annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Predator - nuovo film

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Ma più che altro, come in parte è già stato detto, il Predator del '87 era basato su una sceneggiatura scritta su un francobollo, in pratica 1 ora e 40 di pura atmosfera, azione e battute clou, il tutto basato proprio sul non sapere nulla di questo misterioso alieno caccia-uomini, al massimo sul "si dice" dei racconti indigeni. L'essenza della storia stava tutta lì, sul mistero, il resto lo faceva una messa in scena fantastica e un design superlativo. Una volta che ti metti a spiegare il perché e il percome di quella misteriosa creatura, hai già rotto il giocattolo.

    Perché insistano tanto su un filone che ha dimostrato di non funzionare, con episodi che vanno dal superfluo al risibile, è un mistero altrettanto fitto.

    Commenta


    • #32
      Originariamente inviato da Cosmo Visualizza il messaggio
      Ma più che altro, come in parte è già stato detto, il Predator del '87 era basato su una sceneggiatura scritta su un francobollo, in pratica 1 ora e 40 di pura atmosfera, azione e battute clou, il tutto basato proprio sul non sapere nulla di questo misterioso alieno caccia-uomini, al massimo sul "si dice" dei racconti indigeni. L'essenza della storia stava tutta lì, sul mistero, il resto lo faceva una messa in scena fantastica e un design superlativo. Una volta che ti metti a spiegare il perché e il percome di quella misteriosa creatura, hai già rotto il giocattolo.

      Perché insistano tanto su un filone che ha dimostrato di non funzionare, con episodi che vanno dal superfluo al risibile, è un mistero altrettanto fitto.
      secondo me l'esempio è tipo Lo Squalo (occhio che non li sto paragonando in termini qualitativi)

      anche li avevi un film che giocava con nuovi stili e quindi funzionava

      ma sono film che hanno vita e morte propria, infatti tutti i seguiti venuti dopo sono osceni e percepiti malissimo dal pubblico, al massimo ti guardi lo squalo 3 perchè sei troppo ubriaco, stesso discorso per tutto quello venuto dopo il primo Predator

      questa cosa la puoi estendere a Terminator (dove resiste benissimo alla prova del secondo), Alien (idem come terminator) e Matrix, per dire



      il motivo per cui insistono?? beh ovvio, sperare in tutti i modi che il pubblico medio abbocchi "guardate!! c'è arnold che torna nel ruolo del T9! wooo!!" a molti basta solo questo per andare al cinema

      non a caso il produttore medio di hollywood preferisce il remake ad uso garantito piuttosto che rischiare un'idea "nuova", l'hanno capito anche i sassi che è più "comoda" la prima opzione, anche perchè se ti va bene fai il miliardo d'incassi quindi come biasimarli??

      Commenta


      • #33
        Terminator e Matrix avevano e hanno un mondo narrativo che si presta a maggiori possibilità di serializzazione rispetto a Lo squalo e Predator. Poi onestamente, escludendo T2 che è un capolavoro, faccio fatica a mettere sullo stesso piano i sequel di Terminator con quelli di Matrix.

        Riguardo a Predator, mah, che dire... per me già il secondo film mostrava il fianco. Il primo è un cult meritato e un ottimo film di genere, frutto di una serie di circostante in parte fortuite e irripetibili. Da un lato sicuramente la regia di McTiernan e la sua capacità di prendere una storia con pochi spunti e farne un film anti-macho, irriverente nel trattare le icone del cinema d'azione come carne da macello. Dall'altro, non dobbiamo dimenticarci il ruolo fondamentale e provvidenziale di Stan Winston. Ricordo che la prima versione dell'alieno, prima che Winston facesse parte della produzione, e con cui avevano iniziato a girare il film, era questa:


        Original-Predator-Design-Jungle-Attack.jpg

        Commenta


        • #34
          Originariamente inviato da A.Crowley Visualizza il messaggio
          secondo me l'esempio è tipo Lo Squalo (occhio che non li sto paragonando in termini qualitativi)
          Anch'io ho sempre paragonato Predator a Lo Squalo, c'è molto in comune, compreso il fatto di riuscire a creare una suspense incredibile in pieno giorno, senza la necessità di un angolo buio in cui nascondere il mostro di turno.

          Sono d'accordo anche su Terminator o Alien, benché il seguito di Cameron, proprio perché cambia genere, sia un capolavoro.

          il motivo per cui insistono?? beh ovvio, sperare in tutti i modi che il pubblico medio abbocchi "guardate!! c'è arnold che torna nel ruolo del T9! wooo!!" a molti basta solo questo per andare al cinema

          non a caso il produttore medio di hollywood preferisce il remake ad uso garantito piuttosto che rischiare un'idea "nuova", l'hanno capito anche i sassi che è più "comoda" la prima opzione, anche perchè se ti va bene fai il miliardo d'incassi quindi come biasimarli??
          E questo ok in linea di massima, ma a quanto ne so i due ultimi Predator e Terminator sono stati due fiaschi clamorosi, quindi davvero sembra un tentativo velleitario di rianimare i cadaveri.

          Commenta


          • #35
            Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio
            Terminator e Matrix avevano e hanno un mondo narrativo che si presta a maggiori possibilità di serializzazione rispetto a Lo squalo e Predator. Poi onestamente, escludendo T2 che è un capolavoro, faccio fatica a mettere sullo stesso piano i sequel di Terminator con quelli di Matrix.

