annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Oscar 2022: Pronostici e News

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi



  • E' un esperimento che vale la pena di essere fatto, speriamo di arrivarci presto anche in altre manifestazioni (detto fra noi chi se ne frega di Berlino).

    Commenta


    • Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio

      Rasputin si lamenta del fatto che se mai succedesse vincerebbero solo le donne...infatti è noto in altre categorie dove non c'è differenza di genere come le donne vincano in qualsiasi categoria
      no caro hai letto in modo superficiale, in pratica io dico che se vincessero gli uomini ci sarebbe il solito piagnisteo sul sessismo, se vincessero le donne si parlerebbe di favoritismi per evitare polemiche sul sessimo, insomma è un buon modi per creare polemiche inutili e togliere merito a chi vince, poi è ovvio che in una giuria da festival tenderanno più a premiare le donne per evitare rotture di coglioni mentre nelle grandi giurie se ne fregheranno

      ma davvero non ci vuole un genio per capire che non è il momento pere una cosa del genere, forse fra 50 anni

      Commenta


      • Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio
        Secondo me la cosa che potrebbe stuzzicare di più di questa idea è che unendo uomini e donne si rende chiaramente la Oscar season meno scontata.
        Una delle più grosse lamentele che ormai si fanno è che si arriva agli Oscar spompati e con le vittorie già annunciate dopo mesi e mesi di premiazioni. Se gli Oscar mettessero una categoria unica e molte altre premiazioni non si allineassero tutte avremmo un premio separato e quindi un dubbio fino all'arrivo degli Oscar su quale tra i 2 nomi (uomo e donna) premiati duranta la award season sia quello più forte.

        Ma anche se tutte le altre premiazioni si allineassero al premio unico trovo molto difficile che con una unione uomo-donna si verrebbe a creare una situazione in cui un nome vince il 99% di tutti i premi.
        Nel 2016 avrebbe vinto Di Caprio per The renevant o Brie Larson per room?. Uno magari avrebbe vinto ai Golden globes e critics awards, uno ai Sag e ai Saturn Awards. E' indubbio che sarebbe un modo per rimovimentare e rendere meno annunciata la statuetta finale.
        è più facile che mettano la categoria migliore regista femminile

        Commenta


        • La divisione deve essere mantenuta, donne e uomini a livello recitativo hanno ruoli "unici" che non sono sovrapponibili, eliminare la categoria è una grossa scemenza e l'ennesimo scempio dell'ideologia liberal.

          Le donne nelle altre categorie non vincono molto per vari motivi :

          - Sono molte di meno rispetto agli uomini nel mondo del cinema.
          - Al momento non hanno raggiunto nel cinema risultati artistici pari agli uomini e questo si ricollega al punto 1, complice il minor numero di donne nel mondo del cinema e di conseguenza minor numero di talenti.

          Tra l'altro non mi sembra che la categoria miglior attrice protagonista e non protagonista sia percepita come categoria "ghetto".
          Ultima modifica di Sensei; 25 agosto 20, 17:34.

          Commenta


          • Ammonite. Due minuti e mezzo e già due palle.

            Ultima modifica di mr.fred; 25 agosto 20, 18:02.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio

              Tra l'altro non mi sembra che la categoria miglior attrice protagonista e non protagonista sia percepita come categoria "ghetto".
              Non le percepisco come ghetto, ma l’unico senso che trovo nel dividere attori e attrici e non farlo, per esempio, tra registi e registe, è commerciale, loro sono le copertine del film e, in generale, le star dello showbiz. Un altro motivo potrebbe essere legato ai registi a due teste: se Severin Fiala e Veronika Franz dovessero fare un film meritevole di premio alla regia, dovrebbero vincere in entrambe le categorie? Dall’altro lato, ad essere pignoli, se si vuole premiare la recitazione bisogna considerare il cast, non la singola persona.

              Gli articoli hanno infilato la parola gender per far sembrare la decisione paracula; in realtà è sensata, perché rende le categorie omogenee, come avrebbe avuto un suo senso (anche se artisticamente minore) dividere tutte le altre categorie.
              Comunque anche in altri ambiti, i premi sono un tutt’uno (penso ad esempio ai Nobel).
              'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

              Commenta


              • La recitazione è una cosa differente, esistono ruoli maschili e ruoli femminili, per quanto le cose possano essere mescolate, una donna è più indicata e portata in certi ruoli, un uomo in altri, mi pare giusto quindi la distinzione che tra l'altro non ha mai fatto percepire la categorie femminile come "inferiore".

