annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Oscar 2022: Pronostici e News

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • fred, la kidman continua a rimane rilevante, l'avevi data per finita troppo presto

    spielberg ha fatto scelte giuste in chiave oscar per il film, anche se poi ha clamorosamente sbagliato il protagonista

    Commenta


    • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
      Nelle categorie attoriali gender free dominano le attrici.

      Outstanding Lead Performance
      Olivia Colman in “The Lost Daughter” WINNER
      Frankie Faison in “The Killing of Kenneth Chamberlain” WINNER
      Michael Greyeyes in “Wild Indian”
      Brittany S. Hall in “Test Pattern”
      Oscar Isaac in “The Card Counter”
      Taylour Paige in “Zola”
      Joaquin Phoenix in “C’mon C’mon”
      Simon Rex in “Red Rocket”
      Lili Taylor in “Paper Spiders”
      Tessa Thompson in “Passing”

      Outstanding Performance in a New Series
      Jennifer Coolidge in “The White Lotus”
      Michael Greyeyes in “Rutherford Falls”
      Ethan Hawke in “The Good Lord Bird” WINNER
      Devery Jacobs in “Reservation Dogs”
      Lee Jung-jae in “Squid Game”
      Thuso Mbedu in “The Underground Railroad” WINNER
      Jean Smart in “Hacks”
      Omar Sy in “Lupin”
      Anya Taylor-Joy in “The Queen’s Gambit”
      Anjana Vasan in “We Are Lady Parts”
      Hanno dato gli ex-aequo lol. E allora che senso ha? Tolgono le categorie divise e poi danno comunque due premi, uno a un attore e uno a un'attrice. Insomma, vogliono essere politicamente corretti e seguire le mode però allo stesso tempo sono consapevoli che questa cosa è una stronzata (che toglie un privilegio invece di aggiungerlo).

      Commenta


      • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
        Non te lo so dire.
        Sei contento che si fa un gran parlare di Nicoletta?
        Certo che sono contento​​​​​​

        Commenta


        • Originariamente inviato da Fish_seeks_water Visualizza il messaggio

          Hanno dato gli ex-aequo lol. E allora che senso ha? Tolgono le categorie divise e poi danno comunque due premi, uno a un attore e uno a un'attrice. Insomma, vogliono essere politicamente corretti e seguire le mode però allo stesso tempo sono consapevoli che questa cosa è una stronzata (che toglie un privilegio invece di aggiungerlo).
          Dai ma così è una puttanata, secondo me l'idea di base non è malvagia e almeno per questi premi minori applicabile

          Commenta


          • Sarebbe a dire poco paradossale se Nicoletta vincesse il secondo Oscar per un' interpretazione che la vede di nuovo irriconoscibile sotto chili di trucco e protesi di lattice, nel biopic di un personaggio di cui non frega nulla a nessuno e che neppure esce nei cinema.
            C' est la vie.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Fish_seeks_water Visualizza il messaggio

              Hanno dato gli ex-aequo lol. E allora che senso ha? Tolgono le categorie divise e poi danno comunque due premi, uno a un attore e uno a un'attrice. Insomma, vogliono essere politicamente corretti e seguire le mode però allo stesso tempo sono consapevoli che questa cosa è una stronzata (che toglie un privilegio invece di aggiungerlo).
              Il senso è che ci sono attori transessuali, attori che si definiscono non binary. A te può interessare o meno, capirlo o meno ma senza distinzioni di maschile e femminile alcune persone si sentono più a loro agio e rappresentate, o meglio non costrette in categorie prestabilite. Ti sembra assurdo. 100 anni fa al 99.5% della popolazione europea sembrava ugualmente assurdo e insensato sentir parlare della possibilità che un uomo possa aver desiderio sessuale per un altro uomo. Ora il 75% lo accetta. This is how societies work. E i veri progressisti che han sempre aperto la strada e rotto barriere in tutto anche quando il 99% della popolazione trovava una cosa assurda son sempre stati gli artisti.
              Ultima modifica di Sebastian Wilder; 02 dicembre 21, 19:31.

