annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

The Killer - David Fincher (Netflix)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #46
    Senza dimenticare i Duellanti, Scott è quello che al cinema ha fatto il trittico di debutto migliore di sempre. Neanche Tarantino, Welles o altri sono riusciti nella sua impresa.

    Alien la clonazione buono pure quello, aveva interessanti connessioni con la bioetica tra l'altro. Ingiustamente massacrato dagli ottusi nerd.

    Commenta


    • #47
      Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio

      Questo non lo sapevo, davvero lo odia? Avrà avuto una produzione difficile (devo vedere l'altra versione prima o poi, perché ho sempre visto quella cinematografica), però...il film è riuscito, i nerdoni sono degli stupidi che volevano un Aliens con 300 sparatorie e soldati. Fincher e la produzione sono tornati allo spirito originario del franchising.
      No, Alien 3 non è che non va per questo motivo, potevano anche tornare alle atmosfere fantaslasher del primo di Scott (come è successo infatti), ma semplicemente è un film che se frega totalmente di quanto costruito da Cameron, fin dalle scene iniziali vengono fatti fuori con nonchalance due ottimi personaggi come Newt e Hicks, rendendo di fatto quasi inutile quello visto in Aliens, per non parlare della morte del personaggio di Charles Dance nemmeno a metà film (che era forse l'unico personaggio nuovo interessante) e del finale ridicolo. E' sicuramente ben diretto, nulla da dire su quel fronte, infatti Fincher ha poco da rimproverarsi, la colpa infatti è tutta della produzione, a livello di irritazione secondo me è un film che ha pochi eguali, giusto il recente L'ascesa di Skywalker lo batte da quel punto di vista.
      A questo punto gli preferisco il quarto di Jaunet, anche se capisco perché non piaccia, è un film troppo anomalo e bizzarro, ma ha almeno un'apprezzabile atmosfera da film europeo ed è sicuramente un'operazione meno pretenziosa di Alien 3.
      Ultima modifica di Darkrain; 26 febbraio 21, 14:57.

      Commenta


      • #48
        Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio
        Senza dimenticare i Duellanti, Scott è quello che al cinema ha fatto il trittico di debutto migliore di sempre. Neanche Tarantino, Welles o altri sono riusciti nella sua impresa.

        Alien la clonazione buono pure quello, aveva interessanti connessioni con la bioetica tra l'altro. Ingiustamente massacrato dagli ottusi nerd.
        Dico una cosa che non piacerà a molti: Prometheus e più ancora Covenant sono i film che preferisco di Scott dopo quelli degli inizi, un po’ perché penso siano ottima fantascienza e un po’ perché Scott mi ha sempre lasciato pochissimo dopo la visione, a parte un sense of wonder iniziale che senza il fritto pian piano scema con il passare del tempo. Almeno Prometheus e Covenant si vede che sono “sentiti”, gli altri boh, al massimo sono dei compiti svolti bene. Non sono un grande amante dello Scott che ha sostituito quello degli esordi.

        Commenta


        • #49
          Originariamente inviato da Massi Visualizza il messaggio

          Dico una cosa che non piacerà a molti: Prometheus e più ancora Covenant sono i film che preferisco di Scott dopo quelli degli inizi, un po’ perché penso siano ottima fantascienza e un po’ perché Scott mi ha sempre lasciato pochissimo dopo la visione, a parte un sense of wonder iniziale che senza il fritto pian piano scema con il passare del tempo. Almeno Prometheus e Covenant si vede che sono “sentiti”, gli altri boh, al massimo sono dei compiti svolti bene. Non sono un grande amante dello Scott che ha sostituito quello degli esordi.
          Dico un'altra cosa non molto popolare: Kingdom of Heaven è un semi-capolavoro. Gli manca solo la grande performance attoriale dell'attore protagonista (Bloom purtroppo è un cane di rara cagnaggine, anche se Scott lo usa miracolosamente bene). Per il resto è un film incredibile.

          Scott ha in generale un occhio statosferico. Nella storia e, soprattutto, nella fantascienza ha però una marcia in più.

          Commenta


          • #50
            Koh versione integrale è un film pazzesco. Peccato appunto per l'attore protagonista, ci fosse stato che ne so un Christian Bale o un Richard Armitage sarebbe stato top.

            Commenta


            • #51
              Ragazzi però, porca putt*na, com'è che The Killer di Fincher sta diventando il topic di Scott?

              Commenta


              • #52
                Originariamente inviato da The Fool Visualizza il messaggio

                Dico un'altra cosa non molto popolare: Kingdom of Heaven è un semi-capolavoro. Gli manca solo la grande performance attoriale dell'attore protagonista (Bloom purtroppo è un cane di rara cagnaggine, anche se Scott lo usa miracolosamente bene). Per il resto è un film incredibile.

