annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Luca - Disney Pixar

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Naihir
    ha risposto
    Comunque in sti topic si torna sempre a parlare delle stesse cose..

    su questa roba dei luoghi comuni, stereotipi tutti americani eccecc, mi ero già espresso

    Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
    vabè ma anche da noi arrivano immagini di una america completamente filtrata. la maggior parte dei film sono ambientati nella costa est o ovest e se trovi un film ambientato nella vera america centrale, quasi sempre è un racconto di psicopatici, disagiati, poveri, dalle tinte drammatiche e/o horror.

    quindi fanno lo stesso con i set europei. prendono il meglio e quel che si conosce di più.

    ma poi interesserebbe veramente a qualcuno vedere un film pixar ambientato tra la nebbia di Milano o il traffico del GRA di Roma?
    questi prodotti vivono totalmente di luoghi comuni, anche COCO ne era pieno su quelli messicani, per quanto mi riguarda è come se ci lamentiamo che una fiaba viva di stereotipi e che inizi con "c'era una volta".

    Lascia un commento:


  • UomoCheRide
    ha risposto
    Raga, sarò stupido io....ma questi "stereotipi" non li vedo (a parte la Vespa, che però vedremo come verrà usata).
    Il film è ambientato negli anni 50, quindi già lamentarsi che "l'Italia non è questa" non ha molto senso. In secondo luogo, io ricordo le estati da bambino a Castellabate (SA), negli anni 90, e non era molto diversa da quanto si vede nel trailer: Vecchie di paese sedute fuori ai bar perchè a casa fa caldo, donne contadine coi capelli avvolti nel fazzoletto, gente che mangia gelati, ragazzini che corrono scalzi perchè vengono direttamente dalla spiaggia, gente che ti saluta correndo in moto (da noi non si usa tanto il "Ciao" quanto un "Uè").

    Lascia un commento:


  • The Inquisitor
    ha risposto
    Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio
    Imabrazzante sono i commenti di chi si lamenta ogni due minuti del politically correct e delle minoranze che osano alzare la voce, ma poi brucia il culo eh, quando gli stereotipi vi toccano un po' di più nel personale?

    Starei qui a sottolineare quanto la comunità afroamericana e asiatica negli USA abbia vissuto forme di discriminazione giusto un zichinin diverse da quella italiana, ma so che non capireste una minchia, mi limito quindi solo a sorridere: quanto è divertente vedere che vi scaldate per delle rappresentazioni stereotipate che riguardano un po' di più di voi.

    Qui di ridicolo ci sono solo certi utenti.

    Quanto al secondo trailer, a me non ispira particolarmente, ma perché mi sento sempre più fuori target rispetto a questi prodotti, ha tutte le potenzialità per essere un bel prodotto per famiglie.
    Fermati un attimo, che stai delirando.... Quando mai qui dentro qualcuno ha detto che è giusto che un africano, ad esempio, venga rappresentato in maniera stereotipata?
    Peraltro la mia critica non deriva assolutamente da fastidio personale per quanto visto, ma proprio dal doppiopesismo messo in atto da hollywood e da una valutazione puramente qualitativa. Se hai pensato che vedere quella cosa mi avesse indinniatoh per poi indinniartih a tua volta e fare 'sto teatrino hai proprio sbagliato persona.

    Lascia un commento:


  • Cosmo
    ha risposto
    Originariamente inviato da SebastianWilder Visualizza il messaggio
    Ma come siete politically correct con questo fastidio sugli stereotipi sull'italia...
    Per quanto mi riguarda personalmente, niente politically correct ma solo noia per una modalità di rappresentazione molto banale ed edulcorata, vista e rivista, da cartolina appunto.

    In realtà le battute a sfondo razziale (che non significa necessariamente razzista, se si ha l'intelligenza per capirlo) mi fanno sempre molto ridere, da qualunque parti arrivino, anche quando coinvolgono Italia e italiani, purché siano un minimo originali, argute e intelligenti. Quindi ripeto, non potrei essere più lontano dal politicamente corretto.

