annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Filmografie e registi a confronto: la classifica di Badtaste

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da David.Bowman
    Originariamente inviato da LuKe
    Ho sempre trovato Nuovo cinema Paradiso un film pretenziosissimo e troppo "leccato", con prove attoriali alquanto insignificanti, a parte quelle buone ma non eccezionali di Noiret e del piccolo Salvatore Cascio. Per il resto manca completamente una sceneggiatura e le scene nostalgice sono fin troppo forzate, in più non mi sono immedesimato per il nulla nei personaggi e nelle loro vite, che per tutta la durata della pellicola mi sono sembrati distantissimi. Niente da fare, è proprio il tipo di Cinema che non sopporto, ho sempre pensato che il medium cinematografico debba prendersi dei rischi e scommettere su sè stesso, non rifugiarsi in un'inutile e soporifera retorica. Baarìa presenta gli stessi difetti in versione amplificata. Almeno da questi due film mi verrebbe da definire Tornatore "il Fellini dei poveri".
    premesso che "Fellini dei poveri" è comunque un grande complimento visto che Fellini è stato uno dei più grandi Maestri della settima arte, un genio assoluto ed ineguagliato :sisisi:

    comunque non sono per niente d'accordo con la tua analisi :contrariatoo:

    "Nuovo Cinema Paradiso" è uno dei rari capolavori del cinema moderno, con cui, finalmente, il cinema italiano riscopre il grande melodramma popolare a tinte epiche: sincero, generoso, viscerale, nostalgico, commovente e sentimentale ma giammai sentimentalista

    ma NCP non è soltanto questo ma è, soprattutto, un accorato omaggio al cinema ed alla sua magia da parte di un grande regista, cinefilo ed appassionato come pochi altri. Un omaggio narrato come una dolce e malinconica romanza. Ha diverse scene memorabili, su tutte la proiezione in piazza sulla facciata di un palazzo, scena in cui si raggiunge l'autentica, sublime poesia. Ma anche la sequenza dei baci censurati è da antologia :sisisi:

    E' il film più personale di Tornatore (risulta evidente la forte connessione tra il suo percorso di vita e quello di Salvatore) ed anche il più appassionato nel suo confondere, celebrare e rimpiangere il cinema e la vita, la realtà ed il sogno. Davvero non capisco come si possa criticare un'opera del genere :huh: :huh: :huh: :huh:

    due paroline sulla così detta edizione "estesa"

    il termine è un tantino improprio visto che quella fu la prima versione del film, che, tra l'altro, io vidi al cinema nel 1988. Il film ebbe scarso successo all'inizio, allora il produttore, Franco Cristaldi, decise di ritirarlo dalle sale, scorciarlo malamente di circa 30' e farlo uscire di nuovo in una versione più breve e compatta. Quando poi il film vinse l'Oscar e molti altri premi (con la versione breve) si decise che quella sarebbe stata la release ufficiale. Col tempo la pellicola è, giustamente, diventata patrimonio culturale e grande successo commerciale, ed è quindi magicamente ricomparsa la prima versione, col nome di "estesa". Oggi si possono trovare entrambe le versioni in DVD.

    Io preferisco la versione lunga perchè contiene una scena fondamentale:
    Spoiler! Mostra
    Come al solito ottima analisi :sisisi:

    Io ho visto solo l'edizione originale, quindi completa. Ho detto che è la versione migliore basandomi sul fatto che se togli quella scena il film perde buona parte della sua malinconia.
    La parte finale del film penso che sia una delle più commoventi nella storia del cinema, davvero straordinaria.
    Welles non sarebbe Welles, se tutti potessero essere Welles

    Commenta


    • Originariamente inviato da paro_noodles
      La parte finale del film penso che sia una delle più commoventi nella storia del cinema, davvero straordinaria.
      :sisisi: :sisisi: :sisisi: :sisisi: :sisisi:

      ed il 50% del merito è anche della straordinaria colonna sonora del Maestro Morricone :sisisi:
      "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


      Votazione Registi: link

      Commenta


      • Originariamente inviato da David.Bowman
        Originariamente inviato da paro_noodles
        La parte finale del film penso che sia una delle più commoventi nella storia del cinema, davvero straordinaria.
        :sisisi: :sisisi: :sisisi: :sisisi: :sisisi:

        ed il 50% del merito è anche della straordinaria colonna sonora del Maestro Morricone :sisisi:
        Quoto tutto, io ho pianto come una scolaretta come non mi era mai successo ^^' asd

        Poesia.

        Commenta


        • GIUSEPPE TORNATORE

          • Nuovo cinema Paradiso 10
          • La leggenda del pianista sull'oceano 7,5
          • Malèna 5,5
          • La sconosciuta 8,5
          • Baarìa 6

          Commenta


          • ..ma siete troppo severi con Baaria. Ok ha qualche palese difetto a livello di sceneggiatura, ma dietro c'è una ricostruzione davvero ammirevole.

