annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Oscar 2022: Pronostici e News

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ma infatti, Sorrentino lo candidano sicuro.
    E' il regista italiano più famoso all' estero, il soggetto è quello giusto, le recensioni sono buone, a Venezia ha vinto un premio importante, è sostenuto da Netflix e lui si sta spendendo molto per la promozione (ogni sera presenzia a un evento diverso).



    In sala è uscito I'm Your Man il film designato dalla Germania, una commedia romantica premiata a Berlino (migliore attrice) con Dan Stevens.
    Storia vista duemila volte ma sembra carino.

    Ultima modifica di mr.fred; 15 ottobre 21, 10:39.

    Commenta


    • Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio
      Ma chi se ne frega di rotten tomatoes. Come se non candidassero film bocciati dalla critica a Best Picture (il film sui queen brilla con un 49/100) e La vita è bella non sedesse su un brillantissimo 59/100.
      Sorrentino è conosciutissimo in America, con un progetto del genere la nomina è probabilissima. L'ex regista di Le vite degli altri (già vincitore per Le vite degli altri dell'oscar al film straniero) è stato nominato recentemente per Opere senza autore, sbeffeggiato a Venezia da tutti i critici italiani. Appunto non contano niente.
      Si è vero che la media conta poco, ma "La vita è bella" fu un fenomeno a prescindere dalla critica internazionale. Benigni travolse tutti come uno Tsunami arrivando a commuovere e stupire il mondo, da un lato chi lo conosceva e dall'altro chi non lo aveva mai visto. Incassò parecchi soldi, 229 milioni di dollari nel mondo sono davvero un bel malloppo, e toccava un tema universale 4 anni dopo il filone di Spielberg e che tematicamente (per quanto francamente abbia stufato) ancora oggi non demorde "per non dimenticare". L'anno dopo uscì "Train de vie" che, forse, a parti invertire sarebbe stato lui il protagonista degli oscar di quell'anno. Il film di Sorrentino non mi sembra che abbia le carte per "vendersi da solo" in tal senso, nemmeno lontanamente paragonabile.

      Poi è verissimo che le medie voto degli aggregatori critici valgono fino ad un certo punto, ci mancherebbe. "Il gladiatore" stesso non ricordo fu salutato esattamente come un capolavoro quando uscì, oggi su rotten è al 77% e all'epoca se non sbaglio stava anche più in basso ma per X motivi divenne il film dell'anno affermandosi anche come nuovo punto di riferimento per il genere, la gente andava a vederlo e rivederlo e ricordo l'esaltazione generale che cresceva settimana dopo settimana...poi beh, mettici anche l'esplosione di Russel Crowe, Joaquin Phoenix, l'effetto "novità", Vittorio Storaro e la firma di Scott...
      Bohemian Rhapsody resta per me ancora un mistero, ma facilmente risolvibile : la reverenza planetaria per i Queen in primis, la figura mitologica di Freddy Mercury che, guarda caso, porta l'attore che lo interpreta a essere spinto verso gli oscar fin dalle prime foto di scena e infatti per tutta la stagione non c'è stata gara per nessuno. E c'è mancato pochissimo che arrivasse pure al miliardo di dollari di incasso worldwide al cinema (spaventoso), poi superato con DVD, cofanetti e via dicendo...

      Ci sono film che meritano di vincere premi per la loro forza autoriale, essenza e contenuto, altri che vengono costruiti per farlo ancor prima di iniziare le riprese con strategie ben precise.
      Immagino avrete visto la clip uscita pochi giorni e divenuta virale fa con Jamie Costa che interpreta (anche bene) Robin Williams ? Strategia di Marketing perfetta, è palese che dietro ci sia molto di più ma ne riparliamo fra 2-3 anni...

      Commenta


      • Hai detto perfettamente Alonzo Harris: E' stata la mano di Dio(che non ho visto ancora) è un film molto autoriale che in più non ha stabilito, fin'ora almeno, un gran feeling con la critica internazionale. Tutti fattori letali per una eventuale candidatura. Vedremo, ma anche una candidatura agli oscar cosa porterebbe al film, senza vittoria?

        Storaro ha firmato la fotografia del Gladiatore?
        Ultima modifica di Fortunato Baldanza; 15 ottobre 21, 11:41.

        Commenta


        • Ma parliamo di Oscar o premi della critica?

          A parte che un 75 su metacritic americano è una ottima media, manco lo avessero davvero bocciato. Sorrentino è un altro tuo nemico giurato dopo Favino?.
          Quali sarebbero per te i 5 film stranieri che avrebbero fatto più breccia nella critica internazionale al momento?. Che poi già non c'entra la critica americana con gli oscar, che c'azzecca quella internazionale?.
          Nomination di Sorrentino scontata.


