annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Elvis Presley - biopic (Baz Luhrmann)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Mi farebbe molto piacere e mi auguro che non debbano passare altri dieci anni.

    Commenta


    • Mi pare che di solito fa passare solo 5 6 anni.
      Credo Elvis senza il covid sarebbe uscito a fine 2020.

      Commenta


      • Ah no ho controllato. Doveva uscire inizialmente ad ottobre 2021, quindi alla fine posticipato solo di 8 mesi.

        Commenta


        • Molto bello, un tipico rush lurhmanniano tra romanticismo, spettacolo, decadenza e morte (sempre lì in attesa che la giostra si fermi).
          Classico nel sovrapporre la parabola del suo protagonista a quella americana ma apprezzabile nel farlo dal punto di vista del "villain" (perché sì, i supereroi c'entrano anche qua).

          Quando si appresta a concludersi penso si succedano almeno 5 o 6 possibili finali, come un cuore che lotta fino all'ultimo battito possibile prima di fermarsi.

          Forse la parte più convenzionale e deboluccia è quella con Priscilla.

          Butler mi è piaciuto molto, soprattutto certi primi piani erano da togliere il fiato.


          Un po' m'incuriosisce l'accoglienza fredda/negativa della stampa USA, anche se non ho letto le motivazioni presumo c'entri qualcosa con lo stile strabordante del regista.
          Luminous beings are we, not this crude matter.

          Commenta


          • Fermi tutti Sir Dan Fortesque è tornato al cinema dopo due anni per Bazz Luhrmann?
            Sono sotto shock.

            Commenta


            • Da ieri il mio regista preferito di sempre

              Comunque negli ultimi due anni ho visto anche TeneT e Old (e forse qualcos'altro che non ricordo).
              Ultima modifica di Sir Dan Fortesque; 30 giugno 22, 14:17.
              Luminous beings are we, not this crude matter.

              Commenta


              • movimento, rumore ma sempre "finché la giostra non si ferma" è uno dei sunti più belli che ho letto del cinema di luhrmann.
                E'sempre stato evidentemente questo ma la metafora precisa è una bella immagine.

                Commenta


                • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
                  Da ieri il mio regista preferito di sempre

                  Comunque negli ultimi due anni ho visto anche TeneT e Old (e forse qualcos'altro che non ricordo).
                  A Mastro Dionigi e Mastro Frittata non piace questo elemento.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                    A Mastro Dionigi e Mastro Frittata non piace questo elemento.
                    Per un attimo mi stava sfuggendo chi fosse Mastro Frittata


                    Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio
                    movimento, rumore ma sempre "finché la giostra non si ferma" è uno dei sunti più belli che ho letto del cinema di luhrmann.
                    E'sempre stato evidentemente questo ma la metafora precisa è una bella immagine.
                    Con l'assist dello stesso Luhrmann in questo film
                    Luminous beings are we, not this crude matter.

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio
                      Molto bello, un tipico rush lurhmanniano tra romanticismo, spettacolo, decadenza e morte (sempre lì in attesa che la giostra si fermi).
                      Classico nel sovrapporre la parabola del suo protagonista a quella americana ma apprezzabile nel farlo dal punto di vista del "villain" (perché sì, i supereroi c'entrano anche qua).

                      Quando si appresta a concludersi penso si succedano almeno 5 o 6 possibili finali, come un cuore che lotta fino all'ultimo battito possibile prima di fermarsi.

                      Forse la parte più convenzionale e deboluccia è quella con Priscilla.

                      Butler mi è piaciuto molto, soprattutto certi primi piani erano da togliere il fiato.


                      Un po' m'incuriosisce l'accoglienza fredda/negativa della stampa USA, anche se non ho letto le motivazioni presumo c'entri qualcosa con lo stile strabordante del regista.
                      Purtroppo in questo periodo non posso vederlo,quindi lo recupererò quando si potrà...

                      Come stile assomiglia a Gatsby? Che già era un Luhrmann più "maturo",dato che sì nella prima parte non mancava la dinamicità della macchina da presa ed un montaggio più serrato dato che si mostrava una New York frenetica tra le sue feste,ma poi lo stile pur con la messa in scena luhrmanniana aveva più respiro.

                      E altra cosa,spesso il voice over nei film di Luhrmann sono eccessivi e ti spiegano l'ovvio risultando pesanti,qui se c'è il voice over è gestito meglio rispetto ai film precedenti?

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Il Ciabattiere Visualizza il messaggio
                        Come stile assomiglia a Gatsby? Che già era un Luhrmann più "maturo",dato che sì nella prima parte non mancava la dinamicità della macchina da presa ed un montaggio più serrato dato che si mostrava una New York frenetica tra le sue feste,ma poi lo stile pur con la messa in scena luhrmanniana aveva più respiro.

                        E altra cosa,spesso il voice over nei film di Luhrmann sono eccessivi e ti spiegano l'ovvio risultando pesanti,qui se c'è il voice over è gestito meglio rispetto ai film precedenti?
                        Gatsby l'ho visto un paio di volte ma non lo ricordo abbastanza, a memoria Elvis è sia più frenetico che più misurato (a seconda del momento), ma solo perché mi pare che in Gatsby la camera continuasse a muoversi avanti, indietro e intorno senza pace anche in momenti più distesi (magari ricordo male).

                        V.O. ce n'è e a volte esplica forse un po' troppo (ma per la maggior parte non mi ha dato fastidio).
                        Luminous beings are we, not this crude matter.

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio

                          A Mastro Dionigi e Mastro Frittata non piace questo elemento.

                          Chi è Mastro Frittata?

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio
                            Chi è Mastro Frittata?
                            Eggers
                            Luminous beings are we, not this crude matter.

                            Commenta


                            • Comuanue il maestro Villenueve continua a fare cast azzeccati perché da alcune cose che fa in questo Elvis si intuisce che Butler dovrebbe essere interessante come Feyd Rautha.

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da Sir Dan Fortesque Visualizza il messaggio

                                Eggers
                                Ah ecco non c'ero arrivato

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X