annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Filmografie e registi a confronto: la classifica di Badtaste

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Marekiaro
    ma è stato votato eastwood?
    si, c'è il riepilogo al primo post

    Originariamente inviato da Gian
    David commentino su, che sono curioso di sentire cosa hai da dire su questo regista che per alcune pellicole trovo abbastanza cinico e critico verso la società (ovviamente niente di trascendentale).
    bah, è un regista sanguigno e viscerale, che spesso indulge nel morboso, nel pruriginoso e nell'esibizione del sangue. Il problema è che il tutto non è reso coerente, e sublimato, da un'estetica sapiente o da uno stile virtuoso, ma ci si sofferma sempre e solo sulla patina superficiale. Insomma è un regista solitamente insipido, che fa intrattenimento per adulti

    Cinismo, misoginia, violenza, sesso sono i suoi argomenti tipici ma tutto rimane fine a se stesso e non lascia il segno :-\
    "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


    Votazione Registi: link

    Commenta


    • Recupero alcune film che mi mancavano quando ho votato i rispettivi registi:

      STANLEY KUBRICK
      Rapina a mano armata 8

      SERGIO LEONE
      C'era una volta il West 9

      DAVID CRONENBERG
      La Mosca 6.5

      F.LLI COEN
      Mister Hula Hoop 7

      ROMAN POLANSKI
      L'inquilino del terzo piano 9

      MILOS FORMAN
      Man on the Moon 6

      Commenta


      • Robocop (1987) 6
        Starship Troopers - Fanteria dello spazio (1997) 6
        L'uomo senza ombra (2000) 5

        Commenta


        • * Robocop (1987) 7
          * Atto di forza (1990) 6,5
          * Basic Instinct (1992) 6,5
          * Showgirls (1995) 3
          * Starship Troopers - Fanteria dello spazio (1997) 4
          * L'uomo senza ombra (2000) 5

          Niente da segnalare, se non il divertentissimo Showgirl ...dai non fate finta di niente che lo so che l'avete visto xD

          Commenta


          • Originariamente inviato da David.Bowman
            bah, è un regista sanguigno e viscerale, che spesso indulge nel morboso, nel pruriginoso e nell'esibizione del sangue. Il problema è che il tutto non è reso coerente, e sublimato, da un'estetica sapiente o da uno stile virtuoso, ma ci si sofferma sempre e solo sulla patina superficiale. Insomma è un regista solitamente insipido, che fa intrattenimento per adulti

            Cinismo, misoginia, violenza, sesso sono i suoi argomenti tipici ma tutto rimane fine a se stesso e non lascia il segno :-\
            A me quando vidi Robocop all'epoca fece molto pensare l'uso che faceva della pubblicità e di quegli stacchetti assurdi tipo "Le compro io per un dollaro". Mi sembrava che dessero una chiave di lettura della società in cui si svolgeva la storia ancora più violenta e basata su valori sballati.
            Ci vedo forse qualcosa che in realtà non c'è? Cioè, vedo la gente morta? A dottò, sto male?
            I manifestanti se la prendono con una statua della Madonna. Tutta invidia per l’assunzione.

            http://www.spinoza.it/2011/10/17/back-to-black/

            Commenta


            • Originariamente inviato da Gian
              Originariamente inviato da David.Bowman
              bah, è un regista sanguigno e viscerale, che spesso indulge nel morboso, nel pruriginoso e nell'esibizione del sangue. Il problema è che il tutto non è reso coerente, e sublimato, da un'estetica sapiente o da uno stile virtuoso, ma ci si sofferma sempre e solo sulla patina superficiale. Insomma è un regista solitamente insipido, che fa intrattenimento per adulti

              Cinismo, misoginia, violenza, sesso sono i suoi argomenti tipici ma tutto rimane fine a se stesso e non lascia il segno :-\
              A me quando vidi Robocop all'epoca fece molto pensare l'uso che faceva della pubblicità e di quegli stacchetti assurdi tipo "Le compro io per un dollaro". Mi sembrava che dessero una chiave di lettura della società in cui si svolgeva la storia ancora più violenta e basata su valori sballati.
              Ci vedo forse qualcosa che in realtà non c'è? Cioè, vedo la gente morta? A dottò, sto male?
              No, sono concorde anche io, che è poi il tema principale dei suoi film.
              "Austria, Polonia, Ungheria vi prendete i migranti? No. Ci pagate per mandare via quelli senza permesso di soggiorno? Sempre No. Fantastico! Eccovi dei fondi europei". cit. Alessandro Masala

              Commenta


              • PAUL VERHOEVEN

                Uno dei miei registi preferiti. Tra i più coraggiosi ad aver mai messo mano ai blockbuster "moderni", un Autore che non manca mai di inserire in ogni suo film le tematiche tipiche del suo cinema, della sua arte, pur non perdendo mai di vista l'obbiettivo di divertire il pubblico. Sempre più raro nel cinema diviso da fazioni quali "cinema d'Arte" e "cinema d'intrattenimento" come anche questo forum spesso dimostra. E forse per questo famoso per stroncature dalla critica e dal pubblico di massa. Troppo facile per i primi, troppo oltre per i secondi.