            Commenta


            • a ma ha convinto davvero poco Earendil :seseh:

              la mano del grande regista si vede tutta ma ha troppi difetti: discontinuo, frammentario, diseguale, a tratti superficiale, ripetitivo (relativamente al cinema di Tornatore) e decisamente pretenzioso. Dopo un capolavoro come "Nuovo Cinema Paradiso" ogni ritorno di Tornatore alla sua Sicilia è stato deludente, mentre ha fornito i migliori risultati quando si è dedicato ad altro, specialmente al thriller/noir con pellicole come "Una pura formalità" (bellissimo ed assolutamente sottovalutato) o "La sconosciuta" :sisisi:

              con Baaria ha esagerato troppo, anche nella scelta di un periodo temporale così lungo. Sarebbe stato molto meglio soffermarsi su un arco più breve ed approfondire meglio i personaggi o la Storia che fa da sfondo. Come melodrammi italiani che puntano (anche) al racconto storico, sociale e politico, restano insuperati (e difficilmente eguagliabili) "C'eravamo tanto amati" di Scola e "La meglio gioventù" di Giordana :sisisi:
              "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


              Votazione Registi: link

              Commenta


              • Originariamente inviato da David.Bowman
                a ma ha convinto davvero poco Earendil :seseh:

                la mano del grande regista si vede tutta ma ha troppi difetti: discontinuo, frammentario, diseguale, a tratti superficiale, ripetitivo (relativamente al cinema di Tornatore) e decisamente pretenzioso. Dopo un capolavoro come "Nuovo Cinema Paradiso" ogni ritorno di Tornatore alla sua Sicilia è stato deludente, mentre ha fornito i migliori risultati quando si è dedicato ad altro, specialmente al thriller/noir con pellicole come "Una pura formalità" (bellissimo ed assolutamente sottovalutato) o "La sconosciuta" :sisisi:

                con Baaria ha esagerato troppo, anche nella scelta di un periodo temporale così lungo. Sarebbe stato molto meglio soffermarsi su un arco più breve ed approfondire meglio i personaggi o la Storia che fa da sfondo. Come melodrammi italiani che puntano al racconto storico, sociale e politico, restano insuperati (e difficilmente eguagliabili) "C'eravamo tanto amati" di Scola e "La meglio gioventù" di Giordana :sisisi:
                "Novecento" non ti piace?
                Che cos'è il genio? È fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità d'esecuzione[img width=420 height=68]http://i31.tinypic.com/14k8is3.jpg[/img]

                Commenta


                • Originariamente inviato da Marekiaro
                  Originariamente inviato da David.Bowman
                  a ma ha convinto davvero poco Earendil :seseh:

                  la mano del grande regista si vede tutta ma ha troppi difetti: discontinuo, frammentario, diseguale, a tratti superficiale, ripetitivo (relativamente al cinema di Tornatore) e decisamente pretenzioso. Dopo un capolavoro come "Nuovo Cinema Paradiso" ogni ritorno di Tornatore alla sua Sicilia è stato deludente, mentre ha fornito i migliori risultati quando si è dedicato ad altro, specialmente al thriller/noir con pellicole come "Una pura formalità" (bellissimo ed assolutamente sottovalutato) o "La sconosciuta" :sisisi:

                  con Baaria ha esagerato troppo, anche nella scelta di un periodo temporale così lungo. Sarebbe stato molto meglio soffermarsi su un arco più breve ed approfondire meglio i personaggi o la Storia che fa da sfondo. Come melodrammi italiani che puntano al racconto storico, sociale e politico, restano insuperati (e difficilmente eguagliabili) "C'eravamo tanto amati" di Scola e "La meglio gioventù" di Giordana :sisisi:
                  "Novecento" non ti piace?
                  ovviamente SI, è un capolavoro :sisisi:

                  ma non lo reputo "melodramma", piuttosto è un film politico dai toni epici :sisisi:
                  "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                  Votazione Registi: link

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da David.Bowman
                    Originariamente inviato da Marekiaro
                    Originariamente inviato da David.Bowman
                    a ma ha convinto davvero poco Earendil :seseh:

                    la mano del grande regista si vede tutta ma ha troppi difetti: discontinuo, frammentario, diseguale, a tratti superficiale, ripetitivo (relativamente al cinema di Tornatore) e decisamente pretenzioso. Dopo un capolavoro come "Nuovo Cinema Paradiso" ogni ritorno di Tornatore alla sua Sicilia è stato deludente, mentre ha fornito i migliori risultati quando si è dedicato ad altro, specialmente al thriller/noir con pellicole come "Una pura formalità" (bellissimo ed assolutamente sottovalutato) o "La sconosciuta" :sisisi:

                    con Baaria ha esagerato troppo, anche nella scelta di un periodo temporale così lungo. Sarebbe stato molto meglio soffermarsi su un arco più breve ed approfondire meglio i personaggi o la Storia che fa da sfondo. Come melodrammi italiani che puntano al racconto storico, sociale e politico, restano insuperati (e difficilmente eguagliabili) "C'eravamo tanto amati" di Scola e "La meglio gioventù" di Giordana :sisisi:
                    "Novecento" non ti piace?
                    ovviamente SI, è un capolavoro :sisisi:

                    ma non lo reputo "melodramma", piuttosto è un film politico dai toni epici :sisisi:
                    ok, anche io lo ritengo un capolavoro.
                    adesso mi spiego perche non lo avessi menzionato
                    Che cos'è il genio? È fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità d'esecuzione[img width=420 height=68]http://i31.tinypic.com/14k8is3.jpg[/img]

