annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Filmografie e registi a confronto: la classifica di Badtaste

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Vabbè, ma Il Gladiatore è un Peplum... ruffiano, ma pur sempre un prodotto con elementi storici in cui non bisogna guardare troppo l'orologio

    Originariamente inviato da David.Bowman
    in generale il cinema americano, specialmente quello fracassone dei blockbuster, sta alla poesia come Rosy Bindi sta a Irina Sheik, non so se mi spiego :lol:
    Parallelismo leggendario :ilsaggiodice:


    "Spesso contraddiciamo una opinione, mentre ci è antipatico soltanto il tono con cui essa è stata espressa."

    Commenta


    • Originariamente inviato da David.Bowman
      in generale il cinema americano, specialmente quello fracassone dei blockbuster, sta alla poesia come Rosy Bindi sta a Irina Sheik, non so se mi spiego :lol:
      questo generale va benissimo, perchè le eccezioni ci sono, e, tenendo conto della vastità del numero di film prodotti negli USA, non sono neanche così poche...
      fedele seguace del team Apatow

      Commenta


      • Riconciliamoci tutti e prendiamoci per mano appassionatamente vedendo Effetto Notte, forse la più bella, sentita, divertente dichiarazione d'amore nei confronti della Settima Arte che sia mai stata fatta...

        Tanto, comunque la mettiamo, "i film sono più armoniosi della vita. Nei film non ci sono intasamenti, nè vuoti, nè tempi morti. I film avanzano come treni nella notte".

        I bastardi hanno atterrato!! http://www.badtaste.it/rubriche/il-borg
        http://www.destroythismovie.com

        Commenta


        • I quattrocento colpi (Les quatre-cents coups) (1959) 9
          La signora della porta accanto (La femme d'à côté) (1981) 7.5


          Originariamente inviato da David.Bowman
          dai ragazzi, votate per Truffaut che per queste disquisizioni c'è il bel post di outis sull'estetica del Cinema

          anzi...invito tutti i fans del gladiatore e di Harry Potter a vedere "I quattrocento colpi" :sisisi: :sisisi:

          e poi dopo vediamo se parlerete ancora di "emozioni" nello stesso modo
          Beh parlando da "gladiator fan"( asd) l'aver visto i quattrocento colpi o tanti altri altri film di acclarati maestri non ha cambiato il mio pensiero. In quei film le emozioni saranno pure più ricercate e "sottili", ma comunque mi hanno segnato molto meno che quelle del gladiatore, che certo saranno messe lì apposta furbescamente, ma sono messe lì bene! E sono dannatamente intense, anzi è sicuramente il più intenso da questo punto di vista che abbia mai visto...poi con quella punta (puntona) di epico/tamarro che lo rende ancora più intenso :P

          Originariamente inviato da Silente
          fast&furios, però, è davvero troppo tamarro asd
          Eh appunto 8) asd

          Commenta


          • Originariamente inviato da David.Bowman
            dai ragazzi, votate per Truffaut che per queste disquisizioni c'è il bel post di outis sull'estetica del Cinema

            anzi...invito tutti i fans del gladiatore e di Harry Potter a vedere "I quattrocento colpi" :sisisi: :sisisi:

            e poi dopo vediamo se parlerete ancora di "emozioni" nello stesso modo
            Ma Harry Potter e I quattrocento colpi sono un tipo di cinema diverso, con obbiettivi sicuramente diversi e di conseguenza imparagonabili.
            "Andata e ritorno di Bilbo Baggins"






            Commenta


            • Originariamente inviato da NiKeS

              E sono dannatamente intense, anzi è sicuramente il più intenso da questo punto di vista che abbia mai visto...poi con quella punta (puntona) di epico/tamarro che lo rende ancora più intenso :P
              ma io penso che il centro del discorso siano le intenzioni...se un film VUOLE essere tamarro, e lo è, allora è un film perfettamente riuscito, e mi diverte da morire, come ad esempio Giorni di tuono o 300.
              Se invece un film si prende sul serio all'ennesima potenza, e diventa poi una tamarrata, allora non è buono...

              Per quanto mi riguarda Il Gladiatore è un film gradevole, ma che mostra il fianco a troppi troppi difetti...per non parlare della ricostruzione storica che è penosa a dir poco...