            Riguardo a Predator, mah, che dire... per me già il secondo film mostrava il fianco. Il primo è un cult meritato e un ottimo film di genere, frutto di una serie di circostante in parte fortuite e irripetibili. Da un lato sicuramente la regia di McTiernan e la sua capacità di prendere una storia con pochi spunti e farne un film anti-macho, irriverente nel trattare le icone del cinema d'azione come carne da macello. Dall'altro, non dobbiamo dimenticarci il ruolo fondamentale e provvidenziale di Stan Winston. Ricordo che la prima versione dell'alieno, prima che Winston facesse parte della produzione, e con cui avevano iniziato a girare il film, era questa:


            Original-Predator-Design-Jungle-Attack.jpg
            mamma mia, dio salvi Winston allora

            Commenta


            • #36
              Beh ma il meglio era che dentro quel costumazzo c'era Jean-Claude Van Damme!
              Il quale avrebbe voluto vedere l'alieno combattere con Schwarzy & co. a suon di calci rotanti.

              EDIT:
              Stan Winston invece ci ha prematuramente lasciati da qualche anno
              Ultima modifica di Cosmo; 24 November 20, 16:17.

              Commenta


              • #37
                Originariamente inviato da Cosmo Visualizza il messaggio
                Beh ma il meglio era che dentro quel costumazzo c'era Jean-Claude Van Damme!
                Il quale avrebbe voluto vedere l'alieno combattere con Schwarzy & co. a suon di calci rotanti.

                Già... e invece di un cult avremmo avuto una porcheria inguardabile

                Commenta


                • #38
                  Avete citato tutti film (tranne Matrix) che rientrano in quel action-horror che colpiva lo spettatore con una suspance e un ritmo perfettamente equilibrati. Film che funzionavano sia singolarmente che con un solo ed unico sequel. Anche io li ho sempre messi tutti nello stesso calderone, vuoi per ritmo, tensione, action.

                  Curiosità: The Mandalorian, nelle sua seconda stagione sta citando tutti questi film, da Lo Squalo ad Alien, ma anche Predator.
                  "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                  And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                  That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                  # I am one with the Force and the Force is with me #

                  -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                  Commenta


                  • #39
                    Nonostante l'impostazione action/sci-fi Predator fa più pensare a uno slasher con palestrati al posto delle cheerleader e la giungla al posto dei sobborghi, con il mostro che più che un animale come in Jaws e in Alien, è un The Shape spaziale, con tanto di maschera e lama iconiche.

                    Non costasse così tanto produrlo ne avrebbero fatto una serie infinita come Halloween, Venerdì 13 e compagnia, giocando di volta in volta sul cambio di epoca/ambientazione, con armi sempre più fantasiose che portano a morti splatterose varie.
                    Ultima modifica di Sir Dan Fortesque; 24 November 20, 20:26.
                    Luminous beings are we, not this crude matter.

                    Commenta


                    • #40
                      https://bloody-disgusting.com/movie/...s-crazy-story/

                      Steven Seagal è stato tra gli attori considerati per il secondo film
                      Bellissimo il resoconto del regista:

                      “He was desperate to do it. I went into his house and he took me into a room where all the walls were covered with guns. He told me he wanted to play a CIA-psychiatrist who was also a martial arts expert who carried a gun. He was clearly a little crazy at the time. And I was like this is different than the way we’re going so I guess we shouldn’t do it."

                      “He said, ‘You know, I want you to come to my house in Santa Barbara.’ He said, ‘I’ve got a grenade launching range there, we can launch grenades together’. I said, ‘Yeah… great, we’ll do that’."




                      Già me lo immagino con quella sua voce sottile
                      Luminous beings are we, not this crude matter.

                      Commenta


                      • #41
                        Strepitoso
                        "Austria, Polonia, Ungheria vi prendete i migranti? No. Ci pagate per mandare via quelli senza permesso di soggiorno? Sempre No. Fantastico! Eccovi dei fondi europei". cit. Alessandro Masala

                        Commenta


                        • #42
                          Sappiamo che la Disney, tramite l'ex Fox, produrrà un nuovo film di Predator: online sono arrivate alcune indiscrezioni sul setting del film
                          "Austria, Polonia, Ungheria vi prendete i migranti? No. Ci pagate per mandare via quelli senza permesso di soggiorno? Sempre No. Fantastico! Eccovi dei fondi europei". cit. Alessandro Masala

                          Commenta


                          • #43
                            Si son ricordato del flashback nel primo AvP ?


                            Qualcosa tipo Spielberg ,ma con le macchine al posto dei dinosauri

                            Commenta


                            • #44
                              non succede ma se succede...

                              https://cinema.everyeye.it/notizie/p...dy-483780.html

                              "Il cinema è un arte soggettiva, quanto la musica, belli i 5 alti bello sentire pareri discordanti ai propri, ma alla fine sono io, uno schermo e tutto quello che ci passa di mezzo."

                              "Le barbarie sono lo stato naturale dell'umanità, la civiltà è solo un capriccio dell'evoluzione e delle circostanze". cit.


                              ~FREE BIRD~

                              Commenta

                              In esecuzione...
                              X