              Commenta


              • Fatto sta che è assurdo, la separazione è giusta.

                Commenta


                • National Board: trionfa PTA. Miglior attrice la ragazza di West Wide Story

                  Best Fi
                  Spoiler! Mostra

                  Commenta


                  • sherry sei tremenda!



                    Spencer e soprattutto The Power of the Dog svaniti nel nulla.

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio

                      Il senso è che ci sono attori transessuali, attori che si definiscono non binary. A te può interessare o meno, capirlo o meno ma senza distinzioni di maschile e femminile alcune persone si sentono più a loro agio e rappresentate, o meglio non costrette in categorie prestabilite. Ti sembra assurdo. 100 anni fa al 99.5% della popolazione europea sembrava ugualmente assurdo e insensato sentir parlare della possibilità che un uomo possa aver desiderio sessuale per un altro uomo. Ora il 75% lo accetta. This is how societies work. E i veri progressisti che han sempre aperto la strada e rotto barriere in tutto anche quando il 99% della popolazione trovava una cosa assurda son sempre stati gli artisti.
                      Sì, e quanti attori transessuali e non binary erano candidati ai Gotham sopra citati? Zero.
                      Comunque credo che non sia questo il motivo alla base della fusione delle categorie (la percentuale di attori e attrici trans è così minima da non giustificare una fusione). Io l'avevo interpretata come dovuta al fatto che uomini e donne sono uguali, e bravi uguali, quindi un'unica categoria basta (come accade per la regia). Per me non ha senso, perché togli una gioia all'una o all'altro che altrimenti sarebbe stato premiato (e a un film di scrivere sulla locandina "Premio per il miglior attore - o miglior attrice - " ecc.). Toglie un privilegio invece di aggiungerlo. Aggiungere un privilegio sarebbe un'eventuale divisione della categoria "Miglior Regista" in Miglior Regista Maschile e Miglior Regista Femminile.
                      Ultima modifica di Fish_seeks_water; 02 dicembre 21, 20:15.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio

                        Il senso è che ci sono attori transessuali, attori che si definiscono non binary. A te può interessare o meno, capirlo o meno ma senza distinzioni di maschile e femminile alcune persone si sentono più a loro agio e rappresentate, o meglio non costrette in categorie prestabilite. Ti sembra assurdo. 100 anni fa al 99.5% della popolazione europea sembrava ugualmente assurdo e insensato sentir parlare della possibilità che un uomo possa aver desiderio sessuale per un altro uomo. Ora il 75% lo accetta. This is how societies work. E i veri progressisti che han sempre aperto la strada e rotto barriere in tutto anche quando il 99% della popolazione trovava una cosa assurda son sempre stati gli artisti.
                        Esatto però con dando ex equo uno ad una donna ed uno ad un uomo perde di senso. Potresti fare una lista unica in cui ne premi due, però di base condivido in toto quello che scrivi e aggiungo che distinguere uomo/donna in queste categorie ha il solo obiettivo di dare due premi invece che uno quindi è una distinzione effimera.

                        Commenta


                        • Ma chi sono questi attori transessuali? Non esiste una star trans. In generale, sarà forse l'1% (a maggior ragione all'interno dell'industria americana, Hollywood e non). Gli attori e le attrici trans, ad oggi, vengono impiegati solo in ruoli trans in film che tematizzano la transessualità. L'unico che ha usato attrici trans in un film non trans, fino ad ora, è stato solo Gaspar Noè, in Climax. Quindi ha senso cambiare la categoria per non far torto a un 1%?

                          Poi, per me le attrici trans (mtf) devono essere candidate nella categoria attrici e gli attori trans (ftm), che sono ancora meno, nella categoria attori. Se ci sono attori a-gender (non ne conosco nessuno) se ne fanno una ragione oppure si unisce la categoria una tantum.