    Poi che all'estero quella sia la modalità principale con cui viene rappresentata l'Italia è pacifico, ma potrò dire che è una modalità banalissima, vecchia e stravista che personalmente mi ha rotto gli zebedoni?

    Cacchio, questi sono rimasti all'equivalente di uozzameregaaa di Sordi di 60 anni fa, non mi pare che in giro per il mondo si continui a rappresentare lo statunitense tipo come il texano con lo Stetson in testa e il sigarone in bocca, a bordo del macchinone con le corna di vacca sul cofano.

    Atlantide Mi sono occupato per parecchi anni di produzioni audiovisive (spot commerciali, videoclip, film per tv e cinema,...) lavorando in particolare agli effetti visivi digitali, oltre a un'attività di scrittura e analisi di script.
    In realtà ancora me ne occupo parzialmente, anche se la mia attività attuale riguarda soprattutto lo sviluppo di applicazioni di realtà virtuale e aumentata.

    Lascia un commento:


  • Sensei
    ha risposto
    Non c'è nessuna ipocrisia, quest'attenzione vale per tutti o per nessuno, così è solo una facciata perchè i bianchi di certo non sono quel monolite unito e compatto che la propaganda della minoranza vuole far passare. Inoltre questo film è diretto da un italiano, ci si aspetterebbe maggiore attinenza e attenzione verso il suo paese.

    Gli italiani negli USA hanno subito i peggiori pregiudizi, non al livello degli afroamericani ok, ma di torti e discriminazioni ne hanno avuti moltissimi. Il klux klan qualora vi interessasse oltre ai neri discriminava anche ebrei e gli italiani. Aprite un libro e studiate.
    Ah i termini stereotipi e politicamente corretto sono due cose totalmente differenti, con questo film d'animazione c'entra il primo caso.
    Ultima modifica di Sensei; 01 maggio 21, 12:05.

    Lascia un commento:


  • Tom Doniphon
    ha risposto
    Imabrazzante sono i commenti di chi si lamenta ogni due minuti del politically correct e delle minoranze che osano alzare la voce, ma poi brucia il culo eh, quando gli stereotipi vi toccano un po' di più nel personale?

    Starei qui a sottolineare quanto la comunità afroamericana e asiatica negli USA abbia vissuto forme di discriminazione giusto un zichinin diverse da quella italiana, ma so che non capireste una minchia, mi limito quindi solo a sorridere: quanto è divertente vedere che vi scaldate per delle rappresentazioni stereotipate che riguardano un po' di più di voi.

    Qui di ridicolo ci sono solo certi utenti.

    Quanto al secondo trailer, a me non ispira particolarmente, ma perché mi sento sempre più fuori target rispetto a questi prodotti, ha tutte le potenzialità per essere un bel prodotto per famiglie.

    Lascia un commento:


  • Sensei
    ha risposto
    Dopo 70 anni sarebbe ora di aggiornarsi da parte degli USA no? Invece fanno fracassoni mediatici per tutto, quando poi ritraggono l'Europa come un continente arretrato e rurale.

    Roba imbarazzante, per di più fatta da un italiano. Vabbè si sa, gli italiani sono bianchi di merda quindi gli stereotipi sono ammessi.

    Lascia un commento:


  • SebastianWilder
    ha risposto
    Ma come siete politically correct con questo fastidio sugli stereotipi sull'italia, pensavo in questo forum non andasse di moda. Il cinema americano stesso non è che va molto oltre il film a new york , il film a los angeles eil film nella provincia coi poveri operai o coi criminali. Ora stanno un po' diversificando rivoluzionando alcune rappresentazioni topiche con alcuni elementi di novità, e pensavo che fosse considerato dai più politically correct fastidioso.