                Sicuramente ha moltissimi difetti, in particolare la scrittura dei personaggi non sempre all'altezza dei temi affrontati. Unico invece per il modo violento, provocatorio e crudo con cui affronta i temi socio-politici che ha reso cult film come Robocop, Atto di Forza o Starship Troopers.
                Ma sopratutto il tema della sessualità, un argomento trattato in modo sfacciato, reale ed estremo (e dunque per molti di cattivo gusto) specie nelle sue pellicole pre-Hollywood. Dopo ha dovuto fare i conti con il sistema, facendo anche dei passi falsi. Felice che dopo un lungo silenzio sia tornato adesso alle sue origini.

                * Spetters (1980) 7
                * L'amore e il sangue (1985) 7,5
                * Robocop (1987) 9
                * Atto di forza (1990) 7,5
                * Basic Instinct (1992) 7
                * Showgirls (1995) 6
                * Starship Troopers - Fanteria dello spazio (1997) 7,5
                * L'uomo senza ombra (2000) 7
                * Black Book (2006) 7,5

                Spero prima o poi di "trovare" Fiori di Carne, uno dei pochi che mi manca, che ho letto come uno dei più grandi successi in patria della storia. Ho visto ma non votato invece Il quarto uomo e Soldato d'Orange, è passato molto tempo e non li ricordo bene, a memoria il primo passabile il secondo più interessante. Purtroppo in home-video si trova poco e quello che si trova è massicciamente censurato.

                Spetters è la storia crudissima di tre amici che vedranno la loro vita stravolta da una donna. C'è troppa carne al fuoco ma è un film con diversi momenti validi. L'amore è il sangue soffre nello svolgimento di alcune incertezze, il film ha avuto una lavorazione sofferta lo stesso Verhoeven l'ha definito un incubo (il film che lo ha fatto scappare ad hollywood dopo i successi in patria). E' però cinema di Verhoeven nudo e crudo al 100% in salsa storica, con alcuni personaggi quì molto riusciti e ben interpretati. Robocop, bhe lo conosciamo tutti, lo considero uno dei migliori film di sci-fi in assoluto, un personaggio diventato un icona, una trama e dei dialoghi ancora oggi limpidi e attualissimi. Indimenticabile il montaggio degli spot e la vista in soggettiva del robot con tanto di flashback che ha fatto scuola. Atto di forza è un altro film cult di sci-fi, a differenza dei più però non ho mai amato l'interpretazione di Schwarzenegger per me poco adatto al ruolo. Basic Instinct altro film talmente "forte" da venire in mente subito se pensi agli '90. Showgirls è un film confuso con ottime idee ma dimostra un momento creativo di Verhoeven vago e incerto. Penso comunque che è stato più massacrato di quanto meritava anche a causa di un attrice protagonista non certo indimenticabile. Starship Troopers è un gran film d'intrattenimento che pur avendo il coraggio di Robocop non riesce a imporsi come quel film a causa (imho) di personaggi e interpreti mediocri. Non ho letto il libro, lo farò prima o poi. L'uomo senza ombra diventa quasi un colpo di coda divertito per Verhoeven ormai assuefatto, da quì infatti ci sarà un lungo silenzio fino all'ottimo Black Book, un ritorno alle origini che chiude (per il momento) la sua filmografia in maniera molto più degna di quanto avrebbe fatto il trio che lo precede.
                Seguimi --> https://www.facebook.com/ricalcolopercorso/

                Commenta


                • PAUL VERHOEVEN

                  * Robocop (1987) 7
                  * Atto di forza (1990) 7,5
                  * Basic Instinct (1992) 6
                  * Showgirls (1995) 4
                  * Starship Troopers - Fanteria dello spazio (1997) 8
                  * L'uomo senza ombra (2000) 7,5
                  * Black Book (2006) 5

                  Il suo problema non è tanto la regia - qui si valuta questo no? - quando la particolarità di alcune trame che tratta. Non certo alla Lynch ma i suoi film hanno un sapore sgradevole, anche i più famosi. Forse L'uomo senza ombra è tra i più convenzionali della sua filmografia, almeno di quella che ho visto io.
                  "Showgirls" per quanto non sia registicamente un capolavoro non è neanche un cesso ma purtroppo la zozzeria della storia e di quant'altro affossa anche il suo voto.
                  io sono un grande sostenitore di "Starship Troopers" per me è il suo miglior film!
                  [FONT=Impact]?[FONT=Impact]

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Palatioli
                    Forse L'uomo senza ombra è tra i più convenzionali della sua filmografia, almeno di quella che ho visto io.
                    E' vero, anche se il gioco perverso del protagonista nella parte centrale lo rende un film hollywoodiano che però difficilmente sarebbe mai stato concepito in questo modo ad hollywood, se non appunto da un regista come lui.
                    Seguimi --> https://www.facebook.com/ricalcolopercorso/