                          Commenta


                          • Così su due piedi mi viene in mente Elliot Paige, e comunque si chiamano "minoranze" anche per il fatto che appunto sono in percentuale molte meno rispetto al resto. Che siano un 1% o un 2% non saprei.

                            Si parlava anche di non-binary (qui ancora più calzante), che appunto è un termine ombrello appositamente creato per annullare la categorizzazione maschio-femmina e arbitrariamente adottato da coloro che non si percepiscono o non riescono a definirsi entro i ranghi di un sesso o dell'altro.

                            Ce ne sono alcuni, l'ultimo che mi è capitato a tiro è chi interpreta Ed nella serie Netflix di Cowboy Bebop.

                            Comunque a prescindere da quanti siano di fatto gli attori non binari, trans etc. nel sistema cinematografico appoggio questo tipo percorsi qui come in altri ambienti che, oltre che condurre ad una maggiore inclusività delle minoranze chiamate in causa, giocano un ruolo pedagogico niente male nella ristrutturazione della percezione comune su determinati temi. Capisco possano sembrare delle forzature (spesso lo sono) ma mirano ad un progresso culturale in divenire che non può che migliorarci

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio

                              Il senso è che ci sono attori transessuali, attori che si definiscono non binary. A te può interessare o meno, capirlo o meno ma senza distinzioni di maschile e femminile alcune persone si sentono più a loro agio e rappresentate, o meglio non costrette in categorie prestabilite. Ti sembra assurdo. 100 anni fa al 99.5% della popolazione europea sembrava ugualmente assurdo e insensato sentir parlare della possibilità che un uomo possa aver desiderio sessuale per un altro uomo. Ora il 75% lo accetta. This is how societies work. E i veri progressisti che han sempre aperto la strada e rotto barriere in tutto anche quando il 99% della popolazione trovava una cosa assurda son sempre stati gli artisti.
                              se il 75% lo accetta è perchè c'è stato un percorso di un certo tipo e non per sciocchezze tipo unire le categorie attoriali, in realtà cambiare le tradizioni cosi velocemente per le minoranze è controproducente, ci vuole più gradualità e moderazione, poi ovviamente il gotham non conta niente

                              Commenta


                              • Già nel 1984 comunque Linda Hunt _attrice e lesbica_ prese un Oscar nella categoria "Attrice non protagonista" interpretando un uomo (omofilo?) in "Un Anno vissuto pericolosamente".

                                In risposta a Sebastian Wilder:
                                L'Academy o le proiezioni per la stampa nei Festival non sono appunto un servizio per minoranze "disabili" tipo i parcheggi , ma un presunto consesso di intenditori di cinema ed uomini di mondo. Che vadano individuando una funzione pedagogica di film/serie tv non è che l'estensione della loro egolatria ( ovvero e come al solito il medium è il messaggio...). E davvero non mi fa' perdere il sonno sapere che si sono eventualmente auto-censurati, come se il contrario portasse a prescindere un avanzamento culturale delle sempre presunte "masse" (aka "grande pubblico").

                                Penso altresì a quelle stucchevoli pantomime di contare i minuti di applausi finali e conferire alle opere lo status di capolavoro o semi-capolavoro, da diffondere magari "nelle scuole".
                                Tu critico, TU cinefilo, TU intellettuale ti sei approcciato alla proiezione ignorante come una zappa ma alla fine di "Strappare lungo i bordi" hai capito che le lesbiche non vanno lapidate sulla pubblica piazza, giacché _nel dubbio_ avevi già le pietre in mano prima che ZC TI persuadesse diversamente , ed allora giù applausi? Ehm, ma se non sai una sega perché fai il critico, l'intellettuale e l'addetto ai lavori? Non sarà che "Capolavoro" lo stai dicendo fondamentalmente a...Te stesso?
                                "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X