              Commenta


              • Originariamente inviato da David.Bowman
                dai ragazzi, votate per Truffaut che per queste disquisizioni c'è il bel post di outis sull'estetica del Cinema
                Esatto. Questo è un bellissimo topic e anche quello di outis potrebbe esserlo se non si preferise sprecare concetti dove sono OT. Invece quel topic non se lo ricorda (quasi) nessuno, mentre qualche boiata ha decine di pagine... :contrariatoo:

                Votate e commentate i registi e basta qui, grazie.
                ..:: Far off yet is his doom, and not by the hand of man will he fall. ::..

                Commenta




                • I quattrocento colpi (1959) 9,5
                  Jules e Jim (1962) 9
                  La calda amante (1964) 6
                  Fahrenheit 451 (1966) 7
                  La sposa in nero (1968) 8
                  Baci rubati (1968) 7
                  La mia droga si chiama Julie (1969) 6
                  Il ragazzo selvaggio (1970) 8
                  Non drammatizziamo... è solo questione di corna! (1970) 7
                  Le due inglesi (1971) 7
                  Mica scema la ragazza! (1972) 5
                  Effetto notte (1973) 9,5
                  Adele H., una storia d'amore (1975) 8
                  Gli anni in tasca (1976) 8
                  L'uomo che amava le donne (1977) 7
                  La camera verde (1978) 9
                  L'amore fugge (1979) 7
                  L'ultimo metrò (1980) 8,5
                  La signora della porta accanto (1981) 8
                  Finalmente domenica! (1983) 8
                  Legge univoca delle premessePremesse negative portano a risultati negativi.Premesse positive portano a risultati negativi.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Il Borg
                    Riconciliamoci tutti e prendiamoci per mano appassionatamente vedendo Effetto Notte, forse la più bella, sentita, divertente dichiarazione d'amore nei confronti della Settima Arte che sia mai stata fatta...

                    Tanto, comunque la mettiamo, "i film sono più armoniosi della vita. Nei film non ci sono intasamenti, nè vuoti, nè tempi morti. I film avanzano come treni nella notte".
                    Dopo voto, comunque in quel film mi ricordo un'altra frase per la quale stavo per piangere:
                    Siamo arrivati a metà dell'avventura. Io, prima di cominciare a girare, desidero soprattutto fare un film che sia bello. Non appena sorgono le prime grane devo ridurre le mie ambizioni, augurandomi che io riesca a finire il film. Verso la metà della lavorazione faccio un esame di coscienza, e mi dico: potevi lavorare meglio, potevi dare di più, ora ti resta l'altra metà per rimetterti in pari, e da quel momento cerco di rendere più vivo tutto ciò che si vedrà sullo schermo.

                    Ho fatto copia-incolla, ma mi sembra dicesse anche qualcosa del tipo: "I soldi? Se avessi voluto fare i soldi mi sarei imbarcato in qualche affare più sicuro, avrei fatto il medico o l'avvocato, non certo il regista, se pensi di fare il regista per guadagnare hai proprio sbagliato strada, se lo faccio è perchè mi piace"
                    Chiedo a qualcuno se potrebbe riportarla esatta, o me la sono immaginata io?
                    Contribuisci anche tu a definire i migliori film di ogni decennio secondo il forum di BadTaste. Entra in questo topic.

                    Qui trovi il riepilogo dei decenni già votati e la situazione attuale del decennio in corso di votazione.

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da lt.aldo.raine.89
                      Originariamente inviato da Il Borg
                      Riconciliamoci tutti e prendiamoci per mano appassionatamente vedendo Effetto Notte, forse la più bella, sentita, divertente dichiarazione d'amore nei confronti della Settima Arte che sia mai stata fatta...

                      Tanto, comunque la mettiamo, "i film sono più armoniosi della vita. Nei film non ci sono intasamenti, nè vuoti, nè tempi morti. I film avanzano come treni nella notte".
                      Dopo voto, comunque in quel film mi ricordo un'altra frase per la quale stavo per piangere:
                      Siamo arrivati a metà dell'avventura. Io, prima di cominciare a girare, desidero soprattutto fare un film che sia bello. Non appena sorgono le prime grane devo ridurre le mie ambizioni, augurandomi che io riesca a finire il film. Verso la metà della lavorazione faccio un esame di coscienza, e mi dico: potevi lavorare meglio, potevi dare di più, ora ti resta l'altra metà per rimetterti in pari, e da quel momento cerco di rendere più vivo tutto ciò che si vedrà sullo schermo.