                    Commenta


                    • * Showgirls (1995) 6 insomma è una boiata ma il cast (femminile) è di tutto rispetto :seseh:
                      * Starship Troopers - Fanteria dello spazio (1997) 7.5
                      * L'uomo senza ombra (2000) 7

                      Commenta



                      • * Robocop (1987) 7.5
                        * Atto di forza (1990) 8
                        * Basic Instinct (1992) 7
                        * Starship Troopers - Fanteria dello spazio (1997) 6.5
                        * L'uomo senza ombra (2000) 6

                        Commenta


                        • PAUL VERHOEVEN

                          * Robocop (1987) 9
                          * Atto di forza (1990) 8,5
                          * Basic Instinct (1992) 6
                          * Starship Troopers - Fanteria dello spazio (1997) 8
                          * L'uomo senza ombra (2000) 6,5

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Gian
                            Originariamente inviato da David.Bowman
                            bah, è un regista sanguigno e viscerale, che spesso indulge nel morboso, nel pruriginoso e nell'esibizione del sangue. Il problema è che il tutto non è reso coerente, e sublimato, da un'estetica sapiente o da uno stile virtuoso, ma ci si sofferma sempre e solo sulla patina superficiale. Insomma è un regista solitamente insipido, che fa intrattenimento per adulti

                            Cinismo, misoginia, violenza, sesso sono i suoi argomenti tipici ma tutto rimane fine a se stesso e non lascia il segno :-\
                            A me quando vidi Robocop all'epoca fece molto pensare l'uso che faceva della pubblicità e di quegli stacchetti assurdi tipo "Le compro io per un dollaro". Mi sembrava che dessero una chiave di lettura della società in cui si svolgeva la storia ancora più violenta e basata su valori sballati.
                            Ci vedo forse qualcosa che in realtà non c'è? Cioè, vedo la gente morta? A dottò, sto male?
                            beh, ma quando hai visto Robocop ? negli anni '80 ? immagino che all'epoca tu fossi più ingenuo dal punto di vista cinematografico, no ?

                            vedendo altre cose ci si rende conto che la presunta critica sociale di un Robocop è robetta rispetto a registi di ben altro spessore, no ?

                            Originariamente inviato da Gualty
                            Unico invece per il modo violento, provocatorio e crudo con cui affronta i temi socio-politici che ha reso cult film come Robocop, Atto di Forza o Starship Troopers.
                            non per criticare i tuoi gusti, ma giusto per capire: hai mai visto un film di Robert Altman, ad esempio ?

                            Quello si che è un modo "provocatorio e crudo", ma di classe e finezza intellettuale, di far critica socio-politica :sisisi:
                            "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                            Votazione Registi: link

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da David.Bowman
                              beh, ma quando hai visto Robocop ? negli anni '80 ? immagino che all'epoca tu fossi più ingenuo dal punto di vista cinematografico, no ?

                              vedendo altre cose ci si rende conto che la presunta critica sociale di un Robocop è robetta rispetto a registi di ben altro spessore, no ?
                              Ah, si, questo è certo. Solo che io lo metto un gradino sopra i registi puramente hollywoodiani da blockbuster e volevo capire se erano tutti onanismi mentali miei oppure se effettivamente c'era qualcosa.

                              Poi ovvio che non lo metto tra i gran maestri o che vado cercando troppi sottotesti nelle sue "opere"
                              I manifestanti se la prendono con una statua della Madonna. Tutta invidia per l’assunzione.

                              http://www.spinoza.it/2011/10/17/back-to-black/

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da David.Bowman
                                Originariamente inviato da Gualty
                                Unico invece per il modo violento, provocatorio e crudo con cui affronta i temi socio-politici che ha reso cult film come Robocop, Atto di Forza o Starship Troopers.
                                non per criticare i tuoi gusti, ma giusto per capire: hai mai visto un film di Robert Altman, ad esempio ?

                                Quello si che è un modo "provocatorio e crudo", ma di classe e finezza intellettuale, di far critica socio-politica :sisisi:
                                :banghead: :banghead:
                                Scherzo ;D
                                Proprio perchè è gratuito, morboso, volgare e dunque anche divertente, pruriginoso per usare un tuo oggettivo.
                                Tutt'altro che di classe e intellettuale. E' proprio quello il motivo per cui amo i suoi film. Sa essere provocatorio e crudo senza essere pesante, senza fare esercizi di stile, senza sottotesti.
                                E' facile pur essendo tutt'altro che superficiale, ti sbatte la sua estetica in faccia senza molti giri di parole.
                                Dubito che in Altman, che probabilmente non a caso conosco pochissimo, possa trovare quest'approccio. Altrimenti non l'avresti usato come controesempio ;D
                                Seguimi --> https://www.facebook.com/ricalcolopercorso/

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X