annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Filmografie e registi a confronto: la classifica di Badtaste

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Gidan 89 Visualizza il messaggio
    David.Bowman si devono votare anche le cose brutte poi voglio capire i cinefili di BadTaste quanti cinepanettoni hanno avuto il coraggio di vedere
    e io cosa c'entro ? lo ha detto aldo.raine89 mica io!

    va bene dai ... io non l'ho detto ma ... l'ho pensato!!!! (W Scorsese W Scorsese W Scorsese W Scorsese W Scorsese W Scorsese ) ... che fai ? mi leggi nel pensiero ?

    io ho visto diversi cinepanettoni ma ... per me sono tutti uguali e onestamente mi sarà difficile dare un voto con cognizione di causa in modo particolareggiato. Praticamente non mi ricordo nulla del singolo film e non ho mai annotato nulla in merito, mi ricordo solo la sensazione generale (W Scorsese W Scorsese W Scorsese W Scorsese W Scorsese W Scorsese )

    poi vedremo alle votazioni, in qualche modo mi regolerò ... intanto facciamoci due risate
    "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


    Votazione Registi: link

    Commenta


    • Sea of Trees anch'io lo ricordo bruttino, non riesco a salvare manco i tre attori principali. Ma forse è la foresta di Aokigahara che porta un po' male ai film (solo occidentali?); anche l'horror di due anni fa, The Forest, con Nathalie Dormer, è stato per me deludente come visione.

      Di Van Sant alcuni film li ho visti ormai una decina d'anni fa, ricordo giusto che mi fossero piaciuti. Ovviamente Elephant è quello che rimane più impresso. Poco tempo fa ho visto My own private Idaho, molto bello e molto interessante per la commistione di "fonti" alla base della sceneggiatura, e un River Phoenix davvero bravo (magnifico in una scena attorno al falò, faceva molto Easy Rider).
      Ho visto bei voti alti per Drugstore cowboy, posso chiedere come mai vi ha colpito così tanto? Sono curioso perché mi era piaciuto ma non troppo.

      Commenta


      • Un po' legato al discorso dell'altra volta.
        Notavo che taxi driver questa settimana sta al 39esimo posto dei film più popolari su imdb. E re per una notte settantottesimo.
        Effetto joker decisamente, visto che questi film sono citati in una recensione si e l'altra pure di quel film.

        Commenta


        • Originariamente inviato da Mr. Babeido Visualizza il messaggio
          Ho visto bei voti alti per Drugstore cowboy, posso chiedere come mai vi ha colpito così tanto? Sono curioso perché mi era piaciuto ma non troppo.
          Drugstore cowboy è un lucido e crudo dramma giovanile, tratto da un romanzo autobiografico di James Fogle, che racconta l'inferno personale di quattro sbandati persi nel tunnel della tossicodipendenza, spavaldi e strafottenti, posseduti da quel folle ardore ribelle giovanile che fa vivere l'oggi come se fosse l'ultimo giorno e, nel contempo, fa credere di essere immortale, pur camminando sempre in prossimità della morte. Senza moralismi, compiacimenti, morbosità, accuse o la pretesa di veicolare messaggi, l'autore disegna un durissimo spaccato di disagio generazionale, in cui le uniche cose che contano sono lo sballo e l'eccesso, sotto il segno di una pulsione autodistruttiva che va a braccetto con la totale mancanza di ideali. L'intera storia è raccontata in flashback dal personaggio di Bob, la cui emblematica vicenda personale è il simbolo di un degrado morale che ha radici profonde e lontane. Gli attori riescono a calarsi perfettamente nei rispettivi ruoli donando ai personaggi un realismo impressionante. Sostenuto a tratti da un'ironia macabra che indulge nel grottesco, è un film sinceramente disturbante nella sua audacia perchè, se da un lato mostra ampiamente gli effetti letali della droga, dall'altro non ne nasconde l'estasi soggiogante che è in grado di produrre dopo la sua assunzione. E' un Gus Van Sant genuino, acerbo, duro e puro, qua e là eccessivo. Ma il risultato è un ritratto perentorio e visivamente potente dell'alienazione della "bella età".
          "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


          Votazione Registi: link

          Commenta


          • Originariamente inviato da David.Bowman Visualizza il messaggio


            io ho visto diversi cinepanettoni ma ... per me sono tutti uguali e onestamente mi sarà difficile dare un voto con cognizione di causa in modo particolareggiato. Praticamente non mi ricordo nulla del singolo film e non ho mai annotato nulla in merito, mi ricordo solo la sensazione generale
            Ho lo stesso identico problema!

            A tal proposito chiederei all'esimio esperto Gidan 89 di rimembrarmi in quale dei siffatti capodopera il volto apollineo anziché no del Fico d'India mi sbucava fuori dall'orifizio anale del gallinaceo portato in tavola come succulenta pietanza natalizia... così me lo segno

            Commenta


            • Originariamente inviato da Medeis Visualizza il messaggio

              Ho lo stesso identico problema!