                Il Nobel è tutt'altra cosa, non cominciamo a mescolare arti e discipline che non hanno nulla a che fare tra loro.

                Commenta


                • Gli attori e le attrici transessuali dove li metti? Non è poi così scemo il tentativo di abbattere la distinzione di genere in questa categoria e ricordo che se non funziona si può sempre tornare indietro.

                  Commenta


                  • Anche interpretare Terminator è ben diverso da interpretare Jordan Belfort che è ben diverso da interpretare Philip Marlowe, ma non per questo la categoria viene divisa per tipo di ruolo.
                    'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                      Gli attori e le attrici transessuali dove li metti? Non è poi così scemo il tentativo di abbattere la distinzione di genere in questa categoria e ricordo che se non funziona si può sempre tornare indietro.
                      O crei un categoria per loro oppure scelgono dove competere. Una categoria neutra dove butti dentro tutti non ha senso di esistere. Anzi, dividere attore ed attrice ha consentito a queste ultime di ottenere visibilità sin dell'istituzione di tali premi, altrimenti avrebbero vinto sempre e solo gli uomini visto come erano composte le giurie.
                      Ultima modifica di Sensei; 25 agosto 20, 19:46.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da p t r l s Visualizza il messaggio
                        Anche interpretare Terminator è ben diverso da interpretare Jordan Belfort che è ben diverso da interpretare Philip Marlowe, ma non per questo la categoria viene divisa per tipo di ruolo.
                        Sono tutti personaggi riconducibili all'essere maschile comunque.

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio

                          Sono tutti personaggi riconducibili all'essere maschile comunque.
                          Così come ogni ruolo femminile è riconducibile al “recitare”.
                          Dicevi che una donna è più portata e indicata per certi ruoli, ma tra gli uomini anche Eddie Redmayne è più portato per certi ruoli rispetto a Mark Wahlberg, mentre il Terminator può essere interpretato da ambo i sessi (Arnold Schwarzenegger e Kristanna Loken). È più facile trovare un fattore determinante nel genere cinematografico piuttosto che nel genere sessuale.
                          'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                          Commenta


                          • Terminatrix lasciamo perdere, orribile già dal nome e trash nella presentazione.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                              Gli attori e le attrici transessuali dove li metti? Non è poi così scemo il tentativo di abbattere la distinzione di genere in questa categoria e ricordo che se non funziona si può sempre tornare indietro.
                              li metti dove vogliono loro

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                                Non ho voglia di leggere i commenti ma in sintesi chi si lamenta di cosa?
                                Le femministe dovrebbero essere contente di intraprendere questa direzione: parità di genere e vinca il migliore.
                                A me l' idea non dispiace sarebbe allo stesso tempo equa e rivoluzionaria in senso positivo.
                                non dispiace nemmeno a me.

                                se ovviamente poi le femministe non si lamentaranno con stupidaggini tipo "le nomine non sono equamente distribuite!!" o "vincono sempre i maschi!!"

                                detto questo la trovo una iniziativa interessante perché quando si guarda un film, andrebbero considerate solo tre categorie per chi recita: quella per il miglior cast, miglior protagonista e miglior non protagonista, ed essendoci ormai molti film con protagonisti maschili e femmnili, non vedo assolutamente il problema.

                                diventerebbe finalmente anche questa una premiazione non a quanto è famoso l'attore o l'attrice in gara. ma alla vera qualità dell'interpretazione.

                                e no, non troverei giusto indirizzare i voti con 5 donne e 5 maschi (altrimenti non cambierebbe nulla) i voti andrebbero decisi in base al catalogo dei film in uscita. se ci saranno per dire, più film come portagoniste che meritano l'oscar, possono anche esserci 8 nomi di donne e 2 di maschi, l'anno successivo il contrario o ripetere la stessa situazione eccecc. questo significa essere equi.
                                "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                                And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                                That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                                # I am one with the Force and the Force is with me #

                                -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X