                      Ho fatto copia-incolla, ma mi sembra dicesse anche qualcosa del tipo: "I soldi? Se avessi voluto fare i soldi mi sarei imbarcato in qualche affare più sicuro, avrei fatto il medico o l'avvocato, non certo il regista, se pensi di fare il regista per guadagnare hai proprio sbagliato strada, se lo faccio è perchè mi piace"
                      Chiedo a qualcuno se potrebbe riportarla esatta, o me la sono immaginata io?
                      La prima frase, molto bella è vero, me la ricordo bene anch'io...
                      Anche la seconda mi sembra di Effetto Notte...
                      Sono le riflessioni del regista del film nel film, interpretato dallo stesso Truffaut... :sisisi:

                      I bastardi hanno atterrato!! http://www.badtaste.it/rubriche/il-borg
                      http://www.destroythismovie.com

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da HAL 9000

                        • Troy (2004) 6*

                        *merito solo del dò di petto della krueger nella director's cut se no sarebbe da 2
                        xD xD xD xD

                        ti stimo!

                        Originariamente inviato da David.Bowman
                        Invece Air Force One è una baracconata a stelle e strisce della peggiore specie: tronfio, arrogante, manicheo, propagandistico, addirittura ridicolo nella sua imbarazzante retorica nazionalista. Davvero non se ne può più di questi film USA che vogliono vendere questa immagine dell'America forte, leale e salvatrice del mondo :contrariatoo: :contrariatoo:
                        però l'idea del presidente che si schiera in prima linea non era male asd
                        ovviamente è tutto l'opposto della realtà, ma l'effetto involontario è che proprio guardando le gesta eroiche di quel presidente, ci rendiamo conto (e anche gli americani dovrebbero farlo) che i potenti nella realtà sono solamente degli ipocriti vigliacchi, e che in una situazione del genere non avrebbero esitato a sganciarsi con la capsula di salvataggio lasciando gli altri passeggeri al loro destino..
                        inoltre H. Ford e G. Oldman fanno una bellissima interpretazione :seseh:

                        Originariamente inviato da David.Bowman
                        beh, su questo non ci piove...Il Gladiatore è un filmetto commerciale, Spartacus è comunque diretto da un Maestro di cinema :sisisi:
                        però ciò non gli ha impedito di essere un peplum polpettone come tanti altri asd
                        Sono una persona semplice, guardo film e non rompo il cazzo.

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Slask
                          ma l'effetto involontario è che proprio guardando le gesta eroiche di quel presidente, ci rendiamo conto (e anche gli americani dovrebbero farlo) che i potenti nella realtà sono solamente degli ipocriti vigliacchi, e che in una situazione del genere non avrebbero esitato a sganciarsi con la capsula di salvataggio lasciando gli altri passeggeri al loro destino..
                          a si ? e da cosa te ne rendi conto scusa ? :huh:
                          Io ho visto solo un presidente super eroe, senza macchia e senza paura, che imbraccia le armi e lotta per gli ideali più nobili ed edificanti e, tutto da solo, sconfigge i nemici cattivoni in nome della sua grande nazione asd :lol: :banghead:
                          per non parlare poi del fatto che gli americani vengono sempre mostrati come giusti paladini del mondo e della libertà...
                          ma per piacere! una tamarrata nazionalistica simile non si vedeva dai tempi di Rambo 2/3 :banghead: :brrr:

                          Originariamente inviato da Slask
                          Originariamente inviato da David.Bowman
                          beh, su questo non ci piove...Il Gladiatore è un filmetto commerciale, Spartacus è comunque diretto da un Maestro di cinema :sisisi:
                          però ciò non gli ha impedito di essere un peplum polpettone come tanti altri asd
                          infatti ho premesso che Spartacus è il peggior film di Kubrick (a parte "Fear and Desire") e, non a caso, l'unico suo film fortemente hollywoodiano per le ingerenze dei produttori.

                          e qui chiudo perchè siamo totalmente OT :seseh:
                          "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                          Votazione Registi: link

                          Commenta


                          • I quattrocento colpi (1959) 9
                            Fahrenheit 451 (1966) 6,5
                            Il ragazzo selvaggio (1970) 6

                            Commenta


                            • Fahrenheit 451 (1966) 8
                              Il ragazzo selvaggio (1970) 7
                              Gli anni in tasca (1976) 8+
                              L'ultimo metrò (1980) 7

                              Commenta


                              • Non ho visto moltissimo.

                                I quattrocento colpi (1959) 9
                                Jules e Jim (1962) 8
                                Fahrenheit 451 (1966) 7
                                Non drammatizziamo... è solo questione di corna! (1970) 6,5

                                Spoiler! Mostra
                                Welles non sarebbe Welles, se tutti potessero essere Welles

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X