    L'italia all'estero è questa. Che volete vedere?. Un cartone animato sul mondo della finanza di Brindisi?:
    Sole, mare, brava gente e così via. All'estero subito l'hanno associato con chiamami col tuo nome. Almeno qua non ci sarà la scena, molto veritiera, di Chalamet e Hammer che guardano un busto del duce e dicono "questa è l'italia".

    Lascia un commento:


  • Admiral Ackbar
    ha risposto
    Hanno già fatto Coco e Ratatouille e in quei casi non credo ci siano state polemiche (almeno non tali da essere notate)

    Lascia un commento:


  • The Inquisitor
    ha risposto
    Originariamente inviato da Cosmo Visualizza il messaggio
    Se guardate al secondo 10'' del trailer, esattamente quando Bennato dice "...il gatto...", noterete un difetto di rendering nelle caustiche sul fondale marino, che saltano bellamente. Speriamo lo correggano nella finalizzazione.
    Vabbe' non fateci caso, deformazione professionale, mannaggia a me! Quando il dito indica Luca, io guardo le caustiche.

    A parte gli scherzi, il trailer... sì bello ma le cartoline illustrate sugli stereotipi italiani hanno stufato, almeno per quanto mi riguarda. Insomma tutto molto bello ma al momento non sono particolarmente interessato.

    ("Giulia Marcovaldo" non se po' senti', a 'sto punto il protagonista lo potevano chiamare "Luca Pinocchio").
    Secondo me se avessero fatto un'operazione del genere con un'altra nazione c'era un buon 70% di possibilità che scoppiasse una polemica... Il tizio che urla "ciao ciao" a caso in motorino è veramente senza senso. E fortuna che è fatto da un italiano...

    Lascia un commento:


  • Atlantide
    ha risposto
    Originariamente inviato da Cosmo Visualizza il messaggio
    Se guardate al secondo 10'' del trailer, esattamente quando Bennato dice "...il gatto...", noterete un difetto di rendering nelle caustiche sul fondale marino, che saltano bellamente. Speriamo lo correggano nella finalizzazione.
    Vabbe' non fateci caso, deformazione professionale, mannaggia a me! Quando il dito indica Luca, io guardo le caustiche.

    A parte gli scherzi, il trailer... sì bello ma le cartoline illustrate sugli stereotipi italiani hanno stufato, almeno per quanto mi riguarda. Insomma tutto molto bello ma al momento non sono particolarmente interessato.

    ("Giulia Marcovaldo" non se po' senti', a 'sto punto il protagonista lo potevano chiamare "Luca Pinocchio").
    Che lavoro fai?

    Lascia un commento:


  • Cosmo
    ha risposto
    Se guardate al secondo 10'' del trailer, esattamente quando Bennato dice "...il gatto...", noterete un difetto di rendering nelle caustiche sul fondale marino, che saltano bellamente. Speriamo lo correggano nella finalizzazione.
    Vabbe' non fateci caso, deformazione professionale, mannaggia a me! Quando il dito indica Luca, io guardo le caustiche.

    A parte gli scherzi, il trailer... sì bello ma le cartoline illustrate sugli stereotipi italiani hanno stufato, almeno per quanto mi riguarda. Insomma tutto molto bello ma al momento non sono particolarmente interessato.

    ("Giulia Marcovaldo" non se po' senti', a 'sto punto il protagonista lo potevano chiamare "Luca Pinocchio").

    Lascia un commento:


  • Massi
    ha risposto
    Sicuramente sarà molto divertente, lo vedo comunque più dalle parti di Onward che da quella delle opere più ambiziose. Va benissimo, eh.
    Ultima modifica di Massi; 30 aprile 21, 10:30.

    Lascia un commento:


  • The Inquisitor
    ha risposto
    Non ho capito il mischiotto coi termini italiani...

    Lascia un commento:


  • Atlantide
    ha risposto
    A me ha "impressionato" in positivo il coltellaccio imbrattato di sangue utilizzato dal padre della ragazza

    Lascia un commento:

In esecuzione...
X