auguro maggior fortuna e un impegno maggiore.
      Questo è giusto, ovviamente, per quanto Lana abbia tirato le redini della creatura cercando di imporre la propria visione, alla fine il film finirà comunque col parlare in modo diverso e del tutto personale ad ogni spettatore, col alterni giudizi.

      Paradossalmente se l'arte fosse solo l'interpretazione del regista allora ogni pittore/scultore dovrebbe lasciare uno specchietto informativo a fianco di ogni quadro/scultura.

      Commenta


      • Originariamente inviato da MartyMcFly Visualizza il messaggio

        non credo, Birdman nella sua critica inscena delle prestazioni attoriali e di regia di livello altissimo

        qui invece si defeca a più non posso ovunque perchè "dovrebbe fare figo"

        quindi no, Birdman non sta decisamente sulla tazza del cesso e non a caso ha portato a casa diversi premi di critica e non solo, matrix è robetta svogliata, un film di ripicca, fatto male che può piacere solo a chi ormai vive in un periodo di magra assurda dove anche un mezzo abbaglio finto-autoriale fa bagnare qualche utente
        Era una battuta Marty ​​ A me Birdman è piaciuto moltissimo, e chissà che l'idea di mettere Neo sulla tazza del cesso non sia venuta a Lana dopo aver visto il film di Inarritu ​​

        Bene, per quotare il tuo messaggio mi si è cancellato quello che avevo scritto a Naihir e Maddux ​​
        Riscrivendo in breve son d'accordo con voi anche se stiamo parlando di MATRIX, un film che si apre coi codici verdi a cascata, in pratica una trilogia nerd (col 4 di merd ) in cui anche lo spettatore DEVE avere un suo background, così da poter tradurre quelle 'schermate verdi' come fanno con facilità le red pill nei film. Volendo si potrebbe dire che Matrix è sempre stato 'meta', nel senso di programmato per essere decodificato solo da chi, a un piano superiore, ha le 'password-chiavi d'interpretazione' per entrare nei dettagli dell'opera e aprire le porte dei suoi significati in base ad una sua realtà di secondo ordine: l''eletto' in informatica capirà cose, il cinefilo vedrà i Neo e Trinity di Matrix4 come 'Frankenstein' e 'La moglie di Frankenstein' (sto improvvisando alla grande anche questo non lo avevo scritto prima! Che poi come Frankenstein ci vedrei bene Neil Patrick Harris con quel frontone ), il sociologo Niola attaccherà il suo pistolotto sinistrorso sul redpilling, il filosofo ci scriverà sopra altro ancora, lo psicoanalista si ritroverà Freud nella sala dell'architetto, il prete orbo di Verdone si raccoglierà nel suo piccolo Getsemani , il satanista si metterà a fare una messa nera ecc
        Il problema, fastidioso, nelle discussioni piuttosto si pone quando uno assolutizza le sue interpretazioni in modo da etichettare i film e svalutare, oltre ai film stessi in quella che è la loro realtà di primo ordine voluta di proposito (o anche accidentalmente) dagli autori, anche chi li interpreta in maniera diversa da lui.

        Commenta


        • Originariamente inviato da OscarMannheimer Visualizza il messaggio

          Era una battuta Marty ​​ A me Birdman è piaciuto moltissimo, e chissà che l'idea di mettere Neo sulla tazza del cesso non sia venuta a Lana dopo aver visto il film di Inarritu ​​

          Bene, per quotare il tuo messaggio mi si è cancellato quello che avevo scritto a Naihir e Maddux ​​
          Riscrivendo in breve son d'accordo con voi anche se stiamo parlando di MATRIX, un film che si apre coi codici verdi a cascata, in pratica una trilogia nerd (col 4 di merd ) in cui anche lo spettatore DEVE avere un suo background, così da poter tradurre quelle 'schermate verdi' come fanno con facilità le red pill nei film. Volendo si potrebbe dire che Matrix è sempre stato 'meta', nel senso di programmato per essere decodificato solo da chi, a un piano superiore, ha le 'password-chiavi d'interpretazione' per entrare nei dettagli dell'opera e aprire le porte dei suoi significati in base ad una sua realtà di secondo ordine: l''eletto' in informatica capirà cose, il cinefilo vedrà i Neo e Trinity di Matrix4 come 'Frankenstein' e 'La moglie di Frankenstein' (sto improvvisando alla grande anche questo non lo avevo scritto prima! Che poi come Frankenstein ci vedrei bene Neil Patrick Harris con quel frontone ), il sociologo Niola attaccherà il suo pistolotto sinistrorso sul redpilling, il filosofo ci scriverà sopra altro ancora, lo psicoanalista si ritroverà Freud nella sala dell'architetto, il prete orbo di Verdone si raccoglierà nel suo piccolo Getsemani , il satanista si metterà a fare una messa nera ecc
          Il problema, fastidioso, nelle discussioni piuttosto si pone quando uno assolutizza le sue interpretazioni in modo da etichettare i film e svalutare, oltre ai film stessi in quella che è la loro realtà di primo ordine voluta di proposito (o anche accidentalmente) dagli autori, anche chi li interpreta in maniera diversa da lui.
          ah ok scusa avevo intesto male

          Commenta


          • I primi 10 minuti del film:

            Commenta


            • Originariamente inviato da OscarMannheimer Visualizza il messaggio

              La prima volta che gli fu fatta una domanda su questo, le Wachowski risposero che i film erano effettivamente interpretabili in chiave trans ma che loro stessi non ne erano stati inizialmente consapevoli
              Ha più senso, faccio un film e poi mi accorgo che ho messo molto di me senza neanche rendermene conto. Se hai un vissuto particolare come il loro, potresti tendere involontariamente a gestire delle situazioni a video influenzate direttamente dalla tua personalità come del resto in base al tuo umore potresti sfoggiare un'interpretazione recitativa di un certo tipo

              Commenta


              • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
                Sense8 l'avevo inziata e mai più ripresa, non riesco proprio a continuarla, la trovai noiosissima.
                A me manca di finire la seconda, non so se andrò avanti, hanno cambiato anche uno degli attori protagonisti. Però la prima soprattutto all'inizio mi ha dato molto da riflettere.