                Scott ha in generale un occhio statosferico. Nella storia e, soprattutto, nella fantascienza ha però una marcia in più.
                piccolo ot su scott:
                di recente ho rivisto la versione estesa del film del quale avevo un pessimo ricordo

                che dire? secondo me scorre decisamente meglio della versione uscita al cinema, non un capolavoro per carità, ma si è fatto guardare tranquillamente, e lo dico da appassionato di film storici o epici

                l'unica reale sciagura in quel film, come facevi notare, è proprio Orlandino Bloom, un cane randagio lasciato libero di essere il protagonista, un altro attore (parere personale sia chiaro) miracolato che a malapena riesce a fare il co-protagonista


                per il resto Fincher che si diletta sull'ennesimo thriller non mi tange, Mank è stata un po una delusione quindi non capisco se è un problema dei registi...o di netflix

                Commenta


                • #53
                  A proposito di Alien 3 (mi avete fatto venire la voglia di rivederlo dopo un bel po' di anni, ma della versione estesa ho un bel ricordo, con lo stile di Fincher che è il corrispettivo visivo di quello musicale di Elliot Goldenthal, in cui opposte pulsioni - la magniloquenza e la tetraggine - s'avvinghiano tra loro con la furia di due tettone che lottano nel fango - con una scena di caccia in un labirintico sotterraneo quasi da teatro dell'assurdo) consiglio la visione del Making Off incluso nella edizione speciale in dvd: lungo, minuzioso e verace. Mai visto un dietro le quinte in cui ci si manda a cagare manco tanto velatamente, emerge tutta la frustrazione, la rabbia, il rimpianto.

                  Commenta


                  • #54
                    Visto che si è andati a parare anche lì, non so se anche in questo forum andò così, ma quando uscì il trailer di Blade Runner 2049 la critica più quotata dagli appassionati era “hanno trasformato Blade Runner in un film d’azione”, il resto è storia. Invece, qual è il film che ha davvero portato la saga di appartenenza sui binari della caciaronata? Quel film che viene “sconfessato” dall’esordio del killer di personaggi Fincher (ora posso dire di essere in topic ​​​​​​). L’aggiunta del secondo film era molto strana: perché mai imbarcarsi in un viaggio interstellare lasciando una figlia piccola a casa? Perché perdersi la sua infanzia? La vita di una figlia può essere superata da un prezzo di mercato? (ma, volendo, anche... come la mantiene? Viene pagata mensilmente o a progetto (come farebbe in questo caso?)? Se deve pagare la babysitter, non era meglio fare la madre e cercarsi un lavoro sulla Terra?). Voglio dire, tutto questo non rende il personaggio del primo film più antipatico? Questo non è prendere le distanze dal primo film?
                    A questo punto ben si fa a fare buon viso a cattivo gioco e freddare gli entusiasmi già da subito: via la figlioccia, via il fidanzato... fino a lí Ripley ha sempre avuto scelta, ma la realtà pullula di imprevisti e non sempre si può avere il controllo della propria vita, e così si finisce per lasciarsi andare a quelle paranoie “aliene” che ci logorano da dentro.

                    Al di là di questo, una cosa che mi son sempre chiesto è: ha senso pretendere che un regista, quando è maestro in qualcosa, faccia altro? Edward mani di forbice è un film che può fare solo Tim Burton, se si trova a suo agio non è uno spreco chiedergli di cambiare genere (e quanti sprechi nella sua filmografia!). Non è a questo che servono gli altri registi? A farci vedere altre cose? È bene sfruttare le altre peculiarità, che tanto, a sconfinare, trovi chi fa le cose meglio (Batman docet )
                    'They play it safe, are quick to assassinate what they do not understand. They move in packs ingesting more and more fear with every act of hate on one another. They feel most comfortable in groups, less guilt to swallow. They are us. This is what we have become. Afraid to respect the individual. A single person within a circumstance can move one to change. To love herself. To evolve.'

                    Commenta


                    • #55
                      Le riprese, con Fassbender, iniziano a novembre: https://thefilmstage.com/david-finch...g-in-november/

                      Commenta


                      • #56
                        Ottimo. Mi manca il buon Fassbender, è dal tragicamente brutto "L'uomo di neve" che non lo vedo in qualche film (l'ultimo X Men non ho ancora avuto la forza di guardarlo).

                        Commenta


                        • #57
                          Dentro anche Tilda Swinton.

                          Commenta


                          • #58
                            sono cominciate le riprese

                            50014639-10161665-image-a-211_1635957636350.jpg

                            Commenta


                            • #59
                              Oh yes

                              Commenta


                              • #60
                                Sono terminate le riprese di The Killer, il nuovo film targato Netflix diretto da David Fincher tratto dalla graphic novel francese

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X