              A tal proposito chiederei all'esimio esperto Gidan 89 di rimembrarmi in quale dei siffatti capodopera il volto apollineo anziché no del Fico d'India mi sbucava fuori dall'orifizio anale del gallinaceo portato in tavola come succulenta pietanza natalizia... così me lo segno
              Che credete, che io non abbia lo stesso problema? A vedere li ho visti quasi tutti, ma inevitabilmente non riesco a ricordare tutto tutto. Ad esempio, la scena che dici tu credo che appartenga a Natale sul Nilo, ma potrebbe essere anche Natale in India (i due peggiori di sempre). Evoco UomoCheRide , lui sì che è un vero esperto!
              https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

              "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

              Commenta


              • Originariamente inviato da Gidan 89 Visualizza il messaggio
                Che credete, che io non abbia lo stesso problema?
                mi sa che stavolta la mia "soluzione" sarà un 4 generalizzato (o magari "oserò" scendere anche al di sotto, chissà)

                "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                Votazione Registi: link

                Commenta


                • Merry Christmas, 2001.

                  Commenta


                  • Altro che la scena del gorilla in The Square.
                    Mi sa che ci divertiremo nella settimana Vanzina/Parenti
                    https://www.amazon.it/dp/B08P3JTVJC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=mau rizio+nichetti+libri&qid=1606644608&sr=8-1 Il mio saggio sul cinema di Maurizio Nichetti.

                    "Un Cinema che non pretende, semplicemente è" cit. Roy.E.Disney

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da David.Bowman Visualizza il messaggio

                      Drugstore cowboy è un lucido e crudo dramma giovanile, tratto da un romanzo autobiografico di James Fogle, che racconta l'inferno personale di quattro sbandati persi nel tunnel della tossicodipendenza, spavaldi e strafottenti, posseduti da quel folle ardore ribelle giovanile che fa vivere l'oggi come se fosse l'ultimo giorno e, nel contempo, fa credere di essere immortale, pur camminando sempre in prossimità della morte. Senza moralismi, compiacimenti, morbosità, accuse o la pretesa di veicolare messaggi, l'autore disegna un durissimo spaccato di disagio generazionale, in cui le uniche cose che contano sono lo sballo e l'eccesso, sotto il segno di una pulsione autodistruttiva che va a braccetto con la totale mancanza di ideali. L'intera storia è raccontata in flashback dal personaggio di Bob, la cui emblematica vicenda personale è il simbolo di un degrado morale che ha radici profonde e lontane. Gli attori riescono a calarsi perfettamente nei rispettivi ruoli donando ai personaggi un realismo impressionante. Sostenuto a tratti da un'ironia macabra che indulge nel grottesco, è un film sinceramente disturbante nella sua audacia perchè, se da un lato mostra ampiamente gli effetti letali della droga, dall'altro non ne nasconde l'estasi soggiogante che è in grado di produrre dopo la sua assunzione. E' un Gus Van Sant genuino, acerbo, duro e puro, qua e là eccessivo. Ma il risultato è un ritratto perentorio e visivamente potente dell'alienazione della "bella età".
                      Grazie David, con queste belle parole mi hai fatto venire voglia di rivedere il film con più attenzione. E come ho elogiato River Phoenix, ricordo che Matt Dillon fosse bravo nel ruolo del protagonista (forse dai '90 in poi si è un po' perso come carriera o sbaglio ignorando altre sue interpretazioni meritevoli?).

                      Mamma mia, quell'immagine con Bruno Arena non la conoscevo...altro che cinepanettone, è un horror!

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Mr. Babeido Visualizza il messaggio
                        ricordo che Matt Dillon fosse bravo nel ruolo del protagonista (forse dai '90 in poi si è un po' perso come carriera o sbaglio ignorando altre sue interpretazioni meritevoli?).
                        beh, quella recente diretto da Lars Von Trier non è affatto male, direi molto calato nella parte e molto credibile. Promosso a pieni voti.

                        E poi anche in Crash del 2004 è stato all'altezza
                        "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                        Votazione Registi: link

                        Commenta


                        • ecco le classifiche finali:


                          GUS VAN SANT

                          Belli e dannati (My Own Private Idaho) -------------------------------------------------------------- 8,1 <-> 8,5 (5 voti)
                          Drugstore Cowboy ------------------------------------------------------------------------------------ 7,8 <-> 8 (5 voti)
                          Elephant -------------------------------------------------------------------------------------------- 7,78 <-> 8,5 (9 voti)
                          Will Hunting - Genio ribelle (Good Will Hunting) ---------------------------------------------------- 7,61 <-> 8 (9 voti)
                          Paranoid Park --------------------------------------------------------------------------------------- 7,36 <-> 7 (7 voti)
                          Gerry ----------------------------------------------------------------------------------------------- 7,33 <-> 7 (3 voti)
                          Da morire (To Die For) ------------------------------------------------------------------------------ 7,2 <-> 7 (5 voti)
                          Milk ------------------------------------------------------------------------------------------------ 6,79 <-> 7 (7 voti)
                          Don't Worry (Don't Worry, He Won't Get Far on Foot) ------------------------------------------------- 6,5 <-> 6,5 (3 voti)
                          L'amore che resta (Restless) ------------------------------------------------------------------------ 6,5 <-> 6,5 (5 voti)
                          Scoprendo Forrester (Finding Forrester) ------------------------------------------------------------- 6,5 <-> 6,5 (4 voti)
                          Mala Noche ------------------------------------------------------------------------------------------ 6 <-> 6 (1 voti)
                          Promised Land --------------------------------------------------------------------------------------- 6 <-> 6 (3 voti)
                          Last Days ------------------------------------------------------------------------------------------- 5,8 <-> 6,5 (5 voti)
                          Cowgirl - Il nuovo sesso (Even Cowgirls Get the Blues) ---------------------------------------------- 5,8 <-> 5,5 (5 voti)
                          La foresta dei sogni (The Sea of Trees) ------------------------------------------------------------- 4,88 <-> 5 (4 voti)
                          Psycho ---------------------------------------------------------------------------------------------- 4,25 <-> 4,5 (6 voti)

                          CRISTIAN MUNGIU

                          4 mesi, 3 settimane, 2 giorni (4 luni, 3 saptamani si 2 zile) --------------------------------------- 8,71 <-> 8,5 (7 voti)
                          Oltre le colline (Dupa dealuri) --------------------------------------------------------------------- 8 <-> 8 (4 voti)
                          Un padre, una figlia (Bacalaureat) ------------------------------------------------------------------ 7,7 <-> 7,5 (5 voti)
                          Racconti dell'età dell'oro (Amintiri din epoca de aur) ---------------------------------------------- 7,13 <-> 7 (4 voti)
                          Occident -------------------------------------------------------------------------------------------- 6,5 <-> 6,5 (2 voti)
                          Lost and Found (episodio Curcanii nu zboara/Turkey Girl) -------------------------------------------- 0 <-> 0 (0 voti)


                          ed ecco la nuova coppia proposta da Tom Doniphon



                          WERNER HERZOG

                          Segni di vita (Lebenszeichen) (1968)
                          Anche i nani hanno cominciato da piccoli (Auch Zwerge haben klein angefangen) (1970)
                          Fata Morgana (1971)
                          Aguirre, furore di Dio (Aguirre, der Zorn Gottes) (1972)
                          L'enigma di Kaspar Hauser (Jeder für sich und Gott gegen alle) (1974)
                          Cuore di vetro (Herz aus Glas) (1976)
                          La ballata di Stroszek (Stroszek) (1977)
                          Nosferatu, il principe della notte (Nosferatu: Phantom der Nacht) (1978)
                          Woyzeck (1979)
                          Fitzcarraldo (1982)
                          Dove sognano le formiche verdi (Wo die grünen Ameisen träumen) (1984)
                          Cobra Verde (1987)
                          Grido di pietra (Cerro Torre: Schrei aus Stein) (1991)
                          Invincibile (Invincible) (2001)
                          L'ignoto spazio profondo (The Wild Blue Yonder) (2005)
                          L'alba della libertà (Rescue Dawn) (2006)
                          Il cattivo tenente - Ultima chiamata New Orleans (Bad Lieutenant: Port of Call New Orleans) (2009)
                          My Son, My Son, What Have Ye Done (2009)
                          Queen of the Desert (2015)
                          Salt and Fire (2016)
                          Family Romance, LLC (2019)



                          MICHAEL HANEKE

                          Il settimo continente (Der siebente Kontinent) (1989)
                          Benny's Video (1992)
                          71 frammenti di una cronologia del caso (71 Fragmente einer Chronologie des Zufalls) (1994)
                          Funny Games (1997)
                          Storie (Code Inconnu: Recit Incomplet De Divers Voyages) (2000)
                          La pianista (La pianiste/Die Klavierspielerin) (2001)
                          Il tempo dei lupi (Le temps du loup/Wolfzeit) (2003)
                          Niente da nascondere (Caché) (2005)
                          Funny Games (2007)
                          Il nastro bianco (Das weiße Band) (2009)
                          Amour (2012)
                          Happy End (2017)



                          "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                          Votazione Registi: link

                          Commenta


                          • Faccio coming out: il film meno recente di Herzog che mi sono vista è Woyzeck. Tutto quello che è ha fatto prima mi è sconosciuto
                            Cosa mi sono persa?

                            Commenta


                            • Un bel pò!

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da sherry Visualizza il messaggio
                                Cosa mi sono persa?
                                tre capolavori

                                "E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"


                                Votazione Registi: link

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X