                Commenta


                • Originariamente inviato da Alex Murphy Visualizza il messaggio

                  Ha più senso, faccio un film e poi mi accorgo che ho messo molto di me senza neanche rendermene conto. Se hai un vissuto particolare come il loro, potresti tendere involontariamente a gestire delle situazioni a video influenzate direttamente dalla tua personalità come del resto in base al tuo umore potresti sfoggiare un'interpretazione recitativa di un certo tipo
                  Già, la loro mente, sia pure all'inizio senza esserne consapevoli, si era comunque espressa, a conferma che l'unico modo per conseguire il 'free your mind' sarebbe il 'free YOUR SELF FROM your mind', un'evasione dal carcere che come per lo spettatore è sempre impossibile anche per loro. Come altrettanto impossibile, in pratica un'altra trappola, è il 'nosce te ipsum' dell'oracolo.
                  L'unica soluzione possibile sarebbe trascendere se stessi: una strada che Neo percorre nella trilogia (e per farlo neanche lo stare in coma gli era bastato: si libererà della sua mente ancora hackerata/imprigionata nel Mobil Ave all'inizio del terzo film, sì, ma solo liberandosi anche del suo corpo quando Smith lo assorbirà alla fine. E forse neanche così! Anzi l'ambiguità di fondo resta fino alla fine anche lì : mettiamo il caso che nella sua mente/sistema operativo ci fosse scritto Mobil 'AVE... Caesar morituri te salutant', lui anche alla fine di fronte al Deus ex machina potrebbe essere stato semplicemente nelle condizioni mentali di un gladiatore, 'morituri' = participio futuro da tradurre, come diceva il mio prof al liceo, con 'disposti a morire', per di più appena colpito dalla morte della persona amata, e non in quelle spirituali di un uomo di mente libera!), ma che loro in quel caso hanno scelto di non percorrere nella propria vita. Così come a suo tempo onestamente dissero che, trovandosi al posto di Neo, avrebbero scelto la pillola blu, facendo a meno della 'verità' che il luciferino Morpheus gli offriva.
                  Nel loro caso quindi verum (blu pill) ipsum factum (transizione di genere)?
                  Di sicuro se questo Matrix 4 è la satirica RAPPRESENTAZIONE di un grosso, metaforico, dito medio, lo è per tutti, anche per Lana che come Frankenstein jr ('SI PUO' FARE!!!' ​), riesumando Neo e Trinity, di sua VOLONTA' lo ha infine realizzato.

                  Commenta


                  • Village Roadshow ha fatto causa alla Warner Bros accusandola di aver penalizzato gli incassi di Matrix Resurrections con il lancio su HBO Max

                    Commenta


                    • Beh, che debbano consultarsi "prima" di prendere decisioni mi pare scontato. Strano che comunque non abbiano raggiunto un accordo post sui ricavi, credevo fosse stata la prassi per tutti i prodotti WB andati su HBOMax in contemporanea, come quando pagarono di più la Gadot.

                      Commenta


                      • Non lo demolisco perchè ha qualche spunto interessante e qualche momento riuscito, ma è un film piuttosto pasticciato. L'idea di dare un epilogo ai personaggi di Neo e Trinity facendo simultaneamente una satira dell'intrattenimento contemporaneo non è così cattiva, ma poteva essere gestita meglio. Ma il tasto più dolente è la messa in scena veramente imbarazzante in certi frangenti, soprattutto per quanto riguarda l'azione e in particolare nell'ultima parte (infatti quando parte il flashback dei combattimenti fra Neo e Smith il confronto è impietoso); non so se il Covid abbia contribuito, ma nulla mi toglie dalla testa che fosse almeno in parte una cosa voluta, sempre nell'ottica di parodiare l'appiattimento e la sciatteria dei blockbuster di oggi. La componente meta l'ho vista anche in alcuni dialoghi in cui non è troppo evidente e dissacrante, ad esempio
                        Spoiler! Mostra

                        Commenta


                        • Le beghe legali legate a Matrix Resurrections: vanno avanti con la la Warner accusa Village Roadshow di slealtà, la risposta dello studio

                          Commenta


                          • Questo film è un po' come Matrix: non è possibile descrivere realmente a parole quanto sia brutto, sciatto, inutile e insignificante, devi vederlo con i tuoi occhi.
                            Luminous beings are we, not this crude matter.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
                              Questo film è un po' come Matrix: non è possibile descrivere realmente a parole quanto sia brutto, sciatto, inutile e insignificante, devi vederlo con i tuoi occhi.
                              Lo vedi che avevo assolutamente ragione?

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio
                                Lo vedi che avevo assolutamente ragione?


                                Ma ricordati sempre cosa ti dicevo dopo aver visto le clip dei combattimenti
                                Luminous beings are we, not this crude matter.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X