annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Festival di Venezia 2021

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
    Per una volta mi trovo d'accordo con Niola, punto per punto.


    Io mi incazzerei se un verdetto che può influire pesantemente sulla mia carriera di filmaker venisse deciso da signori nessuno come tali Alexander Nanau(??!!) e Sarah Gadon( ehhhhh??!) e da emeriti incapaci come la finta cinese regista di quel mattone orrendo che ha vinto l'oscar

    Commenta


    • La gravidanza è un fatto , non una "opinione forte". Se scrivo che ho messo incinta Penelope Cruz non ho il 50% di probabilità di avere ragione, "ovviamente".

      Poi la scusa che hanno deciso per i premi "all'ultimo minuto" è tipicamente quella dei sondaggisti politici , che hanno sempre ragione (ma) a qualche settimana dal voto...Come dire che Lapalisse dieci minuti prima di morire era , caspita, ancora perfino vivo!
      "...perché senza amore non possiamo che essere stranieri in paradiso"

      Commenta


      • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
        Per una volta mi trovo d'accordo con Niola, punto per punto.


        un horror non ha mai vinto a cannes e in mancanza di meglio hanno fatto vincere una donna regista, il film sull'aborto avrebbe vinto anche con un uomo in regia, meglio se gay, nero o asiatico, ma anche bianco etero era accettabile pur di lanciare il messaggio politicamente corretto in un momento in cui il tema è caldo.
        certe registe donne di successo potevano fare questi film anche molti anni fa, adesso ci sono più registe e più possibilità ma ciò non toglie che siano favorite nei premi e che possono fare cose che ai registi uomini non verrebbero perdonate dai critici angloamericani

        Commenta


        • Originariamente inviato da - Rasputin - Visualizza il messaggio

          un horror non ha mai vinto a cannes e in mancanza di meglio hanno fatto vincere una donna regista, il film sull'aborto avrebbe vinto anche con un uomo in regia, meglio se gay, nero o asiatico, ma anche bianco etero era accettabile pur di lanciare il messaggio politicamente corretto in un momento in cui il tema è caldo.
          certe registe donne di successo potevano fare questi film anche molti anni fa, adesso ci sono più registe e più possibilità ma ciò non toglie che siano favorite nei premi e che possono fare cose che ai registi uomini non verrebbero perdonate dai critici angloamericani
          Un cazzo di disco rotto!!

          Commenta


          • Originariamente inviato da Bone Machine Visualizza il messaggio

            Un cazzo di disco rotto!!
            se sei cosi insicuro, mettimi nella lista utenti ignorati, cosi non mi leggi più e siamo tutti contenti, tra l'altro ho detto che a venezia non hanno premiato quel film perchè la regista è donna, io al contrario tuo non ho pregiudizi e non ho sposato una causa da difendere a tutti i costi

            Commenta


            • È dal 1954 che i film italiani vincono solo ed esclusivamente se a presiedere la giuria ci sta un italiano.
              Negli ultimi 67 anni abbiamo vinto dieci Leoni d'Oro, tutti assegnati da un presidente di giuria italiano.
              Col senno di poi Sorrentino non aveva speranze.



              Screenshot_20210912-180940~2.png
              Ultima modifica di mr.fred; 12 settembre 21, 17:11.

              Commenta


              • Originariamente inviato da Bone Machine Visualizza il messaggio

                Un cazzo di disco rotto!!
                Da' retta a me: clicca in alto a destra sulla tendina del tuo nome, va' su Impostazioni utente > Account, proprio in fondo trovi "Lista ignorati" e digita il nome dell'utente che vuoi "oscurare". Si vive molto meglio

                Commenta


                • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio

                  Da' retta a me: clicca in alto a destra sulla tendina del tuo nome, va' su Impostazioni utente > Account, proprio in fondo trovi "Lista ignorati" e digita il nome dell'utente che vuoi "oscurare". Si vive molto meglio
                  Hai ragione. Grazie!

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da mr.fred Visualizza il messaggio
                    È dal 1954 che i film italiani vincono solo ed esclusivamente se a presiedere la giuria ci sta un italiano.
                    Negli ultimi 67 anni abbiamo vinto dieci Leoni d'Oro, tutti assegnati da un presidente di giuria italiano.
                    Col senno di poi Sorrentino non aveva speranze.



                    Screenshot_20210912-180940~2.png
                    Molto interessante questo dato

                    Commenta


                    • Ci vuole un presidente italiano.
                      Secondo me l' anno prossimo lo propongono a Sorrentino.



                      I più maliziosi sostengono che dietro al generoso premio alla sceneggiatura di The Lost Daughter ci sia lo zampino del nostro giurato Saverio Costanzo.

                      Commenta


                      • Il film trionfatore è stato uno dei più graditi della manifestazione.
                        Mereghetti gli ha dato 8 tanto quanto campion, sorrentino e Almodovar.