          @alonzo tutto giusto ma stiamo parlando di nomina al film straniero. Ovvero son nomianti sempre film che negli usa hanno incassato 15 dollari. Quindi la questione con la categoria c'entra poco. Diverso se parlassimo delle possibilità attulamente di sorrentino di puntare ad altre categorie principali.

          Commenta


          • Sebastian Uailder, cosa avrei detto contro Favino? Guarda, mi piacciono quasi tutti i film di Sorrentino( tranne Youth e in parte Loro) , mi avete (quasi) convinto che questo film verrà candidato agli oscar come miglior film straniero. Non penso che vincerà e allora mi chiedo a che serva.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Fortunato Baldanza Visualizza il messaggio
              Sebastian Uailder, cosa avrei detto contro Favino? Guarda, mi piacciono quasi tutti i film di Sorrentino( tranne Youth e in parte Loro) , mi avete (quasi) convinto che questo film verrà candidato agli oscar come miglior film straniero. Non penso che vincerà e allora mi chiedo a che serva.
              Secondo me sei il tizio che ce l'aveva con Favino. Ogni tanto torni con nuove identità. Magari mi sbaglio ma lo penso quindi così è

              Commenta


              • Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio

                Secondo me sei il tizio che ce l'aveva con Favino. Ogni tanto torni con nuove identità. Magari mi sbaglio ma lo penso quindi così è
                Mi dispiace ma non sono io.

                Commenta


                • I magnifici diciotto italiani.
                  Mordini e Genovese in pole position.
                  La designazione avverrà martedì 26 ottobre.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                    I magnifici diciotto italiani.
                    Mordini e Genovese in pole position.
                    La designazione avverrà martedì 26 ottobre.

                    Vabbè ma Sorrentino a mani bassissime

                    Commenta


                    • Sì ovvio.
                      Frammartino e i D'Innocenzo o chi per loro neppure ci hanno provato.



                      Ma il film di Genovese quando esce? Evidentemente entro l'anno.
                      ​​​​​​


                      Commenta


                      • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                        Sì ovvio.
                        Frammartino e i D'Innocenzo o chi per loro neppure ci hanno provato.



                        Ma il film di Genovese quando esce? Evidentemente entro l'anno.
                        ​​​​​​

                        Frammartino ha fatto un film totalmente anti-commerciale, non aveva nessun senso auto-candidarlo agli Oscar (e non penso, comunque, gliene freghi niente a lui degli Oscar... in generale).

                        Piuttosto, mi chiedo perché ogni anno ci sono puntualmente delle carneadi che si auto-propongono (quest'anno Fliiberti e Bonito) pur sapendo di non avere nessuna chance di essere designati. Cos'è, esibizionismo?
                        E direi che potevano pure evitare Sergio Rubini, Soldini e Tornatore col documentario su Ennio Morricone, che non hanno ugualmente nessuna chance di essere selezionati (oddio quasi tutti non hanno chance di essere selezionati...a parte 4-5 titoli).

                        Genovese non dovrebbe essere eleggibile se il film non è ancora uscito in sala.
                        Ultima modifica di Fish_seeks_water; 15 ottobre 21, 17:55.

                        Commenta


                        • (Auto)Candidarsi credo che costi cinquecento euro, ossia nulla.
                          Per contro il titolo del tuo film finisce sui giornali per qualche giorno.
                          Non so quanto il gioco valga la candela.



                          Medusa dà Supereroi in uscita a Natale.
                          Un altro illustre assente è il Diabolik del Manetti Bros.

                          Commenta


                          • Un film dei Manetti Bros chiamarlo "illustre" è una contraddizione in termini, ma comprendo l'ironia
                            Il giochino di mettersi in lista è marketing fine a se stesso, buono per attirare sponsor profani e darsi tono in qualche salottino di borghesi annoiati. Se trovano fondi, alla fine funziona.

                            Commenta


                            • In quella lista ci sono titoli improponibili.
                              Mondocane.

                              Commenta


                              • Le recensioni itlaiane di caro dear evans dopo la presentazione a Roma

                                Niola: soggetto slendido, grande recitazione. Voto 8.5/10.

                                My movies: puro cinema di illusioni da cui non vorresti mai essere svegliato

                                Screenweek: ci apprestiamo a parlarne ancora con una lacrimuccia

                                Cinematografo: 4 stelle su 5.

                                Sentieri selvaggi: 3.5/5

                                stra promosso da tutti praticamente








                                Ultima modifica di Sebastian Wilder; 16 ottobre 21, 23:55.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X