                    Commenta


                    • la mano del grande regista si vede tutta ma ha troppi difetti: discontinuo, frammentario, diseguale, a tratti superficiale, ripetitivo (relativamente al cinema di Tornatore) e decisamente pretenzioso.
                      Si non fa una piega in effetti, ma io sulla sceneggiatura sono molto d'accordo, anzi grazie per non aver citato le tante interpretazioni sottotono. Comunque sia, a parere mio, la grande ricostruzione rimane, la noia che tanti hanno sentito io non l'ho avvertita, e in ogni caso credo che di questi tempi, un film di ampio respiro e una grande produzione come Baaria siano una boccata d'aria fresca (in attesa di tempi migliori sicuramente).

                      P.S. straordinario la meglio gioventù, e non è nemmeno il mio preferito di Giordana! (che dobbiamo decisamente votare, anzi ora lo inserisco)

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Earendil
                        io sulla sceneggiatura sono molto d'accordo, anzi grazie per non aver citato le tante interpretazioni sottotono.
                        beh, lo avevo dimenticato ma rimedio subito :lol:
                        i due interpreti principali sono decisamente a disagio e poco convincenti (specialmente lui) :seseh: ;D

                        Originariamente inviato da Earendil
                        Comunque sia, a parere mio, la grande ricostruzione rimane, la noia che tanti hanno sentito io non l'ho avvertita, e in ogni caso credo che di questi tempi, un film di ampio respiro e una grande produzione come Baaria siano una boccata d'aria fresca (in attesa di tempi migliori sicuramente).
                        si, sono d'accordo ma essendo un film di Tornatore non posso esimermi dal giudicarlo come mediocre, viste le sue grandi capacità e la sua filmografia :sisisi:

                        Originariamente inviato da Earendil
                        straordinario la meglio gioventù, e non è nemmeno il mio preferito di Giordana! (che dobbiamo decisamente votare, anzi ora lo inserisco)
                        Marco Tullio Giordana è un bravo regista di cinema verità, di denuncia, a sfondo storico e socialmente impegnato. In effetti l'Italia vanta una enorme tradizione in tal senso: penso alla Triade neorealista, a Pasolini, a Rosi, a Petri, a Pontecorvo o allo stesso Bertolucci prima citato :sisisi:; e Giordana si muove su questa scia, dimostrando anche un buon talento

                        immagino tu ti riferisca a "I cento passi", altra pellicola eccellente della sua filmografia :sisisi:
                        tuttavia io reputo "La meglio gioventù" il suo masterpiece, già solo per ampiezza di respiro e grandezza di concezione :sisisi:
                        "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                        Votazione Registi: link

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Earendil
                          P.S. straordinario la meglio gioventù, e non è nemmeno il mio preferito di Giordana! (che dobbiamo decisamente votare, anzi ora lo inserisco)
                          Approvo pienamente, anche perchè "I cento passi" è tra i miei film preferiti
                          Welles non sarebbe Welles, se tutti potessero essere Welles

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da David.Bowman

                            immagino tu ti riferisca a "I cento passi", altra pellicola eccellente della sua filmografia :sisisi:
                            Originariamente inviato da paro_noodles
                            Approvo pienamente, anche perchè "I cento passi" è tra i miei film preferiti
                            Ma che avete capito? io parlavo di Sanguepazzo...



                            ...xD, no davvero i cento passi è straordinario, ma ne riparleremo al momento opportuno :sisisi:

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Earendil
                              ..ma siete troppo severi con Baaria. Ok ha qualche palese difetto a livello di sceneggiatura, ma dietro c'è una ricostruzione davvero ammirevole.
                              Sono d'accordo, sarà che ho un debole per i film di Tornatore (a parte Malena) che non mi permette di essere obiettivo, ma non l'ho trovato così scandaloso. Certo non è un capolavoro come altri del regista nostrano
                              Welles non sarebbe Welles, se tutti potessero essere Welles

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da paro_noodles
                                Sono d'accordo, sarà che ho un debole per i film di Tornatore (a parte Malena) che non mi permette di essere obiettivo, ma non l'ho trovato così scandaloso.
                                ma io gli ho dato 6, mica 4 asd

                                è un film discreto ma nulla a che vedere con il meglio del regista. Anche "Malena" lo metto sulla stessa falsariga perchè ha comunque dei momenti pregevoli, nonostante i tanti scivoloni nel greve e nel cattivo gusto. E poi, secondo me, è meglio che "Peppuccio" giochi poco col visionario onirico perchè di certo non è Fellini :seseh:
                                "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                                Votazione Registi: link

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X