                        Quindi polemica su vittoria politica quest'anno più inutile che mai. Una vittoria meno prevista, ma solo perché NOI inevitabilmente diamo più risalto alle recensioni di Almodovar, Dune, campion e quei nomi più conosciuti e importanti (e poi questo che ha vinto è stato presentato mi pare gli ultimi giorni quando inevitabilmente noi che da qua alla fine parliamo solo e non vediamo niente perdiamo un po' di interesse rispetto ai primi giorni). La giuria invece guarda tutti i film


                        Così come i giornali per attirare visualizzazioni fan i toto vincitori inserendo nei titoli sorrentino, Almodovar, la Stewart e non l'attore filippino sconosciuto tra i Piu probabili. Nomi conosciuti uguale più click.

                        Ma la vittoria del film francese era assolutamente pronosticabile e molte recensioni infatti lo han scritto che poteva ambire ai premi importanti. Basta leggerle.



                        ​​​
                        Ultima modifica di Sebastian Wilder; 12 settembre 21, 23:27.

                        Commenta


                        • E mi pare di ricordare che mereghetti fece un articolo tempo fa forse dopo gli Oscar (ma non gli ultimi, una o 2 edizioni fa) lamentandosi che si stava cominciando a premiare troppo in base alla "rappresentanza di categorie" di certi film e non per i meriti puramente cinematografici.

                          Quindi se ha dato 8 a questo film (che per lui significa grande film o quasi capolavoro) lo ha dato perché la ritiene un'opera cinematografica molto degna e cinema di spessore.

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio
                            Il film trionfatore è stato uno dei più graditi della manifestazione.
                            Mereghetti gli ha dato 8 tanto quanto campion, sorrentino e Almodovar.

                            Quindi polemica su vittoria politica quest'anno più inutile che mai. Una vittoria meno prevista, ma solo perché NOI inevitabilmente diamo più risalto alle recensioni di Almodovar, Dune, campion e quei nomi più conosciuti e importanti (e poi questo che ha vinto è stato presentato mi pare gli ultimi giorni quando inevitabilmente noi che da qua alla fine parliamo solo e non vediamo niente perdiamo un po' di interesse rispetto ai primi giorni). La giuria invece guarda tutti i film


                            Così come i giornali per attirare visualizzazioni fan i toto vincitori inserendo nei titoli sorrentino, Almodovar, la Stewart e non l'attore filippino sconosciuto tra i Piu probabili. Nomi conosciuti uguale più click.

                            Ma la vittoria del film francese era assolutamente pronosticabile e molte recensioni infatti lo han scritto che poteva ambire ai premi importanti. Basta leggerle.



                            ​​​
                            Ottimo intervento, complimenti

                            Commenta


                            • Quest'anno possiamo saltare la tiritera "Venezia hollywoodcentrica" e i soliti discorsi secondo cui si tratterebbe di un festival che ambisce a premiare la parata di star e che, strizzando l'occhio al cinema a stelle e strisce, più di tutto si sbraccia nel prendersi il merito di aver "scoperto" e desiganto il futuro vincitore dell'Oscar a Miglior Film.
                              Questa volta possiamo dire non sia andata così. Per quanto mi riguarda è stata una vittoria veramente a sorpresa, un pò come la questione del mancato Oscar postumo a Boseman, tanto imprevedibile da far crollare qualche certezza di chi vede nel sistema una dittatura del perbenismo imperante.

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio

                                Da' retta a me: clicca in alto a destra sulla tendina del tuo nome, va' su Impostazioni utente > Account, proprio in fondo trovi "Lista ignorati" e digita il nome dell'utente che vuoi "oscurare". Si vive molto meglio
                                Originariamente inviato da Bone Machine Visualizza il messaggio

                                Hai ragione. Grazie!
                                l'avevo scritto io di mettermi in quella lista


                                Originariamente inviato da Sebastian Wilder Visualizza il messaggio
                                Il film trionfatore è stato uno dei più graditi della manifestazione.
                                Mereghetti gli ha dato 8 tanto quanto campion, sorrentino e Almodovar.

                                Quindi polemica su vittoria politica quest'anno più inutile che mai. Una vittoria meno prevista, ma solo perché NOI inevitabilmente diamo più risalto alle recensioni di Almodovar, Dune, campion e quei nomi più conosciuti e importanti (e poi questo che ha vinto è stato presentato mi pare gli ultimi giorni quando inevitabilmente noi che da qua alla fine parliamo solo e non vediamo niente perdiamo un po' di interesse rispetto ai primi giorni). La giuria invece guarda tutti i film


                                Così come i giornali per attirare visualizzazioni fan i toto vincitori inserendo nei titoli sorrentino, Almodovar, la Stewart e non l'attore filippino sconosciuto tra i Piu probabili. Nomi conosciuti uguale più click.

                                Ma la vittoria del film francese era assolutamente pronosticabile e molte recensioni infatti lo han scritto che poteva ambire ai premi importanti. Basta leggerle.



                                ​​​
                                bella questa favola, peccato che la realtà sia molto diversa, alla giuria non frega niente dei voti dei critici, hanno dato il leone a questo film per quello che sta succedendo in texas

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X